Storia degli 80 euro: l’asso calato da Renzi alle Europee 2014 che Di Maio e Salvini difendono

Pubblicato venerdì, 10 agosto 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Paradossi della politica. O, più semplicemente, la classica coperta corta sui conti pubblici, la caccia alle coperture che
ritorna puntuale ogni anno alla vigilia della scrittura della legge di Bilancio che verrà. Da una parte il ministro dell’Economia
Giovanni Tria. Dall’altra, i vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Sul tavolo, il bonus Renzi da 80 euro, ovvero l’asso calato (e fortemente voluto) dall’ex premier, leader del centrosinistra, nell’aprile del 2014, nei giorni della campagna elettorale in vista delle Europee. Ora quel bonus segna una distanza tra tre esponenti di peso
del governo Conte.
Tria: bonus in discussione. Ma Di Maio e Salvini chiudono: non si tocca
Tria, in un’intervista a Il Sole 24 Ore, ha spiegato che il bonus è in discussione, «anche per ragioni di riordino tecnico. Per come è stato costruito - ha aggiunto
- crea complicazioni infinite». Di diverso parere i leader di M5s e Lega, ovvero le due forze politiche azioniste di maggioranza dell’esecutivo. Sia Di Maio sia Salvini hanno avvertito: non si tocca. Insomma, Tria, Di Maio e Salvini si ritrovano su posizioni diverse
su una misura del tanto criticato esecutivo di centrosinistra. Con l’ulteriore paradosso che una delle due forze politiche,
i Cinque Stelle, si trova oggi a difendere una soluzione che appena quattro anni fa aveva criticato.
I Cinque Stelle nell’aprile 2014: la misura di Renzi è una «mancia elettorale»
Quando infatti nell’aprile del 2014 Renzi, segretario del Pd giunto a Palazzo Chigi tre mesi prima, annunciò gli 80 euro a 11 milioni di italiani, M5s definì la misura una «mancia elettorale» in vista delle Europee, che si sono poi svolte il 25 maggio. Sul blog dei Cinque Stelle qualche attivista parlò di «raggiro»
e «truffa».
Da maggio 640 euro in busta paga ogni anno
Il bonus è stato previsto dal decreto Irpef, pubblicato nella Gazzetta ufficiale a fine aprile. Dal mese successivo i lavoratori
dipendenti con un reddito tra gli otto e i 24mila euro l’anno si ritrovano in busta paga 80 euro al mese, che moltiplicati per 12 mensilità fanno 640 euro. Il bonus, che vale circa nove miliardi, decresce, a scaglioni, fino a zero per i redditi che vanno da 24.000 a 26.000 euro.
Restano esclusi gli incapienti. La misura è poi diventata strutturale con la legge di stabilità 2015.
Con Gentiloni misura estesa agli statali
Tre anni dopo - a Palazzo Chigi siede Paolo Gentiloni - il governo decide di ampliare la platea dei beneficiari del bonus:
viene alzato il tetto del reddito da 24mila a 24.600 euro, e da 26mila a 26.600 euro. Una soluzione quest’ultima che consente
ai lavoratori statali di rientrare nella soglia.

Tag: #Notizie #PoliticaEconomica

Altri articoli pubblicati da Il Sole 24 ORE

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

È scattato l'ultimatum. La nuova politica sui bagagli a mano di Ryanair potrebbe avere i giorni contati. L'Antitrust, infatti, ha avviato un procedimento contro la compagnia irlandese, la quale ha adesso nove giorni per preparare una memoria...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Più di 55 miliardi di euro sarebbero stati sottratti al Fisco di diversi paesi europei nell’arco di 15 anni attraverso un gigantesco meccanismo di evasioni fiscale legato alla compravendita di azioni di società quotate. Decine di banche, broker,...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Banksy colpisce ancora nella notte: ha postato un video su Instagram nel quale mostra, di fatto, il “fallimento” della sua performance all’ormai famosissima asta da Sotheby’s. Nel video, intitolato “Shredding the Girl and Ballon. The...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Google scende in campo a sostegno dell’auto elettrica, rendendo più semplice la ricarica delle batterie elettriche. Google Maps ha iniziato infatti a segnalare le stazioni di ricarica per i veicoli elettrici. Le reti di Tesla e Chargepoint a...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Siamo dalle parti di Skylanders, Disney Infinity, dei cosidetti toys-to-life, videogiochi che usano piccole statuine fisiche per dargli vita digitale). StarLink: Battle for Atlas furbescamente lascia perdere mostricciattoli e icone del mondo...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il commissario agli Affari economici Pierre Moscovici consegnerà direttamente al ministro dell'Economia Giovanni Tria la lettera con cui l'esecutivo Ue chiede chiarimenti ed esprime formalmente i rilievi sul progetto di legge di bilancio. Lo...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Sul decreto fiscale è ancora scontro nel governo tra M5s e Lega. Dopo l’accusa del vicepremier Luigi Di Maio, che a Porta a Porta mercoledì ha parlato di manipolazione del testo sulla pace fiscale che è arrivato al Quirinale, evocando «una...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Era il 18 novembre 1928 quando Walt Disney presentò per la prima volta al pubblico del Colony Theater di New York la sua creazione più celebre, il personaggio destinato a renderlo famoso in tutto il mondo e a diventare un'icona intramontabile,...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

La puzza non svanisce, la plastica e gli altri rifiuti continuano a bruciare all’interno del deposito Ipb di Milano (zona Quarto Oggiaro - Bovisasca) devastato da un incendio domenica 14 ottobre, e la qualità dell’aria sulla città e una buona...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Un anticipo di 5 anni per uscire dal mercato del lavoro. Con la quota 100, prevista dal disegno di legge di Bilancio, chi avrà 38 anni di contributi potrà chiedere la pensione a 62 anni, rispetto ai 67 anni previsti per la vecchiaia o, in alternativa,...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

La presidenza di Giovanni Gronchi «ha accompagnato la scelta della nascita e dell'avvio dell'integrazione europea, di quella che oggi si chiama Unione Europea e che - pur con lacune e contraddizioni - ha assicurato un patrimonio inestimabile di pace ...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Prima una lettera con la richiesta di chiarimenti, in cui verranno condensati tutti i punti contestati. Poi la richiesta formale di correttivi alla manovra da adottare entro due settimane. Infine l’eventuale bocciatura della manovra. Questi i...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il ministro dell’Economia Giovanni Tria ha incontrato questa mattina a Milano il numero due della Cic, China Investment Corporation, Tu Guangshao, il più grande fondo sovrano del mondo. L’incontro fa seguito a quello che il ministro ha avuto lo...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Una bocciatura secca alla manovra. Un appoggio al lavoro del presidente Mattarella. Una “chiamata” di responsabilità alle imprese, per contribuire ad una nuova strategia di responsabilità nazionale con gli occhi rivolti all'Europa.La...

Pubblicato giovedì, 18 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il fondo di private equity internazionale Lone Star valuta la migliore opzione di valorizzazione per la controllata Evoca, azienda leader nella produzione di macchine distributrici di caffé, bevande calde e snack. Il gruppo è famoso a...