Caso Autonomia, Zaia e Fontana: "Non firmiamo farsa"

Pubblicato domenica, 21 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

"Vogliamo una autonomia vera, non un pannicello caldo che produrrebbe ulteriori guai". E' un passaggio della lettera al premier Giuseppe Conte dei presidenti di Lombardia e Veneto, Attilio Fontana e Luca Zaia. Presa di posizione decisa dei governatori dopo le parole durissime di sabato sera. Entrambi si dicono decisi a non firmare l'intesa sull'autonomia "se si continua con una farsa. Noi - si legge nella lettera - restiamo aperti al dialogo con Lei, Presidente Conte, e pronti a cambiare opinione se il testo delle intese sarà capace di rispondere alle esigenze della vita vera che abbiamo provato a descrivere. Ma - sottolineano - se si continua con una farsa, come accaduto finora, è evidente che non firmeremo nulla".

rep Approfondimento Lega, Governatori e Giorgetti a Salvini: “Ora apri la crisi” di GOFFREDO DE MARCHIS

"Nessuno vuole aggredire l'unità nazionale, nessuno vuole secessioni. Lei sa bene quanti e quali Ministri si sono impegnati in questa irresponsabile gara a spararla pi grossa": lo scrivono in una lettera aperta al premier Giuseppe Conte i presidenti di Lombardia e Veneto, Attilio Fontana e Luca Zaia.


"Signor Presidente - è l'esortazione dei governatori -, arrivi al più presto a trovare una intesa coi ministri, formuli una bozza di intesa seria da proporci, quindi con altrettanta velocità saremo in grado di replicare in modo costruttivo". "Al Presidente del Consiglio deve essere però chiaro  - avvertono Zaia e Fontana - che noi non firmeremo un accordo senza qualità come quello per ora che si sta profilando.


Lei si assumerà la responsabilità quindi di aver negato quanto è stato chiesto da referendum, da milioni di elettori veneti e lombardi, da risoluzioni dei consigli regionali approvati all'unanimità". "Per parte nostra vogliamo mantenere fede all'impegno assunto con i nostri cittadini - assicurano -. Presidente Conte, Lei ha l'opportunità di scrivere una pagina di storia di questa Repubblica. Se non la scriverà Lei, lo farà qualcun altro. Perché la spinta verso l'autonomia e verso la responsabilità nei confronti dei cittadini è ormai inarrestabile".

Autonomia Veneto, Zaia: "Questa politica del gambero è una presa in giro" in riproduzione.... Condividi  

"L'autonomia richiesta dai cittadini lombardi, veneti, emiliano-romagnoli vuole cercare di rendere più semplice la vita di chi lavora, studia, vive nelle nostre regioni" hanno spiegato i governatori, vuole essere un modo per snellire la burocrazia, mentre "ogni atto ministeriale che dovrebbe semplificare, in realtà produce ulteriore burocrazia".


"Noi vogliamo l'autonomia - aggiungono - per cercare di semplificare la vita di tutti, rendendo chiaro e semplice individuare chi fa che cosa, superando la sovrapposizione di compiti e funzioni che oscurano le responsabilità, dilatano i tempi e fanno esplodere i costi". "L'autonomia è una sfida soprattutto per noi stessi e per le istituzioni che siamo chiamati a governare, Signor Presidente - hanno sottolineato Fontana e Zaia -. Non avremo scuse se non riusciremo a realizzare i nostri progetti e i cittadini ci premieranno o puniranno".

rep Approfondimento L'ira di Conte: “Attacchi inqualificabili, giovedì si decide sul governo” di TOMMASO CIRIACO


L'autonomia chiesta da Lombardia e Veneto (oltre che Emilia-Romagna) è "perfettamente in linea" con la Costituzione secondo i governatori Attilio Fontana e Luca Zaia. "Chi afferma il contrario - sottolineano in una lettera aperta al premier -, o non conosce la Carta, o vuole evidentemente modificarne il testo vigente". "Avremmo voluto - scrivono - che il Presidente del Consiglio fosse davvero il garante della Costituzione vigente, denunciando le false notizie diffuse con malizia e cattiva fede da chi evidentemente la Carta l'ha letta soltanto sul Bignami".

Autonomie, Conte: "I governatori non potranno avere tutto, modello scuola non sarà frammentato" in riproduzione.... Condividi  

"L'autonomia - scrivono Zaia e Fontana - è una sfida per la modernità e l'efficienza del Paese intero, il centralismo è conservazione di sprechi contro chi ha bisogno, di un welfare ingiusto". E di conseguenza "l'autonomia fa bene anche al Sud, a quella foresta di cittadini che cresce a vista d'occhio, che vorrebbe responsabilità ed efficienza ma non ha voce. Anzi, nella battaglia di chi combatte a suon di bugie contro l'autonomia c'è proprio l'evidente tentativo di mettere il coperchio a questa pentola di cittadini onesti che ribolle di sdegno, stanchi come sono di dover emigrare per curarsi, per studiare all'Università, per trovare un lavoro". "Per questo - spiegano - ci sentiamo tutti profondamente feriti quando leggiamo le Sue esternazioni".


