Firenze, studentesse stuprate: 4 anni e 8 mesi a uno dei due carabinieri

Pubblicato giovedì, 11 ottobre 2018 ‐ Secolo d'Italia

Quattro anni e otto mesi di reclusione: è questa la condanna inflitta, con il processo con rito abbreviato, dal gup del Tribunale di Firenze, Fabio Frangini, a Marco Camuffo, 44 anni, ex appuntato scelto dei carabinieri, accusato con il collega Pietro Costa, 32 anni, di aver stuprato due studentesse americane a Firenze la notte tra il 6 e il 7 settembre 2017, dopo averle riaccompagnate a casa, in Borgo Santi Apostoli, con l’auto di servizio. Per l’altro imputato, Pietro Costa, che ha scelto il processo con rito ordinario, il gup ha disposto il rinvio a giudizio. Secondo quanto ricostruito dall’accusa, che per Camuffo aveva chiesto una condanna a cinque anni e otto mesi, i due avrebbero agito abusando della qualità di carabiniere in servizio e avrebbero violato gli ordini impartiti dai superiori. Entrambe le ragazze salirono, sempre secondo l’accusa, “illegittimamente” a bordo della Fiat Bravo del 112. Le due studentesse risultarono alla rilevazione effettuata alle 6.51 del mattino del 7 settembre in stato di ebbrezza alcolica, con 1.68 grammi di alcol per litro una e 1.59 per l’altra. Secondo il capo d’imputazione notificato a conclusione delle indagini, i due carabinieri avrebbero violentato le due ragazze agendo in modo “repentino e inaspettato”. I due ex militari hanno ammesso di aver avuto rapporti sessuali con le due ragazze, ma hanno sempre affermato che le studentesse statunitensi fossero consenzienti. Versione che oggi, davanti al gup, Camuffo ha ribadito rendendo dichiarazioni spontanee, sottolineando però che non fu lui a decidere di accompagnare le ragazze dalla discoteca alla loro casa di Firenze, ma fu iniziativa del collega Costa. Prima che il giudice si ritirasse in camera di consiglio, gli avvocati Filippo Viggiano e Cristina Menichetti. legali di Camuffo, avevano chiesto l’assoluzione per il loro assistito. I difensori di Costa, Giorgio Carta e Andrea Gallori avevano risposto alla richiesta di rinvio a giudizio dell’ex carabiniere scelto, chiedendo il proscioglimento. Per entrambi gli ex carabinieri pende ancora il giudizio davanti al Tribunale militare di Roma per i reati compiuti con la divisa dell’Arma.
Il carabiniere ha annunciato ricorso in appello
“Il mio assistito non ha detto niente ascoltando la sentenza. E’ una sentenza severa, faremo appello”. Lo ha detto l’avvocato Filippo Viggiano, difensore dell’ex appuntato scelto dei carabinieri Marco Camuffo, condannato oggi dal gup di Firenze, in rito abbreviato, a 4 anni e 8 mesi per violenza sessuale nella vicenda delle due studentesse americane che accusano lui e il collega Pietro Costa di averle violentate la notte tra il 6 e il 7 settembre dello scorso anno, dopo averle riaccompagnate nella loro casa fiorentina con l’auto di servizio. Costa, che ha scelto il rito ordinario, è stato rinviato a giudizio e il processo inizierà il 10 maggio del 2019. Secondo il legale di Camuffo, “l’unico elemento forte in mano all’accusa è la denuncia fatta dalle ragazze nell’immediatezza, 20 minuti dopo il fatto”, mentre nella discussione “il tasso alcolemico rilevato nelle due studentesse non è stato un argomento molto sviluppato”. Soddisfazione per l’esito del procedimento è stata invece espressa dall’avvocatessa Francesca D’Alessandro, che assiste la studentessa americana che denunciò di essere stata violentata da Camuffo. “C’è un’evidenza probatoria – ha sostenuto DAlessandro – che non poteva essere messa da parte dal giudice, è una condanna che ci soddisfa. Quella vicenda ha sconvolto la ragazza. E’ tornata in Italia anche dopo l’incidente probatorio ma non è voluta andare a Firenze e ha preferito essere ospitata da me anziché andare in albergo. Ora la contatto per comunicarle l’esito di questa prima condanna, che lei aspettava”.

