Francesca Manzini: “Amici Celebrities, le critiche, i nuovi progetti”

Pubblicato mercoledì, 23 ottobre 2019 ‐ Panorama

Francesca Manzini è tra le rivelazioni assolute di Amici Celebrities. La prima imitazione, nella sua cameretta, l’ha fatta quando aveva otto anni e da quel momento non si è più fermata. Ha cominciato nei villaggi turistici, come Fiorello, poi ha esordito in tv grazie a Caterina Balivo e Piero Chiambretti, limando il suo talento e affrontando le inaspettate curve a gomito della vita. La vera svolta è arrivata grazie a Rds prima e alla Gialappa’s Band poi, che l’ha voluta in Mai Dire Talk, e nell’ultimo anno è passata dal set con Carlo Verdone, nel film Benedetta follia, al talent vip di Maria De Filippi. “Lei mi ha insegnato a credere di più in me stessa”, spiega a Panorama.it, rivelando anche di essere stata appena ingaggiata per un nuovo programma di Italia 1. 
Francesca, tra poche ore è tempo di finale di Amici Celebrities: avresti voluto esserci?
Certo che sì. Ma non ho vissuto come un dramma l’uscita alla quarta puntata: se fossi stata eliminata alla seconda, non me la sarei perdonata, invece ho fatto il mio percorso e sono uscita dopo aver dimostrato ciò che sono e chi sono.
Amici Celebrities è la consacrazione che aspettavi da tempo?
È un altro passo nella mia carriera, un gradino in più. Più che una celebrità, mi sono sentita una “ragazza di Amici” e l’eliminazione è stata un’uscita di scena con ovazione.
In tanti hanno scritto sui social che meritavi tu la finale e non Emanuele Filiberto di Savoia.
Emanuele ha saputo fare show. Gli voglio bene, mi sono affezionata perché è una brava persona.
Sei la Manzini in versione buonista?
No, semplicemente la competizione non mi ha toccato in questo percorso. M’interessava essere lì per poter lavorare con professionisti di primo livello: è stato come un master accelerato, un privilegio assoluto.
Come sei arrivata ad Amici Celebrities?
Dopo il quarto no di fila a Tale e Quale Show. Ho beccato l’ennesima bocciatura, accompagnata da un “ci vediamo l’anno prossimo”. Ero delusa e sono partita per Ischia con la mia migliore amica, Manuela. Mentre ero lì mi è arrivato un messaggio di Luca Zanforlin, l’autore di Amici, che mi dice: “Non ti prometto nulla ma sei disponibile per un incontro?”. Il giorno dell’appuntamento ero lì con un’ora di anticipo.
Com’è finita già lo sappiamo.
Sono arrivata carica come una valanga, piena di pezzi da cantare e con due coreografie di ballo. Pensavo di essere ridicola, invece Giuliano e Veronica Peparini si sono innamorati di me.
Hai mai studiato danza?
No, ho fatto tutto da autodidatta davanti al muro di camera mia. Eppure sono riuscita a essere credibile. La spinta a credere di più in me stessa me l’ha data Maria De Filippi.
Sei riuscita a intrecciare un dialogo con lei?
Sì, c’è stata una complicità inaspettata. Me l’avevano decritta come dura e algida, invece ho scoperto una donna allegra e generosa, che dà molta liberta. "La tua forza è essere te stessa anche sul palco, senza finzioni”, mi ha ripetuto spesso.
La piaceva davvero l’imitazione che fai di lei? 
Sì, è stata Maria stessa a chiedermela. Quando passava nei corridoi, le dicevo: “È arrivata l’ottava sotto”.
