Da Bezos due miliardi di dollari per senzatetto e asili

Pubblicato venerdì, 14 settembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

Jeff Bezos diventa filantropo. Il fondatore di Amazon e sua moglie MacKenzie creano “One Day Fund”, fondo di beneficienza con una capacità iniziale di 2 miliardi di dollari che si pone come obiettivo sostenere le organizzazioni no profit attive nell’aiutare i senzatetto e creare asili ispirati al metodo Montessori nelle comunità a basso reddito.
L’annuncio via Twitter è una risposta alle critiche che da più parti sono piovute su Bezos, l’uomo più ricco della storia e finora “grande assente” del mondo della filantropia. Con Amazon - è la polemica più ricorrente cavalcata di recente da Bernie Sanders, l’ex candidato alla Casa Bianca - Bezos è diventato un paperone a scapito dei suoi dipendenti, che hanno stipendi ridotti e che si trovano, soprattutto a Seattle, a fare i conti con il caro-vita innescato dalla presenza della sede del colosso.
“Se i nostri bisnipoti non avranno delle vite migliori delle nostre, allora qualcosa sarà andato storto” twitta Bezos presentando il suo fondo di beneficenza e offrendo un quadro dei suoi ‘interessi’. “Oltre a Amazon, le mie aree di attenzione hanno finora incluso investimenti nel futuro del nostro pianeta e della civilizzazione attraverso - spiega Bezos - lo sviluppo dell’infrastruttura spaziale, il sostegno alla democrazia americana con la gestione del Washington Post e contributi finanziari a varie cause, dalla ricerca per il cancro alla parità dei matrimoni, dalle borse di studio per gli studenti immigrati alla prossima generazione di veterani in Congresso”.

Altri articoli pubblicati da L'Opinione della Libertà

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

Nell’annunciare la propria candidatura alla segretaria del Partito Democratico, Marco Minniti ha rilavato l’assoluta necessità di chiudere la fase del partito in cui si parla solo di persone e poco di politica e tornare a discutere di politica...

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

Quest’oggi, a Bruxelles, i ministri dell’economia e delle finanze dei Paesi della moneta unica riuniti per la sessione dell’Eurogruppo, si troveranno sul tavolo il documento congiunto, frutto dell’accordo tra il presidente francese Emmanuel...

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

Un accordo sui rifiuti è possibile. Almeno, secondo Matteo Salvini. “Nel contratto è vero che c’è il superamento dei termovalorizzatori, ma intanto siamo nel 2018 e sono sicuro che, come abbiamo fatto in questi mesi, con Di Maio troveremo...

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

Venticinque morti e una ventina di feriti. In Siria è il bilancio degli scontri tra fazioni ribelli filo-turche nella zona della città settentrionale di Afrin. Secondo l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, gli scontri sono avvenuti...

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

È forse troppo depresso il bebè di Brigitte, Emmanuel Macron, per accogliere immigrati irregolari. Brigitte ha dato l’ordine di spedirli di nascosto in Italia. E così fa la polizia francese, zitta zitta, ce li porta e riporta tutti qui....

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

Mai come ai giorni nostri l’Informazione ha avuto un potere così grande in ogni campo e nella vita intera di una nazione. Essa risale ai primordi dell’umanità, quando le notizie si diffondevano attraverso il cosiddetto passaparola, con...

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

In questi giorni il Movimento 5 Stelle e la Lega (senza sottovalutare gli altri scontri sulle materie importanti per il nostro Paese) stanno litigando sull’utilità o meno dei termovalorizzatori. In particolare, il leader della Lega Matteo Salvini ha...

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

L’ultima esperienza è stata quella di Commissario straordinario di Alitalia. Ma il curriculum di Luigi Gubitosi, napoletano, 57 anni, è lungo e articolato, condito da esperienze sia nel privato che nel pubblico, molta pratica sulla finanza e...

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

Benjamin Netanyahu non scioglie il suo governo e rilancia la sfida ammonendo i suoi alleati di maggioranza che in un momento “così complesso per la sicurezza di Israele” non si può restare senza un esecutivo. Per dar più forza alle sue parole ha...

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

La felicità, questo oggetto misterioso. Per noi, i moderni. Un miraggio metafisico. Una rimozione. Oppure... Ha senso parlare ancora di felicità, oggi? Forse la risposta è insita nella domanda stessa. Il senso della felicità. L’eudaimonia, la...

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

Più che un mistero un paradosso storico-bellico. L’asta filatelica della “Ferrario Casa d’Aste” è iniziata ieri e si conclude oggi a Milano. Tra i tanti lotti interessanti spicca il lotto numero1645 che propone, alla sottoquotata base di euro...

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

Regaleremo il sorriso agli italiani, aboliremo la povertà, cambieremo il Paese intero, e udite udite, garantiremo la felicità di tutti. Caro Luigi Di Maio, ma lei pensa di essere Filangeri, che suggerì l’idea del diritto alla felicità, a Franklin?...

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

“Mentire sapendo di mentire”. E di mentine. Il dibattito governativo sulla prescrizione come causa di tutti i mali della giustizia italiana si esaurisce in questa definizione. E l’attuale atmosfera interna e internazionale purtroppo “aiutano”....

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

Ill.mo Presidente Sergio Mattarella, mi appello al Suo grande senso di responsabilità istituzionale affinché il 19 e il 20 novembre le porte del Quirinale restino chiuse all’emiro del Qatar, Tamim Al Thani. Quest’ultimo non può infatti essere...

Pubblicato lunedì, 19 novembre 2018 ‐ L'Opinione della Libertà

Quasi due terzi delle persone che lavorano part time in Italia lo fa perché non riesce a trovare un’occupazione a tempo pieno, mentre appena il 2,1% dà come spiegazione al tempo ridotto un impegno nello studio. Il dato, contenuto in una tabella...