Fico a festa Unità: migranti della Diciotti dovevano scendere subito

Pubblicato lunedì, 03 settembre 2018 ‐ Sky News Tg24

Il presidente della Camera, ospite tra gli applausi all’evento del Pd, è tornato sul caso della nave della Guardia Costiera: “Non si doveva aspettare”. Poi attacca la Francia: “Ci ha lasciato il problema Libia”. Sui rimborsi Lega: “Rispetteranno la sentenza come tutti” "Prima volta alla festa dell'Unità? No non è la prima. Ma non ci andavo da 15 anni". Così il presidente della Camera, Roberto Fico, ha esordito alla Festa nazionale del Pd in corso a Ravenna dove ha partecipato a un incontro con l’ex ministro Graziano Delrio. L’esponente del M5s, accolto dagli applausi, ha parlato molto del tema dell’immigrazione e in particolare della vicenda della nave Diciotti, dalla quali i migranti “dovevano scendere il primo giorno”. E sulla ha aggiunto Libia: “C'è una tensione enorme ed è qualcosa di cui l'Europa si deve fare carico assolutamente. È un problema grave che ci ha lasciato senza dubbio la Francia".
“Dalla Diciotti dovevano scendere il primo giorno”
Fico è tornato a parlare del caso della nave Diciotti, sulla quale i migranti sono rimasti per 10 giorni, cinque dei quali nel porto di Catania senza l’autorizzazione a scendere dall’imbarcazione. "Non c'è dubbio e lo dico senza alcuna remora che dalla Diciotti tutte le 179 persone con 29 minori non accompagnati dovevano scendere il primo giorno e non si doveva aspettare tutto questo tempo - ha detto il presidente della Camera, schierandosi nuovamente su posizioni diverse da quelle dell’alleato Matteo Salvini - È una questione su cui ho lavorato molto e infatti la mattina che io intervenni, scesero il pomeriggio dalla nave".
“Il regolamento di Dublino deve essere modificato”
Più in generale, sul tema dell’immigrazione Fico ha parlato anche della linea del M5s: “Conosco il mio movimento e so bene che nel contratto di governo ci si muove, ma troppo al di là non si potrà più muovere”. E ha ribadito i tre punti contenuti in una mozione votata dai pentastellati in Parlamento: lavorare perché "se arrivi in Italia arrivi in Europa", "corridoi umanitari seri e controllati" e hotspot nei Paesi di origine. Non c’è dubbio, ha detto Fico, che “l'Europa è l'attore principale”, ma "c'è il regolamento di Dublino che così come è stato firmato non andava più bene e adesso deve essere modificato in una linea che non va certo verso i Paesi di Visengraad e verso Orban, ma in una linea dell'accoglienza per quote, dove ognuno fa la sua parte”.
“Non tollero che si parli con la pancia”
"Ciò che io non tollero da nessuna parte è che sull'immigrazione si parli con la pancia e non si diano dati seri - non si racconti chi sono queste persone, perché partono, che tipo di idea abbiamo di mondo e che non attacchiamo politicamente la Francia che ci ha lasciato questa situazione in Libia, facendo una guerra che non è stata chiesta da nessuno, è andata unilateralmente là". Negli scontri tra 'tutti a casa' o 'accogliamoli' - ha concluso - ci rimangono di mezzo le persone".
“Senza novità sulle indagini su Regeni non ci saranno grandi rapporti con l’Egitto”
Il presidente della Camera ha anche annunciato che andrà al Cairo il 15 e 16 settembre e ha detto che sulla vicenda di Giulio Regeni "si può dire tutto, ma fin quando non avremo elementi di avanzamento seri delle indagini per me non ci potranno essere grandi sviluppi e rapporti con l'Egitto". "Mi vedrò con il presidente del parlamento egiziano e con Al Sisi e ribadirò la questione - ha spiegato Fico - la verità per Giulio deve appartenere a tutti i cittadini italiani per rispetto alla famiglia, agli amici e allo Stato".
“Lega dovrà rispettare la sentenza come tutti”
Fico ha parlato anche della sentenza, attesa per mercoledì, sui rimborsi della Lega: "La Lega dovrà rispettare la sentenza come tutti i partiti o come tutti i cittadini italiani", ha detto rispondendo a una provocazione dal pubblico dal quale, mentre l'esponente dei 5 Stelle ricordava che il suo movimento non ha mai preso i rimborsi, una persona ha urlato: "La lega li ha presi i rimborsi...".
“Sono il presidente della Camera, andrei alla festa di tutti i partiti”
La presenza di Fico alla festa del Pd non è certo passata inosservata, ma il presidente della Camera ha ricevuto una buona accoglienza: appena entrato, ha fatto un giro tra gli stand, prendendo un caffè e firmando il libro degli ospiti del bar al centro della kermesse. Arrivando, aveva sottolineato come non fosse "la prima volta che un presidente della Camera varca queste porte. E oggi qui sono stato invitato come Presidente della Camera, e andrò anche ad altre feste di altri partiti politici. Ma mi fa molto piacere essere qui e dibattere. Un segnale? Credo che quando ti arriva l'invito di un partito politico e tu sei presidente della Camera sono inviti che vanno accettati e poi parliamo francamente di tutti i temi". E ha aggiunto: "Io sono contento se i militanti, i partecipanti del Pd sono felici di avere il presidente della Camera qui e poter parlarci perché sono anche il presidente loro e di tutti gli italiani. Sarei andato anche a una festa della Lega? Certo, oggi andrei alla festa di tutti i partiti".

