Dall’assegno tech al cambia-bitcoin, 5 app per pagare in digitale

Pubblicato mercoledì, 05 dicembre 2018 ‐ Wired.it

Lasciare a casa i contanti e le carte. Fare la spesa al super senza passare per la cassa. E pagare in bitcoin in meno di un secondo. Possibile? Sì, grazie ai nuovi sistemi di pagamento presentati qualche giorno fa a Milano al Salone dei pagamenti. App soprattutto, che ci permettono di usare lo smartphone come un portafogli virtuale, a prova di Arsenio Lupin, grazie ai nuovi sistemi di riconoscimento biometrico.A tracciare la strada, sono stati prima i sistemi di e-payment dei big come Apple Pay e Google Pay, seguiti a ruota da app come Satispay, Circle e Tinaba, che permettono anche di dividere il conto della cena. E i nuovi metodi di pagamento in quanto a utilità non sono da meno.MuyiSe avete mai provato a pagare qualcosa in bitcoin ci avrete fatto caso: le transazioni non sono immediate, perché la sicurezza ha i suoi tempi e possono volerci anche 10 minuti per un passaggio di soldi, che non sarà neppure totalmente gratuito. Muyi è un’app made in China, paese dove la criptoeconomia è floridissima, che semplifica il tutto, riducendo al minimo i tempi di verifica e tagliando le commissioni. I bitcoin arrivano a destinazione dopo pochi secondi e gratis. E con la stessa rapidità, è possibile anche pagare da bitcoin in altre valute al tasso di cambio attuale (che è sempre bene verificare, ndr), a patto naturalmente che entrambe le parti della transazione abbiano scaricato Muyi sul cellulare.Drop PayL’ultima arrivata tra le app per pagare con lo smartphone non si appoggia a nessun conto corrente, ma ha un Iban tutto suo che le permette anche di ricevere pagamenti via pos. Nei negozi convenzionati si paga inquadrando un qr code e non ci sono commissioni. Ma possiamo anche inviare soldi ai nostri contatti che non hanno l’app (l’iban serve proprio a quello), fare ricariche telefoniche e pagare bollettini. Last but not least, c'è Grant, la funzione che permette di creare un fondo spese per qualcun altro, da spendere per determinate categorie di acquisti. A occhio e croce sembra fatta apposta per i figli (o i dipendenti) spendaccioni.PlickMandare soldi a qualcuno di cui conosciamo solo il numero o l’email? Plick permette di farlo in tutta Europa. Sarà poi il ricevente a dover inserire il proprio Iban e finalizzare la transazione. Un sistema che sembra pensato per proteggere le compravendite online: il pagamento una volta partito è irrevocabile e sicuro. Ma potrebbe anche essere l’alternativa “tech” agli assegni, visto che non c’è limite all’importo delle transazioni e si può stabilire una data per il passaggio di soldi. Creato dalla startup PayDo, per ora Plick è usato da Banca Mediolanum e Creval, ma altri istituti bancari potrebbero proporlo presto alla clientela.UtegoPiù che a pagare in realtà ci aiuta a monitorare le nostre finanze. È un'app che aggrega tutti i conti correnti, le carte prepagate, gli investimenti e i prestiti e ci offre uno sguardo d’insieme su liquidità, attività e passività. Non solo: Utego funziona anche da comparatore per chi cerca prestiti, finanziamenti, mutui e carte di credito. Ma la funzione più interessante è (forse) quella che permette agli utenti di fare community tra loro, per strappare condizioni migliori a banche e istituti finanziari. L’app esiste già ma funzionerà a pieno regime entro i primi mesi del 2019 quando entrerà in vigore la nuova regolamentazione europea Psd2 (Payment Services Directive 2), che impone a banche e istituti finanziari di rendere disponibili i dati dei propri clienti a terze parti.AuchanSpeedy Anche il modo in cui facciamo la spesa sotto casa è destinato a cambiare. Le prime a sparire potrebbero essere proprio le file alla cassa del supermercato. Gli acquisti in corsia si fanno con un’app e il pagamento è immediato, cosa già possibile in alcuni punti vendita Auchan, grazie a un accordo con Mastercard. Questo permette anche di tenere d’occhio il conto, voce per voce, e non avere sorprese al momento di pagare. Dopo un test positivo a Milano e Brescia, entro fine anno la spesa veloce si potrà fare in 50 negozi in tutta Italia. E altri di altre catene seguiranno. Questo non vuol dire che le casse scompariranno: il pagamento via app si aggiungerà semplicemente a quelli più tradizionali. Ma nel paese dove nel 2017 l’86% dei pagamenti è avvenuto in contanti è comunque un bel passo avanti.

