Bonus 80 euro: quanto ci costa

Pubblicato mercoledì, 22 maggio 2019 ‐ Panorama

Circa 10 miliardi di euro. E' quanto costa ogni anno il cosiddetto Bonus 80 euro introdotto nel 2014 da un Matteo Renzi sotto elezioni. Un asso nella manica calato dall'ex leader democratico determinante per l'esito delle elezioni europee.
Un provvedimento "sbagliato"
Si tratta, però, di un provvedimento che l'attuale ministro dell'economia Giovanni Tria ha, ancora una volta, definito "tecnicamente sbagliato" perchè, così ha dichiarato in un'intervista televisiva: "Tecnicamente è stata una decisione sbagliata, risultano come spese e non come un prelievo. Inoltre tecnicamente è stato un provvedimento fatto male". Per questo , ha concluso: "Nell’ambito di una riforma fiscale gli 80 euro vengono riassorbiti".
Tria ha ribadito che, al momento, si tratta di una sua opinione personale, ma è indubbio che il bonus è a rischio e forse questo non è un male per i conti pubblici in vista del check europeo di giugno.
Quanto ci costa il bonus
Conti alla mano, infatti, dall'aprile 2014 quando il bonus Irpef è entrato in vigore alla dichiarazione dei redditi dello scorso anno (relativa all'anno d'imposta 2017) i soggetti che hanno beneficiato del bonus sono cresciuti del 2,1% con un aumento costante della spesa che solo lo scorso anno è stata di 9,5 miliardi di euro
Questo dipende anche dal fatto che tre anni dopo l'entrata in vigore del bonus l'allora Governo Gentiloni ha deciso di ampliare ulteriormente la platea dei dipendenti aventi diritto agli 80 euro in più in busta paga.
Chi ne ha diritto
Tra il 2014 e il 2016, infatti, erano titolati a godere dell'aiutino pubblico solo i dipendenti che avevano una retribuzione annua compresa tra gli 8.000 e i 26.000 euro che sommando le 12 buste paga annue mettevano nel salvadanaio 960 euro in più l'anno.
Gentiloni, però, ha portato il tetto a 26.600 includendo, in questo modo, anche i dipendenti pubblici e ampliando di molto il target degli aventi diritti. In pratica il 54% dei dipendenti italiani (pubblici e privati ha goduto del cosiddetto bonus Renzi.
I limiti del provvedimento
Per lo Stato, però, così sostiengono Tria e molti altri analisti si è trattato di una voce di spesa che non ha avuto nessun tipo di tornaconto per le casse pubbliche. Questo perché per circa 2,4 milioni di soggetti (il 20% del totale) il bonus riconosciuto è stato superiore all'imposta netta dovuta.
Tradotto in numeri circa 991 milioni di bonus si sono trasformati in un trasferimento monetario per la parte che ha superato l'imposta netta.
Altro limite strutturale del provvedimento è l'elevata possibilità di trovarsi nella condizione di dover restituire gli 80 euro perché si finisce nel cosiddetto meccanismo delle porte girevoli.
I beneficiari, infatti, possono, di anno in anno, entrare e uscire dalla platea degli aventi diritto e così, ad esempio, solo nel 2018 (riferito all'anno d'imposta 2017) 1,8 milioni di contribuenti hanno percepito illecitamente gli 80 euro e li devono restituire per un importo di circa 494 milioni di euro che lo Stato dovrà, in qualche maniera, farsi ridare.

Tag: #Economia

Altri articoli pubblicati da Panorama

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

Politica, cronaca, inchieste, curiosità, tecnologia. Ma soprattutto un'inchiesta sul famoso aereo di Stato che l'allora premier, Matteo renzi, fortemente volle e su cui ora sta indagando anche la magisratura che vuole chiarezza su alcune spese che...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

Questo governo cancellando l’immunità penale sull’Ilva ha concesso ad Arcelor Mittal di scaricare sulle casse dello stato quelle perdite di 2 min di euro al giorno che aveva. Così è successo che il gruppo franco-indiano che aveva in mano le chiavi ...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

Gli ultimi sondaggi di politica sulle intenzioni di voto degli italiani confermano la crisi pesantissima dei partiti di Governo, in particolare del Movimento 5 Stelle che perde quasi due punti percentuali in una...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

Quando sentite dire che la Cina è un paese unico ma faticate a comprendere il senso pratico della definizione, tenete a mente questo dato: un miliardo di dollari in 68 secondi. Sono quelli ottenuti da...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

È il 1945. La fabbrica di Enrico Piaggio, a Pontedera, è in macerie. I 12 mila operai sono condannati alla disoccupazione e alla miseria e così l'imprenditore, che avverte l’enorme responsabilità che grava sulle sue spalle, punta...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

Senza necessariamente preventivare un budget proibitivo, ecco alcune mete da esplorare solcando le onde e in cui rifugiarsi quando nel nostro emisfero imperversa la brutta stagione: a consigliarle è Sailogy, la piattaforma...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

Ipnotico. Inquietante. Disturbante.  In una parola, un capolavoro. Blackstar, ultimo album di David Bowie pubblicato due giorni prima della sua scomparsa, è stato il canto del cigno di un artista che, vedendo...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

La maledizione del numero 9 (rossonero) ha colpito anche Piatek, centravanti sbarcato a Milanello nel gennaio 2019 e frettolosamente ribattezzato il nuovo Shevchenko. Il polacco non segna più, fatica a tirare in porta, lo fa...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

Antonino Cannavacciuolo questa volta sale in cattedra. Il gustoso antipasto di MasterChef, in onda da fine dicembre, si chiama Antonino Chef Academy, il nuovo programma in cui il cuoco stellato si trasforma in mentore...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

«Nei manicomi debbono essere aboliti o ridotti ai casi assolutamente eccezionali i mezzi di coercizione degli infermi». Era il 1909 quando il Regio decreto n. 615 vietava la «contenzione meccanica» sui...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

A oltre tre anni dal referendum che ha decretato il divorzio da Bruxelles, a Londra l'incertezza regna sovrana. Intanto, il conto alla rovescia procede inesorabilmente. La scadenza della ...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

Oggi, per fortuna, non veniamo da quattro anni di guerra di frontiera e tre di guerra civile. Ma veniamo da dieci anni di crisi globale e da più di venti di crisi italiana: non cresciamo da metà degli anni Novanta e, quel che è peggio, non abbiamo...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

Il campionato arriva all'ultima sosta nazionali del 2019 avendo consumato le prime 12 giornate, l'equivalente di un terzo della stagione. E' il momento delle prime pagelle, sia a livello di squadra (ma su questo fa fede una classifica che ha già...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

Basta dare un’occhiata alle classifiche FIMI degli ultimi cinque-sei anni per rendersi conto che la musica italiana abbia ormai soppiantato quella internazionale nelle preferenze dei nostri connazionali, esterofili in tutto, ma non al momento...

Pubblicato martedì, 12 novembre 2019 ‐ Panorama

Una vera e propria spada di Damocle pende sulle migliaia di contenziosi aperti nei confronti dell’Ente di riscossione, ossia quello che un tempo era Equitalia e che oggi si chiama Agenzia delle ...