Rugby, Sei Nazioni pieno di incognite: davanti a tutti c'è l'Inghilterra

Pubblicato venerdì, 31 gennaio 2020 ‐ La Repubblica.it

Non sai mai cosa può accadere, nell'edizione del Sei Nazioni che segue i Mondiali: le squadre si rinnovano, cambiano gli allenatori. Comincia una nuova èra. Eppure, mai come questa volta c'è un chiaro favorito: l'Inghilterra, che alla rassegna iridata in Giappone ha distrutto gli All Blacks salvo crollare - psicologicamente, prima ancora che dal punto di vista fisico - davanti al Sudafrica in finale, ha tutte le carte in regola per vincere il torneo più antico del mondo. Sarebbe la sesta volta, negli ultimi 20 anni.

IL CALENDARIOInghilterra favorita, ma occhio a Le Crunch
I Bianchi di Eddie Jones sono una perfetta macchina da guerra che muove dalla superiorità del pacchetto, in cui giganteggiano fuoriclasse come Tom Curry e Sam Hunderhill (per non parlare del totem nero, Mario Itoje). Ma hanno mostrato di essere vulnerabili se messi sotto pressione da un impeccabile gioco al piede avversario: è successo ai Mondiali, con gli Springboks che hanno ribaltato la pressione e sfruttato le rimesse laterali; era accaduto anche nel passato Sei Nazioni, quando il Galles aveva sorpreso la corazzata inglese reduce da un doppio trionfo con Irlanda e Francia. A proposito di Galletti: il match d'esordio sarà proprio a Parigi, un Le Crunch che potrebbe essere già la svolta del Torneo. Giovane Francia, calendario favorevole
La Francia si gioca molto, forse tutto, nel primo match: se sorprende l'Inghilterra, può volare sulle ali dell'entusiasmo. Il calendario è dalla sua parte: nel match successivo affronterà ancora in casa l'Italia, gli ultimi due appuntamenti sono a Edimburgo e con l'Irlanda a Parigi. Ma in caso di sconfitta all'esordio, la squadra di Brunel (però il burattinaio si chiama Galthié), potrebbe pagare caro la poca esperienza dei giovani talenti cui ha deciso di affidarsi. In mediana, la coppia Dupont-Ntamack promette meraviglie. Penaud, Woki e Gros sono tre giocatori da seguire con attenzione. I Diavoli e la scuola di Llanelli
Dopo aver fatto sognare per 12 anni gli innamorati ovali con Warren Gatland, il Galles ricomincia da Wayne Pivac: un altro allenatore neozelandese che ha deciso di scommettere sul rugby spettacolare della scuola di Llanelli. La "rivoluzione" permetterà ai campioni in carica di confermarsi tali? Cominciare questa nuova avventura a Cardiff con l'Italia - e finirla sempre al Millenium con la Scozia - può essere un vantaggio: ma in mezzo ci sono due terribili trasferte a Dublino e Twickenham. A guidare i Diavoli ci sarà il monumentale Alun Wyn Jones, supportato in mischia da Navidi, Faletau e Wainwright. Dietro, ancora fiducia a Biggar, Josh Adams e Liam William, commoventi interpreti dell'arte del rugby: come si fa a non tifare per loro? L'Irlanda si affida allo "zio" Andy
L'Irlanda si affida a Andy Farrell, il babbo dell'apertura inglese. E' un periodo di transizione per i Verdi, che hanno fatto partire un cambiamento epocale dopo aver a lungo dominato negli anni passati ed essere scesi - nel 2019 - dal 2° al 5° posto del ranking mondiale. Subito due incontri tra le mura amiche dell'Aviva Stadium (Scozia, Galles): potrebbe essere un inizio favorevole, indispensabile per andare poi a Twickenham con un pieno di fiducia. Il mediano di mischia John Cooney è un tipo da accendere il fuoco, i Lions Healy e Furlong garanzia di una prima linea formidabile , Ryan una terza linea trascinante. Ma chissà se e quanto si potrà contare su Sexton. La Scozia e le birre di Russell
E poi per fortuna c'è la Scozia, che da sempre si scambia con gli azzurri il Cucchiaio di Legno. I ragazzi di Townsend lo scorso anno sembravano destinati a fare meraviglie - dopo un buon Sei Nazioni nel 2018 e la vittoria all'esordio con l'Italia -, invece sono tornati a prenderle da tutti, salvo chiudere a Twickenham con un pirotecnico pareggio (38-38, ricordate?). Salutati 3 grandi giocatori come Laidlaw, Barclay e Seymour, si rituffano nell'avventura forti del bel gioco mostrato dalle loro franchigie. Si affidano ancora una volta a Hogg e Jonny Gray, chissà se Finn Russell la smetterà di ubriacarsi decidendo di dare loro una mano: quando sta lontano dai pub, l'apertura può diventare l'uomo-chiave per qualsiasi incontro. Attenzione al tallonatore di Edimburgo, McInally, e alla potenza dell'esordiente Ratu Tagive, il primo figiano a giocare per la Scozia. Con ogni probabilità finiranno per giocarsi ancora una volta l'ultimo posto con l'Italia: ma per loro a Roma sarà durissima.

