Election day, le Regioni attaccano il governo e si rivolgono a Mattarella. Scintille De Luca-Lamorgese

Pubblicato mercoledì, 27 maggio 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Il tavolo salta quando il governatore campano Vincenzo De Luca alza la voce a nome dei colleghi e incalza la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese. "Se il governo insiste sul voto regionale il 20 settembre, noi governatori ci ritiriamo da tutti i tavoli aperti, compreso quello sulle riaperture". Al suo fianco - in teleconferenza - il veneto Zaia e il ligure Toti e tutti gli altri coinvolti dal rinnovo.


In ballo c'è l'election day, con amministrative, suppletive e referendum sul taglio dei parlamentari. Tocca ancora una volta alla responsabile del Viminale, incaricata da Palazzo Chigi (anche per competenza) a trattare sulla delicatissima partita elettorale, a raccogliere e rimettere insieme i cocci.
Politica Elezioni, il comitato tecnico-scientifico: "Ok voto a inizio settembre", Toti: "Alle urne il 6 o il 13, non un'ora dopo" di EMANUELE LAURIA e LAURA MARI  

La ministra promette di confrontarsi in queste ore col presidente del Consiglio Conte e di far sapere ai governatori. Si apre insomma un canale di dialogo e una trattativa (su settembre). Ma intanto, non cede di un millimetro: ricorda al governatore campano che il decreto che ha prorogato di tre mesi i loro mandati e le legislature regionali era del 20 aprile, che quel giorno in Italia ci sono stati 450 morti, che lo stesso De Luca quel lunedì aveva sollecitato il governo affinché mandasse 300 soldati per far rispettare il lockdown nella sua regione. Insomma, nessuno allora aveva alzato il dito per muovere obiezioni rispetto al rinvio a settembre dell'election day.

 

Adesso è tutta un'altra storia. I presidenti vogliono, costi quel che costi, che Palazzo Chigi si "rimangi" quel decreto, cancellando la data del 20 settembre che invece l'esecutivo ha già portato avanti ieri anche in commissione Affari Costituzionali della Camera: il decreto approderà oggi in aula.
Politica Assistenti civici e election day, vertice di Conte con la maggioranza. Al voto il 20 settembre di LAURA MARI

La loro data, cerchiata di rosso, è domenica 26 luglio. Zaia e De Luca i più intransigenti sul voto anticipato che però, decreto alla mano, è appunto ormai impossibile da concedere per via del prolungamento dei mandati di tre mesi. L'unica data di trattativa possibile, da parte del governo, diventa il 20-21 settembre, con ballottaggio il 4-5 ottobre. Qui la rottura.

 

Inaccettabile per le Regioni, che ieri sera si sono appellate al Quirinale. "Riteniamo inopportuna la fissazione di una data che pregiudichi la riapertura delle scuole", scrivono in una lettera i presidenti di Veneto, Liguria, Marche, Campania e Puglia esprimendo appunto la loro contrarietà all'ipotesi 20 settembre.


Per i 5 presidenti delle regioni che andranno al voto (non c'è la firma della sola Toscana) "la durata certa degli organi legislativi è un principio fondamentale dello Stato democratico tant'è che la Costituzione stessa prevede tempi certi per la ricostituzione delle Camere e divieto di proroga delle stesse se non in caso di guerra".


Questo "balletto sulla data è osceno", protesta in serata il ligure Giovanni Toti: "Come fanno a non capire che andare al voto il 20 settembre vorrebbe dire chiudere le scuole appena riaperte per due settimane e riaprirle a ottobre, con le sanificazioni necessarie tra un turno e l'altro e dopo la chiusura delle urne?" Lo stesso Toti alla fine è meno barricadero dei colleghi e considererebbe accettabile anche il 6 o il 13 di settembre.

 

Dal Viminale è stato fatto loro notare come l'election day alla fine è solo suggerito ma non è imposto. Ogni regione potrebbe fissare la data a proprio piacimento. Per esempio il 6 settembre appunto (con un provvedimento autonomo da adottare entro il 18 luglio e le candidature da depositare entro il 7-8 agosto). Di certo, però, non prima di allora e niente voto a luglio. Anche perché, sottolineano dal governo, il Comitato tecnico scientifico ha già escluso per ragioni sanitarie l'apertura dei seggi a inizio estate e fino ad agosto. "Non si capisce dove siano i rischi - insiste Toti - dato che dopo il 15 luglio riapre tutto, compresi cinema e teatri".

