Il ritorno di Marcella Bella: "Sogno me e Gianni al Festival"

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Tempo

iovanissima si è lasciata alle spalle le "montagne verdi" che abbracciano Catania. E così Marcella Bella, voce e icona del pop italiano, arriva al traguardo rotondo dei 50 anni di attività in ottima forma. Per l’occasione ha pubblicato «50 Anni di Bella Musica», cofanetto live che racchiude i suoi più grandi successi firmati spesso e volentieri dal fratello Gianni. E finalmente, dopo averla inseguita per anni, ha inciso «L’emozione non ha voce», grande hit del sodalizio Bella-Celentano.
«Festeggerò per tutto il 2019 con una serie di concerti teatrali - racconta Marcella Bella a Il Tempo - Il tour è partito il 15 aprile dal Brancaccio di Roma, dove è stato registrato il disco con un’orchestra di venti elementi e tanti ospiti. E si chiuderà in autunno a Palermo».
Concludere il tour nella sua Sicilia ha un significato particolare?
«Naturalmente, è un omaggio dovuto alla mia terra. Mike Bongiorno mi notò in una selezione canora e mi fece fare il primo provino discografico. Mio padre mi portava in ogni concorso che c’era in Sicilia. Amava la musica e aveva una bellissima voce da tenore. Una passione che ha trasmesso a me e a tutta la famiglia».
Nel libretto che accompagna il cofanetto c’è la dedica di suo fratello Gianni: «Alla mia piccola sorella sempre protetta come un padre».
«Sì è così. In un primo momento quando sono partita per Milano con il primo contratto discografico. Poi quando è scomparso nostro padre».
Ambiente insidioso per una ragazza, quello dell’industria discografica?
«Non ho mai avuto problemi di molestie o avance indesiderate perché avevo sempre con me i tre fratelli. Sono stata molto protetta, e questo mi ha dato grande sicurezza nella vita. Nonostante il mio carattere fumantino».
A quale canzone è più legata?
«È quasi impossibile dirlo, le canzoni sono come figli. Se proprio devo sceglierne una dico "Montagne verdi" che mi ha aperto le porte del mondo. A vent’anni mi sono trovata a cantare in Giappone, in America, in tutta Europa. Ma ogni brano è un pezzo della mia vita e della memoria. "Io domani", su un grande amore sofferto. "Nell’aria", o "L’ultima poesia", il duetto per eccellenza con Gianni. "Senza un briciolo in testa", con la rivalità con le colleghe emergenti del momento…».
Ecco le rivalità. Con la Rettore ha fatto pace?
«Sì, ma era solo un gioco, che forse qualche volta è stato un po’ troppo pungente. Oggi però possiamo dire di essere amiche. La nostra non era una rivalità studiata a tavolino. A Sanremo ’86 Donatella cominciò a punzecchiarmi in ogni modo, dal look ai tacchi troppo alti... Io per natura non riesco a lasciar cadere le provocazioni e ho risposto per le rime».
È vero che non voleva cantare "Nell’aria", uno dei brani simbolo degli anni ’80?
«La musica mi aveva conquistato e insieme a Gianni che aveva scritto la musica aspettavo con ansia il testo di Mogol. Quando arrivò e lo lessi mi accorsi che era davvero osé, così mi bloccai. Mogol disse di non preoccuparmi, che le allusioni erano molto leggere e che interpretandola non mi sarei accorta di niente... "Cantala e decidi", disse. E in effetti fu così, dopo averla cantata ho capito che l’equilibrio tra musica e testo ha una leggerezza, un’eleganza difficile da spiegare. È una canzone erotica, sì, ma incredibilmente non volgare».

Anche "Ti mangerei", il suo nuovo singolo, è un inno alla leggerezza.
«È un pezzo divertente e leggero dal sapore latino scritto insieme ai miei fratelli Antonio e Rosario. Anche per sdrammatizzare l’anniversario e festeggiare con allegria»
Lo scorso anno ha provato invano a tornare a Sanremo con un brano di suo fratello. Tenterà anche quest’anno?
«Sì, anche perché la prossima sarà la settantesima edizione del Festival. Sarebbe un’occasione perfetta. Il problema è che non si riesce a capire quali sono i criteri di scelta dei vari direttori artistici. La canzone è pronta: la musica l’ha scritta Gianni, con grande fatica a causa del suo stato (il cantautore è stato colpito da un ictus nel 2010, ndr). Il suo è stato un atto d’amore su cui abbiamo lavorato tutti noi fratelli scrivendo il testo. Ero quasi certa che Baglioni l’avrebbe scelta e invece è andata come è andata. Non voglio fare l’ennesima polemica ma mi auguro davvero che il prossimo anno possa essere quello giusto. A prescindere dal mio ritorno all’Ariston sarebbe il giusto riconoscimento per un protagonista della musca italiana come Gianni. Al Brancaccio l’ho invitato sul palco per ringraziarlo delle centinaia di canzoni che mi ha regalato in questi anni e per la meritata standing ovation del teatro. È stata una grande emozione».
Ha detto che l’ultima volta a Sanremo (nel 2007 con "Forever per sempre") le fecero pagare l’avventura politica…
«Eh sì, fu colpa della giuria. me ne dissero di tutti i colori, ingiustamente. La chiamano giuria di esperti ma non è mai così. Allora erano tutti di sinistra (figuravano tra gli altri Alba Parietti e Antonio Caprarica, ndr). Mi fecero pagare il desiderio di fare qualcosa per la mia Sicilia».
Aveva corso con Alleanza Nazionale alle Europee 2004 ma non fu eletta. La rivedremo in politica?
«No, e tornando indietro non lo rifarei. Non per l’episodio di Sanremo, anche perché non ho avuto altri problemi sul mio lavoro tranne in quell’occasione. Ma perché sono un’artista, e ho capito che quello è un mondo che non mi appartiene».

