Telefonia, arriva la lista nera di chi non paga la bolletta

Pubblicato venerdì, 15 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Stanno facendo il conto alla rovescia le compagnie telefoniche prima dell’ora X in cui far scattare l’attacco ai cattivi pagatori.
Si chiama Simoitel (Sistema informativo sulle morosità intenzionali nel settore della telefonia) lo strumento che da lunedì
partirà operativamente e con il quale le telco puntano a colpire e affondare gli abitué del turismo telefonico, in grado di
“surfare” da un’offerta all’altra ma lasciando dietro di sé lunghe scie di conti non pagati.
PER SAPERNE DI PIÙ / Calo del 20% delle tariffe di telefonia mobile, ecco le più economiche
L’ora del redde rationem scoccherà quindi a inizio della prossima settimana, quando dagli uffici degli operatori di telefonia
partiranno le prime raccomandate verso i soggetti morosi per avvisarli che, di lì a 30 giorni, o elimineranno la posizione
debitoria oppure si vedranno inseriti in una banca dati comprensiva dei nomi dei peggiori clienti insolventi. Il che può significare
grattacapi non da poco, a iniziare dal fatto che le compagnie telefoniche potranno sbattere la porta in faccia a richieste
di attivazione di nuove linee fisse o mobili. A quel punto l’unica alternativa è optare per soluzioni prepagate.
PER SAPERNE DI PIÙ / Tariffe telefoniche: ecco le offerte degli operatori per l'estate
Insomma, un meccanismo che richiama alla mente la centrale rischi per mutui e dei prestiti. «Diversamente dalle banche dati
creditizie – tiene però a precisare l’Asstel, che associa le aziende della filiera delle tlc – il Simoitel è uno strumento
di contrasto alle morosità intenzionali gravi e non a qualsiasi insoluto. Il provvedimento risponde a un’esigenza dell’industria
delle tlc di fronteggiare in modo efficace il fenomeno di coloro che si sottraggono intenzionalmente dal pagare quanto dovuto
nel passaggio da un operatore all’altro».
PER SAPERNE DI PIÙ / Cambiare operatore di telefonia o tv costerà meno
Per arrivare a questo risultato il lavoro non è stato da poco, né breve. La realizzazione del Simoitel discende infatti da
un provvedimento del Garante per la Privacy dell’8 ottobre 2015. Il provvedimento rispondeva a una precisa richiesta dell’industria
delle telecomunicazioni afflitta dal fenomeno dei cattivi pagatori, o meglio di coloro che – sfruttando le possibilità offerte
dalla liberalizzazione del servizio e dalla rapidità con cui si può modificare la scelta sul proprio fornitore – spesso non
pagano affatto.
Ora, dopo anni di limatura e passando attraverso un’approfondita istruttoria sotto la regia degli uffici del Garante per la
privacy, la struttura giuridica e informatica del Simoitel è stata realizzata. Il soggetto gestore del Simoitel è stato scelto
con procedura competitiva e sarà il Crif. E alla fine i requisiti di “cattivo pagatore” risultano essere particolarmente stringenti.
Servono infatti: il distacco dal servizio con recesso dal contratto da non meno di tre mesi; un importo insoluto di almeno
150 euro; la presenza di fatture non pagate nei primi sei mesi successivi alla stipula del contratto (a indicazione dell’atteggiamento
“opportunistico” dell’utente); l’assenza di altri rapporti contrattuali post-pagati, attivi e regolari nei pagamenti con lo
stesso operatore (a garanzia del fatto che si vadano a colpire il turismo telefonico e le morosità intenzionali).
PER SAPERNE DI PIÙ / Tlc, la guerra dei telefonini costa 300 milioni ai tre big
«Asstel – spiega ancora l’associazione – ha posto il tema all’attenzione delle diverse Autorità producendo evidenze e stime
del fenomeno e il Garante per la Protezione dei Dati Personali ha ritenuto necessario l’introduzione di uno strumento ad hoc.
Assicurando la correttezza dei comportamenti debitori, la funzionalità del Simoitel è certamente nell’interesse diretto degli
operatori ma anche una garanzia per i tanti consumatori onesti». La speranza delle telco è di mettere un freno a un fenomeno
che è molto sentito, e da tempo. Basti pensare che la scorsa estate l’Antitrust ha sanzionato Wind Tre, Tim e Vodafone per
3,2 milioni di euro in totale per pratiche commerciali scorrette. Fra queste è stata considerata la minaccia, utilizzata per
spingere i propri utenti a saldare debiti e importi insoluti di entità più o meno cospicua, di iscriverli al Simoitel che
però ancora non era partito. Ora è diverso. Il 27 febbraio si è costituito il Comitato di gestione della banca dati e da lunedì
18 marzo partiranno le lettere di preavviso. Con la guerra dei prezzi in atto e con gli investimenti messi in conto e alle
porte per il 5G, le compagnie sono intenzionate ad agire sul punto con decisione

