Dall’assegno tech al cambia-bitcoin, 5 app per pagare in digitale

Pubblicato mercoledì, 05 dicembre 2018 ‐ Wired.it

Lasciare a casa i contanti e le carte. Fare la spesa al super senza passare per la cassa. E pagare in bitcoin in meno di un secondo. Possibile? Sì, grazie ai nuovi sistemi di pagamento presentati qualche giorno fa a Milano al Salone dei pagamenti. App soprattutto, che ci permettono di usare lo smartphone come un portafogli virtuale, a prova di Arsenio Lupin, grazie ai nuovi sistemi di riconoscimento biometrico.A tracciare la strada, sono stati prima i sistemi di e-payment dei big come Apple Pay e Google Pay, seguiti a ruota da app come Satispay, Circle e Tinaba, che permettono anche di dividere il conto della cena. E i nuovi metodi di pagamento in quanto a utilità non sono da meno.MuyiSe avete mai provato a pagare qualcosa in bitcoin ci avrete fatto caso: le transazioni non sono immediate, perché la sicurezza ha i suoi tempi e possono volerci anche 10 minuti per un passaggio di soldi, che non sarà neppure totalmente gratuito. Muyi è un’app made in China, paese dove la criptoeconomia è floridissima, che semplifica il tutto, riducendo al minimo i tempi di verifica e tagliando le commissioni. I bitcoin arrivano a destinazione dopo pochi secondi e gratis. E con la stessa rapidità, è possibile anche pagare da bitcoin in altre valute al tasso di cambio attuale (che è sempre bene verificare, ndr), a patto naturalmente che entrambe le parti della transazione abbiano scaricato Muyi sul cellulare.Drop PayL’ultima arrivata tra le app per pagare con lo smartphone non si appoggia a nessun conto corrente, ma ha un Iban tutto suo che le permette anche di ricevere pagamenti via pos. Nei negozi convenzionati si paga inquadrando un qr code e non ci sono commissioni. Ma possiamo anche inviare soldi ai nostri contatti che non hanno l’app (l’iban serve proprio a quello), fare ricariche telefoniche e pagare bollettini. Last but not least, c'è Grant, la funzione che permette di creare un fondo spese per qualcun altro, da spendere per determinate categorie di acquisti. A occhio e croce sembra fatta apposta per i figli (o i dipendenti) spendaccioni.PlickMandare soldi a qualcuno di cui conosciamo solo il numero o l’email? Plick permette di farlo in tutta Europa. Sarà poi il ricevente a dover inserire il proprio Iban e finalizzare la transazione. Un sistema che sembra pensato per proteggere le compravendite online: il pagamento una volta partito è irrevocabile e sicuro. Ma potrebbe anche essere l’alternativa “tech” agli assegni, visto che non c’è limite all’importo delle transazioni e si può stabilire una data per il passaggio di soldi. Creato dalla startup PayDo, per ora Plick è usato da Banca Mediolanum e Creval, ma altri istituti bancari potrebbero proporlo presto alla clientela.UtegoPiù che a pagare in realtà ci aiuta a monitorare le nostre finanze. È un'app che aggrega tutti i conti correnti, le carte prepagate, gli investimenti e i prestiti e ci offre uno sguardo d’insieme su liquidità, attività e passività. Non solo: Utego funziona anche da comparatore per chi cerca prestiti, finanziamenti, mutui e carte di credito. Ma la funzione più interessante è (forse) quella che permette agli utenti di fare community tra loro, per strappare condizioni migliori a banche e istituti finanziari. L’app esiste già ma funzionerà a pieno regime entro i primi mesi del 2019 quando entrerà in vigore la nuova regolamentazione europea Psd2 (Payment Services Directive 2), che impone a banche e istituti finanziari di rendere disponibili i dati dei propri clienti a terze parti.AuchanSpeedy Anche il modo in cui facciamo la spesa sotto casa è destinato a cambiare. Le prime a sparire potrebbero essere proprio le file alla cassa del supermercato. Gli acquisti in corsia si fanno con un’app e il pagamento è immediato, cosa già possibile in alcuni punti vendita Auchan, grazie a un accordo con Mastercard. Questo permette anche di tenere d’occhio il conto, voce per voce, e non avere sorprese al momento di pagare. Dopo un test positivo a Milano e Brescia, entro fine anno la spesa veloce si potrà fare in 50 negozi in tutta Italia. E altri di altre catene seguiranno. Questo non vuol dire che le casse scompariranno: il pagamento via app si aggiungerà semplicemente a quelli più tradizionali. Ma nel paese dove nel 2017 l’86% dei pagamenti è avvenuto in contanti è comunque un bel passo avanti.

