Si avvicinano le elezioni europee, occhio agli hacker russi

Pubblicato lunedì, 20 maggio 2019 ‐ Panorama

Un rischio previsto ma che, non per questo, fa meno paura: gli hacker russi puntano le elezioni europee del prossimo 23 maggio. Lo afferma la compagnia di sicurezza FireEye, che ha individuato un paio di prove circa attacchi perpetrati a danni di siti di istituzioni e organizzazioni, da parte dei gruppi APT28, conosciuto anche come Fancy Bear, e Sandworm. L’obiettivo Interrompere le elezioni parlamentari con DDoS, ovvero l’indisponibilità dei servizi, magarui furto e rilascio di email private, lancio di fake news e campagne bufala, per destabilizzare l’opinione pubblica.
FireEye ha trovato prove di invio di e-mail di phishing dall'aspetto autentico a funzionari di vari stati membri nel tentativo di ottenere i loro accessi a server e informazioni governative. Ci sono in giro almeno due campagne, diverse ma coordinate, che difficilmente perderanno di spessore prima del voto di fine maggio.
"I gruppi potrebbero tentare di ottenere l'accesso a reti mirate al fine di raccogliere dati che consentirebbero alla Russia di aggiustare le proprie strategie con gli stati interessati, anche a livello continentale - ha detto Benjamin Read, senior manager di FireEye - oppure di danneggiare partiti e personalità ostili, con il potere di aumentare, ad esempio, le sanzioni per motivi civili e commerciali, e aprirsi la strada verso nuove stagioni di manipolazione politica”.
Alle ultime elezioni europee del 2014, circa 164 milioni di cittadini UE hanno espresso il loro voto. Il potenziale per sconvolgere ulteriormente un intero continente è estremamente allettante per gli stati ostili. Un buon vecchio tentativo di hacking è una modalità ancora molto in voga, soprattutto da quando le coscienze individuali e i grossi gruppi digitali hanno alzato la testa contro la disinformazione.
Il presidente francese Emmanuel Macron ha recentemente chiesto una "rinascita europea" per combattere gli attacchi informatici mentre l'ex segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, ha avvertito che la Russia sarà un «attore pericoloso e interessato» nel prossimo round elettorale. «Il collegamento tra queste attività e le elezioni europee deve ancora essere confermato, ma i sistemi di voto multipli e i partiti politici coinvolti creano un'ampia superficie di attacco per gli hacker» sono le parole di FireEye, che ha non solo avvisato le istituzioni interessate ma sta collaborando attivamente con loro per fronteggiare le minacce.
L'allerta di FireEye sull'hacking russo segue un annuncio simile da parte di Microsoft qualche giorno fa. Il gigante di Redmond ha affermato che hacker collegati a Strontium, un altro nome per identificare gli APT28, hanno condotto campagne di phishing a danni di associazioni e organizzazioni no-profit in Europa.
Per saperne di

Tag: #Mytech #Sicurezza

Altri articoli pubblicati da Panorama

Pubblicato lunedì, 20 gennaio 2020 ‐ Panorama

Gli ultimi sondaggi di politica sulle intenzioni di voto degli italiani raccontano come la situazione non sia molto cambiata in queste due settimane di festività natalizie. Le Lega torna a crescere, forte a quanto pare ...

Pubblicato lunedì, 20 gennaio 2020 ‐ Panorama

Victor Moses è un giocatore dell'Inter. L'ufficialità della trattativa che ha portato l'esterno del Chelsea ai nerazzurri verrà data nelle prossime 24 massimo 48 ore ma tutti i dettagli e gli accordi tra le parti sono ...

Pubblicato lunedì, 20 gennaio 2020 ‐ Panorama

Settimana per settimana, i film dai maggiori incassi cinematografici in Italia. Ecco la top ten del botteghino italiano dal 6 al 12 gennaio 2020, secondo dati Cinetel. Tolo Tolo di Checco Zalone scavalca Il re leone di Jon Favreau...

