Usa, Trump nomina Barr ministro della Giustizia e Nauert ambasciatrice Usa all'Onu

Pubblicato venerdì, 07 dicembre 2018 ‐ La Repubblica.it

Doppia nomina per Donald Trump: il presidente ha nominato William Barr nuovo ministro della Giustizia della sua amministrazione e Heather Nauert per il ruolo di ambasciatore all'Onu.


Lo ha riferito lo stesso presidente Usa, parlando con i giornalisti alla Casa Bianca, secondo quanto riferiscono i corrispondenti della Cnn Jim Acosta e Abby Phillip.


Le nomina dovranno naturalmente essere confermate da quel Senato dove Trump ha la maggioranza.
Il ruolo chiave all'Onu e lo schiaffo su Hamas
Ma già molti analisti lamentano la scelta di Nauert, che si troverebbe in una posizione crucuale per la diplomazia americana, è una neofita della politica estera. Un tipo di background che certo mancava anche a Nikki Haley: che però quanto meno aveva una formazione politica più solida, essendo stata due volte governatore della Carolina del Sud. Sul tavolo della nuova ambasciatrice, alcuni dei dossier più caldi del momento: dai rapporti con la Corea del Nord alle sanzioni contro l'Iran.


Intanto proprio dalle Nazioni Unite arriva un sonoro schiaffo alla politica americana in Medio Oriente: non è passata infatti all'Assemblea Generale la bozza di risoluzione voluta proprio dalla Haley che per la prima volta avrebbe condannato Hamas, il gruppo islamista che dal 2007 controlla la Striscia di Gaza, per il lancio di razzi contro Israele. Il testo ha ottenuto 87 voti favorevoli e 57 contrari, mentre le astensioni sono state 33, e non è stata quindi raggiunta la maggioranza richiesta dei due terzi. Prima del voto Haley aveva detto "chiedo ai fratelli e alle sorelle arabe: il vostro disprezzo per Israele è tanto forte da difendere un'organizzazione terroristica?".


A ostacolare il piano è stata la richiesta del Kuwait di applicare la regola dei due terzi quando di norma per le risoluzioni dell'Assemblea, non vincolanti, è sufficiente la maggioranza. La bozza non è stata votata da Cina e Russia, mentre ha ricevuto il sostegno, tra gli altri, dei paesi dell'Unione europea e di Giappone, Canada, Australia, Messico, Argentina, Brasile e Colombia. Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, ha comunque ringraziato gli 87 Paesi che hanno votato a favore del testo. "Anche se non ha raggiunto la maggioranza dei due terzi, questa è la prima volta che la maggioranza dei Paesi (dell'Onu) vota contro Hamas e ringrazio tutti gli 87 Paesi che hanno assunto una posizione di principio contro Hamas", ha commentato.


Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, ha invece criticato l'Assemblea generale per l'esito della votazione."Solo pochi giorni dopo che Hamas ha sparato indiscriminatamente migliaia di missili contro i cittadini israeliani, l'Onu non è stata in grado di adottare una risoluzione che condanni questa banda di terroristi. E' un altro vergognoso atto di pregiudizio nei confronti dello Stato ebraico".


 

Tag: #Esteri

Altri articoli pubblicati da La Repubblica.it

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

I renziani tornano ad attaccare l'ipotesi di un governo M5s-Pd, una delle suggestioni in campo in queste settimane di forti tensioni nella maggioranza gialloverde. L'occasione è un'intervista rilasciata al Corriere della Sera dell'ex...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

La toga rossa poggiata sulla bara, rose bianche e il picchetto d'onore. Si apre la camera ardente di Francesco Saverio Borrelli a Palazzo di Giustizia a Milano. Lo storico procuratore capo - l'uomo che guidò negli anni Novanta il pool di Mani Pulite -...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

