Razzo da Gaza colpisce Tel Aviv, sei feriti 

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ La Stampa


Un razzo lanciato da Gaza ha colpito questa mattina una casa in un sobborgo di Tel Aviv. Sei persone sono rimaste ferite e sono state ricoverate in ospedale. L’ordigno ha sfondato parte del tetto. Il premier Benjamin Netanyahu, in viaggio negli Stati Uniti, ha dovuto accorciare la visita e tornerà oggi stesso in Israele. Ha promesso una «risposta forte» all’attacco. «Ho parlato con il capo della Forze armate – ha detto – con il capo dello Shin Bet e dell’Intelligence: questo è un atto criminale contro lo Stato di Israele».
La scorsa settimana due razzi erano stati intercettati sopra Tel Aviv dal sistema di difesa Iron Dome. L’aviazione israeliana ha risposto in quel caso con raid massici su «oltre cento obiettivi» e anche questa volta è probabile che ci sia una rappresaglia massiccia contro postazioni di Hamas e della Jihad Islamica. Secondo media palestinesi Hamas sta già evacuando tutte le sue posizioni per il timore della ritorsione.
Il razzo, con una portata di oltre 70 chilometri, è caduto nell’aerea di Kfar Saba, a Nord di Tel Aviv. Questa mattina la casa era «ancora in fiamme» e le immagini hanno scioccato l’opinione pubblica. Era dal 2014 che la metropoli israeliana, tre milioni di abitanti, non veniva colpita. Il capo dell’opposizione, Benny Gantz, ha implicitamente accusato il governo di non reagire con sufficiente forza:
«Quelli che non rispondono con forza contro Hamas – ha scritto su Twitter – sottovalutano gli attacchi nel Sud, sminuiscono l’attacco su Tel Aviv, ora hanno ottenuto razzi anche nella regione di Hasharon», vale a dire che la reazione contenuta di Netanyahu sta spingendo i gruppi palestinesi a colpire sempre più in profondità nel territorio israeliano. «Ora ci dobbiamo concentrare sulla sicurezza dei nostri cittadini», ha concluso Gantz.
Il partito Blu e Bianco, fondato da Gantz e il centrista Yair Lapid, ha un leggero vantaggio nei sondaggi sul Likud di Netanyahu e la questione della sicurezza a Gaza potrebbe pesare sulle elezioni del 9 aprile. Per questo il premier ha rinunciato a un soggiorno più lungo a Washington, dove Donald Trump oggi firmerà l’atto di riconoscimento della sovranità israeliana sul Golan, a questo punto passata in secondo piano.










Tag: #Esteri

Altri articoli pubblicati da La Stampa

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

«La sola cosa di cui abbiamo bisogno è un futuro. E la cosa più triste è che la maggior parte bambini non è consapevole del destino che ci aspetta. L’umanità si trova a un bivio e noi dobbiamo decidere...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

«In Lara Bombonati c’è un livello di sofferenza altissimo che tutt’ora la porta a vivere in uno stato di totale isolamento in carcere. La storia delle violenze subite che lei riferisce è plausibile». Il...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Con l’accusa di maltrattamenti nei confronti dei loro piccoli alunni due maestre sono state sospese dal servizio per un anno. È accaduto in Campania. A inchiodarle le immagini registrate dalle telecamere nascoste in una classe di una...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Una svolta sul fronte giurisprudenziale con conseguenze sui pazienti e sulle loro famiglie. La annunciano il CSA - Coordinamento Sanità e Assistenza fra i movimenti di base e Fondazione Promozione Sociale Onlus rimandando al Consiglio di...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Dopo aver fatto parlare di sè nelle ultime settimane, prima lamentandosi di essere single da 10 anni e poi rivelando di avere avuto una cotta per Tom Hanks, Charlize Theron finisce di nuovo sulle cronache di mezzo mondo rivelando al Daily Mail ...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Tragedia familiare questa mattina in Veneto. Una anziana è stata uccisa dal marito nella loro abitazione nel sestiere di Castello, a Venezia, con una coltellata. Sul posto la squadra mobile e il Suem che ha portato in ospedale l’autore...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

«Vi è un gran numero di paesi che si trovano in situazioni senza precedenti. Ma non credo che questi cambiamenti possano avere conseguenze sul funzionamento del Parlamento, della Commissione e del Consiglio europeo, e meno ancora...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Alla festa per il suo 99° compleanno, il 30 gennaio, aveva espresso un desiderio: «Incontrare Papa Francesco. Porta il mio stesso nome. È una figura con cui vorrei avere un dialogo». Non l’ha realizzato, ma è...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

È diventato realtà il peggiore degli scenari per Fabrizio Corona, rientrato in carcere lo scorso 25 marzo. L’ex re dei paparazzi dovrà restare in cella per via del provvedimento del Tribunale di sorveglianza di Milano che...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

«Trovo gravissimo che la Lega con così tanta superficialità ogni volta che gli gira minacci di far cadere il governo. Ma poi per cosa? Per non mettere in panchina un loro sottosegretario indagato per corruzione (che potrà...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Ancora un calo per il clima di fiducia dei consumatori, il terzo consecutivo. Ad aprile l’indice passa da 111,2 a 110,5. «È sceso ancora in aprile toccando il livello più basso da luglio 2017» ha detto l’Istat....

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Ancora un calo per il clima di fiducia dei consumatori, il terzo consecutivo. Ad aprile l’indice passa da 111,2 a 110,5. «È sceso ancora in aprile toccando il livello più basso nel periodo agosto 2017-aprile 2019» ha...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Il 21 aprile a Roma si celebra Pasqua ma anche Natale. Quello della Città eterna che quest’anno spegne le sue 2772 candeline con una doppia festa. Come dire un’occasione in più per fare omaggio alla Capitale augurandole buon ...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Era un manager che arrivava a Roma sull’onda delle referenze più alte, quelle dell’assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari e del suo illustre mentore Beppe Grillo. Eppure la parabola di Lorenzo Bagnacani, l’ex...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Sull’Irlanda del Nord torna l’ombra del terrore dei tre decenni, fra il 1970 e il 1990, di attentati messi a segno dall’Ira contro il governo di Londra . Una giornalista di 29 anni è morta in seguito ad alcuni scontri a...