Tumore e cancro: il vero, il falso, l’improbabile

Pubblicato venerdì, 15 marzo 2019 ‐ Panorama

L’ultimo caso controverso è quello del borotalco, accusato di provocare il tumore all’ovaio se usato in grandi quantità e in modo prolungato. Il sospetto è che il minerale, formato da magnesio e silicio, possa esporre al rischio perché contaminato (durante l’estrazione dalle miniere) da particelle di amianto. Secondo lo Iarc di Lione, l’agenzia internazionale per la ricerca sul cancro che stila l’elenco delle sostanze pericolose per la salute, il prodotto è «potenzialmente cancerogeno»: interpellata da Panorama, l’autorità chiarisce, però, che non ci sono raccomandazioni, rimandando eventuali indicazioni al ministero italiano. Intanto, negli Stati Uniti, da dove l’allarme è partito, è boom di richieste di risarcimento danni, e online ormai circolano così tante informazioni che diventa difficile individuare quelle corrette. E la confusione su che cosa «fa venire il tumore» non fa che crescere. Non compriamo più il talco? Evitiamo l’aspartame? Addio carne rossa? Rinunciamo al vino?
«Per quanto riguarda il borotalco, vari studi epidemiologici riportano un aumento di rischio del 20-30 per cento» dice Maurizio D’Incalci, capo dipartimento di oncologia dell’Istituto Mario Negri di Milano. «I dati raccolti, però, non sono del tutto coerenti e possibili errori nelle indagini possono motivare, in parte, questa debole associazione».
Un esempio. È possibile che le donne colpite dal tumore all’ovaio, e considerate negli studi, abbiano riferito un utilizzo più frequente del prodotto perché sensibili al problema e influenzate dalle notizie apparse sui giornali. «Senza evidenti spiegazioni biologiche, sebbene un rischio limitato non possa essere escluso, i risultati non sono ancora completamente convincenti per stabilire un nesso causa-effetto» conclude l’esperto.
Nell’attesa di distinguere tra studi poco conclusivi e pareri spesso discordi degli esperti, che si fa? Pubblicata nei giorni scorsi sul New Scientist, una tabella riassume le conoscenze e il grado di rischio di sostanze, prodotti di uso comune, alimenti, comportamenti (in alto). Una bussola per non perdere l’orientamento. Tenendo presente, in ogni caso, che il cancro è una patologia legata a più fattori. Su alcuni, come la predisposizione o i geni, non è dato agire. Su altri è possibile.
Uno dei fattori «evitabili», per esempio nel tumore al seno, è l’obesità. Così come le ustioni solari lo sono per i tumori alla pelle, soprattutto nell’infanzia. Aumentano il rischio altri elementi controllabili, come l’epatite e il papilloma virus (per le quali esiste il vaccino.
La separazione tra ciò che si pensa e le scoperte scientifiche ha profonde radici, e lo dimostra un sondaggio realizzato nel 2018 dalla University College London e dalla University of Leeds, su 1.330 persone: solo il 60 per cento ritiene che le ustioni solari possano incidere, appena il 30 per cento è consapevole del legame tra papilloma virus e tumore alla cervice.
All’opposto, una persona su tre è convinta che il cellulare provochi sicuramente il cancro al cervello, mentre lo Iarc classifica i campi elettromagnetici a radiofrequenza (inclusi i segnali wi-fi e di telefonia mobile) come «potenzialmente cancerogeni». Spiega l’agenzia a Panorama: «La valutazione si basa su un aumentato rischio di glioma, un tumore al cervello associato all’uso del wireless». Il gruppo di lavoro non ha, però, quantificato il pericolo. Resta valido quanto riportato in uno studio precedente (condotto fino al 2004) che ha mostrato un «più 40 per cento» di rischio nella categoria di utilizzatori cosiddetti pesanti. Un capitolo a parte va dedicato all’aspartame, che è fuori dalla lista Iarc, nonostante i ripetuti allarmi. «In realtà il dolcificante in commercio è sicuro, come ha stabilito un documento dell’Agenzia europea per la sicurezza alimentare della Commissione europea» riassume Cristina Bosetti, responsabile dell’unità epidemiologia dei tumori al Mario Negri.
Non c’è da preoccuparsi nemmeno per il caffè: «Il nesso con il cancro si può tranquillamente escludere» aggiunge Bosetti. Gli alcolici, invece, incidono sulle probabilità di tumori del fegato, della testa e del collo e della mammella, per citarne alcuni. Il tabacco, infine, è collegato al 22 per cento di decessi di tumore nel mondo. «Anche se abbiamo assistito a un calo del vizio del fumo negli uomini, cui è seguita una diminuzione sostanziale di incidenza di tumori polmonari e di morti per questa malattia, nelle donne si è osservata una riduzione nel consumo solo più di recente, e tra loro la mortalità per questo tumore è ancora in crescita» avverte D’Incalci, caldeggiando campagne di sensibilizzazione più decise. Un altro modo efficace, e fuori da ogni ragionevole dubbio, per evitare irreparabili guai.
© riproduzione riservata

