Migranti, sì ad accordo con Germania se ci aiuta a cambiare regole operazione Sophia

Pubblicato venerdì, 14 settembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

«Quello con la Germania, che non ho ancora firmato, sarà un accordo a tempo, fino a novembre, a saldo zero, non riguarderà
il pregresso e sarà sottoscritto se la Germania ci darà una mano a sostenere il cambio delle regole della missione Sophia,
che per colpa del Governo Renzi ha sbarcato in Italia 45mila persone». Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini
in conferenza stampa a Vienna insieme al collega austriaco Herbert Kickl. «Pronto a firmare - ha aggiunto - ma deve essere
favorevole a noi».
Decreto immigrazione la prossima settimana in Cdm
Il responsabile del Viminale ha poi spiegato che il decreto immigrazione «va di pari passo con il Dl sicurezza, e che «arriverà
la settimana prossima» in Consiglio dei ministri.
Missioni in Africa con Avramopoulos
Salvini ha incontrato il commissario Ue alla migrazione Avramopoulos. «Abbiamo concordato col commissario europeo Dimitris
Avramopoulos missioni congiunte nei Paesi africani di partenza dei migranti per fare capire che l’Italia e l’Ue non hanno
intenzione di permettere altri arrivi, come ad esempio i 57mila nigeriani dell’ultimo anno e mezzo».
Il ministro del Lussemburgo? Volgare
Il leader della Lega ha parlato anche del diverbio con il collega del Lussemburgo Jean Asselborn. «Stiamo aspettando a minuti
il ministro del Lussemburgo per continuare il dibattito con toni pacati, lui prima è stato volgare», ha affermato.
Malta se ne frega dei suoi doveri europei
Infine, ancora un attacco a Malta. «Ancora in questi minuti - ha ricordato Salvini - il Governo di un Paese dell’Unione si
sta ampiamente fregando dei suoi doveri: ogni riferimento a Malta è puramente voluto. Ormai sono ripetuti e molteplici – ha
lamentato il vicepresidente del Consiglio - gli episodi di navi, anche in difficoltà, nelle acque maltesi che vengono ignorate
dalle autorità maltesi o peggio accompagnate in acque italiane. Alla faccia della solidarietà e dei trattati internazionali».

Tag: #Notizie #Attualita

Altri articoli pubblicati da Il Sole 24 ORE

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno lasciato la Cina, mille persone sono al lavoro per smantellare la location dove avrebbe dovuto tenersi la sfilata-kolossal, cancellata dopo le accuse di razzismo e sessismo montate sui social network contro gli...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Black Friday e Cyber Monday: nati come due giornate di sconti a fine novembre, adesso sono due marchi che promettono prezzi stracciati per intere settimane. Purtroppo, dove c'è movimento di denaro, i criminali informatici sono pronti a tendere...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il fondo sovrano di Abu Dhabi ha citato in giudizio Goldman Sachs per lo scandalo 1Malaysia Development Bhd (1Mdb): l’accusa rivolta al gruppo bancario statunitense è aver corrotto funzionari nel corso di quella che sarebbe stata una vera e...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Borse europee deboli, dopo la buona performance della vigilia incoraggiata anche dal recupero di Wall Street che poi però ha chiuso contrastata. Del resto Gran Bretagna e Italia rimangono sotto la lente: la prima, nell’attesa della firma...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

In un anno e mezzo quasi il 6% dei commercialisti è finito sotto esame dagli organismi di disciplina di categoria, e un commercialista ogni dieci giorni è stato radiato dall’Albo. Due le principali cause: il mancato rispetto degli obblighi di...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

INNSBRUCK - Nasce dalla vituperata alternanza scuola-lavoro la storia di Samuele Dassatti e Andrea Zanin, due studenti al primo anno di università, rispettivamente in informatica e matematica, a Trento. Hanno ricevuto il secondo premio al...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il futuro di quella che è stata finora l’unica grande alleanza di successo nell’industria globale dell’auto è una questione politica oltre che – e più che - che finanziaria. Non a caso il ministro giapponese dell’Economia Hiroshige...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Igor Korobov, il capo del Gru, l'intelligence militare russa, è morto a 62 anni «a causa di una lunga e grave malattia». Lo ha fatto sapere un portavoce del ministero della Difesa a Ria Novosti. Korobov avrebbe iniziato a stare male in seguito a ...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Aumentano i buyback azionari anche in Cina: un trend che sembra destinato a continuare dopo che agli inizi di questo mese le autorità di Pechino hanno allentato le limitazioni ai riacquisti di azioni proprie da parte di società quotate e hanno...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

NEW YORK - Lo sforzo è quello di aumentare la trasparenza, e di recuperare la credibilità. Google è pronta a lanciare nuove regole interne per accettare pubblicità sulla sua piattaforma in vista delle elezioni europee nella primavera del 2019 per ...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Le famiglie italiane voltano le spalle al BTp Italia. Con appena 863 milioni di euro, la fase di collocamento del titolo indicizzato all’inflazione italiana destinata al pubblico retail si chiude con il risultato più «magro » di sempre. Un dato...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

La Commissione Ue tende una mano al “populista pentito” Alexis Tsipras, diventato nel frattempo un allievo modello di Bruxelles, ma che deve affrontare un malessere crescente da parte della popolazione e dei sindacati dopo otto anni di cura di...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Rifiuti: avete presente il decantato “modello Treviso” che non ha l’inceneritore e raggiunge l’82% di raccolta differenziata? È facile essere ecologisti con l’inceneritore degli altri: Treviso manda a bruciare nel termovalorizzatore dei...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Potrebbe valere fino a 3 miliardi di euro l’evasione da recuperare sui tributi locali e in particolare su Imu e Tasi. Sulla base di questo presupposto e sollecitata dalle istanze dell’Anci, Governo e maggioranza hanno deciso martedì in...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

F.P. è il classico piccolo risparmiatore: tiene il suo denaro sul conto corrente ma in passato aveva sottoscritto un paio di volte il BTp Italia, titolo di stato quadriennale indicizzato all’inflazione italiana Foi. E quando ha scoperto che il ...