Cosa dicono gli ultimi studi disponibili sulla Tav

Pubblicato venerdì, 11 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Il destino della linea ferroviaria Torino-Lione rischia di segnare l'ennesimo motivo di scontro all'interno della maggioranza gialloverde, e di portare qualche grana non da poco in casa del Movimento 5 stelle. Da sempre contrari alla grande opera, i grillini si ritrovano a dover fare i conti con un bilancio di governo che finora li ha costretti a molte retromarce e compromessi.Il cuore della vicenda politica è, da un lato, la preoccupazione di Salvini di ritrovarsi contro i Sì Tav e i fautori dell'autonomismo settentrionale; da parte di Di Maio, la preoccupazione di mettere nei guai la maggioranza pur di non cedere sull'ennesimo fronte simbolico. Una partita complicata in cui le valutazioni costi-benefici dell'opera di cui si parla in queste ore sembrano ridotti a pura formalità: il leader della Lega ha già fatto sapere che se il parere dei tecnici dovesse essere negativo, si potrà procedere con un referendum consultivo. Il quale, però, rischia di spaccare ancora di più i due partiti di governo. Ma cosa dicono gli ultimi studi disponibili sulla Tav? Continuare coi lavori ha senso? Insomma, proviamo a guardare ai dati.L'ultimo (misterioso) rapporto e quelli precedentiIn questo momento è arrivato al ministero delle Infrastrutture un rapporto preliminare sulla convenienza economica sulla sostituzione del vecchio e obsoleto tunnel del Frejus con un nuovo tunnel ferroviario sotto il Moncenisio, consegnato dal presidente della commissione incaricata, Marco Ponti, al dicastero. Attorno al verdetto si è creata molta attesa, e non sono stati ancora resi noti tutti i contenuti del rapporto (che sarà rivelato a fine gennaio) ma l'esito negativo è ormai dato per certo.Per ora si sa che i costi costi a carico dell'Italia sono stati ridotti rispetto a quelli previsti dal progetto iniziale: non ammonterebbero più a 9 miliardi di euro ma a 2,9 miliardi di euro per il tunnel e 1,9 per l'adeguamento della linea che arriva da Torino.Ma è giusto chiamarla Tav? I treni che viaggeranno sulla nuova linea – tecnicamente "una linea mista con specifiche tecniche d’interoperabilità" – non saranno ad alta velocità, perché ci saranno limiti di 220 km/h per i treni passeggeri e 120 km/h per i treni merci: dunque, parlare di linea ad alta velocità non ha più molto senso, come notava anche l'attuale commissario governativo Paolo Foietta davanti alla commissione Affari esteri della Camera a dicembre 2016.Secondo un articolo dello stesso Ponti pubblicato su Lavoce.info nel giugno 2018, la nuova Torino-Lione non sarebbe conveniente sul piano economico non solo perché non si riuscirebbe a coprirne i costi, ma porterebbe a notevoli perdite per la collettività. In due modi: meno entrate fiscali per lo stato a causa della riduzione dei consumi di benzina, e la contrazione del volume d'affari delle società che gestiscono i tunnel autostradali. C'è inoltre la questione carburanti. Ponti afferma che "l'attuale livello di prelievo fiscale sui carburanti è tale per cui le esternalità risultano ampiamente recuperate".Altri contributi tecnici, come quello dell'Osservatorio asse ferrioviario Torino-Lione del 28 dicembre 2018, hanno, al contrario messo in risalto questo aspetto: come, cioè, "il passaggio dei convogli nel tunnel di base del Moncenisio permette di avere risparmi energetici di trazione di grande portata". Per questa ragione, concludeva, "risulta quindi confermata a tutti gli effetti la superiorità dal punto di vista energetico del nuovo tunnel di Base del Moncenisio rispetto alla linea storica di valico del Frejus".Se il progetto venisse realizzato i tracciati apparirebbero più ridotti, alcuni già esistenti verrebbero riutilizzati, diminuirebbe il consumo di suolo, l'imbocco della galleria verrebbe trasferito da Venaus a Chiomonte, oltre alla riduzione di consumi di benzina e pedaggi autostradali.Il problema è che ogni analisi costi-benefici sembra influenzata non solo dai freddi numeri ma dai rapporti di forza all'interno della maggioranza e nel paese, col risultato di venire sbandierata come una clava dalle parti interessate. Secondo l'economista Carlo Alberto Carnevale-Maffè, "l'analisi costi-benefici su Tav, decisa da Toninelli senza gara aperta e con criteri non trasparenti, va sottoposta a verifica indipendente sulla metodologia usata e sulla valutazione delle esternalità. È comunque incompleta senza analisi dei rischi legali".Ogni decisione sulla linea ad alta velocità che dovrebbe collegare Torino a Lione verrà infatti presa nel rispetto di un trattato internazionale approvato  dai parlamenti di Parigi e Roma, che per essere cancellato dovrebbe nuovamente passare dal voto della Camera e dal Senato.

