Redditività migliore per le aziende del lusso in mano ai gruppi esteri

Pubblicato venerdì, 15 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Il lusso conquista i private equity, ma dà loro poche soddisfazioni. Si sono spenti in febbraio i riflettori sul riassetto
azionario di Trussardi (il 60% è andato a QuattroR Sgr partecipata fra gli altri da Cdp), che subito dopo si sono accesi sul
riassetto di Roberto Cavalli, dal 2015 nelle mani di Clessidra. Per non parlare, poi, di Morellato: il presidente Massimo
Carraro ha dichiarato che la società, partecipata dalla sua famiglia, da Marina Salamon e Matteo Marzotto, è pronta «a un
altro socio, di minoranza e unicamente finanziario». Tutte notizie che danno il polso di un settore in effervescenza anche
per gli appetiti dei fondi.
Eppure a guardare i numeri i risultati non sembrano così incoraggianti per i private equity. Se si prende un panel di 100
società italiane del comparto moda e lusso, le 26 controllate da fondi chiusi risultano avere un Ebitda margin più basso rispetto alla media: un 12,2% contro il 19,6%, secondo l’analisi di Pwc. A svettare su tutti sono i brand controllati dai grandi gruppi esteri
del lusso, come Kering e Lvmh con un Ebitda margin al 30,7%. Seguono a distanza con il 18,1% le aziende quotate e poi con
il 14,5% quelle controllate dal fondatore, da una famiglia o da un investitore privato. «L’Ebita margin dei brand controllati
da gruppi esteri è più alto anche perché si tratta di marchi del segmento alto del lusso. C'è da dire, comunque, che i gruppi
internazionali del lusso mettono a sistema sinergie corporate, creando quindi risparmi sui costi, ma lasciando allo stesso
tempo indipendenza a livello di funzioni strategiche ai singoli brand. E questa è una strategia che sta dando frutti positivi»
commenta Emanuela Pettenò, partner PwC Consumer deals, che prosegue: «Nel gruppo delle quotate c’è molta diversificazione
perché si va da brand del lusso a società di moda. Questo fa in modo che l’Ebitda margin risulti in media più basso».
Il comparto, comunque, presenta delle peculiarità che richiedono da parte degli azionisti competenze specifiche: «Il settore
del lusso e della moda è diventato sempre più interessante per i fondi di private equity, ma resta un comparto di non facile
approccio per le specificità che ha. Negli anni in Italia sono stati diversi gli investimenti come in Versace, Cavalli, Missoni,
Golden Goose, Trussardi, Valentino, Buccellati e Moncler. Non sempre, però, questi investimenti si sono rivelati positivi
per i fondi. Questi ultimi se non specializzati, infatti, rischiano di non comprendere il business e le sue dinamiche».
Resta il fatto che i riassetti non sembrano finiti. «Nel prossimo futuro diverse aziende, attualmente in mano al fondatore,
faranno riflessioni in merito all’evoluzione del loro azionariato. Questo aprirà a diverse opportunità in un comparto che,
in Italia, resta ancora molto polverizzato» osserva Pettenò, che sottolinea: «Basti pensare che le aziende prese in considerazione
da Sistema Moda Italia sono 46mila per un fatturato complessivo di circa 54 miliardi di euro nel 2017. PwC Deals ha mappato
un panel di 64 aziende del settore che totalizzano un fatturato aggregato di 35 miliardi di euro nel 2017, il che implica
una estrema polverizzazione in termini dimensionali delle altre aziende del comparto».

Tag: #FinanzaEMercati #Fondi24

Altri articoli pubblicati da Il Sole 24 ORE

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

«Toninelli lo facciamo per te». La frase si legge su un cartello che i senatori di Forza Italia tirano fuori in Aula al Senato subito dopo l'illustrazione delle due mozioni che chiedono le dimissioni immediate del ministro per le infrastrutture...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Il 2019 si apre con due campanelli d’allarme sul lavoro: a gennaio le domande di disoccupazione si impennano, e salgono a quota 201.267, in crescita del 13,4 per cento su gennaio 2018. Non solo. Nel cumulato gennaio-febbraio a salire è anche la ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

È raro che si celebri il centenario di una poesia. Lo si fa per i grandi libri, per la nascita o la morte di un autore. Ma L’infinito di Leopardi – di cui ricorrono i duecento anni dalla composizione – è forse la più celebre tra le poesie...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Le decisioni di politica monetaria comunicate ieri dalla Fed dopo il suo direttivo sono state più espansive del previsto e il mercato ha reagito comprando titoli di Stato americani innescando un netto calo dei rendimenti che, sulla scadenza a 10...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Istituita dalla XXX sessione della Conferenza Generale Unesco nel 1999 oggi è la Giornata Mondiale della Poesia. Nel mondo e in Italia la giornata è festeggiata da tantissime iniziative, a cominciare dal ricordo di Alda Merini, nata il 21 marzo ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

La Commissione ritiene che la proroga, stabilita nel 2009, dal 2028 al 2046 della concessione di lavori relativa all'autostrada A 12 Civitavecchia-Livorno costituisca la modifica di un termine essenziale di tale concessione. Tale proroga equivarrebbe ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

A gennaio sono arrivate all'Inps 201.267 richieste di sussidio disoccupazione (tra le quali 198.294 domande di Naspi) con una crescita del 13,4% su gennaio 2018. È il dato più alto a gennaio negli ultimi quattro anni. A dicembre le ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Nel 2015, un debitore della Tecnoservice ha ordinato alla propria banca di effettuare un pagamento, tramite bonifico bancario, in favore di tale società, mediante accredito su un conto corrente aperto presso Poste italiane, individuato, ai sensi...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Il conto alla rovescia per la missione Eunavfor Med Sophia avviata nel 2015 contro i trafficanti di migranti è iniziato e il governo giallo verde, attraverso due dei suoi principali dicasteri, è in campo per trovare “in zona Cesarini” un...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

«Sarò in Basilicata per le elezioni, ci saranno altri esponenti della Lega». Così il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini spiega in una intervista a Radio24 il perché non sarà al pranzo ufficiale con Xi Jinping. Il presidente...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Ci sono tanti eroi nascosti nella fantasia dei bambini e i Transformers sono tra questi. Il loro slogan è «More than meets the eye» insomma andare oltre al primo sguardo per cogliere l’essenza delle cose perché quello chevediamo, in...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Con il baricentro sempre ben piantato sulla rete elettrica nazionale che, non a caso, assorbirà quasi tutto lo sforzo previsto, Terna è pronta a puntare 6,2 miliardi di euro di investimenti da qui ai prossimi cinque anni per sostenere, in modo...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Indici europei in ordine sparso all'indomani dell'attesa riunione della Fed 'colomba': Milano sale dello 0,13% mentre Francoforte cede lo 0,4%, Londra lo 0,3% e Parigi lo 0,16%. I toni più accomodanti del previsto della Federal Reserve hanno portato...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Sorpresa: le targhe diventeranno personali. Cioè seguiranno l’intestatario e non più il veicolo. Lo sta per proporre il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, ormai deciso a riesumare una norma rimasta inattuata dal 2010. Così ha fatto ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Manette contro una loggia massonica segreta a Castelvetrano, il paese natale del boss latitante Matteo Messina Denaro. Coordinati dalla Procura, i carabinieri hanno eseguito 27 arresti per reati contro la Pa, l'amministrazione della giustizia ...