Pubblicato lunedì, 20 gennaio 2020 ‐ Panorama

La guerra è finita, le anticipazioni della seconda puntata I Marchesi Terenzi, proprietari della tenuta agricola abbandonata dove alloggiano i ragazzi, decidono di riprendersi quel posto per trasformarlo in un’azienda agricola. Giulia ...

Pubblicato lunedì, 20 gennaio 2020 ‐ Panorama

Il 20 gennaio 1920 nasceva a Rimini Federico Fellini, il grande regista, sceneggiatore e fumettista e amato in tutto il mondo. Candidato dodici volte all'Oscar, ha vinto quattro Oscar al miglior film straniero con La strada,...

Pubblicato lunedì, 20 gennaio 2020 ‐ Panorama

Il nuovo modello 730 è stato approvato dall’Agenzia delle Entrate e prevede importanti novità. Le novità del nuovo 730 A partire da quest’anno i lavoratori dipendenti e pensionati che presentano il...

Pubblicato lunedì, 20 gennaio 2020 ‐ Panorama

La sintesi migliore l'ha fornita proprio Sarri al termine della sfida vinta dalla sua Juventus contro il Parma, che ha certificato la prima fuga (+4 sull'Inter) della stagione. Ronaldo ti crea un...

Pubblicato lunedì, 20 gennaio 2020 ‐ Panorama

Tolti gli under 18 e i genitori di figli adolescenti che (realisticamente) ascoltano rap italiano, quanto di voi hanno sentito parlare di Junior Cally fino a una settimana fa? Se volete divertitrvi a fare un esperimento di sociologia...

Pubblicato lunedì, 20 gennaio 2020 ‐ Panorama

Il terzo processo di impeachment presidenziale al Senato della storia americana che vede sul banco degli imputati Doland Trump, sta per entrare nel vivo. Dopo le cerimonie inaugurali di...

Pubblicato lunedì, 20 gennaio 2020 ‐ Panorama

“Mi piacciono le voci che lasciano il segno, quelle che riconosci dopo pochi secondi perché hanno un timbro e un’intensità inconfondibili”. Si racconta così a Panorama.it, Ivi, 25 anni, austriaca, voce di Andromeda, un...

Pubblicato lunedì, 20 gennaio 2020 ‐ Panorama

da Las Vegas Mentre scarica cascate di drop sul pubblico dell’XS, uno dei club più chic e meglio frequentati di Las Vegas, Kygo indossa un paio di eleganti cuffie bianche. A volte le tiene sulle orecchie per concentrarsi sul...

Pubblicato domenica, 19 gennaio 2020 ‐ Panorama

Il 20 gennaio del 2020, secondo lo psicologo Cliff Arnall, professore dell’Università di Cardiff, è ufficialmente il "blue monday", il giorno più triste dell’anno, come risultato di una complessa equazione...

Pubblicato domenica, 19 gennaio 2020 ‐ Panorama

Era l’inizio del 2013 quando Google rese disponibile ai suoi sviluppatori gli occhiali smart che si rivelarono poi un clamoroso flop, perché i Glass si rivelarono un prodotto troppo rivoluzionario per l’epoca. La lezione è servita a Big G e agli...

Pubblicato domenica, 19 gennaio 2020 ‐ Panorama

Vent’anni fa in Argentina gli insegnanti universitari lamentavano che gli studenti arrivavano con grandi difficoltà sia di comprensione nella lettura, sia nella capacità di esprimere un'idea attraverso la scrittura.   Purtroppo non sto qui a cercare ...

Pubblicato sabato, 18 gennaio 2020 ‐ Panorama

Una delle maggiori sfide per un artista è quella di evolversi stilisticamente, senza però scontentare troppo i fan della prima ora, catturati da un determinato tipo di sound. Una sfida che risulta particolarmente ostica per i rapper,...