 

Tag: #Sport #Rugby

Altri articoli pubblicati da La Repubblica.it

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

"È un giorno per prendersi una pausa per una onesta, riflessiva e produttiva trasformazione riguardo le azioni che, collettivamente, dobbiamo fare per supportare la comunità nera": così le dirigenti musicali Jamila Thomas e...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

Roma. Il titolo Tiffany è crollato a fine seduta a Wall Street, arrivando a perdere oltre il 13% del proprio valore. A causare la caduta delle quotazioni, le indiscrezione pubblicate dal sito specializzato Women's Wewar daily (WWD),...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

PARIGI - Come l'America per George Floyd, anche la Francia oggi è scesa in piazza. In migliaia hanno manifestato a Parigi in nome di Adama Traoré, 24enne nero morto il 19 luglio 2016 nella caserma di Persan, nella Val...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

Almeno cinque autobus della rimessa Atac di via Candoni, alla Magliana, hanno preso fuoco, per cause ancora da precisare, tra le 20 e le 21. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco che fino a tarda serata hanno lavorato per far sì che le fiamme non...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

Un lungo periodo di lockdown, molto tempo a disposizione, l'obbligo di rimanere a casa e la possibilità di ritrovarsi a sistemare ricordi e organizzare archivi, attività rimandate per anni. E così Gino Castaldo, critico musicale di...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

E' successo di notte, ma loro se ne sono accorti la mattina dopo quando hanno trovato alla finestra la bandiera arcobaleno bruciata e hanno visto il nero del fumo sul muro della loro casa a San Giuliano Terme in provincia di Pisa. "Qualcuno aveva...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Cresce ora dopo ora, in vari Paesi, l'indignazione del calcio e del mondo dello sport in genere, così come la solidarietà nei confronti della vittima, per l'uccisione di George Floyd, 46enne afroamericano morto soffocato...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

"Mi sono offerto volontario per aiutarli, visto che non avevano proprio nulla e dormivano sui cartoni. Non sono qui per combattere una guerra morale, sociale, di razza o colore. Ho inviato il denaro necessario affinché abbiamo un tetto sotto cui...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

Immuni parte in quarta e nel primo giorno scala la classifica delle app più scaricate per iPhone. La soluzione creata dall’azienda milanese Bending Spoons e scelta dal Governo per arginare la pandemia, fin dalla mattina aveva superato tutti e nella...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

Si è aperto con l'Inno di Mameli il concerto organizzato nel cortile dell'ospedale Spallanzani di Roma alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. A eseguirlo il tenore internazionale Francesco Grollo. L'evento è...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

È morto a Milano a 82 anni, dopo una lunga malattia, lo scrittore e giornalista Roberto Gervaso. Autore di numerosi libri di successo, in particolare biografie di celebri personaggi, è stato tra i primi protagonisti della grande divulgazione storica in ...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

Sembra la trama di un feuilleton, invece è la realtà, rivelata da un prosaico, sebbene avanzatissimo, scanner. "Addio mia buona amica, non cesserò di adorarvi": queste dolci, malinconiche parole furono redatte in fondo a una lettera, datata 12 ottobre ...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

Siamo a un passo dall'accordo. Ma serve più tempo. Il governo argentino ha bisogno ancora di trattare, vuole limare qualche mezzo punto al tasso di interesse sul debito. Perché al di là del default tecnico già dichiarato il mese scorso, in queste ore ...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

 La Metropolitan Opera di New York rinuncia alla stagione autunnale a causa dell'emergenza coronavirus, proiettando il famoso palcoscenico della lirica mondiale nella sua peggior crisi finanziaria in 137 anni di storia. Il Met ha chiuso ...

Pubblicato martedì, 02 giugno 2020 ‐ La Repubblica.it

BERLINO – Un nuovo focolaio di coronavirus è esploso a Gottinga, nella Bassa Sassonia: 36 persone sono state contagiate, una in modo grave, dopo aver frequentato un locale dove si fuma il narghilé (la pipa ad acqua chiamata anche “shisha” o...