Wanbao, dal baratro del fallimento alle prime assunzioni: storia di una fabbrica che rialza la testa

Pubblicato venerdì, 10 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Dalla "fuga" della proprietà cinese al baratro della chiusura, al commissariamento e, ora, addirittura alle prime assunzioni. Quella della Wanbao di Mel, provincia di Belluno, è una storia che fa eccezione nel panorama del declino industriale italiano. Oggi nella fabbrica di motori per frigoriferi sono entrati gli ultimi sei operai assunti (anzi, per lo più operaie) del drappello di 18 che l'azienda ha recuperato tra i 140 licenziamenti del 2018. Gli altri 12 avevano già varcato i cancelli a giugno. Un rientro in fabbrica, dunque, e soprattutto un segnale incoraggiante per il futuro. Che resta comunque in ripida salita. "Stamattina ero lì ad accoglierli - racconta Stefano Bona, segretario della Fiom-Cgil bellunese - . Grande gioia e commozione per tutti. Ma la battaglia continua".


La fabbrica va bene ma i cinesi se ne vanno: la storia paradossale della Wanbao che resiste alla crisi
dal nostro inviato MARCO PATUCCHI


La fabbrica di Mel è un ex stabilimento della Zanussi, costruito dopo la tragedia del Vajont per aiutare la ripresa del territorio.  A inizio 2020 la Wanbao, gruppo semi-pubblico cinese, nonostante il buon andamento degli ordini decide di andarsene perché ritiene troppo alti i costi di produzione. Oltre 350 operai rischiano il posto, poi arriva la dichiarazione dello stato di insolvenza che apre le porte al commissariamento. I lavoratori si sentono rinfrancati dando per scontata la nomina, come commissario, di Maurizio Castro che già aveva svolto bene questo ruolo prima dell’arrivo dei cinesi e che ha legami solidi con fornitori e clienti della fabbrica (soprattutto i grandi produttori europei di elettrodomestici come Electrolux e Bosh). Il ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, invece, spiazza tutti e a marzo insedia la sua conterranea Anna De Pasquale.  I sindacati si ribellano e vanno in pressing insieme alla politica locale e al ministro dei Rapporti con il Parlamento, il bellunese Federico d’Incà (M5S come il collega): Patuanelli torna sui suoi passi e a metà maggio nomina Castro che, nel giro di poche settimane, riallaccia i rapporti con i clienti implementando la produzione di 1,7 milioni di motori nel 2020 e 1,9 il prossimo anno.



Wanbao, Patuanelli sceglie il commissario e spiazza tutti. I sindacati: "Un errore, così rischiamo"
di MARCO PATUCCHI


La scorsa settimana la presentazione del piano industriale al Mise che, a regime, prevede l'obiettivo di altre 40/50 assunzioni. Tutto dipende da quanto la fabbrica sarà in grado di spingere i volumi produttivi a ridosso dei 2 milioni di pezzi all'anno (attualmente, come detto, sono 1,7 milioni), un target che si incentra sul perfezionamento di un nuovo motore a velocità variabile (già in produzione) che, se reso economicamente e tecnologicamente più sostenibile, potrà interessare a clienti di alto livello come Bosh e Electrolux. Non solo un obiettivo commerciale, visto che la missione del commissario è quella di trovare un acquirente dello stabilimento (Castro non esclude di presentare il bando già entro la fine dell'anno) e i candidati potrebbero essere proprio i grandi produttori europei di elttrodomestici che, in fase post Covid, potrebbero puntare ad una filiera continentale dopo la grande migrazione verso l'estremo oriente.


Da Belluno a Termini Imerese: storie di fabbriche salvate dalla lotta degli operai
di MARCO PATUCCHI


Tagliata fuori dai prestiti con garanzia Sace, dal momento che la crisi Wanbao è precedente alla pandemia, l'azienda per reperire risorse finanziarie sta seguendo il percorso del fondi di garanzia della legge Prodi, per il quale servirà il placet della Commissione europea. Uno strumento che al momento, però, garantirebbe finanziamenti per soli 4 milioni di euro mentre il piano industriale di Castro necessiterebbe di 15 milioni. In questo senso si sta attivando anche la regione Veneto che ha messo intorno a un tavolo le banche locali per studiare un'operazione di sistema.