"Quante merde in giro", "questi schifosi comunisti" condividendo articoli sul Pride. O anche "feccia d'Italia, lesbiche e gay", "delinquenti comunisti" ed "esseri schifosi" citando il caso di presunti affidamenti illeciti di Bibbiano. Ma sotto accusa è...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

HONG KONG. Il più alto rappresentante cinese a Hong Kong, Wang Zhimin, ha definito gli scontri di ieri: "Un insulto a tutto il popolo cinese. Queste azioni hanno danneggiato gravemente lo spirito di stato di diritto molto apprezzato di Hong Kong e ha...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

TEHERAN.  "Diciassette spie addestrate dalla Cia sono state identificate e arrestate in Iran". Lo rende noto Farsnews citando il direttore generale del dipartimento di controspionaggio del ministero dell'Intelligence. Nei confronti degli arrestati sono...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

Dalle 5.40 è sospesa la circolazione ferroviaria fra Rovezzano e Firenze Campo Marte sulle linee Direttissima e convenzionale fra Roma e Firenze per accertamenti dell'Autorità Giudiziaria, con ampie ricadute sul traffico ferroviario tra le due città....

Pubblicato domenica, 21 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

Domani mattina, verso le 5.30 (ora di Islamabad), è programmato che l'elicottero, messo a disposizione dalle Autorità pachistane, sia pronto a decollare, se le condizioni atmosferiche lo consentiranno, per raggiungere Francesco Cassardo, l'alpinista...

Pubblicato domenica, 21 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

Due supertestimoni che accusano Armando Siri, l'ex sottosegretario alle Infrastrutture cacciato dal presidente del Consiglio Conte dopo l'avviso di garanzia per corruzione (mentre il ministro Salvini continua a difenderlo). Sono Vito Nicastri, il "re"...

Pubblicato domenica, 21 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Scaricato ufficialmente da Zidane, Gareth Bale si guarda attorno alla ricerca della migliore offerta. E dalla Cina sembrano disposti a fare follie pur di arrivare all'esterno gallese. L'ingaggio dell'ex Tottenham (17 milioni...

Pubblicato domenica, 21 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

«Il mio giudizio storico su Francesco Saverio Borrelli non può che essere negativo», dice Paolo Cirino Pomicino, 80 anni a settembre, “o ministro” degli anni d’oro della Prima Repubblica, l’andreottiano che balla scatenato alle feste della...

Pubblicato domenica, 21 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

Riesplode in Polonia la violenza di piazza dell'ultradestra nazionalsovranista e omofoba contro gli Lgbt e quindi contro i diritti umani. Ieri nella città nordorientale di Bialystok il primo corteo gay pride organizzato sul posto è stato brutalmente...

Pubblicato domenica, 21 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

"Vogliamo una autonomia vera, non un pannicello caldo che produrrebbe ulteriori guai". E' un passaggio della lettera al premier Giuseppe Conte dei presidenti di Lombardia e Veneto, Attilio Fontana e Luca Zaia. Presa di posizione decisa dei governatori...

Pubblicato domenica, 21 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

Sono apparsi in Austria all'inizio del mese di luglio e in poche settimane sono diventati un caso che ora ha coinvolto anche il vicepremier Salvini. Cartelloni pubblicitari di McDonald's che promuovono il nuovo panino "Bella Italia" con uno slogan che...

Pubblicato domenica, 21 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

Dopo l'attacco dei governatori di Veneto e Lombardia in seguito all'accordo al ribasso, ma non ancora sancito, raggiunto venerdì scorso sull'Autonomia, si allungano le ombre sulla vita dell'esecutivo gialloverde. Il premier Giuseppe Conte non ci sta, ma ...

Pubblicato domenica, 21 luglio 2019 ‐ La Repubblica.it

E' ormai certo: dopo una breve comparsa dell'anticiclone delle Azzorre torna quello che i metereologi chiamano il "rovente anticiclone africano". Nei giorni del solleone l'aria sahariana arriverà dall'entroterra marocchino verso l'Europa e il...