Europa League, Betis-Milan 1-1: Suso tiene vive le speranze rossonere

Pubblicato giovedì, 08 novembre 2018 ‐ La Repubblica.it

SIVIGLIA - Con un grande secondo tempo, il Milan raddrizza una gara nata male contro il Betis e porta via da Siviglia un punto preziosissimo in chiave qualificazione ai 16' di Europa League. E' stato un Milan dai due volti, già visto in Europa: eccessivamente timoroso nella prima frazione, grintoso e aggressivo nella ripresa, in cui è riuscito a rimediare con Suso alla rete iniziale segnata da Lo Celso. Il passaggio del turno andrà ancora conquistato ma, intanto, la situazione è decisamente più rosea rispetto a quanto paventato durante l'intervallo.

Milan Milan, Biglia operato in Finlandia: stop di quattro mesi
GATTUSO RIPROPONE IL 3-5-2 - Senza Higuain, Calabria, Caldara, Biglia e Bonaventura, Gattuso ha deciso, come già avvenuto contro il Genoa, di schierarsi per la seconda volta in stagione con il 3-5-2 con Rodriguez terzo centrale di difesa, Borini e Laxalt sugli esterni, Calhanoglu intermedio e Suso a sostegno di Cutrone in attacco. Oltre a Donnarumma, lasciato in panchina per lasciar spazio al portiere di coppa Reina, ha poi dato un turno di riposo a Romagnoli a cui ha preferito Musacchio. Sul fronte opposto Setien ha cambiato tre uomini, uno per reparto, rispetto alla gara di San Siro. In difesa ha scelto Feddal al posto di Sidnei, in mediana ha schierato a destra Tello invece di Barragan infine in attacco ha piazzato il duo Joaquin-Lo Celso a sostegno di Sanabria, lasciando in panchina Sergio Leon.

BETIS SUBITO A SEGNO CON LO CELSO - Il Betis è partito gestendo palla e al primo affondo ha colpito (12') con un'azione pallanotistica: la manovra è passata da destra a sinistra con Joaquin che ha finito per lanciare in area sulla sinistra l'accorrente Junior Firpo, bravo a rimettere in mezzo di prima per Lo Celso che con un sinistro al volo ha anticipato Rodriguez e freddato Reina. Il Milan ha accusato il colpo, è rimasto impigliato nella fitta ragnatela degli avversari e ha rischiato di subire il raddoppio in un'azione fotocopia al 27': bene gli è andata che Sanabria, stavolta, non abbia inquadrato lo specchio della porta. Solo dopo la mezz'ora i rossoneri hanno messo la faccia fuori dal guscio ma, dopo non aver sfruttato con Suso una favorevole punizione dal limite, hanno prodotto un solo tiro in porta, con Calhanoglu che ha spedito un diagonale non irresistibile dalle parti di Pau Lopez.

SUSO PAREGGIA I CONTI - Per smuovere le acque, Gattuso ha ordinato il 3-4-3 nella ripresa, alzando Calhanoglu sulla linea degli attaccanti e la gara è girata. Soprattutto perché è cambiato l'atteggiamento dei rossoneri, finalmente aggressivi sui portatori di palla avversari. Il Milan ha alzato il baricentro e, dopo aver mandato un'avvisaglia a Lopez con il classico tiro a giro a limite di Suso, ha pareggiato (62'): il gol lo ha realizzato lo stesso fantasista iberico con una velenosa punizione tagliata in mezzo dal vertice sinistro dell'area sul quale si è avventato Bakayoko: il francese non ha toccato il pallone ma è riuscito nell'intento di ingannare Lopez che si è gettato in ritardo e non ha potuto far altro che guardare il pallone infilarsi alla sua destra.L'infortunio occorso a Musacchio Condividi   PAURA PER MUSACCHIO - Il Milan ha insistito, è stato bravo a non calare d'intensità ma non è riuscito a rendersi ulteriormente pericoloso. Il Betis ha faticato a rialzarsi ma, paradossalmente, ha avuto un aiuto dagli avversari, spaventatisi dopo uno scontro a centrocampo tra Kessié e Musacchio che ha visto l'argentino avere la peggio, costretto a uscire in barella per un colpo di frusta al collo. Il Milan ha un po' mollato e per poco non è stato punito: bene è andata che Junior Firpo, presentatosi in area sulla sinistra davanti a Reina, non abbia inquadrato lo specchio della porta con un pallonetto e che Tello, entrato dalla parte opposta abbia scaricato un diagonale addosso al portiere rossonero. Il Milan tira un sospiro di sollievo e porta così a casa un punto pesantissimo anche se la qualificazione, comunque, passerà attraverso lo scontro diretto ad Atene con l'Olympiacos del prossimo 13 dicembre.

