Le monetine della Fontana di Trevi? Da aprile non andranno più solo a Caritas 

Pubblicato sabato, 12 gennaio 2019 ‐ La Stampa


Le monetine gettate dentro Fontana di Trevi continueranno ad essere gestite dalla Caritas fino a fine marzo, poi da inizio aprile entrerà in vigore un nuovo sistema di impiego che il Campidoglio sta ancora affinando. Il “tesoretto” delle monetine - stimato in oltre 1 milione di euro all’anno - dovrebbe essere impiegato in parte per finanziare progetti sociali, in parte per la manutenzione del patrimonio culturale cittadino. Si punta, innanzitutto, a strutturare un sistema di conteggio delle monete che turisti e romani lanciano tradizionalmente nella prestigiosa fontana come buon auspicio.
A ottobre 2017 una memoria di giunta aveva stabilito di “internalizzare” la gestione delle monete in capo al Comune per destinarle a iniziative benefiche. Lo stesso Campidoglio aveva poi deciso di prorogare l’attuale sistema per tutto il 2018 per definire il nuovo meccanismo. Che, però, al momento non è ancora stato definito nei dettagli. Per cui un’altra memoria di giunta, questa volta datata 28 dicembre 2018, ha prorogato per altri tre mesi la gestione dei soldi da parte della Caritas, posticipando il cambiamento al mese di aprile. Si starebbe ragionando, tra le altre cose, sulla possibilità di lasciare alla Caritas la gestione degli introiti da destinare a progetti sociali specifici, ma anche su quella di includere altre realtà per potenziare ad esempio l’accoglienza dei senza fissa dimora.
La memoria di giunta individua in Acea «il soggetto da incaricare» per il prelievo delle monete e prospetta questa soluzione: «Il ricavato della raccolta dovrà essere destinato, al netto di quanto necessario alla copertura delle spese dell’addendum contrattuale con la società Acea, in misura prevalente al finanziamento di progetti sociali e per la restante parte alla manutenzione ordinaria del patrimonio culturale». Dalla Caritas diocesana di Roma, il direttore Don Benoni Ambarus dice a Radio Vaticana Italia di aver «appreso ovviamente con una certa preoccupazione questa notizia», sperando di «poter continuare a dire grazie ai milioni di turisti che in questi anni hanno creato una marea di solidarietà con le loro monetine» e poter proseguire «questa nostra azione di solidarietà».
«C’è tutto il nostro desiderio - aggiunge - di continuare la collaborazione con l’amministrazione capitolina anche per la gestione delle monetine. Ricordiamoci che ci è stata consegnata semplicemente perché alla fine si è sempre creduto in tutti questi anni nell’azione significativa di solidarietà sociale che la Caritas ha svolto, che tutta la Chiesa di Roma ha svolto. Quindi c’è tutta la nostra disponibilità a continuare a collaborare e la speranza che possiamo essere riconosciuti ancora come agenti di bene `nascosto´». Intanto Avvenire, il giornale della Cei, sintetizza così la novità: «In concreto, per la Caritas diocesana vorrà dire un taglio secco di un milione e mezzo di euro. Una decisione che porterà a ridurre o chiudere molti servizi per i più poveri. Con prevedibili ripercussioni sul clima sociale della città».










Tag: #Italia #Cronache

Altri articoli pubblicati da La Stampa

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ La Stampa

Detto molto semplice, piove sempre sul bagnato. Chi è già ricco lo diventa sempre di più. E tutti gli altri? Va sempre peggio. Il rapporto Oxfam “Public good or private wealth”, “Bene pubblico o ricchezza...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ La Stampa

Detto molto semplice, piove sempre sul bagnato. Chi è già ricco lo diventa sempre di più. E tutti gli altri? Va sempre peggio. Il rapporto Oxfam “Public good or private wealth”, “Bene pubblico o ricchezza...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ La Stampa

Una neonata di tre giorni è morta la scorsa notte all’ospedale San Bortolo di Vicenza dopo essere stata gettata a terra in casa dalla madre, forse per una crisi depressiva post partum. L’episodio è avvenuto la scorsa notte a ...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ La Stampa

Partenza alle 5. Puntuali. In pullman, destinazione il Sigep , la fiera internazionale del gelato di Rimini. In viaggio con la cinquantina di dipendenti della Pernigotti che hanno deciso di manifestare alla rassegna alimentare dove anche...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ La Stampa

I soccorritori non potranno raggiungere Julen prima di domani. Lo ha spiegato in conferenza stampa Angel Garcia, il coordinatore del gruppo di ricerca che da una settimana scava senza sosta per cerca di salvare il bimbo andaluso di 2 anni precipitato ...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ La Stampa

La discesa in campo in Sardegna dei big nazionali come Di Maio e Toninelli non è servita al Movimento Cinquestelle a riconquistare il seggio di Cagliari alla Camera. Che passa dalla maggioranza del governo gialloverde all’opposizione di...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ La Stampa

L’economia cinese frena ancora nel quarto trimestre 2018 con una crescita del Pil attesa a 6,4% (rispetto al 6,5% del trimestre precedente), in linea con le attese. Nell’intero 2018, secondo i dati dell’Ufficio nazionale di...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ La Stampa

Da un po’ di tempo, la Luna è diventata un po’ smaniosa di protagonismo. Quasi come se volesse apparire ancora più importante, in un anno aperto dalla storica impresa della sonda cinese Chang’e 4, che per la prima...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ La Stampa

In balia del mare per ore e solo in nottata soccorsi da un cargo inviato dalla Libia, dove torneranno. Si è rischiata ieri una nuova strage in quel Mediterraneo che continua ad essere un cimitero dei migranti. In 100 - tra cui venti donne e...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ La Stampa

Ogni volta è Luigi Di Maio a caricarsi la responsabilità della svolta, determinando una maturazione del M5S da movimento di piazza, partorito da un Vaffa, a partito di governo. Così è stato con l’euro, così...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ La Stampa

Stelle cadenti. Roger Federer, 37 anni, e Lindsey Vonn, 34, il Genio e la Divina, una religione per gli appassionati di tennis e sci. Tristi, battuti e «vecchietti». Una lenta passeggiata sul viale del tramonto per due icone che hanno...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ La Stampa

Trovarsela ogni giorno davanti a scuola ad accompagnare i rispettivi figli le era diventato insopportabile. Gorlago è un piccolo centro della bergamasca. Fa appena cinquemila abitanti. Tutti conoscono tutti. Tanti sapevano della storia di...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ La Stampa

L’ospite più sgradito, quello che nessuno avrebbe voluto invitare a Davos, è Sua Infausta Maestà l’Incertezza. Chi trasforma gli umori in grafico sostiene che in questo secolo non è mai stata così...

Pubblicato domenica, 20 gennaio 2019 ‐ La Stampa

«Sembrerà strano: amo la politica ma preferisco farla fuori dalle istituzioni. Non mi candiderò quindi alle Europee. Sto vedendo che si può incidere anche dal di fuori». Così Alessandro Di Battista spiega a...

Pubblicato domenica, 20 gennaio 2019 ‐ La Stampa

Una morte ancora da chiarire da un lato, la polemica politica che continua dall’altro. Non c’è pace a Empoli, dove tre giorni fa Arafet Arfaoui, un 31enne di origine tunisina, è morto durante un fermo di polizia con mani e...