“I benefici del reddito di cittadinanza finiranno per due terzi al Sud”  

Pubblicato giovedì, 08 novembre 2018 ‐ La Stampa


Per i due terzi i benefici del reddito di cittadinanza finiranno al Sud. Nonostante questo, però, l’intervento del governo gialloverde sui redditi sotto la soglia di povertà rischia di trasformarsi in un flop. Non solo, ma i fondi a disposizione, pur ingenti, non sono assolutamente sufficienti ad assicurare a tutti i 780 euro al mese promessi. Al posto degli 8 miliardi stanziati con la legge di Bilancio ne servirebbero infatti 15.
 

 
In attesa che questa misura venga dettagliata, la Svimez - che ha presentato il suo rapporto annuale - ha effettuato una stima sull’impatto del Reddito di cittadinanza oltre che del complesso della manovra per il 2019. Risultato? Considerando una spesa di 8 miliardi, al netto di 1 miliardo destinato alla riqualificazione dei centri per l’impiego, la misura – spiega il rapporto - consentirebbe di ampliare significativamente la platea dei destinatari rispetto all’attuale Reddito di inclusione ma non di assicurare il raggiungimento della soglia dei 780 euro indicata dal governo, in quanto, secondo i calcoli dell’Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno, per arrivare a questa soglia bisognerebbe stanziare il doppio dei fondi, 15 miliardi di euro. Con le risorse attuali, infatti, sarebbe possibile erogare solamente un sussidio compreso tra i 255 euro per una famiglia con un solo componente e i 712 per una con 5 o più componenti.  
 
Il gap dei servizi per l’impiego 
L’efficacia di un sussidio monetario in zone quali le periferie urbane, le aree interne del Sud come del Nord in cui sono estremamente deboli le strutture pubbliche che offrono servizi al cittadino – rileva poi la Svimez - dipenderà dal collegamento tra il beneficio economico e la partecipazione a programmi di attivazione e di accettazione di offerte di lavoro. E ciò, nel Mezzogiorno soprattutto, rischia di non potersi realizzare per le attuali, scarse potenzialità dei centri per l’impiego. Senza dimenticare che solo la effettiva disponibilità di posti di lavoro nelle aree meridionali può consentire di non trasformare questa misura in assistenziale. 
 
Più in generale, grazie al significativo incremento delle di prestazioni sociali e consumi collettivi, sostenute dal pensionamento anticipato (Quota 100) e dall’avvio del Reddito di cittadinanza, è comunque il Mezzogiorno che guadagna di più dalle misure espansive inserite nella manovra assorbendo ben il 40% delle maggiori spese previste nel 2019-20. Col risultato che il Pil del Mezzogiorno aumenterebbe dello 0,3% nel 2019 rispetto all’1% previsto e di poco più dello 0,4% nel 2020 rispetto al +0,9% ipotizzato rimanendo di fatto stabile, contro il +02% e +0,24% del Centro-Nord che invece continuerebbe a declinare rispetto al 2017-2018.  
 
La Svimez ha valutato anche l’effetto dell’ampliamento dello spread: ipotizzando una innalzamento nel 2019 e 2020 sui livelli attuali (300 punti) nel Mezzogiorno si avrebbe una minore crescita nel 2019 di circa lo 0,33% e dell’ 0,35% nel 2020. Nel Centro-Nord, invece, l’effetto sarebbe più morbido: -0,22% nel 2019 e dello 0,25% nel 2020.  










Tag: #Economia

Altri articoli pubblicati da La Stampa

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

«La sola cosa di cui abbiamo bisogno è un futuro. E la cosa più triste è che la maggior parte bambini non è consapevole del destino che ci aspetta. L’umanità si trova a un bivio e noi dobbiamo decidere...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

«In Lara Bombonati c’è un livello di sofferenza altissimo che tutt’ora la porta a vivere in uno stato di totale isolamento in carcere. La storia delle violenze subite che lei riferisce è plausibile». Il...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Con l’accusa di maltrattamenti nei confronti dei loro piccoli alunni due maestre sono state sospese dal servizio per un anno. È accaduto in Campania. A inchiodarle le immagini registrate dalle telecamere nascoste in una classe di una...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Una svolta sul fronte giurisprudenziale con conseguenze sui pazienti e sulle loro famiglie. La annunciano il CSA - Coordinamento Sanità e Assistenza fra i movimenti di base e Fondazione Promozione Sociale Onlus rimandando al Consiglio di...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Dopo aver fatto parlare di sè nelle ultime settimane, prima lamentandosi di essere single da 10 anni e poi rivelando di avere avuto una cotta per Tom Hanks, Charlize Theron finisce di nuovo sulle cronache di mezzo mondo rivelando al Daily Mail ...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Tragedia familiare questa mattina in Veneto. Una anziana è stata uccisa dal marito nella loro abitazione nel sestiere di Castello, a Venezia, con una coltellata. Sul posto la squadra mobile e il Suem che ha portato in ospedale l’autore...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

«Vi è un gran numero di paesi che si trovano in situazioni senza precedenti. Ma non credo che questi cambiamenti possano avere conseguenze sul funzionamento del Parlamento, della Commissione e del Consiglio europeo, e meno ancora...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Alla festa per il suo 99° compleanno, il 30 gennaio, aveva espresso un desiderio: «Incontrare Papa Francesco. Porta il mio stesso nome. È una figura con cui vorrei avere un dialogo». Non l’ha realizzato, ma è...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

È diventato realtà il peggiore degli scenari per Fabrizio Corona, rientrato in carcere lo scorso 25 marzo. L’ex re dei paparazzi dovrà restare in cella per via del provvedimento del Tribunale di sorveglianza di Milano che...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

«Trovo gravissimo che la Lega con così tanta superficialità ogni volta che gli gira minacci di far cadere il governo. Ma poi per cosa? Per non mettere in panchina un loro sottosegretario indagato per corruzione (che potrà...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Ancora un calo per il clima di fiducia dei consumatori, il terzo consecutivo. Ad aprile l’indice passa da 111,2 a 110,5. «È sceso ancora in aprile toccando il livello più basso da luglio 2017» ha detto l’Istat....

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Ancora un calo per il clima di fiducia dei consumatori, il terzo consecutivo. Ad aprile l’indice passa da 111,2 a 110,5. «È sceso ancora in aprile toccando il livello più basso nel periodo agosto 2017-aprile 2019» ha...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Il 21 aprile a Roma si celebra Pasqua ma anche Natale. Quello della Città eterna che quest’anno spegne le sue 2772 candeline con una doppia festa. Come dire un’occasione in più per fare omaggio alla Capitale augurandole buon ...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Era un manager che arrivava a Roma sull’onda delle referenze più alte, quelle dell’assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari e del suo illustre mentore Beppe Grillo. Eppure la parabola di Lorenzo Bagnacani, l’ex...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ La Stampa

Sull’Irlanda del Nord torna l’ombra del terrore dei tre decenni, fra il 1970 e il 1990, di attentati messi a segno dall’Ira contro il governo di Londra . Una giornalista di 29 anni è morta in seguito ad alcuni scontri a...