Cagliari-Napoli 0-1: segna Mertens, altro colpo esterno degli azzurri

Pubblicato domenica, 16 febbraio 2020 ‐ La Repubblica.it

CAGLIARI - Chi? Ciro? Dove? E’ un grido rimasto storico, televisivo. Lo ricicliamo per commentare Cagliari-Napoli, match bruttino - colpa delle troppe complicazioni pre-match - squadre piuttosto imbroccate o impensierite. E si vede. Chi? Ciro? Dove?
Stavolta è un grido gioioso, almeno per il protagonista. "Ciro" è Mertens, per i tifosi azzurri. Ciro che - dicono le sirene - tornerà a chiamarsi Dris a fine stagione, qualcosa che ogni tifoso partenopeo che si distingua come tale davvero non vorrebbe vedere. E “drisss” è il suono onomatopeico di quello che esce dallo scarpino del belga, per dare colore a un match grigio. Imbronciato da troppi pensieri. Il calcio bello viene quando scendi in campo con la mente sgombra dalle preoccupazioni. Alla fine le preoccupazioni restano tutte nell’isola, perché il Cagliari paga eccessivamente la giocata geniale dell’uomo del match. Ospina e Cragno vengono chiamati in causa solo dalla distanza, devono conquistarsi il pane con parate eccellenti ma non così importanti. Drissss... palo, gol. 
Ma… “drisss” è il suono del tiro che non ti aspetti. Il gol partita. Mertens riceve in area, sposta palla fingendo un’accelerazione, si ferma per guadagnarsi quel centimetro e per piazzare di suo tiro. Un colpo da biliardo: palla che fa sponda sul palo e si infila. Cragno incolpevole. E' il gol 120 in azzurro, ad una lunghezza dal primatista Hamsik. Primo tempo incolore
C’è un Napoli che si presenta con Mertens punta centrale e Callejon e Elmas ai lati. Insigne in panchina, si dice, per una lieve indisposizione muscolare. C’è il Cagliari che presenta il vice Nainngolan, Gaston Pereiro, ma soprattutto mette Pisacane terzino a destra, vista l’indisponibilità nel ruolo di Cacciatore e di Faragò. Parliamo degli assenti perché i presenti, nella prima parte, poco fanno per distinguersi. Chissà… forse le squadre si portano in campo le ultime vicissitudini di una settimana dalle forti decisioni. Gattuso ha escluso per scarso impegno Allan, il Cagliari ha imposto una Daspo vita natural durante a tre “tifosi” condannati per razzismo. Non sappiamo se questo incida nelle giocate di un match già complicato per il Cagliari, senza vittorie da nove giornate; per il Napoli, lontano lontano dalla lotta al vertice. Sta di fatto che per 45’ vince la prudenza, che non è mai troppa, ma stavolta sì. Le difese prevalgono sulle idee offensive, il ritmo è slow, Cragno deve bloccare a terra un tiro ravvicinato di Elmas, calciato però dall’esterno; Ospina di fatto viene esentato dalla coppia sarda Joao Pedro-Simeone e il Napoli sembra accontentarsi dei un possesso palla superiore, ma stucchevole. Tutto qui, perché il resto è un frullatore di calcio, fatto di fraseggi spezzettati e un succo senza sapore. Molti errori in preparazione, i Masterchef del calcio non abitano qui, almeno per ora.  Entra Insigne e arriva l'invenzione
Cresce quantomeno la velocità delle squadre. Ma il match rimane nullo, segno che Maran e Gattuso si elidono, l’hanno preparata bene.  Cancellati gli ultimi metri, ci si prova dalla distanza. Ma con poca mira,  Elmas, Zielinski, Pereiro, Simeone si iscrivono al tiro, ma se fosse biathlon vedrebbero aumentare le penalità. Gattuso cambia per primo, fuori Demme, ecco Insigne, ed ecco il pallino del gioco dato a Fabian. Quel pizzico di preoccupazione in più che comporta questo cambio, sulla parte mancina, forse, produce la giocata a sinistra - al minuto 66’ - che porta al gol partita. 24 minuti da organizzare per Maran, entrano Paloschi e Birsa, ma Ospina non ha situazioni particolarmente difficili da sbrogliare. Vince il Napoli. Anzi, vince Mertens, inventore di sogni. 