 

È un braccio di ferro complicatissimo, come è evidente. Che non coinvolge solo governo e presidenti di Regione, ma anche i partiti. Il centrodestra, Salvini in testa, è per fine settembre. Anche Forza Italia esclude l'anticipo a inizio estate ma perfino "il 20 settembre è una data sbagliata", protesta la capogruppo Annamaria Bernini.


Il Pd con Enrico Borghi chiede a Viminale e Regioni di trovare un'intesa di buon senso che contemperi le varie esigenze. L'ultima parola, quasi sicuramente, dovrà pronunciarla il premier Conte.

Tag: #Politica

Altri articoli pubblicati da La Repubblica.it

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Comprende incentivi anche per le vetture Euro 6, oltre che un aumento dei bonus per le ibride e le elettriche, l'impalcatura dell'accordo sugli aiuti al settore automotive a cui sta lavorando tutta la maggioranza. L'emendamento...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

L’ultimo appello al governo da parte dei discografici, per un più giusto accesso ai contenuti digitali e per garantire un’adeguata remunerazione dei musicisti da parte delle piattaforme di streaming, era stato rivolto a febbraio dal palco...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

Un nuovo hotel di lusso nel cuore della città fra le vie dello shopping, da via Corso e via dei Condotti, e affacciato su piazza Augusto Imperatore. La struttura occuperà l'ex edificio dell'Inps, costruito tra il 1936 e il 1938 sul progetto...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

Tutti a casa. «Il 4 Luglio evitate le gite, le feste, gli assembramenti per i fuochi d’artificio»: è l’appello delle autorità sanitarie americane in vista dell’Independence Day di dopodomani. La ricorrenza più amata dagli americani, quella che ...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

Una malattia nuova, un terribile avvelenamento o la mano dei bracconieri. Resta un grande mistero, che tenteranno di chiarire le analisi di laboratorio previste in Zimbabwe, Sudafrica e Canada, il perché della morte di oltre 356 elefanti avvenuta in...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

Il sisma, registrato dalle apparecchiature dell'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, ha avuto origine a una profondità di 14 chilometri alle 17:28. Dalle prime informazioni sembra che non ci siano stati danni ma molta gente a Siracusa è...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

SPIELBERG (Austria) – Tornano a riaccendersi i motori della Formula 1 dopo quasi quattro mesi di attesa. La pandemia ha falcidiato il calendario, con tante gare cancellate (compreso l’iconico appuntamento di Montecarlo), che a...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

In salita, per il quarto giorno consecutivo, il numero di nuovi casi di contagiati dal coronavirus in Italia: oggi sono 202 (di cui 98 in Lombardia, il 48,7% del totale in Italia), contro i 187 di ieri, per un totale che arriva a 240.961...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

Non l’ho riconosciuta subito questa Pescara dell’aggressione omofoba a un ragazzo di venticinque anni, troppo lontana da come la immagino e la vivo. Ma in fondo io che abito nella provincia campagnola cosa ne so della città dove vado per lo...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

Sono lontani i tempi delle incertezze, degli errori e dei dubbi. Matthijs de Ligt è una delle certezze della Juventus di Sarri: la coppia con Bonucci ha reso impermeabile la difesa bianconera, un solo gol subito nelle tre partite dopo il lockdown,...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

Accedere agli atti della votazione su Marcello Foa del settembre 2018. La maggioranza della commissione di Vigilanza Rai (Pd e Cinque Stelle) ha chiesto in modo formale al presidente Alberto Barachini di avere accesso agli atti della votazione sul...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

LONDRA. La fuga di Ghislaine Maxwell pare finita. Perché, secondo quanto riporta la rete americana Nbc, l’Fbi ha arrestato la 58enne compagna e “socia” di Jeffrey Epstein, il miliardario ...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

PARIGI - Saranno aperte al pubblico le porte dell'edizione 2020 del Roland Garros, riprogrammata dal 27 settembre all'11 ottobre, con un massimo di 20.000 spettatori ammessi complessivamente fra i vari campi dell'impianto parigino. Lo...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

Nello zaino rubato c'era una busta con 1600 euro in contanti, una colletta fatta dai parenti e indispensabile per consentire alla famiglia in difficoltà economiche di andare avanti, ma i ladri non se ne sono accorti: la polizia ha restituito i soldi...

Pubblicato giovedì, 02 luglio 2020 ‐ La Repubblica.it

Come anticipato da molti, i drastici cambiamenti che stanno avvenendo nell’Artico influenzano anche il panorama geopolitico del mondo in cui viviamo. La Russia, che ha accesso diretto all’Artico, e la Cina, che non ha tale accesso ma ...