Usa, Trump nomina Barr ministro della Giustizia e Nauert ambasciatrice Usa all'Onu

Pubblicato venerdì, 07 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

Doppia nomina per Donald Trump: il presidente ha nominato William Barr nuovo ministro della Giustizia della sua amministrazione e Heather Nauert per il ruolo di ambasciatore all'Onu.


Lo ha riferito lo stesso presidente Usa, parlando con i giornalisti alla Casa Bianca, secondo quanto riferiscono i corrispondenti della Cnn Jim Acosta e Abby Phillip.


Le nomina dovranno naturalmente essere confermate da quel Senato dove Trump ha la maggioranza.
Il ruolo chiave all'Onu e lo schiaffo su Hamas
Ma già molti analisti lamentano la scelta di Nauert, che si troverebbe in una posizione crucuale per la diplomazia americana, è una neofita della politica estera. Un tipo di background che certo mancava anche a Nikki Haley: che però quanto meno aveva una formazione politica più solida, essendo stata due volte governatore della Carolina del Sud. Sul tavolo della nuova ambasciatrice, alcuni dei dossier più caldi del momento: dai rapporti con la Corea del Nord alle sanzioni contro l'Iran.


Intanto proprio dalle Nazioni Unite arriva un sonoro schiaffo alla politica americana in Medio Oriente: non è passata infatti all'Assemblea Generale la bozza di risoluzione voluta proprio dalla Haley che per la prima volta avrebbe condannato Hamas, il gruppo islamista che dal 2007 controlla la Striscia di Gaza, per il lancio di razzi contro Israele. Il testo ha ottenuto 87 voti favorevoli e 57 contrari, mentre le astensioni sono state 33, e non è stata quindi raggiunta la maggioranza richiesta dei due terzi. Prima del voto Haley aveva detto "chiedo ai fratelli e alle sorelle arabe: il vostro disprezzo per Israele è tanto forte da difendere un'organizzazione terroristica?".


A ostacolare il piano è stata la richiesta del Kuwait di applicare la regola dei due terzi quando di norma per le risoluzioni dell'Assemblea, non vincolanti, è sufficiente la maggioranza. La bozza non è stata votata da Cina e Russia, mentre ha ricevuto il sostegno, tra gli altri, dei paesi dell'Unione europea e di Giappone, Canada, Australia, Messico, Argentina, Brasile e Colombia. Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, ha comunque ringraziato gli 87 Paesi che hanno votato a favore del testo. "Anche se non ha raggiunto la maggioranza dei due terzi, questa è la prima volta che la maggioranza dei Paesi (dell'Onu) vota contro Hamas e ringrazio tutti gli 87 Paesi che hanno assunto una posizione di principio contro Hamas", ha commentato.


Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, ha invece criticato l'Assemblea generale per l'esito della votazione."Solo pochi giorni dopo che Hamas ha sparato indiscriminatamente migliaia di missili contro i cittadini israeliani, l'Onu non è stata in grado di adottare una risoluzione che condanni questa banda di terroristi. E' un altro vergognoso atto di pregiudizio nei confronti dello Stato ebraico".


 

Tag: #Esteri

Altri articoli pubblicati da La Repubblica.it

Pubblicato mercoledì, 12 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

PARIGI - Come tanti terroristi coinvolti in recenti attentati, anche lui era noto all'intelligence, schedato nella banca dati “fiche S” dove vengono schedati gli individui che sono una minaccia per la sicurezza nazionale. Chérif, 29 anni, nato a...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

La giustizia canadese concede a Lady Huawei la libertà su cauzione. Il giudice - riportano i media americani - ha fissato in 10 milioni di dollari canadesi la somma da pagare ordinando a Meng Wanzhou, la 46enne responsabile finanziario...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

MILANO - Il veleno è nella coda. L'Inter lascia la Champions con l'amarezza di chi esce con gli stessi punti di chi, invece, passa il turno. Non solo: l'Inter è l'unica a non battere il Psv in casa, in questa fase a girone. E...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

Martedì sera intorno alle 20 c'è stata una sparatoria nel centro di Strasburgo, in Francia, nei pressi del mercatino di Natale, come confermato sia dal vice sindaco della città, Alain Fontanel che dai vigili del fuoco francesi. "Spari nel centro di...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

Sono arrivati i risultati delle analisi sui 17 reperti del viadotto Morandi effettuate dal laboratorio dell'Empa (Laboratorio federale di prova dei materiali e di ricerca) di Dübendorf, vicino a Zurigo. Secondo quanto si apprende i risultati...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Spunta l'idea di mandare in pensione chi non ha "quota 100" - ovvero almeno 62 anni e 38 di contributi - e non arriva neanche ai requisiti, validi dal 2019, per la vecchiaia (67 anni) o l'anzianità (43 anni e 3 mesi). Ma Lega e...

Lite in diretta fra Trump e i leader democratici: "Se non finanziate il muro sarà shutdown" Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

Lite senza precedenti all'interno dello studio Ovale: dove, davanti ai gioralisti sbigottiti, il presidente americano Donald Trump si è scontrato con i leader democratici, quello della minoranza al Senato Chuck Schumer...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

PLZEN - "Come sto vivendo questo momento? Fa parte del nostro lavoro, è il calcio. Il fatto che io sia qui è perché c'è dall'altra parte la consapevolezza che c'è un allenatore che ha le sue idee anche se magari in questo momento...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

A raccogliere i rifiuti dei torinesi con il suo camion c'è da quasi 15 anni un artista del fumetto, tra gli storici disegnatori di Nathan Never e, ora, "papà" della nuova mascotte dell'Amiat, Taurino Netturbino. Francesco Bastianoni è una matita molto ...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

Orbitando attorno all’asteroide Bennu, la sonda della Nasa ha riconosciuto tracce di acqua. Non si tratta di acqua allo stato liquido, ma di molecole formate da un atomo di idrogeno e uno di ossigeno (idrossili in gergo tecnico), incorporate fra i...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

BERNA  - La Juventus ha un dovere, vincere il gruppo H e presentarsi da testa di serie al sorteggio di lunedì prossimo, e una preoccupazione, ovvero il prato in sintetico dello Stade de Suisse, che può generare qualche fastidio a...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

GERUSALEMME - Gli scarponi sono ancora sporchi di fango quando Matteo Salvini arriva nel tardo pomeriggio nella sede del Patriarcato cattolico di Gerusalemme, nel cuore della città vecchia. Lo attende Pierbattista Pizzaballa, il patriarca che aveva già ...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

A Capri all'inizio del Novecento viveva il pittore e utopista tedesco Karl Diefenbach che nell'isola al largo di Napoli stabilì la sua comunità, un mondo hippie ante litteram fatto di rapporto stretto con la natura, di relazioni antiborghesi, di musica ...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

MILANO - I mercati europei chiudono in buon rialzo, confidando in una svolta positiva nel braccio di ferro tra Cina e Usa in tema commerciale: eventualità che mette tra parentesi gli sviluppi sul caos Brexit. La notizia che il vice...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Trova l'intrusa. Trova la donna seduta ai tavoli del potere: la missione è quasi impossibile perché di donne, nei luoghi dove si decide la linea politica ed economica del Paese, ve ne sono davvero poche. Per avere un'idea di...