Tag: #Finanza

Altri articoli pubblicati da Wired.it

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Wired.it

Dominic Cummings, mente dietro la campagna elettorale Tory del 2019 e quella pro Brexit, ha violato le norme di lockdown per recarsi dai genitori, forse più di una volta. Il premier lo difende, ma anche molti conservatori chiedono le sue dimissioni, in...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Wired.it

R0 è il numero medio di persone che ciascun malato può contagiare. È una media e per questo la semplificazione per cui con R0 pari a 0,51 servono due infetti contemporaneamente per contagiarne un altro contiene un errore. Basta sempre e solo un malato ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Wired.it

Si tratta di volontari che verrano selezionati dalla Protezione Civile su una platea di inoccupati, percettori di reddito di cittadinanza e chi usufruisce di ammortizzatori sociali. Aiuteranno i comuni a far rispettare le norme, ma va ancora capito come

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Wired.it

Sono i più cattivi, i più originali, i meno imitabili e quelli interpretati meglio. Da Jack Torrance (Shining) a Mugatu (Zoolander), da Hannibal Lecter (Il silenzio degli innocenti) a Crudelia Demon (La carica dei 101), da Darth Vader (Guerre stellari) ...

Pubblicato sabato, 23 maggio 2020 ‐ Wired.it

Se fossero stati girati diversamente, non avrebbero avuto lo stesso impatto. Da La maschera del demonio e 8½ in poi al più recente The Lighthouse (sulle principali piattaforme da questa settimana): quando il bianco e nero diventa una scelta, è subito...

Pubblicato venerdì, 22 maggio 2020 ‐ Wired.it

In migliaia nel foggiano hanno partecipato allo “sciopero degli invisibili” per protestare contro la sanatoria dei lavoratori irregolari contenuta nell ultimo decreto rilancio. Che, nonostante le promesse, ha escluso molti lavoratori e lasciato...

Pubblicato giovedì, 21 maggio 2020 ‐ Wired.it

Nel lungo periodo, gli scenari pre-Covid non saranno intaccati, se non in un accelerazione del cambiamento digitale già in atto, spiega Claudio Domenicali, presidente di Motor Valley e ceo di Ducati Motor Holding in un intervista con Federico Ferrazza,...

Pubblicato giovedì, 21 maggio 2020 ‐ Wired.it

Nei giorni delle polemiche sulla linea di credito garantita dallo stato italiano a Fca, il parlamento scozzese manda un segnale opposto. Secondo alcuni esperti, però, la legge interesserebbe poche aziende per la definizione ristretta di “paradiso...

Pubblicato giovedì, 21 maggio 2020 ‐ Wired.it

Le storie di Twitter, i Fleets, arrivano in Italia. Da oggi tutti gli utenti italiani potranno creare dei contenuti che si elimineranno da soli dopo 24 ore dalla loro pubblicazione. Zero interazione o ricondivisioni pubbliche ma solo risposte in privato...

Pubblicato giovedì, 21 maggio 2020 ‐ Wired.it

Siamo ripartiti ma continuiamo a navigare a vista, per non dire alla cieca. La strategia di testare, trattare e tracciare resta un utopia, e manca un piano sanitario per affrontare i prossimi mesi. Nel mentre, ci si affida a qualche iniziativa...

Pubblicato mercoledì, 20 maggio 2020 ‐ Wired.it

Dopo il saggio del 2018, lo scrittore torna con una versione dedicata ai più piccoli, una specie di spin-off. I testi sono stati scritti con Sara Beltrame e le illustrazioni portano la firma di Tommaso Vidus Rosin. In esclusiva per Wired alcune pagine

Pubblicato mercoledì, 20 maggio 2020 ‐ Wired.it

Su Facebook e Instagram arrivano gli Shops, vetrine virtuali che semplificheranno lo shopping tramite le piattaforme di Menlo Park. Lo strumento potrà servire alle piccole e medie imprese per ripartire dopo il lungo periodo di chiusura dovuto alla...

Pubblicato mercoledì, 20 maggio 2020 ‐ Wired.it

Il ministro si è difeso in aula, ripercorrendo gli incontri con il magistrato Di Matteo e spiegando le motivazioni dei provvedimenti di scarcerazione. Voto secondo le aspettative e, anche Italia Viva, dopo giorni di tentennamenti, decide di votare...

Pubblicato mercoledì, 20 maggio 2020 ‐ Wired.it

Tramite un unica iniezione fornirebbe una protezione per due mesi. Il farmaco sperimentale cabotegravir potrebbe rappresentare un ulteriore opzione per la profilassi contro l hiv. I risultati sono da approfondire ma per ora risulta efficace quanto l...

Pubblicato mercoledì, 20 maggio 2020 ‐ Wired.it

Come indica la nuova campagna Big Banking Chat promossa dalla banca digitale tedesca, i clienti desiderano chiarezza, semplicità e una user experience via app simile a quella di altri segmenti. Ecco come risponde la banca 100% mobile, nata nel 2013 e...