Ces 2019, il parco di divertimenti di Google

Pubblicato sabato, 12 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Las Vegas - Come si fa a fare dimenticare le polemiche per il proprio assistente vocale che secondo alcuni spierebbe in casa nostra registrando tutte le conversazioni? Ci si presenta alla più grande fiera tecnologica al mondo e anziché porre l'attenzione sulla tecnologia, si costruisce un grande parco di divertimenti. Il premio per lo stand più originale e spassoso del Ces di quest'anno va sicuramente a Google, che ha architettato con alcune aziende di comunicazione una vera e propria esperienza che valica i confini del prodotto.Dopo una lunga fila degna di Disneyland, si entra in un'attrazione dove viene raccontata la storia di un papà che lasciato solo a casa dalla moglie riesce a superare indenne la giornata con i figli grazie all'utilizzo dell'assistente vocale. Dopo il prologo si sale a bordo di un carrellino che porta in un mondo coloratissimo dove il protagonista a furia di dire "Hey Google" riesce a trovare la strada giusta in auto, a tradurre una frase dall'inglese al francese, fino al gran finale in cui la famiglia è riunita per il compleanno della nonna. All'uscita vengono persino offerti macaron in gran quantità come nemmeno nelle migliori esperienze nei parchi di divertimento (se volete potete guardare il video dell'intera giostra alla fine di questo articolo).La notizia è che Google arriva qui con alcune nuove partnership per prodotti pensati appositamente per funzionare con la voce, come la sveglia di Lenovo, uno smart display per la cucina di KitchenAid e un accendisigari smart di JBL che di fatto permette di collegarsi via Bluetooth al telefono e portare Google anche nelle auto più vecchie. Non solo, oltre a introdurre una nuova funzione di traduttore, l'assistente vocale entra anche in Google Maps, permettendo un'interazione con i percorsi stradali, come per esempio la possibilità di chiedere di riportarci in quel ristorante dove abbiamo mangiato una settimana fa perché non ricordiamo il nome e l'indirizzo.Tutte le nostre abitudini infatti vengono registrate nella memoria dei server dell'azienda di Menlo Park, pronte a risaltar fuori al nostro bisogno. Finita la giostra si entra in una casa in cui ogni spazio è adibito alla dimostrazione dei prodotti, tra la cucina, il salotto e così via. Non c'è nessun dubbio che l'assistente vocale di Google (o di altre aziende) in accordo con l'intelligenza artificiale, in futuro di semplificherà la vita, ma certo dovremmo farci delle domande su quello a cui siamo disposti a rinunciare (la privacy) per avere un maggiordomo vocale che ci ricorda appuntamenti, spegne le luci, accende la macchina del caffè o ci suggerisce il momento migliore per uscire di casa ed evitare il traffico.La dimostrazione che il problema non sembri molto sentito è data dall'entusiasmo con cui le persone sono state in fila anche ore per entrare nella giostra (geniale, a dire il vero) o per accedere alla mega-macchina giocattolo delle caramelle in cui, tirando una leva, si possono vincere proprio quei prodotti con cui portare in casa propria il Google Home Hub e altri accessori dotati di assistente vocale. Quando durante la dimostrazione della sveglia smart di Lenovo è stato rimarcato che non ha una telecamera per questioni di privacy, e nessuno del pubblico ha osato fiatare, è risultato chiaro che Google ha già vinto la sua partita.

Tag: #SmartHome

Altri articoli pubblicati da Wired.it

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Peterloo è la storia di un massacro poco familiare al pubblico non-britannico ma molto noto in patria. Si trattò di una manifestazione pacifica in favore dell’estensione del diritto di voto e di altre rimostranze che fu repressa nel sangue ad opera...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Adidas e Game of Thrones si stringono in una delle più curiose e originali collaborazioni per unire da un lato il celebre marchio sportivo d’abbigliamento e dall’altro una delle serie più amate dell’ultimo decennio, ormai prossima al lancio...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

E luce fu. Amazon ha annunciato oggi il nuovo Kindle, il primo ereader con luce frontale a un costo accessibile (80 euro). Rinnovato nel design, ma soprattutto nella tecnologia, visto che consente di regolare la luminosità dello schermo per adattarsi a...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Alcuni hacker hanno sfruttato la popolarità del nuovo gioco della Electronic Arts, Apex Legends, per creare delle finte applicazioni malevole che si spacciano per versioni mobile del videogioco e hanno invece l'obiettivo di rubare dati...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Nella notte appena passata, tra il 20 e 21 marzo, la Luna è apparsa nuovamente più grande del solito. Succede quando il momento in cui è più vicina alla Terra (perigeo) coincide con la Luna piena, creando il fenomeno etichettato come superluna. Il...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Stavolta Matteo Salvini ha ragione. Anche se forse dovrebbe darci qualche contestualizzazione in più invece di scandalizzarsi come un qualsiasi cittadino, cavalcando il giusto sconcerto per il fatto che Ousseynou Sy fosse alla guida di un autobus che...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

La saga che ha raccolto in questi anni il testimone di Jurassic Park, ovvero la serie intitolata Jurassic World e che vede come protagonista principale Chris Pratt, ha riscosso un grande successo: il primo film uscito nel 2015 e il seguito, Il regno...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Non ci vuole molto per capire che Il professore e il pazzo è un film realizzato inseguendo stili, standard e idee appartenenti ad un’altra era. Bastano le prime cento inquadrature di pennini intinti nell’inchiostro ripresi da vicinissimo (pura...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

La tragedia è stata evitata. Ousseynou Sy, l'uomo che il 20 marzo ha provato a dirottare l'autobus che stava guidando, prendendo in ostaggio i 51 ragazzi di una scuola media di Crema che si trovavano a bordo insieme ai loro insegnanti, è stato...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Un team di ricercatori al lavoro tra il Mit di Boston e la Columbia University ha sviluppato un insieme di piccoli robot che presi singolarmente dicono poco ma, quando attivi in gruppo, si trasformano in unica entità capace di compiere funzioni...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

La robotica è parte integrante della nostra vita ma il suo impatto è destinato a crescere nel futuro prossimo. Ciò significa che imparare i concetti base oltre a essere importante potrà garantire ai bambini dei vantaggi rispetto a coetanei, così...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Wikipedia in Germania è oscurata dal 21 marzo esattamente come lo è stata in Italia il 3 luglio. Il motivo è lo stesso: protestare contro la riforma europea del copyright che vedrà il suo atto finale martedì 26 marzo a Strasburgo, con il voto del...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Dopo molta attesa è stato finalmente pubblicato il trailer ufficiale della terza stagione di Stranger Things. Come già sapevamo ritroveremo i nostri protagonisti nell'estate 1985, più precisamente nei giorni attorno al 4 luglio, ovvero la festa...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Nato il 31 marzo 1685 in Turingia, Johann Sebastian Bach è universalmente considerato uno dei maestri indiscussi della storia della musica classica. Il compositore e musicista fu uno degli esponenti di spicco del Barocco musicale fra Seicento e...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Wired.it

Gli unicorni, insieme con i gattini, conquisteranno il mondo. Lo sappiamo bene tutti noi, e lo sa bene anche il celebre portale di viaggi Booking.com, che per celebrare la Festa mondiale dell'unicorno, in calendario per il 9 aprile, ha deciso di proporre ...