Dall’assegno tech al cambia-bitcoin, 5 app per pagare in digitale

Pubblicato mercoledì, 05 dicembre 2018 ‐ Wired.it

Lasciare a casa i contanti e le carte. Fare la spesa al super senza passare per la cassa. E pagare in bitcoin in meno di un secondo. Possibile? Sì, grazie ai nuovi sistemi di pagamento presentati qualche giorno fa a Milano al Salone dei pagamenti. App soprattutto, che ci permettono di usare lo smartphone come un portafogli virtuale, a prova di Arsenio Lupin, grazie ai nuovi sistemi di riconoscimento biometrico.A tracciare la strada, sono stati prima i sistemi di e-payment dei big come Apple Pay e Google Pay, seguiti a ruota da app come Satispay, Circle e Tinaba, che permettono anche di dividere il conto della cena. E i nuovi metodi di pagamento in quanto a utilità non sono da meno.MuyiSe avete mai provato a pagare qualcosa in bitcoin ci avrete fatto caso: le transazioni non sono immediate, perché la sicurezza ha i suoi tempi e possono volerci anche 10 minuti per un passaggio di soldi, che non sarà neppure totalmente gratuito. Muyi è un’app made in China, paese dove la criptoeconomia è floridissima, che semplifica il tutto, riducendo al minimo i tempi di verifica e tagliando le commissioni. I bitcoin arrivano a destinazione dopo pochi secondi e gratis. E con la stessa rapidità, è possibile anche pagare da bitcoin in altre valute al tasso di cambio attuale (che è sempre bene verificare, ndr), a patto naturalmente che entrambe le parti della transazione abbiano scaricato Muyi sul cellulare.Drop PayL’ultima arrivata tra le app per pagare con lo smartphone non si appoggia a nessun conto corrente, ma ha un Iban tutto suo che le permette anche di ricevere pagamenti via pos. Nei negozi convenzionati si paga inquadrando un qr code e non ci sono commissioni. Ma possiamo anche inviare soldi ai nostri contatti che non hanno l’app (l’iban serve proprio a quello), fare ricariche telefoniche e pagare bollettini. Last but not least, c'è Grant, la funzione che permette di creare un fondo spese per qualcun altro, da spendere per determinate categorie di acquisti. A occhio e croce sembra fatta apposta per i figli (o i dipendenti) spendaccioni.PlickMandare soldi a qualcuno di cui conosciamo solo il numero o l’email? Plick permette di farlo in tutta Europa. Sarà poi il ricevente a dover inserire il proprio Iban e finalizzare la transazione. Un sistema che sembra pensato per proteggere le compravendite online: il pagamento una volta partito è irrevocabile e sicuro. Ma potrebbe anche essere l’alternativa “tech” agli assegni, visto che non c’è limite all’importo delle transazioni e si può stabilire una data per il passaggio di soldi. Creato dalla startup PayDo, per ora Plick è usato da Banca Mediolanum e Creval, ma altri istituti bancari potrebbero proporlo presto alla clientela.UtegoPiù che a pagare in realtà ci aiuta a monitorare le nostre finanze. È un'app che aggrega tutti i conti correnti, le carte prepagate, gli investimenti e i prestiti e ci offre uno sguardo d’insieme su liquidità, attività e passività. Non solo: Utego funziona anche da comparatore per chi cerca prestiti, finanziamenti, mutui e carte di credito. Ma la funzione più interessante è (forse) quella che permette agli utenti di fare community tra loro, per strappare condizioni migliori a banche e istituti finanziari. L’app esiste già ma funzionerà a pieno regime entro i primi mesi del 2019 quando entrerà in vigore la nuova regolamentazione europea Psd2 (Payment Services Directive 2), che impone a banche e istituti finanziari di rendere disponibili i dati dei propri clienti a terze parti.AuchanSpeedy Anche il modo in cui facciamo la spesa sotto casa è destinato a cambiare. Le prime a sparire potrebbero essere proprio le file alla cassa del supermercato. Gli acquisti in corsia si fanno con un’app e il pagamento è immediato, cosa già possibile in alcuni punti vendita Auchan, grazie a un accordo con Mastercard. Questo permette anche di tenere d’occhio il conto, voce per voce, e non avere sorprese al momento di pagare. Dopo un test positivo a Milano e Brescia, entro fine anno la spesa veloce si potrà fare in 50 negozi in tutta Italia. E altri di altre catene seguiranno. Questo non vuol dire che le casse scompariranno: il pagamento via app si aggiungerà semplicemente a quelli più tradizionali. Ma nel paese dove nel 2017 l’86% dei pagamenti è avvenuto in contanti è comunque un bel passo avanti.

Tag: #Finanza

Altri articoli pubblicati da Wired.it

Pubblicato venerdì, 18 ottobre 2019 ‐ Wired.it

Fino a ieri il Pentagono ha usato i “dischetti” per il sistema che coordina i bombardieri nucleari e i missili balistici, ma ora verranno sostituiti da un nuovo sistema di archiviazione. Saranno anche vetusti, ma non si può hackerare ciò che non ha ...

