Delirio Lazio, è in finale di Coppa

Pubblicato mercoledì, 24 aprile 2019 ‐ Il Tempo

Joaquín Correa stende il Milan a San Siro e regala alla Lazio la finale di Coppa Italia grazie al successo sul Milan per 1-0, due mesi dopo lo 0-0 dell’andata. La squadra di Inzaghi è apparsa più viva, più concreta e anche più desiderosa di arrivare a questa finale dove si affronterà la vincente tra Atalanta e Fiorentina. Entrambe si presentavano al match dopo un ultimo turno di campionato non esaltante: pari a Parma per il Milan, sconfitta in casa col Chievo per la Lazio, ma la squadra biancoceleste ha voluto e cercato di più il successo. Una gara con delle tensioni relative a quanto accaduto in campionato con Bakayoko e Kessié con la maglia di Acerbi. Prima della partita cori ripetuti contro Bakayoko della Curva della Lazio e banane gonfiabili esposte. Dopo i cori a Bakayoko è arrivato puntuale l’annuncio della speaker: «Avviso importante: a causa dei comportamenti razzisti, la partita potrebbe essere interrotta oppure sospesa». L’inizio di gara è molto tattico da entrambe le parti. Al 9’ la Lazio perde un giocatore importante. Gioco fermo per Milinkovic-Savic a terra dolorante alla caviglia dopo essere scivolato in un intervento a centrocampo. Il giocatore della Lazio si rialza e prova a giocare ma dura molto poco e chiede il cambio. Al 15’ Milinkovic-Savic esce in lacrime, al suo posto entra Parolo. La Lazio sembra più intraprendente e al 19’ Luis Alberto, verticalizza in area per Immobile che si allunga il pallone favorendo l’uscita di Reina. Due minuti dopo Castillejo serve Calabria che cade a terra in area, ma l’arbitro Mazzoleni lascia correre. Silent-ceck del Var conferma la decisione del direttore di gara.
La squadra di Inzaghi continua a spingere e al 24’ in contropiede Immobile serve sul secondo palo Correa che manca l’aggancio davanti a Reina. Poco dopo è proprio Correa a provarci senza fortuna e poi Immobile ma Reina blocca a terra. La fiammata del Milan arriva al 28’ con un sinistro di Calabria dal limite che Strakosha devia in angolo. Dieci minuti dopo Gattuso perde Calabria: problema al ginocchio, al suo posto entra Conti. Nel finale di tempo altra occasione per i biancocelesti: retropassaggio errato di Castillejo per Reina con il portiere rossonero bravissimo ad anticipare di un soffio Immobile. In pieno recupero Lazio vicina al vantaggio due volte: prima Correa, servito al limite dell’area piccola, prova il diagonale sul secondo palo, trovando una grandissima parata da parte di Reina. Poi su una punizione dai 25 metri Luis Alberto crossa sul secondo palo dove Bastos, dopo aver vinto un rimpallo, prova il destro da distanza ravvicinata, sfiorando il palo alla destra di Reina. Inizia la ripresa e la Lazio tenta subito l’affondo: al 51’ Immobile appoggia all’indietro per Lucas Leiva che dal limite dell’area di destro calcia a giro trovando la grandissima respinta in angolo di Reina. Sul corner Bastos salta più in alto di tutti e di testa sfiora il palo alla sinistra di Reina. Poco dopo destro di Correa da dentro l’area, ancora Reina con un grandissimo intervento salva il Milan. È il preludio al vantaggio che arriva al 58’: contropiede della Lazio sugli sviluppi di un corner battuto da Suso con Immobile che si invola e serve in area l’accorrente Correa che questa volta, a tu per tu con Reina, non sbaglia, e porta in vantaggio la squadra di Inzaghi. Gattuso cambia assetto e dopo l’ingresso di Calhanoglu per Castillejo, inserisce anche Cutrone per Caldara, dovendo fare due gol per ribaltare la qualificazione. Al 69’ punizione per il Milan con Calhanoglu che crossa in mezzo dove Piatek di testa non trova la porta. Al 77’ Cutrone pareggia di testa ma da posizione di fuorigioco. Offside confermato dal Var. Il Milan pressa ma rischia ancora all’84’, quando Parolo appoggia per Immobile che di prima intenzione da dentro l’area calcia altissimo, sprecando una clamorosa occasione. Nel finale Milan senza idee e Lazio pericolosa in contropiede con Immobile, ma l’attaccante biancoceleste troppo stanco non riesce a raddoppiare. La Lazio comunque può festeggiare il successo a San Siro e la decima finale di Coppa Italia.

