Vittorio Feltri: Matteo Salvini e i migranti, la Lega non ha perso nemmeno stavolta

Pubblicato venerdì, 11 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

Dicono che Salvini sia stato sconfitto, dato che alcuni dei migranti delle famose navi, delle quali si parla da giorni, alla fine sono stati scaricati nel nostro Paese che scoppia di stranieri indesiderati. Respingo la tesi denigratoria. Il ministro dell' Interno in realtà ha ottenuto un parziale successo, visto che solamente quindici sfigati sono sbarcati in Italia, mentre il resto del plotone è stato rifilato ad altri Stati europei i quali, fino a ieri, si rifiutavano di spartirsi gli extracomunitari in arrivo dal Mediterraneo, preferendo affibbiarli in blocco a noi. Per la prima volta la Ue ha accettato il principio che gli invasori africani non dobbiamo sorbirceli solamente noi, bensì vanno equamente divisi tra tutte le nazioni della Comunità. Non mi sembra un risultato irrilevante. Lo dobbiamo alla cocciutaggine del capo della Lega cui siamo grati per non essersi lasciato travolgere dal buonismo acefalo del premier Conte, dai grillini scriteriati e dal Papa predicatori di una accoglienza indiscriminata foriera di guai e problemi a iosa. Indubbiamente sarebbe stato più opportuno negare qualsiasi sbarco, poiché siamo pieni zeppi di forestieri che ci complicano la vita, tuttavia meglio feriti che morti. Onore al merito di Salvini. Che ha tenuto duro sulle sue posizioni di intransigenza ed è riuscito a ridurre al minimo i danni. D' altronde costui non è il padrone del Paese, è costretto dai numeri a governare col Movimento 5 Stelle, notoriamente partito maggioritario della coalizione. Ogni decisione dell' esecutivo va presa collegialmente. Di Maio dispone del 33 per cento dei parlamentari, mentre Matteo del 17, quasi la metà. Ovvio che quest' ultimo sia costretto spesso a calare le brache. Ne è dimostrazione la vicenda svoltasi in mare. Va sottolineato che negli ultimi sei mesi la Lega, lungi dal farsi sovrastare dai cinquestelle, è stata capace di tenere sulla immigrazione la barra dritta, ciò che ha consentito al Carroccio di superare nei sondaggi gli ominicchi pentastellati, uno più inconcludente dell' altro, come si evince dalle loro iniziative: lo schifo del reddito di cittadinanza destinato a chi lavora in nero, il blocco delle grandi opere, il finanziamento delle banche rotte, per tacere del resto. Non ci si può illudere che Alberto da Giussano possa fare di più, stante la sua posizione minoritaria. Ci auguriamo esso conquisti altri consensi e che alle prossime elezioni (non esclusivamente quelle europee) sorpassi i dilettanti allo sbadiglio di Beppe Grillo, il quale cambia opinione ogni venti minuti, cosicché il futuro sia più verde che giallo, e la guida dei palazzi romani sia affidata al milanese e non più al napoletano. di Vittorio Feltri

Tag: #MatteoSalvini #Migranti #SeaWatch #M5s #Lega #LuigiDiMaio #VittorioFeltri

Altri articoli pubblicati da Libero Quotidiano

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

Per capire quanto è grave, a livello clinico, la crisi della sinistra e dell'opposizione al governo in Italia basta seguire l'ultima esternazione del procuratore di Torino, Armando Spataro sul Festival di Sanremo e Claudio Baglioni. Già in contrasto...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

Ormai ci siamo abituati. Quando Lele Mora la fa grossa, non risparmia la fantasia. È un genio. Nemmeno nei film più grotteschi di David Lynch si arriva a tanto. Da uno che anni fa aveva tentato il suicidio in cella appiccicandosi cerotti sopra naso e...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

Mostrano entusiasmo ma il dubbio dilaga tra i forzisti: avrà ancora il suo tocco magico Silvio Berlusconi? I sondaggi sono impietosi: danno gli azzurri all'8 per cento. Riuscirà a tirare su questo numero risicatissimo? Giorgio Mulè ne è convinto...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

A fine di maggio, subito dopo le elezioni europee, il famoso "contratto di governo" che unisce Lega e 5 Stelle, cesserà di essere in vigore. Il voto, infatti, ridefinirà quasi certamente il quadro politico italiano e tenere in vita un documento...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

Gentile direttore, accolgo il Suo appello a promuovere un referendum contro il Reddito di cittadinanza e Le annuncio che Fratelli d' Italia è pronta a costituire i comitati per la raccolta delle firme per abrogare questo pessimo provvedimento. Non...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

A Uomini e donne la rabbia del pubblico si è scatenata contro il tronista Lorenzo, che si è beccato anche un insulto a dir poco meritato da parte di Maria De Filippi. La corteggiatrice Giulia era andata a Torino per organizzare una sorpresa romantica...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

A La Zanzara di Giuseppe Cruciani su Radio 24, dopo alcune frasi di Emis Killa, tiene banco un argomento: il cunnilingus. La tesi del cantante? "Chi non lo pratica alla sua donna verrà sicuramente tradito" (lo ha detto però in modo assai più volgare). ...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

All'interno del governo Lega-M5s sta per riesplodere lo scontro sui migranti dopo le dichiarazioni del viceministro agli Esteri, la grillina Emanuela Del Re, palesemente in contrasto con la linea tenuta fino a oggi da Matteo Salvini e di fatto dal suo...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

Volano stracci tra Alessandro Di Battista e Maria Elena Boschi. Lo scontro si accende sul delirante reddito di cittadinanza voluto dai grillini. Sferzante, e centrato, il commento della piddina: "Dice Di Maio che col reddito di cittadinanza da oggi...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

"Quando parlate, voi dovreste rendervi conto del ruolo che ricoprite". La frase, pronunciata da un esponente del Pd ospite oggi 18 gennaio a Sky Tg24, cade a fagiolo pensando a quanto Luigi Di Maio disse pochi giorni fa e guardando invece i dati sul Pil...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

Pene pesantissime quelle che il gup di Milano Guido Salvini ha comminato, con il rito abbreviato, al gruppo di aggressori che il 1 luglio scorso aveva accoltellato fuori dalla discoteca Old Fashion a Milano Niccolò Bettarini, figlio dell'ex calciatore e ...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

Qualcuno lo chiamerebbe "il bacio della morte": quello che la cancelliera tedesca Angela Merkel ha lanciato al presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel corso dell'incontro di un'ora a Berlino con il capo dello stato Sergio Mattarella. "Apprezzo lo...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

Lo aveva detto mesi fa, che si sarebbe candidato alle Europee. Poi, però, aveva fatto una mezza marcia indietro, forse ascoltando i consigli di amici e collaboratori. Ma alla fine, Silvio Berlusconi ha deciso ancora una volta di gettare il cuore oltre...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

L'ultimo messaggio di Wanda Nara lanciato sui suoi canali social come spesso accade non ha il nome del destinatario, ma anche stavolta un profilo ben preciso. La showgirl, ma soprattutto moglie-agente dell'interista Mauro Icardi, ha tratteggiato...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Libero Quotidiano

E così anche Gedda è alla spalle e la Supercoppa italiana nella bacheca della Juve. L' Arabia ha trovato giovamento quanto ad organizzazione (perfetta) e a immagine perché non poteva esserci risultato migliore, per reclamizzare l' avvenimento, di una...