Perché New York blocca le licenze a Uber e Lyft

Pubblicato venerdì, 10 agosto 2018 ‐ Panorama

Per 12 mesi nessuna nuova licenza verrà concessa alle società che si occupano di noleggio auto con conducente. La decisione, prima della storia nel suo genere, è stata presa dal sindaco di New York Bill De Blasio che vuole studiare come la presenza sulle già caotiche strade newyorchesi di 80.000 veicoli di aziende quali Uber e Lyft (le maggiori del settore) impattino la viabilità urbana e come condizionino il tessuto sociale. 
Uniche eccezioni saranno concesse per nuovi veicoli che possano trasportare disabili o in caso di reale carenza di auto per determinati eventi o situazioni.
Perché bloccare le licenze
L'idea dell'amministrazione comunale è quella di calmierare sì le licenze, ma contestualmente anche di offrire maggiore stabilità ai lavoratori attuali con misure quali l'introduzione del salario minimo orario di 15 dollari e la limitazione delle corse ad aree di influenza migliorando la comunicazione tra società e amministrazione circa il numero di corse e di utenti che utilizzano il servizio. 
Il portavoce del consiglio comunale di New York, Corey Johnson ha commentato con soddisfazione il voto della giunta asserendo: "Stiamo sospendendo l'emissione delle licenze a un'industria alla quale è stato consentito di crescere senza un appropriato controllo e senza appropriate regole".
Il sindaco De Blasio ha poi aggiunto: "Questa azione fermerà l'afflusso di automobili che contribuiscono alla congestione".
La reazione di Uber e Lyft
Uber, Lyft e le altre società del settore hanno preso la notizia con rammarico ritenendo che queste misure non miglioreranno il servizio, anzi. I newyorchesi faticheranno a trovare vetture libere e i prezzi saliranno visto che a incremento della richiesta con corrisponde maggiore offerta. 
In una nota Uber ha fatto sapere: "La pausa di 12 mesi della città sulle nuove licenze dei veicoli minaccerà una delle poche opzioni di trasporto affidabili senza fare nulla per sistemare le metropolitane o ridurre la congestione" e Lyft le ha fatto eco aggiungendo: "Questi tagli radicali ai trasporti riporteranno i newyorkesi indietro ai tempi in cui si litigava per trovare una corsa libera".
La reazione dei tassisti
Gli unici soddisfatti, al momento, sono i tassisti, categoria che sta pagando a caro prezzo la concorrenza con Uber. A fronte di una flotta di 80.000 auto private con conducente noleggiate a New York sulle strade della Grande Mela circola solo un quarto dei taxi.
I tassisti da tempo lamentano una cattiva gestione della concessione delle licenze a Uber e chiedono una maggiore regolamentazione affinché il mercato del trasporto automobilistico a pagamento non venga sbilanciato a favore dei facoltosi clienti delle società private.
Uber, dal canto suo, si dice preoccupata e teme un crollo dei guadagni proprio nell'anno in cui si preparava a entrare in borsa.  

Tag: #Economia

Altri articoli pubblicati da Panorama

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Qual è la terribile verità nascosta dietro la scomparsa di una ragazza avvenuta da moltissimi anni prima e mai ritrovata? È questa la domanda attorno a cui ruota La verità sul caso Harry Quebert, la nuova serie tv...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Cinefili in fermento. Il teaser trailer italiano di C'era una volta... a Hollywood (Once Upon A Time in Hollywood), il nono film di Quentin Tarantino, è stato rilasciato. Ed eccoli, Brad Pitt e ...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Riuscirà Cagliostro a salvare sua figlia? È questo l'interrogativo attorno a cui ruota l'ultima puntata La porta rossa 2, la serie di Rai 2 con Lino Guanciale e Gabriella Pession, ideata dallo scrittore Carlo Lucarelli. La ...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Nicolò Zaniolo ce l'ha fatta e come lui altri nove. Non di più. Dieci su 443 che significa due su cento. Che diventano sei su cento se si allarga il panorama alla Serie B. Sono i calciatori nati nel 1999 che hanno concluso...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Era legittimo. Nel 2014 il Fondo Interbancario di tutela dei depositi, il Fitd, aveva tutto il diritto - in quanto ente privato - di tappare i buchi nei conti di Tercas affinchè...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Sono probabilmente il gadget più riuscito della storia recente di casa Apple. Chi li ha provati non se ne stupisce, anzi conosce benissimo la ragione: gli AirPods sono gli auricolari senza fili migliori in circolazione per qualità...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

E' il caso che sta agitando l'Inter e il calcio italiano in questo inizio di 2019. Icardi contro l'Inter dopo la scelta del club di togliergli la fascia di capitano perché sgradito al resto dello spogliatoio. Una bomba...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Mauro Icardi torna ad allenarsi con il gruppo, con l'Inter. Stando a quanto raccolto da Panorama non oggi ma domani, 21 marzo l'attaccante nerazzurro rientrerà a lavorare con la squadra ...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Il gioielliere Robertino Zancan ha perso un milione di euro. Il tabaccaio Franco Birolo, invece, ha già investito 120 mila euro in spese legali e ora sulla sua testa pende la spada di Damocle di un...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

La vicenda della Mare Jonio, la nave della Ong italiana Mediterranea attraccata al porto di Lampedusa dove sono sbarcati i 49 migranti recuperati nelle acque del...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Dimmi dove vai e ti dirò quanto è probabile che arriverai tardi. O tardissimo. O, peggio, potresti non arrivarci affatto, almeno non nel giorno che avevi programmato tu. AirHelp, la più importante società a livello mondiale di supporto nella...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

Succede solo ai grandi campioni: quando decidi che devi risolvere la partita prendi palla e fai tutto, o quasi, da solo. Ed è così anche nel mondo della tecnologia. Per anni ci avevano detto che per giocare a titoli di qualità, con una resa vicina...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

L'anoressia trova su internet ed il web uno dei fattori che attualmente ne amplificano la diffusione (immagini, consigli, esempi, folli teorie alimentari). Ci sono intere pagine su facebook, hashtag su twitter, account...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Panorama

"Potranno tagliare tutti i fiori, ma non fermeranno mai la primavera", ha scritto il grande poeta cileno Pablo Neruda. Oggi alle 22:58 (e non il 21 marzo, come da tradizione) inizia ufficialmente la primavera, che coincide con...

Pubblicato martedì, 19 marzo 2019 ‐ Panorama

Mentre si discute della Via della Seta, che divide il Governo ed il mondo politico in generale, la Cina e la sua ingerenza internazionale è al centro dell'inchiesta che Mario Giordano ha realizzato per la storia di copertina di Panorama, in edicola dal...