Tag: #Finanza

Altri articoli pubblicati da Wired.it

Pubblicato lunedì, 09 dicembre 2019 ‐ Wired.it

Dagli immancabili, come Elena Ferrante, Sandro Veronesi e André Aciman, alle chicche di Amy Hempel, Gipi e Shirley Jackson. La nostra selezione natalizia di libri spazia dai romanzi ai racconti, dalla poesia alla graphic novel. E soddisfa tutti i gusti

Pubblicato sabato, 07 dicembre 2019 ‐ Wired.it

Più errori nelle partite di scacchi. Un arbitraggio impreciso nei match di baseball. E persino capacità linguistiche inferiori da parte dei politici. L’inquinamento atmosferico ha effetti imprevedibili sulle nostra capacità cognitive. Vediamo alcuni ...

Pubblicato venerdì, 06 dicembre 2019 ‐ Wired.it

Lo rivelano le prime osservazioni della sonda Parker Solar Probe, che ha compiuto tre giri introno alla stella. Vento solare irregolare e turbolento e getti di materiale a alta velocità sono fra le principali scoperte, descritte in quattro studi su...

Pubblicato venerdì, 06 dicembre 2019 ‐ Wired.it

In un paese sotto-assicurato come l Italia, in cui i pilastri del welfare scricchiolano, innovare l offerta insurance è ormai un urgenza. Nell ottavo Wired Trends si è parlato di polizze istantanee, di approcci creativi al rispetto delle regole e di...

Pubblicato venerdì, 06 dicembre 2019 ‐ Wired.it

Anche la generazione più abituata a confrontarsi con la tecnologia ha dubbi e domande su rischi e possibilità connesse all Ai. Ecco il punto di vista di Francesca Rossi, leader globale di IBM per l’etica tech, in un confronto coi ragazzi della We...

Pubblicato giovedì, 05 dicembre 2019 ‐ Wired.it

La dieta mediterranea e in generale un alimentazione a forte contenuto vegetale si confermano stili ottimali sia per tenersi in salute sia per ridurre l impatto sull ambiente. Bisogna aumentare proteine di origine vegetale, consumate troppo poco. Ma...

Pubblicato giovedì, 05 dicembre 2019 ‐ Wired.it

Per superare il timore da insicurezza informatica servono precauzioni individuali e iniziative collettive. Si è parlato di sicurezza nel cyberspazio: dal perimetro cibernetico all hacking visivo, fino a caldaie e stampanti, ecco i temi caldi del 2020

Pubblicato giovedì, 05 dicembre 2019 ‐ Wired.it

Uno studio coordinato da ricercatori italiani mostra che l evoluzione verso un viso più piccolo e tratti più delicati di quelli dei nostri antenati è dovuta al ruolo del particolare gene BAZ1B. Lo studio fornisce un tassello importante per capire come ...

Pubblicato mercoledì, 04 dicembre 2019 ‐ Wired.it

Dal problema delle competenze alla partecipazione attiva nei processi di innovazione aziendale, il quinto Wired Trends ha affrontato le prospettive del mondo del lavoro. Ricerca della soddisfazione, attitudine alla curiosità e attenzione alla...

Pubblicato mercoledì, 04 dicembre 2019 ‐ Wired.it

“Ci costa 120 miliardi di risparmi”, è frutto di un accordo segreto “in una stanza chiusa”, “salva le banche tedesche”: vi sorprenderà, ma nessuno di questi ritornelli ha a che fare con la realtà. E mentre l Italia li ripete, perde l...

Pubblicato mercoledì, 04 dicembre 2019 ‐ Wired.it

In un documento di 300 pagine la Camera scrive che ci sono “prove schiaccianti” sul fatto che il presidente Trump ha trattenuto gli aiuti militari all Ucraina in cambio della promessa di indagare su Joe Biden e suo figlio, anteponendo i suoi...

Pubblicato mercoledì, 04 dicembre 2019 ‐ Wired.it

I fondatori di Google, Larry Page e Sergej Brin lasciano il loro posto in Alphabet, la holding che controlla la compagnia di Mountain View perché è tempo di riorganizzare la struttura manageriale. A sostituirli sarà l’attuale amministratore di...

Pubblicato mercoledì, 04 dicembre 2019 ‐ Wired.it

Un focus su strategie di comunicazione, di ibridazione e di campagne promozionali efficaci. Dal minor peso della vanità sui social fino ai banner per le smart tv e alle novità editoriali dei palinsesti televisivi non lineari, ecco cosa sta per accadere ...

Pubblicato martedì, 03 dicembre 2019 ‐ Wired.it

Interi mondi ricostruiti in digitale, body double per le scene di lotta, sintesi tra effetti visivi vecchi e nuovi. Come si generano le scene delle famose pellicole sui supereroi, spiegato da Jen Underdahl, visual effects producer di Marvel Entertainment

Pubblicato martedì, 03 dicembre 2019 ‐ Wired.it

Jaguar x Hot Wheels, ovvero come stare seduti sulla nuova Jaguar F-Type mentre la sua riproduzione fedele in scala 1:62 sfreccia sui 232 metri della pista Hot Wheels installata nel nuovo Jaguar Design Studio di Gaydon, a due ore di macchina da Londra. Un ...