Tag: #Cronaca

Altri articoli pubblicati da Secolo d'Italia

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

Gelateria 7 MinutiVia Massaciuccoli, 71/A – 00199 Roma Tel. 06/8610583 Sito Internet: www.7minuti.it Tipologia: gelateria Prezzo: coni e coppette 2/3€, gelato 18€/kg, panna 14€/kg Giorno di chiusura:...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

Ha colpito la dottoressa con un cacciavite ferendola gravemente ma è stato poi bloccato da un ambulante extracomunitario che si trovava in quel momento nel parcheggio dell’ospedale San Giovanni Di Dio di...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Arezzo hanno arrestato un 38enne tunisino, pregiudicato, per atti persecutori nei confronti dell’ex convivente, costretta a subire per anni sopraffazioni, violenze, minacce ed...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

A scanso di equivoci, occorre dissipare un equivoco durevole: dobbiamo distinguere le tedesche SS Allgemeine, che era la famigerata polizia nazista in uniforme nera, dalle Waffen SS, ossia le SS combattenti, che si formarono all’inizio ...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

«Critiche da Ermini? Uh, che roba. Sono preoccupatissimo». Cosi Matteo Salvini, entrando alla presentazione del libro di Bruno Vespa, a chi gli chiede delle parole del vicepresidente del Csm David Ermini (nella foto). Il...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

Tutta Fratelli d’Italia, e non solo. In molti nel centrodestra hanno voluto esprimere solidarietà a Giorgia Meloni, oggetto da parte di Oliviero Toscani di insulti di stampo sessista e lesivi della...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

Sta per succedere qualcosa in Libia e forse l’Italia finalmente può svolgere un ruolo da protagonista nella nostra ex colonia. Il generale libico Khalifa Haftar, uomo forte del governo di Tobruk, è in arrivo questa...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

Riceviamo da Alberto Cardillo e volentieri pubblichiamo: Caro direttore, Nell’ultima seduta, in un clima molto cupo e teso, con la presenza di tanti dipendenti comunali in aula, il Consiglio comunale di Catania, convocato in seduta urgente, ha ...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

Grande impresa della nazionale italiana di bowling. Nella finale di Hong Kong la squadra azzurra guidata dal ct Massimo Brandolini ha superato col punteggio di 2-0 i super professionisti degli Usa. In semifinale gli...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

La quantità di sistemi d’arma portati dalla Russia al confine con l’Ucraina è aumentata in modo drastico di recente: in particolare, Mosca ha spostato 300 carri armati T-62 dalle regioni orientali...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

L’Agenzia europea che si occupa di droghe frena sull’utilizzo della Cannabis a scopo terapeutico. E in un Report dal titolo “Medical use of cannabis and...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

«Ritardata», «brutta», «volgare», «fastidiosa». Sono gli epiteti con cui Oliviero Toscani ha definito Giorgia Meloni, nel corso della trasmissione radiofonica La...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

Antonio Di Maio “star” dei social network per un giorno, nei numeri ma non nel consenso, secondo gli esperti. Numeri da big della politica o da “influencer” consumato quelli raggiunti in 24 ore dal padre del vicepremier, che in...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

Silvio Berlusconi è atteso domani a Roma. Sul suo tavolo c’è innanzitutto il dossier manovra. Forza Italia ha bocciato senza riserve la legge di bilancio del governo gialloverde annunciando una mobilitazione...

Pubblicato martedì, 04 dicembre 2018 ‐ Secolo d'Italia

Ci sono anche tre pusher nigeriani coinvolti nelle indagini sul massacro di Pamela Mastropietro tra i 27 destinatari di misure cautelari per spaccio di droga eseguite da ...