Formula 1, Austria; l'attacco di Vettel: "Nessuna offerta dalla Ferrari, non farò favori a Leclerc"

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

SPIELBERG (Austria) – Tornano a riaccendersi i motori della Formula 1 dopo quasi quattro mesi di attesa. La pandemia ha falcidiato il calendario, con tante gare cancellate (compreso l’iconico appuntamento di Montecarlo), che a partire dal Gran Premio d’Austria di questo weekend propone al momento solo 8 appuntamenti con il doppio impegno nel giro di sette giorni proprio a Spielberg (5 e 12 luglio) e a Silverstone (2 e 9 agosto). Le altre tappe sono Hungaroring il 19 luglio e poi Spagna (16 agosto), Belgio (30 agosto) e Monza il 6 settembre, anche se nei prossimi giorni dovrebbe essere ufficializzato l’elenco degli altri GP, con l’introduzione di una gara al Mugello, il circuito toscano di proprietà della Ferrari (pare tramontata la possibilità di avere una terza gara in Italia, sulla pista di Imola). Sarà un tutti contro Lewis  Formula Uno F1, prove di rinnovo Hamilton-Mercedes: ''Lewis chiede 45 milioni all'anno'' Vettel rivela: “Dalla Ferrari nessuna offerta”
Tra gli sfidanti, ovviamente, occhi puntati sulla Ferrari, che con la scelta di non prolungare l’accordo con Sebastian Vettel ha deciso di puntare sul giovane Charles Leclerc. Anche se il pilota tedesco non sembra molto intenzionato a indossare i panni del comprimario. Anche perché ha confessato un retroscena durante il nuovo format delle conferenze stampa della vigilia: “Sono rimasto molto sorpreso di ricevere la chiamata di Mattia Binotto, in cui mi diceva che la Ferrari non aveva alcuna intenzione di andare avanti con me. Non c’è mai stata un’offerta”, è la versione del quattro volte campione del mondo su quanto accaduto durante i mesi di stop del circus. “Dopo i test di Barcellona era chiaro che non eravamo dove volevamo. In Australia eravamo curiosi di capire a che punto eravamo, lo stesso vale per questo weekend. Gli ultimi due mesi sono stati sconvolgenti per tutti – ha aggiunto Vettel - In fabbrica tutti hanno lavorato per portare ogni aggiornamento in pista, ma arriveranno solo per l’Ungheria. Non abbiamo portato l’aggiornamento in tempo per questa gara, il programma è stato molto serrato”.
Formula Uno F1 L'exploit di Ecclestone: papà a 89 anni “Non renderò la vita più semplice a Leclerc”
In una stagione anomala il driver tedesco mette i puntini sulle i. “Ordini di scuderia al mio ultimo anno in Ferrari? Se la situazione si dovesse presentare e se dovesse essere sensato ci si aspetta che entrambi i piloti si aiutino a vicenda, ma questo non c’entra col fatto che andrò via a fine stagione. Di sicuro non renderò la vita più semplice a Leclerc, in ogni sorpasso non lo lascerò passare agevolmente, continueremo a lottare come lo scorso anno – sottolinea Vettel – Ho sempre cercato di integrarmi bene nel team. Voglio avere sempre successo e pensare al risultato personale, ma si guida per una squadra. E’ difficile sapere cosa accadrà quest’anno, non sappiamo quanto saremo competitivi. Sarà interessante capire a che punto siamo e regolarci di conseguenza. Non sappiamo quanto sarà lunga la stagione e se faremo otto o più gare. In ogni caso cercheremo di fare del nostro meglio come sempre. E’ davvero bello tornare qua, ho avuto un piccolo assaggio guidando la vecchia macchina al Mugello, ma è bellissimo tornare qui e non vedo l’ora che arrivi domani”.
Formula Uno Formula Uno, tutto pronto per il mondiale 'light': la Mercedes resta la squadra da battere di ALESSANDRA RETICO Leclerc: “Non cambierà il rapporto con Seb”
Tiene i piedi per terra, dal canto suo, Charles Leclerc alla vigilia di un Gran Premio che le Rosse non vincono dal 2003, quando a trionfare fu Michael Schumacher. “Dopo i test pensavamo di non essere al livello che volevamo. Poi c’è stato il lockdown e, dopo la riapertura, abbiamo analizzato la situazione per capire il problema e da dove proveniva – dichiara il monegasco -. Abbiamo cercato una strada diversa per Budapest e non c’era tempo per portare qui l’aggiornamento. Lottare per il Mondiale? Non sarà facile”. Poi il discorso si sposta sull’addio di Vettel in vista della prossima stagione. “Non penso che cambierà il nostro rapporto rispetto alla scorsa stagione. A volte dovremo cercare di lavorare di squadra e questo porta benefici anche a noi come piloti. Di Vettel mi mancherà l’esperienza e la sua velocità, ho imparato tantissimo da Seb e continuerò a imparare tanto da lui fino al termine della stagione – ha aggiunto il ferrarista -. Mi mancherà come pilota ma anche come persona, ci sono state delle battaglie in pista finite come non volevamo ma c’è sempre stato rispetto. Mi mancherà il suo modo di lavorare”. Hamilton: “Sul razzismo dobbiamo essere uniti”