Tag: #Milan-lazio #Lazio #Milan #Correa #SanSiro #CoppaItalia #Inzaghi #Finale

Altri articoli pubblicati da Il Tempo

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

a legge di Bilancio da 50 miliardi, per disinnescare l’aumento automatico dell’Iva e, allo stesso tempo, arrivare alla Flat Tax con l’aliquota al 15%. Dopo aver incassato un duro colpo dal premier Giuseppe Conte, Matteo Salvini rilancia con una...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

anterebbero i Maneskin: “Paola Ferrari torna a casa, che non voglio più aspettare”. Dopo un programma sulla Champions League con ascolti record e a distanza di 5 anni dall’ultimo saluto, il volto tv più famoso del calcio italiano riapre le porte...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

credibile ma vero: Spider-Man è fuori dagli Avengers. E questo proprio mentre «Spider-Man: Far From Home» diventa il più grande incasso di tutti i tempi della Sony Pictures. Sony e Marvel Studios, ovvero la Disney, hanno interrotto il loro accordo...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

a Foresta Amazzonica come non l’avete mai vista: sono oltre 74mila gli incendi registrati dai satelliti della Nasa quest’anno e il National Institute for Space Research ha dichiarato che le fiamme sono aumentate dell'83% rispetto al 2018. Da...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

mici Vip non fa per Wanda Nara. L’inarrestabile madre-procuratrice-stilista-moglie di Mauro Icardi si è presentata negli studi di Via Tiburtina a Roma ed è stata rispedita a casa con il primo treno utile per Milano. Secondo la rivista “Chi”, la...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

imi di tensione davanti al santuario del Divino Amore per il divieto ai tifosi di portare a spalla fino al piazzale sottostante il feretro di Diabolik, atteso da questa mattina dai "suoi" ultras. Terminata la messa, il personale dell’agenzia di pompe...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

l Quirinale si sono aperte le consultazioni dopo la crisi di governo aperta con le dimissioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte: la prima a colloquio con il Capo dello Stato Sergio Mattarella è il presidente del Senato Elisabetta Casellati. In ...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

“In hoc signo vinces”. Con questo segno vincerai. Il rosario, la fede, le invocazioni alla Madonna: la simbologia religiosa è tornata in questi mesi al centro della contesa politica dopo che il leader della Lega Matteo Salvini non ha nascosto il...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

iziati al santuario del Divino Amore i funerali di Fabrizio Piscitelli. Saluti romani da parte di alcuni supporter della Lazio al passaggio del feretro dell'ex capo ultrà degli Irriducibili, ucciso con un colpo di pistola alla testa il 7 agosto scorso...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

ainggolan (appena arrivato nel Cagliari) e Cassano: mare, relax. Ma di fronte ad un grande campione come Bruno Conti (campione del mondo con la maglia azzurra nel 1982) forse scappa una "lezione" di calcio? I due calciatori sembrano davvero attratti...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

È ufficiale: la saga di "Matrix" tornerà per un nuovo capitolo, il quarto. Neanche a dirlo, nei panni di Neo, eroe incontrastato dei primi tre film, ancora una volta Keanu Reeves. A dare l'annuncio è la Warner Bros. Lana Wachowski guiderà ancora una ...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

l segretario del Pd indica le priorità e ottiene dalla direzione del partito pieno mandato a trattare. La Direzione ha approvato un ordine del giorno che ripercorre la relazione di Nicola Zingaretti dando il mandato ad aprire una trattativa per...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

È morto all'Ospedale San Raffaele di Milano, dove era ricoverato da qualche giorno, Giovanni Buttarelli, magistrato e Garante europeo della protezione dei dati. Aveva 62 anni. Nato a Frascati il 24 giugno 1957, Buttarelli in precedenza aveva ricoperto...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

a macchina della polizia municipale, una gazzella dei carabinieri e due mezzi dei vigili del fuoco circondavano l’ennesimo autobus andato a fuoco nella Capitale. Oggi, intorno alle 11 del mattino, a bordo del 301 tutto è accaduto in un attimo. Il...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Il Tempo

Fa quasi sorridere pensare che nei giorni della nascita del governo gialloverde il suo simbolo divenne un murales apparso a pochi passi dai palazzi della politica di Roma, che ritraeva il famoso bacio fra Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Ascoltato ieri il ...