Dall’assegno tech al cambia-bitcoin, 5 app per pagare in digitale

Pubblicato mercoledì, 05 dicembre 2018 ‐ Wired.it

Lasciare a casa i contanti e le carte. Fare la spesa al super senza passare per la cassa. E pagare in bitcoin in meno di un secondo. Possibile? Sì, grazie ai nuovi sistemi di pagamento presentati qualche giorno fa a Milano al Salone dei pagamenti. App soprattutto, che ci permettono di usare lo smartphone come un portafogli virtuale, a prova di Arsenio Lupin, grazie ai nuovi sistemi di riconoscimento biometrico.A tracciare la strada, sono stati prima i sistemi di e-payment dei big come Apple Pay e Google Pay, seguiti a ruota da app come Satispay, Circle e Tinaba, che permettono anche di dividere il conto della cena. E i nuovi metodi di pagamento in quanto a utilità non sono da meno.MuyiSe avete mai provato a pagare qualcosa in bitcoin ci avrete fatto caso: le transazioni non sono immediate, perché la sicurezza ha i suoi tempi e possono volerci anche 10 minuti per un passaggio di soldi, che non sarà neppure totalmente gratuito. Muyi è un’app made in China, paese dove la criptoeconomia è floridissima, che semplifica il tutto, riducendo al minimo i tempi di verifica e tagliando le commissioni. I bitcoin arrivano a destinazione dopo pochi secondi e gratis. E con la stessa rapidità, è possibile anche pagare da bitcoin in altre valute al tasso di cambio attuale (che è sempre bene verificare, ndr), a patto naturalmente che entrambe le parti della transazione abbiano scaricato Muyi sul cellulare.Drop PayL’ultima arrivata tra le app per pagare con lo smartphone non si appoggia a nessun conto corrente, ma ha un Iban tutto suo che le permette anche di ricevere pagamenti via pos. Nei negozi convenzionati si paga inquadrando un qr code e non ci sono commissioni. Ma possiamo anche inviare soldi ai nostri contatti che non hanno l’app (l’iban serve proprio a quello), fare ricariche telefoniche e pagare bollettini. Last but not least, c'è Grant, la funzione che permette di creare un fondo spese per qualcun altro, da spendere per determinate categorie di acquisti. A occhio e croce sembra fatta apposta per i figli (o i dipendenti) spendaccioni.PlickMandare soldi a qualcuno di cui conosciamo solo il numero o l’email? Plick permette di farlo in tutta Europa. Sarà poi il ricevente a dover inserire il proprio Iban e finalizzare la transazione. Un sistema che sembra pensato per proteggere le compravendite online: il pagamento una volta partito è irrevocabile e sicuro. Ma potrebbe anche essere l’alternativa “tech” agli assegni, visto che non c’è limite all’importo delle transazioni e si può stabilire una data per il passaggio di soldi. Creato dalla startup PayDo, per ora Plick è usato da Banca Mediolanum e Creval, ma altri istituti bancari potrebbero proporlo presto alla clientela.UtegoPiù che a pagare in realtà ci aiuta a monitorare le nostre finanze. È un'app che aggrega tutti i conti correnti, le carte prepagate, gli investimenti e i prestiti e ci offre uno sguardo d’insieme su liquidità, attività e passività. Non solo: Utego funziona anche da comparatore per chi cerca prestiti, finanziamenti, mutui e carte di credito. Ma la funzione più interessante è (forse) quella che permette agli utenti di fare community tra loro, per strappare condizioni migliori a banche e istituti finanziari. L’app esiste già ma funzionerà a pieno regime entro i primi mesi del 2019 quando entrerà in vigore la nuova regolamentazione europea Psd2 (Payment Services Directive 2), che impone a banche e istituti finanziari di rendere disponibili i dati dei propri clienti a terze parti.AuchanSpeedy Anche il modo in cui facciamo la spesa sotto casa è destinato a cambiare. Le prime a sparire potrebbero essere proprio le file alla cassa del supermercato. Gli acquisti in corsia si fanno con un’app e il pagamento è immediato, cosa già possibile in alcuni punti vendita Auchan, grazie a un accordo con Mastercard. Questo permette anche di tenere d’occhio il conto, voce per voce, e non avere sorprese al momento di pagare. Dopo un test positivo a Milano e Brescia, entro fine anno la spesa veloce si potrà fare in 50 negozi in tutta Italia. E altri di altre catene seguiranno. Questo non vuol dire che le casse scompariranno: il pagamento via app si aggiungerà semplicemente a quelli più tradizionali. Ma nel paese dove nel 2017 l’86% dei pagamenti è avvenuto in contanti è comunque un bel passo avanti.