Tantissimi occhi saranno naturalmente puntati proprio su Lewis Hamilton, per ragioni sportive e non solo. “È stato un peccato che ci sia voluta un’altra morte di un nero negli Stati Uniti per dare il via a questo movimento. Il video di George Floyd ha colpito molto, io ho cercato di approfondire la questione che è complicata – ha spiegato il pilota britannico della Mercedes – E’ positivo vedere intraprendenza da parte della F1, ho passato molto tempo al telefono per definire questi programmi e cercare di fare sempre di più”. Il campione del mondo e il compagno di team, Valtteri Bottas, indosseranno tute nere in occasione della gara al Red Bull Ring, così come nera sarà la livrea della loro monoposto. “L’uguaglianza e l’inclusione devono essere centrali in F1, il mio appello andava a tutti i team e non tutti hanno risposto. C’è ancora lavoro da fare nei confronti delle minoranze, continuerò a spingere finché non vedrò un paddock cambiato – è il suo impegno – Tutto comincia con l’istruzione ed è per questo che ho iniziato con ‘The Hamilton Commission’. “Se mi inginocchierò? Ancora non ne abbiamo parlato tutti insieme. Non è stato il mio primo pensiero e non è questa la mia priorità ma vedremo domenica. Penso che qualunque cosa faremo la dovremo fare tutti uniti. Dobbiamo restare tutti uniti su questo tema dopodiché potremo lottare per porre fine alle ingiustizie. Noi abbiamo dei privilegi e dobbiamo fare in modo di unire le nostre forze. Innanzitutto domenica ci sarà la prima gara e credo che come team abbiamo dimostrato di riconoscere la situazione della nostra società. Vedremo cosa faranno gli altri team ma come piloti cercheremo di unirci per fare qualcosa di significativo”. “Questa pista impegnativa per Mercedes”
Quindi qualche considerazione sulla gara. “La Red Bull è sempre stata forte su questa pista ed è andata bene anche nei test. Sono curioso di vedere come andranno le cose. Non ero impaziente, ma sono contento di essere qui. È stato un periodo nel quale ho potuto riflettere e concentrarmi su aspetti molto importanti. Il Red Bull Ring è una pista impegnativa per noi – ha sottolineato il pilota Mercedes – In Austria l’altitudine e le temperature ci hanno messo in difficoltà, non abbiamo mai trovato la finestra perfetta. Pensiamo di essere migliorati, lo vedremo sul circuito”. Verstappen: “Non cambierà il mio approccio”
Tra gli attesi protagonisti c’è anche l’olandese Max Verstappen, vincitore su questo tracciato nelle ultime due annate. “Mi è mancato molto correre: inizialmente si è cercato di lavorare al simulatore, ma poi è diventato noioso. Dopodiché ho fatto qualche giorno in pista, ma non con una monoposto di F.1, quindi sono contento di essere tornato qui e di poter fare quello che mi piace – le parole del pilota della Red Bull – Ogni anno è diverso: è stato bellissimo quanto fatto negli ultimi due anni qui  ma non vuol dire che automaticamente andremo bene anche quest’anno. Al momento è difficile dire se potremo vincere ogni gara”. Le sensazioni, però, sono positive: “Abbiamo portato qui degli aggiornamenti, anche uno al motore. Sarà interessante capire in che posizione siamo dopo una pausa così lunga e dopo i test invernali che sono un’incognita: più di stare a parlare occorre vedere cosa accadrà da domani in pista”. Lo stile di guida di Verstappen non cambierà in base al numero di gare che si disputeranno: “Non cambierà nulla per me. Non voglio prendermi rischi folli se si commette un errore lo si paga più caro. In ogni gara voglio far bene: se sono otto gare bene, se sono di più tanto meglio. Il mio approccio sarà identico – conclude l’olandese -, voglio sempre ottenere il miglior risultato possibile”.