 
Cagliari (4-3-1-2) - Cragno, Pisacane, Walukiewicz (70’ Mattiello), Klavan, Pellegrini, Nández, Cigarini (82’ Birsa), Ionita, Pereiro (67’ Paloschi), Pedro, Simeone. All. Maran; 
Napoli (4-3-3) - Ospina, Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Hysaj (80’ Rui), Ruiz, Demme (60’ Insigne), Zielinski, Callejón (66’ Politano), Mertens, Elmas.   All. Gattuso; 

Arbitro: Doveri; 
Marcatori: 65’ Mertens (N); 
NOTE: Recupero: 0’ e 5’. Ammoniti: Joao Pedro, Walukiewicz, Nandez, Zielinski. 

 

Tag: #Sport #Calcio #Serie-a #Napoli

Altri articoli pubblicati da La Repubblica.it

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

Per la terza settimana consecutiva, il Pd accorcia le distanze rispetto alla Lega. Lo rivela il sondaggio di Ixè sulle intenzioni di voto commissionato dal progamma Cartabianca su Raitre. Rispetto a sette giorni fa il partito di Matteo Salvini è in...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

E' stata sempre presente: dolce, con quel suo sorriso, e determinata. Solo lo scorso 2 agosto non è riuscita a salire sul palco della stazione, la sua salute ormai era fragile. E' morta a Terni a 96 anni Lidia Secci, una delle fondatrici...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

“Sos, Sos... siamo i poveri cristi della Sicilia occidentale e questa è la radio della nuova resistenza. Qui si sta morendo…». Il 25 marzo del 1970 - sì esattamente cinquant’anni fa - furono in pochi, anzi pochissimi, ad ascoltare il messaggio...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

Non si attenua il forte vento che proviene dalla Russia e che ha portato un brusco e consistente calo delle temperature in tutta Italia da lunedì scorso. Per oggi e domani la Protezione civile ha diramato l'allerta meteo su alcune regioni proprio per...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

Si sono ammalate senza che nessuno se ne accorgesse, senza che qualcuno abbia capito come il virus si è insinuato tra le mura di quel convento di Tortona. E sono morte in silenzio, come in silenzio sono vissute. In due settimane è salito a cinque il...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

WASHINGTON - La maggioranza repubblicana al Senato degli Stati Uniti ha annunciato oggi di aver raggiunto con i democratici e la Casa Bianca un accordo su uno "storico" piano da 2.000 miliardi di dollari per rilanciare la prima economia...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

KABUL -  Un gruppo di kamikaze e uomini armati hanno assaltato un tempio della minoranza Sikh a Kabul. Circondati dalle forze di sicurezza, si sono asserragliati nel tempio prendendo in ostaggio almeno 150 fedeli "che stiamo cercando di...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 7.5 è stata registrata alle 14:49 ora locale (le 3:49 in Italia) al largo della penisola russa della Kamchatka. L'epicentro si troverebbe al largo delle isole Curili, arcipelago della Russia vicino...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

Si aggrava l'epidemia di coronavirus negli Stati Uniti. Sono stati registrati 52.381 casi di coronavirus e 680 decessi (di cui 139 nell'ultimo giorno). Numeri che però non preoccupano Donald Trump: "Stiamo già cominciando a vedere la luce in fondo al...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

BARCELLONA - In questo periodo di quarantena il Barcellona sta provando a portare avanti la trattativa per la riduzione dell'ingaggio dei giocatori a seguito delle conseguenze economiche della crisi da coronavirus. La squadra ha dato la...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - La corsa dei consumatori a fare scorte, nell'ipotesi di una progressiva chiusura delle attività a causa del coronavirus, ha fatto registrare nell'Eurozona l'aumento più significativo di prelievo di contante dall'ottobre del...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

"Ti sei accorta anche tu, che in questo mondo di eroi, nessuno vuole essere Robin", canta Cesare Cremonini in una delle sue più belle canzoni, e per molti versi è spiacevolmente vero. Ma è altrettanto vero che ad amare Robin nei molti ...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

ROMA - Una speranza per Alex Schwazer. Il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo al 2021 deciso oggi dal Cio, seppur in un momento drammatico come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia di coronavirus, apre una chance per il...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

 BERGAMO - Marco Sportiello è il primo giocatore dell'Atalanta positivo al coronavirus. Lo rende noto il club nerazzurro sul sito ufficiale. Il portiere aveva giocato titolare a Valencia il 10 marzo scorso nella gara di ritorno degli...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ La Repubblica.it

La procura di Brescia ha firmato la richiesta di archiviazione nei confronti di Mario Balotelli dall'accusa di violenza sessuale. Per il pubblico ministero Barbara Benzi, infatti, la ragazza che ha denunciato l'attaccante del Brescia non sarebbe...