BETIS SIVIGLIA-MILAN 1-1 (1-0)
Betis (3-4-2-1): Pau Lopez, Mandi, Bartra, Feddal, Tello, William Carvalho, Canales, Junior Firpo; Lo Celso, Joaquin (23'st Guardado); Sanabria (29'st Loren Moron). (1 Robles, 12 Sidnei, 19 Barragan, 8 Inui, 7 Sergio Leon). All.: Setien.
Milan (3-5-2): Reina, Musacchio (38'st Romagnoli), Zapata, Rodriguez, Borini, Kessie, Bakayoko, Calhanoglu (44'st Bertolacci), Laxalt (31'st Abate), Suso, Cutrone. (99 G.Donnarumma, 4 Mauri, 18 Montolivo, 88 Halilovic). All.: Gattuso.
Arbitro: Pawson (Inghilterra).
Reti: nel pt 12′ Lo Celso; nel st 17′ Suso.
Angoli: 3 a 2 per il Milan.
Recupero: 1′ e 6′.
Ammoniti: Feddal, Lo Celso, Rodriguez, Musacchio, Bakayoko, Bertolacci per gioco falloso.
Spettatori: 45.647.

Tag: #Sport #Calcio #Coppe

Altri articoli pubblicati da La Repubblica.it

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Paura alla stazione Termini. Nel corso di una violenta lite scoppiata tra due senza fissa dimora, uno dei due, un cittadino marocchino, vede il crocifisso appeso al collo dell'altro e l'accoltella alla gola. Il fatto è successo alla vigilia di...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

A poche ore dal consiglio dei ministri chiamato oggi alle 18 a dare il via libera al decreto crescita, il vicepremier Matteo Salvini riaccende lo scontro con il M5s su uno dei provvedimenti più controversi, il "Salva Roma", che taglia il debito della...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Il campionato era senza la Juventus anche prima che la Juventus vincesse il suo scudetto numero 35, dunque la classifica era e resta apertissima. Come quando Eddy Merckx cannibalizzava tutto, e gli altri correvano per il primo...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

ROMA - La corsa al terzo e quarto posto per entrare in Champions League, oltre a segnare il futuro sportivo ed economico delle squadre in lotta, potrebbe portare stravolgimenti sulle panchine. A parte il Torino, dove Walter Mazzarri...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

COLOMBO Lo Sri Lanka continua a contare le vittime del massacro di Pasqua: 311 morti e più di 500 feriti, dice l'ultimo bilancio, che potrebbe non essere definitivo. Nella Chiesa di San Sebastiano, a Negombo, nel nord della città,...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

LONDRA - Il gruppo repubblicano Nuova Ira ha ammesso le proprie responsabilitò nell'uccisione della giornalista Lyra McKee durante gli scontri di giovedì scorso a Derry. In una dichiarazione al The Irish News l'organizzazione...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

Solo silenzio e vuoto. Polvere e vento. In via Walter Fillak, la grande arteria che passa sotto il Ponte, nulla sembra essere diverso. Otto mesi e 5 giorni dopo il crollo che ha cambiato tutto, a farla da padrone è adesso un colore giallo sporco, come...

Pubblicato lunedì, 22 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

"Siamo qui per smentire le false notizie che sono state date sul mio conto. Uno dei problemi maggiori del nostro Paese è quello della disinformazione". A parlare, in un video postato su Facebook, seduto accanto alla moglie, è Antonio Ingroia, l'ex pm...

Pubblicato lunedì, 22 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

Luca Morisi, spin doctor di Salvini e consulente del governo, nel giorno di Pasqua ha pubblicato su Facebook la foto del ministro dell'Interno che imbraccia un mitra. Ha espressamente scritto che loro, i seguaci del Capitano, sono armati. Ha in...

Pubblicato lunedì, 22 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

 Non si era rassegnato alla fine della loro storia d'amore e così ha deciso di vendicarsi, accoltellandola. E' accaduto a Salerno, in via Generale Clark a Salerno, zona orientale di Salerno, nel giorno di Pasquetta. Un uomo, un 64enne di...

Pubblicato lunedì, 22 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

NAPOLI - Il Napoli passa con Mertens, fallisce il colpo del ko e l'Atalanta ne approfitta e punisce gli azzurri nel finale del match conquistando tre punti che la portano al quarto posto, in piena corsa per un posto in Champions League....

Pubblicato lunedì, 22 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

Battuta d'arresto per il Galaxy Fold, lo smartphone pieghevole di Samsung presentato in pompa magna la settimana scorsa: il produttore sudcoreano ha deciso di rinviare a nuova data il lancio del dispositivo. Un passo obbligato dopo il cosiddetto...

Pubblicato lunedì, 22 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

C'è anche una vittima del maltempo in questa Pasquetta caratterizzata dal vento forte di scirocco. Nel pomeriggio un turista francese è morto davanti alle coste del sud della Sardegna, dove la barca a vela su cui si trovava si è rovesciata a causa del ...

Pubblicato lunedì, 22 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

La statua dedicata alla staffetta partigiana Giulia Lombardi, uccisa a 22 anni dai fascisti nel 1944, è stata incendiata nella notte. E' successo a Vighignolo, nell'hinterland di Milano. Il monumento, in legno di noce, era stato inaugurato lo scorso 14...

Pubblicato lunedì, 22 aprile 2019 ‐ La Repubblica.it

WASHINGTON - Il presidente Donald Trump ha deciso di non rinnovare, alla loro scadenza all'inizio di maggio, le esenzioni per l'import di petrolio iraniano. Lo ha annunciato la Casa bianca, spiegando che la decisione "mira ad azzerare...