Tag: #Sport #Formulauno

Altri articoli pubblicati da La Repubblica.it

Pubblicato venerdì, 07 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Ecco lo studio per preparare ottobre, annunciato dal ministro Roberto Speranza ieri al Senato. "Il lungo lavoro fatto dal ministero della Salute insieme all'Istituto superiore di Sanità" si è tradotto in sei pagine larghe che...

Pubblicato venerdì, 07 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

E dopo averlo per giorni minacciato, il presidente americano Donald Trump ha firmato un decreto che obbliga la cinese ByteDance a vendere la partecipazione nelle operazioni di TikTok negli Usa. "Ogni società che continuerà a fare affari con TikTok fra...

Pubblicato venerdì, 07 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

A Beirut è stato arrestato il direttore del porto, nell'ambito dell'inchiesta sulla terrificante esplosione avvenuta martedì che ha provocato almeno 137 morti e 5.000 feriti. Hassan Qureitem è stato arrestato dalla polizia militare...

Pubblicato venerdì, 07 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

Una città immaginaria, eppure così viva nelle emozioni, nei dolori, nelle gioie dei suoi personaggi, così acutamente descritta nelle sue dinamiche sociali da sembrare più vera di una città reale. È la Vigàta siciliana che Andrea Camilleri inventò ...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

Più di 19 milioni di casi del nuovo coronavirus sono stati segnalati in tutto il mondo, di cui un milione in quattro giorni, secondo un conteggio effettuato da AFP da fonti ufficiali giovedì alle 23:00 GMT. In totale sono stati segnalati almeno...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

 Nel centro di accoglienza di Treviso, all’ex caserma Serena di Casier, la situazione peggiora ancora. Con il terzo giro di tamponi sono emersi 244 positivi, tra cui 11 operatori. Ora è il cluster più grande d’Italia. La scorsa settimana le...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

Operazione reti pulite. L’hanno chiamata proprio così l’offensiva dell’amministrazione Trump che mira a rimuovere dall’App Store le applicazioni cinesi che secondo il segretario di stato Mike Pompeo «non sono affidabili»: la...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Case più sicure, efficienti e sostenibili. E' operativo il Superbonus al 110% previsto dal decreto Rilancio. Il ministro dello Sviluppo Patuanelli ha firmato i decreti attuativi del provvedimento per gli interventi di...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - La scuola al centro del Paese, anche delle sue aspettative. La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha detto in tv, a La7: "Assumiamo 84.808 insegnanti a tempo indeterminato, me lo ha comunicato il ministro Gualtieri un'ora...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

Un uomo armato ha preso "in ostaggio sei persone" in una banca di Le Havre, nel nord della Francia. La polizia locale è intervenuta, in serata l'uomo, che ha chiesto "ingresso libero per i palestinesi alla Moschea di al-Aqsa", ha rilasciato quatteo dei...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

DUISBURG – Finisce subito l’avventura tedesca di Europa League per la Roma. Sul campo neutro di Duisburg infatti, i giallorossi vengono superati per 2-0 dal Siviglia che adesso affronterà ai quarti la vincente del match tra Wolves e ...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

CITTA' DEL VATICANO - Hanno studiato ad Harvard, insegnano nelle più prestigiose università del mondo, siedono nelle stanze dei bottoni di grandi aziende del calibro di Telefonica, Bankia, Hsbc. Oggi Papa Francesco ha chiamato sei donne, laiche,...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

LONDRA - Jaguar Land Rover ha incaricato i suoi ricercatori ed ingegneri di sviluppare un programma che riesca a ridurre le sollecitazioni legate a frenate, curve, e accelerazioni durante il viaggio in auto che causano mal d'auto. Il...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

BERLINO – Un’azienda ambiziosa, affari che crescono vorticosamente, connessioni politiche opache, l'ombra della malavita organizzata e poi un crac clamoroso, con i manager inseguiti da mandato di cattura: mancava solo un cadavere...

Pubblicato giovedì, 06 agosto 2020 ‐ La Repubblica.it

No, la ricostruzione in 3D del volto - diciamolo subito - non è un capolavoro. Raffaello non vogliamo ricordarlo così. Meglio riguardare il pittore raffigurato da se stesso nella Scuola di Atene (smemorati, cercate su Google), nelle Stanze...