Tag: #Politica

Altri articoli pubblicati da Wired.it

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Peterloo è la storia di un massacro poco familiare al pubblico non-britannico ma molto noto in patria. Si trattò di una manifestazione pacifica in favore dell’estensione del diritto di voto e di altre rimostranze che fu repressa nel sangue ad opera...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Adidas e Game of Thrones si stringono in una delle più curiose e originali collaborazioni per unire da un lato il celebre marchio sportivo d’abbigliamento e dall’altro una delle serie più amate dell’ultimo decennio, ormai prossima al lancio...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

E luce fu. Amazon ha annunciato oggi il nuovo Kindle, il primo ereader con luce frontale a un costo accessibile (80 euro). Rinnovato nel design, ma soprattutto nella tecnologia, visto che consente di regolare la luminosità dello schermo per adattarsi a...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Alcuni hacker hanno sfruttato la popolarità del nuovo gioco della Electronic Arts, Apex Legends, per creare delle finte applicazioni malevole che si spacciano per versioni mobile del videogioco e hanno invece l'obiettivo di rubare dati...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Nella notte appena passata, tra il 20 e 21 marzo, la Luna è apparsa nuovamente più grande del solito. Succede quando il momento in cui è più vicina alla Terra (perigeo) coincide con la Luna piena, creando il fenomeno etichettato come superluna. Il...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Stavolta Matteo Salvini ha ragione. Anche se forse dovrebbe darci qualche contestualizzazione in più invece di scandalizzarsi come un qualsiasi cittadino, cavalcando il giusto sconcerto per il fatto che Ousseynou Sy fosse alla guida di un autobus che...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

La saga che ha raccolto in questi anni il testimone di Jurassic Park, ovvero la serie intitolata Jurassic World e che vede come protagonista principale Chris Pratt, ha riscosso un grande successo: il primo film uscito nel 2015 e il seguito, Il regno...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Non ci vuole molto per capire che Il professore e il pazzo è un film realizzato inseguendo stili, standard e idee appartenenti ad un’altra era. Bastano le prime cento inquadrature di pennini intinti nell’inchiostro ripresi da vicinissimo (pura...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

La tragedia è stata evitata. Ousseynou Sy, l'uomo che il 20 marzo ha provato a dirottare l'autobus che stava guidando, prendendo in ostaggio i 51 ragazzi di una scuola media di Crema che si trovavano a bordo insieme ai loro insegnanti, è stato...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Un team di ricercatori al lavoro tra il Mit di Boston e la Columbia University ha sviluppato un insieme di piccoli robot che presi singolarmente dicono poco ma, quando attivi in gruppo, si trasformano in unica entità capace di compiere funzioni...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

La robotica è parte integrante della nostra vita ma il suo impatto è destinato a crescere nel futuro prossimo. Ciò significa che imparare i concetti base oltre a essere importante potrà garantire ai bambini dei vantaggi rispetto a coetanei, così...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Wikipedia in Germania è oscurata dal 21 marzo esattamente come lo è stata in Italia il 3 luglio. Il motivo è lo stesso: protestare contro la riforma europea del copyright che vedrà il suo atto finale martedì 26 marzo a Strasburgo, con il voto del...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Dopo molta attesa è stato finalmente pubblicato il trailer ufficiale della terza stagione di Stranger Things. Come già sapevamo ritroveremo i nostri protagonisti nell'estate 1985, più precisamente nei giorni attorno al 4 luglio, ovvero la festa...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Nato il 31 marzo 1685 in Turingia, Johann Sebastian Bach è universalmente considerato uno dei maestri indiscussi della storia della musica classica. Il compositore e musicista fu uno degli esponenti di spicco del Barocco musicale fra Seicento e...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Gli unicorni, insieme con i gattini, conquisteranno il mondo. Lo sappiamo bene tutti noi, e lo sa bene anche il celebre portale di viaggi Booking.com, che per celebrare la Festa mondiale dell'unicorno, in calendario per il 9 aprile, ha deciso di proporre ...