Tag: #Politica

Altri articoli pubblicati da Sky News Tg24

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

Stando alle indiscrezioni riportate sul sito Cheddar, il loro lancio sul mercato dovrebbe avvenire verso la fine di dicembre. Superano per materiali e funzionalità il modello precedente  Snap, la società a capo di Snapchat, l’applicazione nota per i ...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

Si chiama HD 186302, dista dalla Terra 184 anni luce e ha la stessa composizione chimica del Sole. Ora gli studiosi sono alla ricerca di eventuali pianeti in orbita attorno a essa  Gli studiosi erano sulle sue tracce da tempo e finalmente la loro...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

Il quotidiano turco Hurriyet rivela che la Cia sarebbe in possesso di diverse intercettazioni che dimostrano il coinvolgimento del principe ereditario saudita nell’assassinio del giornalista. Trump però non cambia idea: “Restiamo alleati di Riad”...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

Il nude look è il protagonista indiscusso degli outfit più sexy del 2018. Prima tra tutte la trasparenza, a volte esibita con nonchalance, come dimostra Kendall Jenner ; lo spacco esagerato, come quello di Rita Ora e le...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

Secondo uno studio condotto su 943 bimbi, i probiotici non avrebbero alcun effetto contro l’influenza intestinale. Durata e intensità della malattia resterebbero invariate Pubblicato sulla rivista The New England Journal of Medicine, un recente studio ...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

Il piccolo veicolo non necessita dell’utilizzo di combustibili fossili, è sprovvisto di parti mobili ed è alimentato da un flusso ad alta velocità di ioni   È riuscito il primo volo di un mini-aereo compatto, silenzioso ed ecologico. Il piccolo...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

L’episodio è avvenuto a Huludao, nel nord est del Paese. L’autista è stato fermato e al momento non è chiaro se si sia trattato di un gesto volontario. Negli ultimi mesi la Cina ha assistito a diversi attacchi simili Almeno cinque bambini sono...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

La nota webzine ha messo in fila il meglio dell'anno che va concludendosi sul grande schermo. Dalla Lady Gaga di A Star is Born al Rami Malek di Bohemian Rhapsody, ecco la top ten Il 2018? Si è rivelato un anno ricco di pellicole di successo al...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

I vigili del fuoco erano impegnati nello spegnimento di un rogo in un edificio annesso alla sede di un’associazione di volontariato, quando hanno rinvenuto i due corpi in una casetta di legno adiacente, di poco più di 10 metri quadrati Due cadaveri...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

Il botta e risposta tra i due nasce dalle accuse lanciate dall'inquilino della Casa Bianca contro magistrati ritenuti politicizzati e contro la corte che ha bloccato la stretta sul diritto d’asilo. Ira di Roberts che si difende: “La magistratura è...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

Giovedì 22 novembre il differenziale tra Btp e Bund ha aperto a 311 punti base in lieve rialzo rispetto a mercoledì 21, quando ha chiuso a 309. Ieri è stata una giornata positiva per le Borse Apertura in lieve rialzo per lo spread Btp/Bund (COS'È)...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

La griffe italiana è finita al centro della bufera per tre video, diffusi sui canali social, ritenuti “razzisti” e “sessisti” dalla Cina. A causa delle numerose polemiche, gli stilisti erano già stati costretti a cancellare la sfilata-evento...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

Secondo Repubblica le persone fermate e ora sotto interrogatorio sarebbero complici del commando di sequestratori della volontaria italiana di 23 anni. I residenti locali li hanno indicati alle forze di polizia dopo un tentativo di linciaggio In Kenya 14 ...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

Dopo la bocciatura Ue e il possibile avvio della procedura d’infrazione, il premier è atteso per un’informativa urgente a Montecitorio. Intanto il commissario agli Affari economici ha definito la legge di bilancio "non positiva per il popolo, né...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Sky News Tg24

Al vertice del Dipartimento che coordina le agenzie di intelligence è stato nominato il generale della Guardia di finanza Gennaro Vecchione. Per l'Agenzia per la sicurezza esterna è stato scelto un altro generale della Gdf: Luciano Carta A quasi sei...