Tag: #Finanza

Altri articoli pubblicati da Wired.it

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Wired.it

Fino a 3mila euro di multa e 5 anni di carcere per chi è positivo e viola deliberatamente la quarantena. Il premier chiarisce anche il termine del 31 luglio: rappresenta solo la fine dello stato d emergenza in Italia, non il limite temporale delle...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Wired.it

Il direttore generale dell Oms fa notare come ci siano voluti più di due mesi per arrivare a 100mila casi e soltanto 14 giorni in più per toccare i 300mila. Ma questo allarme serve per lanciare un appello all azione. Tutti i numeri della pandemia e...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Wired.it

Ormai la domanda non è più se le persone ufficialmente contagiate siano meno di quelle reali, ma quanto . Un fattore 10 pare plausibile pure alle nostre istituzioni, ma potremmo arrivare anche a quota 20. Vale a dire, nei bollettini intercetteremmo...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Wired.it

Secondo il portale NewsGuard in Italia ci sono 17 siti che hanno fornito informazioni false o sbagliate sull epidemia, ostacolando una corretta comunicazione. Tra gli altri Affari Italiani, il sito di Casapound il Primato Nazionale e il network russo...

Pubblicato lunedì, 23 marzo 2020 ‐ Wired.it

Una missione che si trasformerà in una causa giusta, poche parole e tanta avventura. Dietro una storia da eroe di frontiera c è un lavoro di combinazione di stili diversi per una serie a prova di fan (sia nostalgico che di ultima generazione). Su...

Pubblicato lunedì, 23 marzo 2020 ‐ Wired.it

Nel 90% dei casi il farmaco antinfluenzale, utilizzato in Giappone, può debellare il nuovo coronavirus, se preso in tempo. È quanto riferisce un video diventato virale su Facebook. Ma l Aifa ribadisce: “ci sono scarse evidenze scientifiche della sua...

Pubblicato lunedì, 23 marzo 2020 ‐ Wired.it

Le persone si sono riversate sui balconi e nelle stazioni ferroviarie, come già successo in altri paesi. Si cerca così di esorcizzare la paura: se il virus dovesse arrivare in India con la sua virulenza, potrebbe causare fino a 300 milioni di morti,...

Pubblicato lunedì, 23 marzo 2020 ‐ Wired.it

Da oggi è disponibile su Amazon Prime Video Guns Akimbo, surreale action movie con protagonista l’ex maghetto di Hogwarts. Che, a Wired, tra le altre cose, racconta come ha imparato a infilarsi i pantaloni con due pistole impiantate chirurgicamente...

Pubblicato lunedì, 23 marzo 2020 ‐ Wired.it

Hanno seminato terrore, morte e in alcuni casi persino casi di emulazione, contribuendo con i loro crimini a segnare indelebilmente il corso della storia. Da qualche tempo i serial killer sono diventati un argomento particolarmente frequentato dalla...

Pubblicato domenica, 22 marzo 2020 ‐ Wired.it

Si sente sempre la raccomandazione di lavarsi bene le mani per almeno 20 secondi. Ma anche asciugarle è fondamentale, perché si rimuove il bagnato, potenziale veicolo di patogeni, e perché la frizione elimina tracce eventualmente rimaste. E in...

Pubblicato sabato, 21 marzo 2020 ‐ Wired.it

Ecco tutte le tappe fondamentali della storia (anche mediatica) del nuovo coronavirus, in Cina in Italia. Dalle prime polmoniti anomale alla scoperta del virus, dalla dichiarazione dell emergenza sanitaria al contagio in Italia, fino in ultimo alla...

Pubblicato venerdì, 20 marzo 2020 ‐ Wired.it

Le persone che hanno avuto il Covid-19 e che non hanno più sintomi potrebbero ancora essere positivi al nuovo coronavirus e dunque contagiose. Per questo l Oms indica di ripetere il test. E se non fosse possibile raccomanda di protrarre l isolamento per ...

Pubblicato venerdì, 20 marzo 2020 ‐ Wired.it

- 4 giorni al debutto di Disney+. Con la nuova piattaforma streaming arriva anche la prima serie tv live action tratta dall’universo di Guerre Stellari. Per prepararsi, qui qualche risposta a domande inevitabili: chi sono i mandaloriani? Da dove esce...

Pubblicato venerdì, 20 marzo 2020 ‐ Wired.it

La pandemia ci cambierà per sempre: individualmente e socialmente. Le stime parlano di 25 milioni di disoccupati e di un Italia simile a quella degli anni 40. Forse nasceranno nuovi lavori, ad ogni modo avremo una diversa percezione di cosa è...

Pubblicato venerdì, 20 marzo 2020 ‐ Wired.it

I dati ufficiali dell epidemia di Covid-19 vengono comunicati in modo da far percepire il quadro più rassicurante possibile: molta enfasi sui guariti e qualche garbuglio matematico sui nuovi contagi, mentre i numeri delle persone ricoverate in terapia...