Non tutte le tue imitate però hanno gradito. È vero che hai avuto un diverbio pesante con Mara Venier a causa di uno scherzo radiofonico?
Se la prese per uno scherzo che le feci imitando proprio la De Filippi, nel programma Tutti pazzi per Rds, che per altro non andò mai in onda. Poi l’ho incontrata in Campidoglio, in occasione di un premio, mi sono avvicinata e le ho detto: “Possiamo chiarirci?”. La sua risposta è stata gelida: “No”.
Chi sono le altre che si sono offese?
Non voglio fare il nome, ma una conduttrice che qualche anno fa lavorava a Rai 2 si offese a tal punto da ostacolarmi pesantemente. In passato la Rai mi ha bistrattato ingiustamente, mi ha chiuso le porte e devo molto a Caterina Balivo perché grazie a lei lo scorso anno sono tornata su Rai 1: è stata molto generosa.
A proposito di screzi, c’è stata una scintilla con Al Bano, che ad Amici Celebrities ha detto: “Sei stata brava anche con quei 15 grammi in più”.
Mi spiace per com’è andata perché non l’ho fatto finire di parlare. Ho intuito dove voleva andare a parare e gli ho risposto secca: “Me ne frego del peso”. Ma non mi sono offesa con lui, sia chiaro. E nemmeno con Platinette quando sottolineava la questione fisica, tanto che le ho detto: “Chiamami pure pata negra”.
In passato hai sofferto di disturbi alimentari: non ti toccano queste battute?
Ora non più. Purtroppo ho conosciuto sia l’anoressia che la bulimia, ho abbracciato il male, l’ho abbracciato forte e l’ho sconfitto. Poi l’ho metabolizzato e sono risorta.
E a chi devi dire grazie?
Ai medici che mi hanno curata, in parte a mia mamma ma soprattutto a me stessa. La vita mi ha costretto a contare soprattutto su di me anche in momenti difficili, come nel 2011, quando ebbi un incidente e sono stata in coma per tre giorni. Non ricordo tunnel e luci varie, ma solo un senso di sonno profondissimo da cui non riuscivo a uscire. Per questo ancora adesso ho paura a dormire.
Oggi che rapporto hai con la tua famiglia?
La mia famiglia sono io. Purtroppo sono arrivata a non aver bisogno di nessuno. Ho toccato il fondo, ho capito che dovevo vivere e solo a quel punto ho conosciuto davvero i miei genitori. Mia mamma inseguiva la sua bellezza e la sua libertà, mio padre (storico team manager della Lazio, Maurizio Manzini, ndr) ha inseguito la sua carriera, con mia sorella i rapporti sono altalenanti.
Perché nei giorni scorsi hai deciso di postare sui social una foto di te nuda?
Era uno schiaffo agli uomini che mi hanno offesa e denigrata, perché purtroppo ho avuto diverse storie negative. Anche quando ho cantato Gli uomini non cambiano, ad Amici, volevo lanciare uno schiaffo metaforico a mio padre e a un mio ex che di qualche anno fa che mi ha fatto soffrire parecchio.
Ornella Vanoni ti ha fatto i complimenti dopo quell’esibizione.
È stata stupenda. Durante una pubblicità mi ha chiamato e mi ha detto: “Ho molta passione per te, credo in te. Non dimagrire però”.
Chi è la tua imitatrice icona?
Loretta Goggi, perché dà vita ai personaggi. Alessia Marcuzzi una volta mi disse: “Sei quasi fastidiosa perché prendi l’anima del personaggio”. Un complimento bellissimo.
Nel tuo personale olimpo chi ci metti?
Gabriella Germani, che fa anche satira con le sue imitazioni. Paola Cortellesi, che punta più sulla caricatura, e Virginia Raffaele, la Chaplin dell’imitazione.