"La Costituzione - proseguono - permette di poter realizzare una autonomia 'differenziata' proprio perché riconosce le diversità che ci sono fra zone del Paese. E noi riconosciamo la necessità di avere fondi perequativi garantiti dallo Stato per mantenere ovunque livelli essenziali delle diverse prestazioni. "Chiediamo soltanto di poter spendere in autonomia le risorse a noi assegnate".

Autonomia, Conte: "Raccogliere sensibilità locali, ma scuola è sistema nazionale" in riproduzione.... Condividi  

"Peraltro - aggiungono -, da sempre ci facciamo carico delle esigenze dell'intero Paese e ora chiediamo che il Paese si faccia carico delle nostre". E fra le esigenze hanno citato l'assunzione di medici e insegnanti. "Le nostre Regioni sono in equilibrio finanziario nel comparto della sanità e chiedono che sia possibile assumere subito i medici che servono" e "i nostri studenti ogni anno assistono alla sarabanda degli insegnanti. Con l'autonomia chiediamo di avere la possibilità vera di poter programmare senza cambiare i programmi di insegnamento".

 

Tag: #Politica

Altri articoli pubblicati da La Repubblica.it

Pubblicato domenica, 23 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

Tyson Fury sconfigge Deontay Wilder e conquista il suo titolo. Tyson Fury è riuscito nella missione di conquistare il titolo mondiale dei pesi massimi nella versione più classica, quella della Wbc. Di fronte a lui è capitolato il campione, Deontay...

Pubblicato domenica, 23 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

"La nostra casa è in fiamme" è il nuovo libro di Greta Thunberg scritto insieme alla mamma Malena, cantante lirica di successo, al papà Svante, attore, e alla sorella più piccola Beata. Racconta la difficile infanzia dell'attivista...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - "Abbiamo adottato un decreto legge con misure per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica. Lo scopo è tutelare il bene della salute degli italiani". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte al termine della riunione del Consiglio ...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

PESCARA - Gravissimo incidente stradale nella notte a Moscufo, nel Pescarese. Il bilancio è di quattro persone morte. L'auto su cui viaggiavano dopo essere uscita di strada è finita contro un albero, in contrada Pischiarano. Le...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

FIRENZE – Nils Liedholm lo disse per primo: ”In 10 si gioca meglio”. Non è un dogma, ma è ciò che ha dimostrato la Fiorentina che, sotto di un gol contro il Milan (firmato dal solito Rebic), ha ribaltato la partita dal momento...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

"Quello che preoccupa della situazione italiana è che non tutti i casi registrati sembrano avere una chiara storia epidemiologica, cioè un legame con viaggi in Cina o contatti con altri casi già confermati". Hans Kluge, direttore dell'Organizzazione...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

L'università di Padova è stata la prima nel nord Italia a elaborare un test in grado di individuare in meno di tre ore il coronavirus nei tamponi di saliva. Ma uno scontro interno alla sanità regionale potrebbe aver ritardato l'efficacia del...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

Un incendio è divampato questa sera alla stazione ferroviaria di Pavia, attorno alle 19. Le fiamme si sono sviluppate, per cause ancora da accertare, nella torre B, all'interno di un locale tecnico. I vigili del fuoco stanno lavorando da ore....

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

E' il primo caso di contagio da coronavirus a Torino. Si tratta di un italiano di 40 anni che ha avuto contatti con i casi in Lombardia. L'uomo lavora in una azienda a Cesano Boscone dove lavorerebbero altri due contagiati. La conferma è arrivata dal...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

BOLOGNA - Ogni anno per il torneo di pallavolo della scuola gli alunni si scelgono la maglietta con nome e numero. Ma quando è arrivato dalla stamperia il pacco e l'insegnante ha visto la t-shirt con il nome "Adolf" e il numero 32,...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Impresa di Gianluca Mager nei quarti di finale del "Rio Open", torneo ATP World Tour 500 dotato di un montepremi di 1.759.905 dollari in svolgimento sui campi in terra rossa di Rio de Janeiro. Il 25enne ligure, numero 128 del...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

BARCELLONA - Leo Messi manda un avvertimento al Napoli. A tre giorni dall'arrivo al San Paolo per l'andata degli ottavi di Champions League, realizza un poker nel 5-0 all'Eibar e contribuisce a far ritrovare il sorriso a un Barcellona...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

E' una mappa che si sta definendo di ora in ora e che porta sempre allo stesso posto, in maniera diretta o indiretta: l'ospedale di Codogno. E a un arco temporale preciso: tra il 18 e il 19 febbraio. Perché è qui e in quelle ore che, dicono tutte le...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Una meta scozzese nel primo tempo, due nel secondo, e il Cucchiaio di Legno fa già bella mostra sulla tavola azzurra. Dopo solo 3 turni del Sei Nazioni, l'Italia prenota con largo anticipo l'ultimo posto nel torneo. Sarebbe la...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - In attesa delle nuove misure del governo sull'epidemia di coronavirus, oggi dopo il consiglio dei ministri straordinario delle 18.30, arrivano sulla situazione le parole del presidente della Repubblica Sergio Mattarella: ...