Stagista di Google preme il tasto sbagliato e brucia 10 milioni

Pubblicato giovedì, 06 dicembre 2018 ‐ Il Tempo

el mondo digitale degli algoritmi e dell'intelligenza artificiale basta premere un tasto sbagliato e si rischia di bruciare milioni di euro. In un clic. Se la fonte non fosse l'autorevole Financial Times e il protagonista non fosse il colosso dei colossi hitech Google, si stenterebbe a credere alla notizia che sta facendo il giro dei siti finanziari di tutto il mondo. Ma cosa è successo? Secondo il quotidiano britannico uno stagista di Google durante una sessione di trainig sulla piattaforma pubblicitaria del motore di ricerca avrebbe attivato un finto annuncio pubblicitario (realizzato, appunto, come test) in un numero enorme di pagine web e app. In sintesi, lo stagista pensava di simulare l'acquisto di spazi pubblicitari, ma in realtà stava spendendo 10 milioni di euro per diffondere, nella realtà, un annuncio per altro senza messaggio. 
L'errore è avvenuto mercoledì e ci sono voluti 45 minuti per capire cosa stesse succedendo, riporta  Ft. Google, secondo il quotidiano, ha confermato l'errore e ha annunciato che pagherà quanto dovuto a siti e app coinvolti (soprattutto in Usa e Australia). 
A rendere disastrosa la svista anche il prezzo a cui l'incauto stagista avrebbe acquistato gli ads: più di 25 dollari per mille visualizzazioni, quando la media per lo stesso annuncio è di 2/4 dollari. In gergo si chiama fat finger: quando il dito "grasso" sconfina nel tasto sbagliato. Provocando, talvolta, errori a sette zeri. 

Tag: #Google #Stagista #Pubblicità #PulsanteSbagliato #FatFinger #FintiAnnunci

Altri articoli pubblicati da Il Tempo

Pubblicato giovedì, 18 aprile 2019 ‐ Il Tempo

"L'obiettivo è azzerare la tendopoli: io sono molto più fiducioso, entro il termine del mio mandato non esisterà più niente qua". Lo ha affermato il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, al termine della visita alla nuova tendopoli di San...

Pubblicato giovedì, 18 aprile 2019 ‐ Il Tempo

altro scossone, da circa un'ora, sta scuotendo il Campidoglio di Virginia Raggi. In un'anticipazione on line de L'Espresso il contenuto dell'esposto dell'ex Ad di Ama, la municipalizzata che si occupa della raccolta e smaltimento rifiuti della Capitale,...

Pubblicato giovedì, 18 aprile 2019 ‐ Il Tempo

a notizia ha del clamoroso e riaccende il gossip di fuoco a Cellino San Marco, nella Puglia salentina. Al Bano si riprende la Lecciso e va a nozze con lei. E’ il il settimanale “Nuovo”, diretto da Riccardo Signoretti, a parlarne con una copertina...

Pubblicato giovedì, 18 aprile 2019 ‐ Il Tempo

ella Smart Tv in cui giriamo L'Abitacolo Giorgia Meloni, leader di Fratelli di Italia, entra dopo avere appena stretto un patto con alcuni che un tempo avrebbe chiamato “poteri forti”, primo fra tutti quello di Confindustria ...

Pubblicato giovedì, 18 aprile 2019 ‐ Il Tempo

Due falsi Modigliani sono stati sequestrati dai carabinieri del comando Tutela patrimonio culturale. I quadri "Donna con cappello" e "Hannelore" esposti in una mostra multimediale a Palazzo Bonocore, a Palermo. Contestualmente sono state perquisite le...

Pubblicato giovedì, 18 aprile 2019 ‐ Il Tempo

'iscrizione nel registro degli indagati del sottosegretario leghista Armando Siri, nell'ambito di un'inchiesta per corruzione nel settore energetico, scuote il governo. "Sarebbe opportuno che il sottosegretario Siri si dimetta. Gli auguro di risultare ...

Pubblicato giovedì, 18 aprile 2019 ‐ Il Tempo

e richieste più assurde stanno letteralmente mandando in tilt la pagina facebook dell’INPS (INPS per la famiglia), mettendo davvero a dura prova il social media manager che, se inizialmente rispondeva in maniera pacata, ad oggi, si intravede in alcuni ...

Pubblicato giovedì, 18 aprile 2019 ‐ Il Tempo

l sottosegretario ai Trasporti, il leghista Armando Siri, genovese di 47 anni, è sotto inchiesta per corruzione con altre nove persone, nell'ambito di accertamenti svolti dalla Direzione investigativa antimafia di Trapani, per conto della procura di...

Pubblicato giovedì, 18 aprile 2019 ‐ Il Tempo

È stato strangolato dalla madre. Non è stato investito e ucciso da una macchina poi fuggita il piccolo Gabriel, il bimbo di trenta mesi morto nel pomeriggio di ieri a Piedimonte San Germano. Ad ucciderlo è stata la madre, Donatella Di Bona arrestata...

Pubblicato giovedì, 18 aprile 2019 ‐ Il Tempo

«furto» ai danni dei piccoli Comuni italiani da diversi milioni di euro. È quanto avviene a ogni tornata elettorale nazionale, con gli enti locali che «anticipano» le cifre per garantire il corretto funzionamento del voto e lo Stato che, alla fine,...

Pubblicato mercoledì, 17 aprile 2019 ‐ Il Tempo

Portogallo un autobus turistico e' uscito di strada ed e' finito in una scarpata nella zona di Canico, nel comune di Santa Cruz, nell'isola di Madeira. Lo riferiscono i media locali che parlano di 28 morti (secondo un primo bilancio almeno nove sarebbero ...

Pubblicato mercoledì, 17 aprile 2019 ‐ Il Tempo

a M5s e Lega è ancora scontro sul fronte della sicurezza e della giustizia. Ieri la tensione sulla direttiva emanata dal Viminale sulla nave ong Mare Jonio, oggi la circolare grazie alla quale i prefetti potranno sostituire i sindaci con ordinanze...

Pubblicato mercoledì, 17 aprile 2019 ‐ Il Tempo

Dopo tre partite nelle quali ha raccolto un solo punto la Lazio ritrova la vittoria sconfiggendo l’Udinese per 2-0 nel recupero della 25esima giornata di Serie A disputato allo stadio Olimpico di Roma. I biancocelesti si impongono al termine di un...

Pubblicato mercoledì, 17 aprile 2019 ‐ Il Tempo

a procura di Cassino ha chiuso le indagini sul delitto di Serena Mollicone, la 18enne di Arce assassinata nel 2001. In cinque rischiano di finire sotto processo. Nei confronti dei tre componenti della famiglia Mottola (l'ex comandate della stazione dei...

Pubblicato mercoledì, 17 aprile 2019 ‐ Il Tempo

a procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio per otto carabinieri per i presunti depistaggi nell'ambito dell'inchiesta sul caso di Stefano Cucchi, morto il 22 ottobre 2009 una settimana dopo il suo arresto per droga. La richiesta, firmata dal pm...