Tag: #News #Scienza

Altri articoli pubblicati da Panorama

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Panorama

Avere tutto o perdere tutto: era questo l'approccio estremo dei Motley Crue, la band più famosa e oltraggiosa del glam metal che ha dominato le classifiche e le cronache degli anni Ottanta.  Dal 22 marzo su Netflix...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Panorama

È dei giorni scorsi la notizia che Ecofin ha inserito Emirati Arabi nella black list UE delle "giurisdizioni fiscali non cooperative" (i cosiddetti Paradisi Fiscali), insieme ad altri 14 paesi, ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Panorama

La strage evitata (guarda il video) sul pullman dei 51 bambini di una scuola di Crema compiuta da Ousseynou Sy, un senegalese di 47 anni, pone il dovere di dire senza troppi giri di...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Panorama

Suor Angela viene travolta da una crisi che la porta lontano dal convento degli Angeli. Si annuncia ricco di colpi di scena il gran finale di Che Dio ci aiuti 5, la serie di Rai 1 con Elena Sofia...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Momenti di trascurabili incassi per il cinema italiano. Mentre il colosso supereroistico americano Captain Marvel, com'era prevedibile, prende il volo, raccogliendo 8.108.883 euro e 1.207.384 spettatori in neanche due settimane (dal 6 marzo...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Qual è la terribile verità nascosta dietro la scomparsa di una ragazza avvenuta da moltissimi anni prima e mai ritrovata? È questa la domanda attorno a cui ruota La verità sul caso Harry Quebert, la nuova serie tv...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Cinefili in fermento. Il teaser trailer italiano di C'era una volta... a Hollywood (Once Upon A Time in Hollywood), il nono film di Quentin Tarantino, è stato rilasciato. Ed eccoli, Brad Pitt e ...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Riuscirà Cagliostro a salvare sua figlia? È questo l'interrogativo attorno a cui ruota l'ultima puntata La porta rossa 2, la serie di Rai 2 con Lino Guanciale e Gabriella Pession, ideata dallo scrittore Carlo Lucarelli. La ...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Nicolò Zaniolo ce l'ha fatta e come lui altri nove. Non di più. Dieci su 443 che significa due su cento. Che diventano sei su cento se si allarga il panorama alla Serie B. Sono i calciatori nati nel 1999 che hanno concluso...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Era legittimo. Nel 2014 il Fondo Interbancario di tutela dei depositi, il Fitd, aveva tutto il diritto - in quanto ente privato - di tappare i buchi nei conti di Tercas affinchè...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Sono probabilmente il gadget più riuscito della storia recente di casa Apple. Chi li ha provati non se ne stupisce, anzi conosce benissimo la ragione: gli AirPods sono gli auricolari senza fili migliori in circolazione per qualità...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

E' il caso che sta agitando l'Inter e il calcio italiano in questo inizio di 2019. Icardi contro l'Inter dopo la scelta del club di togliergli la fascia di capitano perché sgradito al resto dello spogliatoio. Una bomba...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Mauro Icardi torna ad allenarsi con il gruppo, con l'Inter. Stando a quanto raccolto da Panorama non oggi ma domani, 21 marzo l'attaccante nerazzurro rientrerà a lavorare con la squadra ...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Il gioielliere Robertino Zancan ha perso un milione di euro. Il tabaccaio Franco Birolo, invece, ha già investito 120 mila euro in spese legali e ora sulla sua testa pende la spada di Damocle di un...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

La vicenda della Mare Jonio, la nave della Ong italiana Mediterranea attraccata al porto di Lampedusa dove sono sbarcati i 49 migranti recuperati nelle acque del...