Tag: #ImpresaETerritori #Consumi

Altri articoli pubblicati da Il Sole 24 ORE

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

«Toninelli lo facciamo per te». La frase si legge su un cartello che i senatori di Forza Italia tirano fuori in Aula al Senato subito dopo l'illustrazione delle due mozioni che chiedono le dimissioni immediate del ministro per le infrastrutture...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Il 2019 si apre con due campanelli d’allarme sul lavoro: a gennaio le domande di disoccupazione si impennano, e salgono a quota 201.267, in crescita del 13,4 per cento su gennaio 2018. Non solo. Nel cumulato gennaio-febbraio a salire è anche la ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

È raro che si celebri il centenario di una poesia. Lo si fa per i grandi libri, per la nascita o la morte di un autore. Ma L’infinito di Leopardi – di cui ricorrono i duecento anni dalla composizione – è forse la più celebre tra le poesie...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Le decisioni di politica monetaria comunicate ieri dalla Fed dopo il suo direttivo sono state più espansive del previsto e il mercato ha reagito comprando titoli di Stato americani innescando un netto calo dei rendimenti che, sulla scadenza a 10...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Istituita dalla XXX sessione della Conferenza Generale Unesco nel 1999 oggi è la Giornata Mondiale della Poesia. Nel mondo e in Italia la giornata è festeggiata da tantissime iniziative, a cominciare dal ricordo di Alda Merini, nata il 21 marzo ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

La Commissione ritiene che la proroga, stabilita nel 2009, dal 2028 al 2046 della concessione di lavori relativa all'autostrada A 12 Civitavecchia-Livorno costituisca la modifica di un termine essenziale di tale concessione. Tale proroga equivarrebbe ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

A gennaio sono arrivate all'Inps 201.267 richieste di sussidio disoccupazione (tra le quali 198.294 domande di Naspi) con una crescita del 13,4% su gennaio 2018. È il dato più alto a gennaio negli ultimi quattro anni. A dicembre le ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Nel 2015, un debitore della Tecnoservice ha ordinato alla propria banca di effettuare un pagamento, tramite bonifico bancario, in favore di tale società, mediante accredito su un conto corrente aperto presso Poste italiane, individuato, ai sensi...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Il conto alla rovescia per la missione Eunavfor Med Sophia avviata nel 2015 contro i trafficanti di migranti è iniziato e il governo giallo verde, attraverso due dei suoi principali dicasteri, è in campo per trovare “in zona Cesarini” un...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

«Sarò in Basilicata per le elezioni, ci saranno altri esponenti della Lega». Così il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini spiega in una intervista a Radio24 il perché non sarà al pranzo ufficiale con Xi Jinping. Il presidente...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Ci sono tanti eroi nascosti nella fantasia dei bambini e i Transformers sono tra questi. Il loro slogan è «More than meets the eye» insomma andare oltre al primo sguardo per cogliere l’essenza delle cose perché quello chevediamo, in...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Con il baricentro sempre ben piantato sulla rete elettrica nazionale che, non a caso, assorbirà quasi tutto lo sforzo previsto, Terna è pronta a puntare 6,2 miliardi di euro di investimenti da qui ai prossimi cinque anni per sostenere, in modo...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Indici europei in ordine sparso all'indomani dell'attesa riunione della Fed 'colomba': Milano sale dello 0,13% mentre Francoforte cede lo 0,4%, Londra lo 0,3% e Parigi lo 0,16%. I toni più accomodanti del previsto della Federal Reserve hanno portato...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Sorpresa: le targhe diventeranno personali. Cioè seguiranno l’intestatario e non più il veicolo. Lo sta per proporre il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, ormai deciso a riesumare una norma rimasta inattuata dal 2010. Così ha fatto ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Manette contro una loggia massonica segreta a Castelvetrano, il paese natale del boss latitante Matteo Messina Denaro. Coordinati dalla Procura, i carabinieri hanno eseguito 27 arresti per reati contro la Pa, l'amministrazione della giustizia ...