Radio, tv, cinema. Ma in pochi sanno del tuo “piano b”: ti occupi ancora di mediazioni finanziarie?
(ride) Sì. Collaboro con uno studio legale internazionale e cerchiamo di creare una rete di collaborazioni tra i nostri i contatti. In questo momento sto gestendo due importanti operazioni.
I clienti ti riconoscono?
Alcuni sì, altri glissano. Ma in quel contesto mi trasformo totalmente, divento un po’ una Miranda Priestley.
Il tuo dopo Amici Celebrities cosa prevede?
Un nuovo programma su Italia 1, nel 2020. Sono una donna da varietà e potrò far vedere chi sono a 360 gradi. Poi mi sono arrivate diverse proposte e a breve inizierò la collaborazione pubblicitaria con un’azienda importante.
Il tuo grande sogno?  
Un varietà tutto mio, un one woman show.
Il prossimo anno rifarai il provino per Tale e Quale Show?
Perché no? Ad Amici ho fatto vedere me stessa, ora il pubblico e gli addetti ai lavori sanno  chi sono. A Tale e Quale sono pronta a indossare la maschera.
Per saperne di più: 

Altri articoli pubblicati da Panorama

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

Il 2020 cinematografico italiano inizierà subito con il botto. Con Tolo Tolo di Checco Zalone, che uscirà al cinema il 1° gennaio distribuito da Medusa. Le attese al botteghino sono quelle degli eventi: il...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

Sarà Emis Killa il conduttore della versione italiana di Yo! MTV Raps, il format dedicato alla musica rap e hip hop che sbarca su Mtv Italia dalla primavera 2020. "Torno in tv con un programma che...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

Ronaldo non convocato contro l'Atalanta fa notizia ma non rappresenta una novità assoluta per il mondo Juventus. Prima Allegri e poi Sarri hanno imparato a fare di tanto in tanto a meno del fuoriclasse portoghese, se...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

C’era una volta lo Stato. E lo Stato aveva una fabbrica. Era una grande fabbrica, a Taranto, che produceva acciaio e purtroppo inquinava. Le persone morivano e nessuno se ne curava. Soprattutto non se ne curava lo Stato. Un giorno la fabbrica venne...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

Huawei riparte da Microsoft, prima azienda statunitense che ha ottenuto l’autorizzazione del Governo a stelle e strisce per tornare a vendere il proprio software al colosso cinese delle telecomunicazioni. L’annuncio...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

Il cerchio intorno all'assassino di Chiara si stringe ma a un passo dalla verità, un clamoroso colpo di scena rischia di lasciare tutti senza parole. Comincia così la sesta e ultima puntata de L'Isola di...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

Quello che vedevano di notte le generazioni prima della nostra era uno spettacolo sublime. Ogni cultura vi aveva dato il suo nome: per i Greci era il “Galaxias Kyklos” (il cerchio di latte), per i Romani la “Via Lactea”, per i cinesi il “Fiume...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

"Il Sud è da sempre luogo geografico e luogo dell'anima. Inferno e paradiso, cronaca e favola. Così è questo film". Così presenta il suo Aspromonte, dal 21 novembre al cinema, Mimmo...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

«Purtroppo il mondo è sempre più governato dagli affari e nessuno vuole irritare Pechino». È una analisi amara quella che fa Vittorio Emanuele Parsi sull'indifferenza con cui i grandi della terra guardano alle proteste anti-governative di Hong Kong. ...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

Dieci miliardi di euro in 40 anni. E' quanto lo Stato italiano ha speso nella storia recente per tentare di salvare, recuperare e ricapitalizzare Alitalia. Alitalia: quanto ci costi! E quando si parla di ...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

Dieci miliardi di euro in 40 anni. E' quanto lo Stato italiano ha speso nella storia per tentare di salvare, recuperare e ricapitalizzare Alitalia. Alitalia: quanto ci costi! Dieci miliardi cui vanno...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

Oltre a Mentana, c'è un'altra maratoneta a La7. A infrangere il record di permanenza in video sul canale di Urbano Cairo, ci penserà tra qualche giorno Tiziana Panella: Panorama.it è...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

Tiziano Ferro, insieme a Laura Pausini ed Eros Ramazzotti, è uno dei nostri cantanti più amati all’estero, specie nei paesi latinoamericani, dove i suoi album vengono distribuiti nella versione speciale in spagnolo. Un successo...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

Si condensano nella serata le notizie politiche del giorno che sono dei veri e propri siluri per Di Maio, il Movimento 5 Stelle ed il Governo Conte-Bis. Già l'aria che tira non è delle migliori ma dalle 20 ecco le scosse di terremoto. La prima arriva...

Pubblicato venerdì, 22 novembre 2019 ‐ Panorama

Immaginate che in una gara di Formula 1, ad un certo punto, scenda in pista Giuda Ben-Hur con la sua quadriga trainata da cavalli, pretendendo di partecipare alla corsa. E’ più che scontato che, già dopo la prima curva, il celebre personaggio del ...