Perché tutti attaccano Banca d’Italia

Pubblicato lunedì, 11 febbraio 2019 ‐ Panorama

Risparmiatori, giornali, politici di destra e di sinistra: tutti contro la Banca d’Italia. Ogni volta che esplode uno scandalo bancario, e in Italia ne sono scoppiati tanti, l’istituto centrale finisce sotto una bordata di critiche. Al punto da spingere i politici della maggioranza di governo a chiedere la testa dei suoi dirigenti. Capita ora con il governo 5 Stelle-Lega, ma è capitato meno di due anni fa con il Pd che voleva mandare a casa il governatore Ignazio Visco.

Nel mirino c’è l’attività di vigilanza, che oggi ricade sia sulla Banca d’Italia sia, per le banche più importanti, sulla Bce. Gli ispettori di Bankitalia effettuano periodicamente delle visite presso gli istituti bancari, esaminano documenti, interrogano i funzionari, passano al setaccio le operazioni. A volte scoprono delle irregolarità e premono sul management affché rimetta a posto i conti, pena il pagamento di multe. Ma gli ispettori non hanno i poteri della magistratura: non possono obbligare le persone a rispondere e per questa ragione fanno fatica a scovare le prove di eventuali irregolarità o reati commessi dai manager della banca. Ovviamente si può accusare la Banca d’Italia di aver fatto poco, di non aver denunciato alla Magistratura situazioni sospette. Questa è per esempio la linea dell’Adusbef, l’associazione degli utenti dei servizi bancari, secondo la quale un istituto centrale con un ”esercito” di 6.800 dipendenti, non avrebbe dovuto permettere che 400 mila famiglie negli ultimi due anni siano state coinvolte nei crac bancari di Banca Etruria, Banca Marche, CariChieti, CariFerrara, Veneto Banca, Banca Popolare di Vicenza, Mps. La tesi di Adusbef è che alla fine i vertici di Banca d’Italia “hanno sempre raccontato la solidità di banche piene di buchi spacciate per solide, esonerandosi ed autoassolvendosi da qualsivoglia responsabilità e colpa grave”.

Al Movimento 5 Stelle non va giù, inoltre, che la Banca d’Italia (e in particolare il suo vice direttore generale Luigi Federico Signorini) si sia “espressa a favore delle proposte della Commissione europea sull’Unione bancaria, senza sollevare il minimo dubbio sul percorso che il Paese stava per intraprendere”. E poi nell’audizione alla Camera del 22 novembre 2012, sulla direttiva Brrd (quella che scarica parte dell’onere delle crisi bancarie sugli obbligazionasti) Signorini avrebbe auspicato che venisse recepita “in tempi rapidi”.

Ma bisogna ricordare che il 18 ottobre 2017, poco più di un anno fa il Pd presentava in aula alla Camera una mozione che puntava a non rinnovare l'incarico del governatore di Bankitalia Ignazio Visco, “in considerazione del fatto che l'efficacia dell'azione di vigilanza della Banca d'Italia è stata, in questi ultimi anni, messa in dubbio dall'emergere di ripetute e rilevanti situazioni di crisi o di dissesto di banche sulle cui ragioni si pronunceranno gli organi competenti, ivi compresa la Commissione  d'inchiesta all'uopo istituita”.

Certo qualcosa non deve funzionare alla perfezione in Banca d’Italia se tutti, proprio tutti la criticano. Una prova lampante arriva dalle parole pronunciate il 9 novembre 2017 dal direttore generale della Consob Angelo Apponi nel corso della testimonianza dinanzi alla Commissione banche: il funzionario spiegò che Banca d'Italia non segnalò alla Consob «problemi» di Veneto Banca in vista dell'aumento di capitale del 2013, anzi, indicò che l'operazione era «strumentale a obiettivi previsti dal piano per effettuare eventuali acquisizioni coerenti con il modello strategico della banca salvaguardando liquidità e solidità». 