Tag: #MarcellaBella #GianniBella #FestivalDiSanremo #NellAria #MontagneVerdi #50AnniDiBellaMusica

Altri articoli pubblicati da Il Tempo

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

l caso del matrimonio tra Pamela Prati e l'inesistente Mark Caltagirone diventa un film. Fin qui nulla di nuovo. Perché nelle ultime ore si stanno rincorrendo voci e indiscrezioni su questo nuovo tassello della soap che ha spopolato in tv. Ma c'è un...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

l fantasma della crisi aleggia sempre più forte a Palazzo Chigi. Ad accendere le polveri ci pensa Matteo Salvini, sempre irritato dal voto dei Cinque Stelle per l’elezione di Ursula von der Leyen alla presidenza della Commissione Ue, che denuncia «di ...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

l biglietto è già stampato, l’esperienza argentina ora è pronta ad iniziare. De Rossi ha scelto di continuare la carriera da calciatore con il Boca Juniors, dopo aver trascorso tutta la vita con la maglia della Roma. La decisione dell’ex capitano...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

a cerimonia privata, perché i familiari potessero dire addio da soli a Andrea Camilleri. Poi, l’ultimo saluto al Maestro da parte di una folla formata da migliaia di persone che si sono messe in fila al cimitero acattolico per gli stranieri al...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

ai a vedere che pure questa volta, nel 2019 tecnologico e social, l’Italia si beccherà il suo 25 luglio, con tanto di balletto sulle colpe per la caduta del Governo. Salvini che accusa Di Maio, i grillini che incolpano la Lega, Di Maio che ribatte a...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

(Agenzia Vista) Musile di Piave, 18 luglio 2019 Jesolo, L'applauso all'arrivo dei feretri dei 4 ragazzi morti nell'incidente L'applausoi all'arrivo dei feretri ai funerali dei quattro giovani morti in un incidente stradale nella notte tra sabato e...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

'ingegnere filosofo Luciano De Crescenzo è morto oggi a Roma, all'età di 91 anni. Da tempo le sue condizioni di salute - lui che da anni soffriva di una malattia neurologica degenerativa - erano precarie. Fatale una polmonite. De Crescenzo, artista...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

coppia la rissa in commissione Affari costituzionali e Giustizia della Camera durante i lavori sul decreto Sicurezza bis. I protagonisti sono il sottosegretario Carlo Sibilia e Laura Boldrini. "Stavo intervenendo in commissione - ha raccontato il...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

«Cosa penso di Salvini? Nulla». È la sola battuta che concede alle domande dei giornalisti, la capitana Carola Rackete, dopo l’interrogatorio in procura ad Agrigento e dopo una dichiarazione iniziale. «Sono molto felice di avere avuto...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

egli ultimi 10 anni il mercato illegale dell’agroalimentare si è modificato, ramificandosi in tutti i settori: dalla produzione delle materie prime alla trasformazione, fino ad arrivare alla distribuzione e al ciclo finale di smaltimento. I prodotti...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

l giovane nuotatore Manuel Bortuzzo, paralizzato alle gambe dopo essere stato vittima di una sparatoria a Roma, torna a nuotare in piscina. Pubblica un video su Instagram e lancia una sfida a Gabriele Detti e Gregorio Paltrinieri, campioni di nuoto a...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

«5Stelle e Pd? Da due giorni sono già al governo insieme, per ora a Bruxelles». Così Matteo Salvini torna sulla elezione del Von der Leyen a presidente della Commissione Ue con i voti del M5S. «Tradendo il voto degli Italiani che volevano il...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

mi somme di denaro sottratte alla Banca Centrale Libica di Bengasi durante la guerra civile sono arrivate in Italia. È la Banca d’Italia a lanciare l’allarme a tutte le sue succursali, «poiché si stanno verificando presso le nostre Filiali...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Il Tempo

itorno al futuro per la ricerca dell’istituto San Raffaele Pisana di Roma: sono stati inaugurati ieri 3 nuovi laboratori di neuroscienze, oltre alla presentazione del progetto di "Piattaforma Biotech 4.0". Salgono così a 15 i laboratori del Centro...

Pubblicato mercoledì, 17 luglio 2019 ‐ Il Tempo

arà il presidente del Consiglio in persona a presentarsi nell’Aula del Senato per rispondere alle domande del Pd sull’affaire Russia. «Il Parlamento è sacro», afferma il premier. «Quando il Parlamento chiama il governo risponde», aggiunge,...