"La prospettiva resta molto complicata - spiega Bona - ma intanto oggi godiamoci queste prime assunzioni che portano a 305 il numero degli addetti. Rappresentano un segnale importante per il territorio, perchè si tratta di persone che due anni fa erano state messe fuori dalla fabbrica e che hanno resistito convinte prima o poi di poterci tornare. E poi dodici di loro sono donne e anche questo è un segnale fondamentale".

Tag: #Economia

Altri articoli pubblicati da La Repubblica.it

Pubblicato venerdì, 07 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

E dopo averlo per giorni minacciato, il presidente americano Donald Trump ha firmato un decreto che obbliga la cinese ByteDance a vendere la partecipazione nelle operazioni di TikTok negli Usa. "Ogni società che continuerà a fare affari con TikTok fra...

Pubblicato venerdì, 07 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

A Beirut è stato arrestato il direttore del porto, nell'ambito dell'inchiesta sulla terrificante esplosione avvenuta martedì che ha provocato almeno 137 morti e 5.000 feriti. Hassan Qureitem è stato arrestato dalla polizia militare...

Pubblicato venerdì, 07 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

Una città immaginaria, eppure così viva nelle emozioni, nei dolori, nelle gioie dei suoi personaggi, così acutamente descritta nelle sue dinamiche sociali da sembrare più vera di una città reale. È la Vigàta siciliana che Andrea Camilleri inventò ...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

Più di 19 milioni di casi del nuovo coronavirus sono stati segnalati in tutto il mondo, di cui un milione in quattro giorni, secondo un conteggio effettuato da AFP da fonti ufficiali giovedì alle 23:00 GMT. In totale sono stati segnalati almeno...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

 Nel centro di accoglienza di Treviso, all’ex caserma Serena di Casier, la situazione peggiora ancora. Con il terzo giro di tamponi sono emersi 244 positivi, tra cui 11 operatori. Ora è il cluster più grande d’Italia. La scorsa settimana le...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

Operazione reti pulite. L’hanno chiamata proprio così l’offensiva dell’amministrazione Trump che mira a rimuovere dall’App Store le applicazioni cinesi che secondo il segretario di stato Mike Pompeo «non sono affidabili»: la...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Case più sicure, efficienti e sostenibili. E' operativo il Superbonus al 110% previsto dal decreto Rilancio. Il ministro dello Sviluppo Patuanelli ha firmato i decreti attuativi del provvedimento per gli interventi di...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - La scuola al centro del Paese, anche delle sue aspettative. La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha detto in tv, a La7: "Assumiamo 84.808 insegnanti a tempo indeterminato, me lo ha comunicato il ministro Gualtieri un'ora...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

Un uomo armato ha preso "in ostaggio sei persone" in una banca di Le Havre, nel nord della Francia. La polizia locale è intervenuta, in serata l'uomo, che ha chiesto "ingresso libero per i palestinesi alla Moschea di al-Aqsa", ha rilasciato quatteo dei...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

DUISBURG – Finisce subito l’avventura tedesca di Europa League per la Roma. Sul campo neutro di Duisburg infatti, i giallorossi vengono superati per 2-0 dal Siviglia che adesso affronterà ai quarti la vincente del match tra Wolves e ...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

CITTA' DEL VATICANO - Hanno studiato ad Harvard, insegnano nelle più prestigiose università del mondo, siedono nelle stanze dei bottoni di grandi aziende del calibro di Telefonica, Bankia, Hsbc. Oggi Papa Francesco ha chiamato sei donne, laiche,...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

LONDRA - Jaguar Land Rover ha incaricato i suoi ricercatori ed ingegneri di sviluppare un programma che riesca a ridurre le sollecitazioni legate a frenate, curve, e accelerazioni durante il viaggio in auto che causano mal d'auto. Il...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

BERLINO – Un’azienda ambiziosa, affari che crescono vorticosamente, connessioni politiche opache, l'ombra della malavita organizzata e poi un crac clamoroso, con i manager inseguiti da mandato di cattura: mancava solo un cadavere...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

No, la ricostruzione in 3D del volto - diciamolo subito - non è un capolavoro. Raffaello non vogliamo ricordarlo così. Meglio riguardare il pittore raffigurato da se stesso nella Scuola di Atene (smemorati, cercate su Google), nelle Stanze...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

Sebastian Vettel scanzonato sul proprio futuro ("Ho tante opzioni, magari anche il divano o un gioco da tavolo. L'importante è che sia felice"); Charles Leclerc che un futuro certo ce l'ha in Ferrari, impegnato invece a difendere la propria immagine...