Preti pedofili "coperti" dal Vaticano, il prefetto dei vescovi a Viganò: "False le tue accuse al Papa"

Pubblicato domenica, 07 ottobre 2018 ‐ Tgcom24

Presentare le misure prese nei confronti dell'allora cardinale Theodore Edgar McCarrick "come 'sanzioni' decretate da Papa Benedetto XVI e annullate da Papa Francesco" è "falso". a sostenerlo è il prefetto dei vescovi, cardinale Marc Ouellet, in una lettera aperta a monsignor Carlo Maria Viganò. Al quale rimprovera anche il tono "del tuo ultimo messaggio", che "mi è sembrato davvero troppo sarcastico, persino blasfemo!".Tornando sulle misure nei confronti di McCarrick (per i cui abusi Viganò, che chiede le dimissioni del Pontefice, sostiene che ci siano state "coperture" da parte del Papa), Ouellet spiega che "tu dici di aver informato Papa Francesco il 23 giugno 2013 sul caso McCarrick nell'udienza che ha concesso a te, come a tanti altri rappresentanti pontifici da lui allora incontrati per la prima volta in quel giorno. Immagino l'enorme quantità di informazioni verbali e scritte che egli ha dovuto raccogliere in quell'occasione su molte persone e situazioni. Dubito fortemente che McCarrick l'abbia interessato al punto che tu vorresti far credere, dal momento che era un arcivescovo emerito di 82 anni e da sette anni senza incarico".

"Inoltre - prosegue la missiva - le istruzioni scritte, preparate per te dalla Congregazione per i Vescovi all'inizio del tuo servizio nel 2011, non dicevano alcunché di McCarrick, salvo ciò che ti dissi a voce della sua situazione di Vescovo emerito che doveva obbedire a certe condizioni e restrizioni a causa delle voci attorno al suo comportamento nel passato". Quindi, "dopo il riesame degli archivi, constato che non vi sono documenti a questo riguardo firmati dall'uno o dall'altro Papa, né nota di udienza del mio predecessore", cardinale Giovanni Battista Re, "che desse mandato dell'obbligo dell'arcivescovo emerito McCarrick al silenzio e alla vita privata, con il rigore di pene canoniche".

A questo punto, prosegue il cardinale, "in risposta al tuo attacco ingiusto e ingiustificato nei fatti, caro Viganò, concludo che l'accusa è una montatura politica priva di un reale fondamento che possa incriminare il Papa, e ribadisco che essa ferisce profondamente la comunione della Chiesa. Piaccia a Dio che questa ingiustizia sia rapidamente riparata e che Papa Francesco continui ad essere riconosciuto per ciò che è: un pastore insigne, un padre compassionevole e fermo, un carisma profetico per la Chiesa e per il mondo".

Per quanto riguarda la figura del Pontefice, invece, "ho il privilegio di incontrare a lungo Papa Francesco ogni settimana, per trattare le nomine dei vescovi e i problemi che investono il loro governo. So molto bene come egli tratti le persone e i problemi: con molta carità, misericordia, attenzione e serietà, come tu stesso hai sperimentato. Leggere come concludi il tuo ultimo messaggio, apparentemente molto spirituale, prendendoti gioco e gettando un dubbio sulla sua fede, mi è sembrato davvero troppo sarcastico, persino blasfemo! Ciò non può venire dallo Spirito di Dio".

Tag: #Cronaca

Altri articoli pubblicati da Tgcom24

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

E' scontro aperto tra il ministero delle infrastrutture di Danilo Toninelli che congela la Gronda Genovese, opera da 4,6 mld di euro, considerata fondamentale per ridare ossigeno alla Liguria e al sistema economico del...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

Si è avvalso della facoltà di non rispondere l'avvocato Gianluca Meranda, il legale romano indagato nell'inchiesta per corruzione internazionale su presunti fondi russi a favore della Lega. Meranda, che è rimasto per circa...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

"La Commissione che presiederò monitorerà molto da vicino la situazione in Italia con l'obiettivo di riuscire a investire per stimolare la crescita senza contravvenire alle regole esistenti". Lo ha affermato il neo...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

L'estate è ancora nel suo momento caldo, per molti studenti le vacanze sono iniziate solo da poche settimane. Si sa, però, che il divertimento dura poco e da settembre si ricomincia con la scuola. Ma quando iniziano le lezioni dopo la lunga pausa...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

Le vacanze estive, per molti ragazzi, sono il momento di massima esposizione sui social network. La voglia di apparire, di mostrare al mondo come e quanto si stanno divertendo, di far ‘morire’ d’invidia gli amici ha spesso la meglio persino sulla...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

Basta un clic ed ecco come saremo da vecchi. Sui social c'è chi non ha resistito a postare la propria foto con rughe e capelli bianchi: ormai è diventata una moda tra i vip, ma non solo. L'applicazione che permette di fare questa "magia" si chiama...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

I carabinieri hanno arrestato una baby sitter di 38 anni che stava picchiando una bimba di 2 anni in un giardinetto a Torino. Sono stati alcuni passanti, che hanno visto l'azione ripetersi, ad allertare...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

Tre condanne a morte e un ergastolo per i 4 principali imputati. Si è concluso così, a Imlil, in Marocco, il processo per il duplice omicidio della 24enne danese Louisa Vesterager...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

E' morto a Roma Luciano De Crescenzo. Lo scrittore, regista e attore napoletano soffriva da anni di una malattia neurologica ed è deceduto, a 90 anni, per le conseguenze di una polmonite. Considerato "l'ingegnere filosofo", ultimo...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

Sono 33 le persone sono morte nell'incendio scoppiato all'interno di uno studio di animazione a Kyoto, in Giappone. Lo riferiscono i vigili del fuoco, secondo cui ci sono anche 36 feriti, uno dei quali...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

Il portale Vimeo, per la seconda volta nell'arco di pochi mesi, è stato condannato a risarcire Mediaset con quasi cinque milioni di euro per 498 video coperti da diritto d’autore caricati sul proprio sito senza alcuna autorizzazione....

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

Nessuno vorrebbe vedere i propri bambini essere obbligati ad arruolarsi nell'esercito. Ma in Myanmar, dove è ancora in atto una guerra dal 1949, non c'è scampo. Ogni giorno centinaia di famiglie sono costrette a consegnare i propri figli con torture,...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

Il segreto mi sta "lacerando l'anima, ho una famiglia, dei figli. Ho scritto io la lettera inviata alla famiglia di Lidia Macchi". A parlare al processo d'Appello a Stefano Binda (accusato di omicidio) è l'avvocato Piergiorgio Vittorini che riporta...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

"Sono stata molto contenta di avere avuto l'opportunità di spiegare tutti i dettagli del salvataggio del 12 giugno. Spero che la nuova Commissione europea faccia il meglio possibile per evitare queste situazioni". Lo ha detto l'ex capitana della "Sea...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Tgcom24

E' morto a Roma Luciano De Crescenzo. Lo scrittore, regista e attore napoletano soffriva da anni di una malattia neurologica ed è deceduto, a 90 anni, per le conseguenze di una polmonite. Considerato "l'ingegnere filosofo", ultimo simbolo della cultura...