Pubblicato venerdì, 18 ottobre 2019 ‐ Wired.it

Il fondatore e ceo invoca la libertà di parola, che nel suo social network si è spesso tradotta in quella di insultare e diffondere falsità prima di venire oscurati da una cesura tardiva e, a volte, discutibile (vedi il caso della chiusura delle...

Pubblicato venerdì, 18 ottobre 2019 ‐ Wired.it

Per capire lo sguardo di orrore dipinto sul volto dell interprete alla Casa Bianca abbiamo chiesto a Bérengère Viennot, traduttrice e autrice del saggio La lingua di Trump, che cosa significa avere a che fare con un uso così misero e violento delle...

Pubblicato giovedì, 17 ottobre 2019 ‐ Wired.it

Se avete letto in giro allarmi su una tempesta elettromagnetica in arrivo nei prossimi giorni, è solo una bufala. Vera è, invece, la crescente attenzione di scienziati e istituzioni sul tema: un eventuale vento solare intenso manderebbe in tilt i...

Pubblicato mercoledì, 16 ottobre 2019 ‐ Wired.it

Il saluto di Di Canio e quello negato al fascismo dal partigiano Bruno Neri, Maradona che scoperchia la questione meridionale e i tweet dei giocatori turchi. Continuiamo pure a dire che lo sport deve restare fuori da certe questioni, tanto non accadrà...

Pubblicato martedì, 15 ottobre 2019 ‐ Wired.it

Anzitutto perché non è detto che le due sequenze numeriche identifichino prodotti provenienti dalla Turchia, e poi si rischia di colpire chi non ha alcuna responsabilità su quanto sta accadendo nel conflitto in Siria. Ecco che cosa indicano davvero...

Pubblicato lunedì, 14 ottobre 2019 ‐ Wired.it

La squadra di hacker ha conquistato il secondo posto nella competizione di cybersecurity. Il presidente del nucleo di sicurezza cibernetica nazionale li definisce talenti da cui il paese deve ripartire per un rilancio economico incentrato sul digitale

Pubblicato lunedì, 14 ottobre 2019 ‐ Wired.it

Il regno guidato dalla famiglia Al Khalifa punta sull innovazione tecnologica per ritagliarsi il suo spazio nel Golfo persico. Attira grandi player internazionali e spinge l industria del venture capital in un paese che ha fatto della diversità...

Pubblicato venerdì, 11 ottobre 2019 ‐ Wired.it

Il film riprende i temi di Notting Hill ma con più verve (e autentico divertimento nel recitare dei due attori): lei punta alla presidenza, lui è un giornalista sicuro dei propri ideali, un po meno della sua virilità. Quella che sembra una coppia...

Pubblicato giovedì, 10 ottobre 2019 ‐ Wired.it

I dati dell’Unicef raccontano la drammatica situazione che sta colpendo tutte le province dello stato africano, con più di 200mila contagi e oltre 4mila morti da gennaio, per il 90% bambini. Servono urgentemente farmaci e vaccini per affrontare l...

Pubblicato giovedì, 10 ottobre 2019 ‐ Wired.it

Hanno scelto la disobbedienza civile e annunciato una settimana di proteste in tutto il mondo per fermare la crisi climatica e l’estinzione delle specie viventi. Ecco perché sentirete molto parlare degli irriducibili attivisti di Extinction Rebellion

Pubblicato mercoledì, 09 ottobre 2019 ‐ Wired.it

L Oms le ha classificate come sicuramente dannose, negli Usa sono collegate a un epidemia di problemi polmonari e decessi. E una recente review mette in guardia, facendo una lista dei rischi collegati al loro utilizzo. Cosa possiamo dire oggi sulle...

Pubblicato martedì, 08 ottobre 2019 ‐ Wired.it

Con 553 sì è passato alla Camera: ora M5s e Pd inizieranno a ragionare su un altra riforma costituzionale che riguarda il Senato, chiesta dal Pd in cambio del suo voto favorevole, e sulla legge elettorale. Ci potrà anche essere un referendum...

Pubblicato venerdì, 04 ottobre 2019 ‐ Wired.it

Il ministro dell Istruzione al centro di una polemica sterile: suo figlio di otto anni - che ha sempre vissuto all estero - è stato iscritto a una scuola internazionale e quest anno non sosterrà l esame facoltativo di italiano. Gli oppositori dell...

Pubblicato venerdì, 04 ottobre 2019 ‐ Wired.it

È la prima volta che i filamenti di gas che connettono le galassie, previsti dai modelli teorici, vengono osservati con tanto dettaglio. La scoperta aiuterà a studiare l’evoluzione del nostro Universo, e potrebbe rivelarsi preziosa anche nella...