Tag: #Economia

Altri articoli pubblicati da Panorama

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Panorama

Perché un'azienda possa avere successo a lungo termine i lavoratori devono essere soddisfatti e trattati con dignità e rispetto così come soddisfatta e rispettata deve essere la comunità che li circonda e l'ambiente...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Panorama

Con l'apertura della Crisi di Governo diventano sempre più importanti gli ultimi sondaggi della politica che vedono la Lega primo partito del paese. La fine del Governo Conte non ha intaccato i consensi per il...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Panorama

Venticinque anni dopo, Il Re Leone, l'amato classico dell'animazione Disney, torna al cinema, dal 21 agosto nelle sale italiane. Non più in veste di cartoon ma in quella di film di animazione...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Panorama

Hirving Lozano entra nella storia del Napoli senza nemmeno aver indossato la maglia. Il messicano prelevato dal Psv pagando la clausola da 42 milioni di euro si posiziona al primo posto della...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Panorama

Il sotto marchio di Xiaomi, Redmi, ha confermato su Weibo (il principale social network cinese) che gli smartphone Redmi Note 8 e Redmi Note 8 Pro saranno lanciati in Cina il 29 agosto. Entrambi i telefoni dovrebbero avere una...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Panorama

Con l'apertura della Crisi di Governo diventano sempre più importanti gli ultimi sondaggi della politica che vedono la Lega primo partito del paese. La fine del Governo Conte non ha intaccato i consensi per il...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Panorama

Non poteva che esserci la situazione politica e la crisi di Governo al centro del numero di Panorama in edicola dal 21 agosto. Il ritorno di Renzi fa implodere il Pd, impedire agli italiani di votare, tornare protagonista della...

Pubblicato martedì, 20 agosto 2019 ‐ Panorama

E' finito il Governo gialloverde, è già pronto il Governo Giallorosso, Pd-M5S. Dietro i toni duri, durissimi per certi versi inattesi con Conte assoluto numero 1 per attacchi e violenza delle parole, il dibattito al Senato ha...

Pubblicato martedì, 20 agosto 2019 ‐ Panorama

Un attacco a 360°. Come previsto il discorso di Giuseppe Conte è stato un monologo contro Matteo Salvini e la sua decisione di interrompere il percorso del Governo giallo-verde. Accuse anche personali con frasi davvero pesanti. Queste le...

Pubblicato martedì, 20 agosto 2019 ‐ Panorama

Franck Ribery è il regalo che Commisso fa alla Fiorentina. Una scossa d'entusiasmo per un ambiente che sta rispondendo alla grande alla fine dell'era Della Valle, la famiglia che per quasi un ventennio ha retto la...

Pubblicato martedì, 20 agosto 2019 ‐ Panorama

La diagnosi c’è, ma il malato non guarisce, o meglio, potrebbe guarire, ma non può curarsi. E’ allarme farmaci in Francia, dove un francese su quattro non riesce a trovare nelle farmacie le...

Pubblicato martedì, 20 agosto 2019 ‐ Panorama

In questi giorni di Crisi di Governo in molti vedono con terrore il ricorso a elezioni anticipate. Un ritorno alle urne visto come un errore, uno spreco di denaro pubblico, uno sbaglio. Eppure non è la prima volta che...

Pubblicato martedì, 20 agosto 2019 ‐ Panorama

Se Piero Focaccia cantasse oggi il suo tormentone estivo ante litteram, il ritornello più appropriato suonerebbe così: «Per quest’anno meglio cambiare, altra spiaggia, altro mare». E non sarebbe un capriccio semantico, ma cronaca: secondo un...

Pubblicato martedì, 20 agosto 2019 ‐ Panorama

Alcune immagini che fanno riferimento a nuovi modelli di Apple Watch sono state scoperte nel codice beta di watchOS 6. Come successo per la più recente versione beta di iOS 13, sistema operativo che è possibile installare da parte...

Pubblicato martedì, 20 agosto 2019 ‐ Panorama

Alla giusta distanza dai tappi di folla di Rialto, lontano dai maniaci del selfie di piazza San Marco, vive una Venezia tutta da scoprire. Una laguna chic senza pigrizie snob, un labirinto di saliscendi tra calli e ponti sconosciuti alle ...