L’Africa chiede le scuse di Matteo Salvini 

Pubblicato mercoledì, 19 settembre 2018 ‐ La Stampa


L’Africa pretende le scuse di Matteo Salvini. Le parole del vicepremier sono motivo di «costernazione» per l’Unione africana (Ua), che non ha gradito l’accostamento dei richiedenti asilo agli schiavi, fatto dal leader della Lega al vertice di Vienna della scorsa settimana nello scontro con il ministro del Lussemburgo.
 
 
L’Ua, di cui fanno parte tutti i 55 Stati africani, chiede conto al leader leghista. «Negli interessi di un impegno costruttivo nel dibattito sulla migrazione tra i due continenti, l’Unione africana chiede al vice primo ministro italiano di ritrattare la sua dichiarazione dispregiativa sui migranti africani», chiede l’Unione. 
 
Salvini è ormai al centro di un continuo acceso confronto con i partner europei in tema di immigrazione. È però la prima volta che la questione esce dalle logiche di un dibattito politico tutto a dodici stelle per diventare motivo di dibattito tra Unione europea e Unione africana, che pure hanno deciso di lavorare assieme per trovare una soluzione al fenomeno. 
 
Qualche parola di troppo
 
Tutto nasce cinque giorni fa, a Vienna. La presidenza di turno del Consiglio dell’Ue ha ospitato una conferenza sull’immigrazione, a cui ha partecipato anche Salvini, che a un certo punto del suo intervento ha finito col dire che in Italia «non abbiamo l’esigenza di avere nuovi schiavi». Parole non gradite dal ministro degli Esteri lussemburghesi («e che cavolo!», ha detto secondo la versione edulcorata che riportiamo), ancora meno al di là del Mediterraneo. Salvini si ritrova ora al centro di un incidente diplomatico di dimensioni sempre più inaspettate. 
 
L’Africa a Salvini: Italia deve molto a suoi emigrati
 
Tutti gli Stati africani chiedono al vicepremier di rimediare e ricordano al diretto interessato un po’ di storia del Belpaese. Viene ricordata la «diaspora» degli italiani, di quando, tra il 1861 e il 1976, più di 26 milioni di persone sono emigrate, tutte alla ricerca di una vita migliore, come oggi tanti africani (e, va detto, ancora qualche italiano). Praticamente un italiano su quattro ha chiesto ospitalità e accoglienza a un altro Paese, in Europa e in America. «Ed è documentato che l’Italia ne ha tratto beneficio attraverso le rimesse e il commercio», fa notare l’Unione africana. Vista la sua storia, l’Italia è esortata a «emulare» Stati dell’Ue come la Spagna, che, si fa notare sempre al ministro italiano, «ha esteso il sostegno e la protezione ai migranti in difficoltà». Messaggio più chiaro non si può. 
 
Crisi Ua-Salvini un problema per l’Ue
 
La Commissione europea ha lavorato molto alla «dimensione esterna» del fenomeno migratorio, vale a dire l’insieme delle misure per le persone in movimento verso il territorio europeo ma non ancora con un piede sulla frontiere comunitaria. Un’attività, che ha visto l’italiana Federica Mogherini spendersi in prima persona, che ha nel summit Ue-Ua di Abidja del novembre un momento importante. Le due Unioni hanno deciso di creare una task force per i flussi su suolo africano, che potrà operare, di concerto con l’Onu, anche in Libia. Ecco il motivo per cui da Addis Abeba, capitale dell’Unione africana, si ricorda che è nell’interesse dell’Italia, in quanto stato dell’Ue, chiedere scusa. «L’attuale crisi migratoria in Europa offre un’opportunità per l’Africa e l’Europa di impegnarsi in un dialogo» tra le due sponde del Mediterraneo, ricorda l’Ua. Dialogo che Salvini ha interrotto, preferendo la via dello scontro. 
 










Tag: #Esteri

Altri articoli pubblicati da La Stampa

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

Il presidente francese, Emmanuel Macron, nel corso del discorso alla nazione in risposta al movimento di contestazione dei gilet gialli, ha annunciato un aumento del salario minimo mensile di 100 euro a partire dal 2019, precisando che non...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

Due italiani su tre pensano che l’appartenenza all’UE sia positiva per l’Italia, in forte aumento rispetto a un anno fa, secondo l’ultimo Eurobarometro. Si tratta di un aumento di 15 punti percentuali dal dicembre 2017 (49%)....

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

Un tribunale cinese ha vietato la vendita di alcuni modelli di iPhone nel paese, accogliendo la richiesta di Qualcomm nell’ambito di una controversia legale con Apple. L’azienda statunitense che produce chip lo ha comunicato in una nota....

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

Una tragedia, sulle cui cause sono in pieno corso gli aggiornamenti. È accaduta a Saluzzo, dove oggi, intorno alle 16,30, (lunedì 10 dicembre), un padre - Luigi Cadorin, 72 anni, - ha ucciso il figlio disabile, Luca, di 42....

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

Una nuova frontiera: di quelle che spingono la Medicina in territori inesplorati, e sono foriere di nuove scoperte. Non a caso, come è la regola in questi casi, il risultato è stato ottenuto grazie agli sforzi di un consorzio...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

Chiesto il giudizio immediato per Luca Alfredo Lanzalone, il legale genovese incaricato dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi, della presidenza di Acea su suggerimento di altri esponenti dei 5 Stelle. Insieme a lui andranno a processo con rito...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

«Nei prossimi giorni manderò una circolare per sensibilizzare il corpo docente e le scuole affinché vengano diminuiti i compiti per le vacanze di Natale». Lo ha annunciato il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti,...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

Sette persone, compresa una donna incinta, sono rimaste ferite in un agguato ieri sera alla fermata dell’autobus di fronte all’insediamento di Ofra, in Cisgiordania. Il terrorista ha sparato da un auto in corsa. L’attacco ha...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

Sono tre parole. Scritte su un foglio strappato a un quaderno. Hanno accanto disegni e fiori. «Mi dispiace che sei morta». È la lettera che hanno scritto alla loro mamma, morta schiacciata nella strage della discoteca «La...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

Se dall’analisi costi benefici sulla Tav non dovessero arrivare risposte chiara una strada potrebbe essere quella del referendum. Lo ha detto il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini. «Aspettiamo il rapporto costi e...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

Sono state sradicate nella notte, in pieno centro di Roma. Venti pietre d’inciampo, installate nel 2012 e realizzate dall’artista tedesco Gunter Demnig in ricordo degli ebrei deportati dai nazifascisti ed uccisi ad Auschwitz, sono state...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

Per mesi le hanno dato la caccia. Sono stati impiegati centinaia di uomini, utilizzati droni e moderne tecnologie. Persino un costoso profumo che avrebbe dovuto attirarla. Un sforzo incredibile per catturare una tigre ritenuta colpevole di aver...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

Un maxi-intervento del 118, causato dall’uso di uno spray al peperoncino, si è reso necessario, a Pavia, all’interno di una scuola superiore. Lo ha reso noto l’Areu, l’Azienda regionale emergenza-urgenza. Le ambulanze...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

La parola Brexit ha un’origine precisa e una singola persona che può dire di averla coniata. L’Oxford English Dictionary. Brexit è parola composta dall’aggettivo british e dal sostantivo exit, cioè...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ La Stampa

L’oggetto della mail attira subito l’attenzione: «Alunni di etnia rom senza Isee». Il messaggio fa il giro degli uffici del Comune di Roma e alla fine porta a galla una storia che imbarazza il Campidoglio. La lista degli...