Ces 2019, il parco di divertimenti di Google

Pubblicato sabato, 12 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Las Vegas - Come si fa a fare dimenticare le polemiche per il proprio assistente vocale che secondo alcuni spierebbe in casa nostra registrando tutte le conversazioni? Ci si presenta alla più grande fiera tecnologica al mondo e anziché porre l'attenzione sulla tecnologia, si costruisce un grande parco di divertimenti. Il premio per lo stand più originale e spassoso del Ces di quest'anno va sicuramente a Google, che ha architettato con alcune aziende di comunicazione una vera e propria esperienza che valica i confini del prodotto.Dopo una lunga fila degna di Disneyland, si entra in un'attrazione dove viene raccontata la storia di un papà che lasciato solo a casa dalla moglie riesce a superare indenne la giornata con i figli grazie all'utilizzo dell'assistente vocale. Dopo il prologo si sale a bordo di un carrellino che porta in un mondo coloratissimo dove il protagonista a furia di dire "Hey Google" riesce a trovare la strada giusta in auto, a tradurre una frase dall'inglese al francese, fino al gran finale in cui la famiglia è riunita per il compleanno della nonna. All'uscita vengono persino offerti macaron in gran quantità come nemmeno nelle migliori esperienze nei parchi di divertimento (se volete potete guardare il video dell'intera giostra alla fine di questo articolo).La notizia è che Google arriva qui con alcune nuove partnership per prodotti pensati appositamente per funzionare con la voce, come la sveglia di Lenovo, uno smart display per la cucina di KitchenAid e un accendisigari smart di JBL che di fatto permette di collegarsi via Bluetooth al telefono e portare Google anche nelle auto più vecchie. Non solo, oltre a introdurre una nuova funzione di traduttore, l'assistente vocale entra anche in Google Maps, permettendo un'interazione con i percorsi stradali, come per esempio la possibilità di chiedere di riportarci in quel ristorante dove abbiamo mangiato una settimana fa perché non ricordiamo il nome e l'indirizzo.Tutte le nostre abitudini infatti vengono registrate nella memoria dei server dell'azienda di Menlo Park, pronte a risaltar fuori al nostro bisogno. Finita la giostra si entra in una casa in cui ogni spazio è adibito alla dimostrazione dei prodotti, tra la cucina, il salotto e così via. Non c'è nessun dubbio che l'assistente vocale di Google (o di altre aziende) in accordo con l'intelligenza artificiale, in futuro di semplificherà la vita, ma certo dovremmo farci delle domande su quello a cui siamo disposti a rinunciare (la privacy) per avere un maggiordomo vocale che ci ricorda appuntamenti, spegne le luci, accende la macchina del caffè o ci suggerisce il momento migliore per uscire di casa ed evitare il traffico.La dimostrazione che il problema non sembri molto sentito è data dall'entusiasmo con cui le persone sono state in fila anche ore per entrare nella giostra (geniale, a dire il vero) o per accedere alla mega-macchina giocattolo delle caramelle in cui, tirando una leva, si possono vincere proprio quei prodotti con cui portare in casa propria il Google Home Hub e altri accessori dotati di assistente vocale. Quando durante la dimostrazione della sveglia smart di Lenovo è stato rimarcato che non ha una telecamera per questioni di privacy, e nessuno del pubblico ha osato fiatare, è risultato chiaro che Google ha già vinto la sua partita.

Tag: #SmartHome

Altri articoli pubblicati da Wired.it

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Pubblicato nel 2016, La paranza dei bambini è il terzo romanzo di Roberto Saviano (edito da Feltrinelli) e si focalizza su un gruppo di ragazzi napoletani, fra Forcella e Ponticelli, che come i piccolissimi pesci vengono attratti e poi catturati dalle...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Chi fa da sé, fa per tre. Se lo devono essere detti un po' tutti dentro Google, e hanno capito che era arrivata l'ora di rimboccarsi le maniche un'altra volta. E accelerare sul mercato degli smartwatch, che tra l'altro stanno per diventare qualcosa di...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

In ballo c’era un piatto molto ricco: tre voucher da 180mila euro ciascuno in servizi. Da investire, ovviamente, nello sviluppo dell’idea che li ha condotti a convincere la giuria. È il premio assegnato oggi al ministero dello Sviluppo economico ai...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Ha combattuto strenuamente per anni contro Alexa e l'Assistente Google, ma da oggi Cortana — l'assistente digitale made in Microsoft presente su tutti i dispositivi Windows 10 ma disponibile anche su smartphone — si ritirerà dalla competizione e...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

La maturità 2019 sarà inedita per tutti. Per la prima volta, infatti, la seconda prova verterà su più di una materia: al classico la prova comprende sia latino che greco, allo scientifico sia matematica che fisica – e anche negli altri indirizzi è ...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Facebook ha annunciato di aver rimosso centinaia di pagine, gruppi e account di origine russa e ucraina a causa di “comportamenti inautentici coordinati” sulla propria piattaforma e su Instagram.I troll russi hanno agito in diversi paesi mentre...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Il 2019 è l'anno di Leonardo da Vinci. Il prossimo 2 maggio segnerà 500 anni dalla morte del genio rinascimentale per eccellenza, ma le iniziative in calendario per il cinquecentenario sono già moltissime. Sono inoltre già usciti i primi libri,...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Nessuno sa quante persone vivano nella Chinatown di Manhattan a New York: secondo alcune stime si parla di circa 100mila persone, ma un censimento preciso, a causa dell'alto numero di individui che vivono in condizioni di illegalità, è praticamente...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Buzzfeed – un sito che in Italia abbiamo a lungo associato ai i suoi contenuti generalisti e alle sue famigerate liste acchiappaclick – ha sganciato una vera e propria bomba capace di far tremare una volta di più la presidenza degli Stati Uniti....

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

La società italiana H-Farm, incubatore di imprese, centro di formazione e hub per l'innovazione dal 2005, ha annunciato ieri l’uscita totale dal capitale della britannica Depop, tra le più importanti aziende di ecommerce per quanto riguarda abiti e...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Il Grillo parlante è un noioso saputello, non lo nego. Coscienza di un burattino che alla fine si trasformerà in un bambino in carne ed ossa. Lungi da me tenere lezioni di letteratura, o fare discorsi filosofici. Attraverso la mia vocina interiore,...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Il 17 gennaio in Consiglio dei ministri sono state definite le due misure a cui Lega e M5S tenevano di più: Quota 100 – la possibilità, per alcuni, di andare in pensione prima rispetta a quanto previsto dalla Legge Fornero – e il reddito di...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Il Team per la trasformazione digitale del governo italiano ha creato il prototipo di un sito internet per i Comuni italiani. Il primo a ricorrere al nuovo modello sarà il municipio di Cagliari.La creazione di questo standard deriva da una necessità...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

Hashtag virali al servizio dell’ambiente. Praticamente chiunque abbia un account social l’ha fatto, e se anche non l’avesse fatto è stato quantomeno tentato (ammettetelo): postare una propria foto del 2009 a confronto con una attuale. Per vedere e ...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Wired.it

È dal 2015 ormai che il tablet compatto iPad Mini non viene aggiornato. La categoria delle tavolette mignon ha sicuramente perso popolarità con l'aumentare delle dimensioni medie degli smartphone, ma più di tre anni senza un nuovo modello sono...