Migranti, sì ad accordo con Germania se ci aiuta a cambiare regole operazione Sophia

Pubblicato venerdì, 14 settembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

«Quello con la Germania, che non ho ancora firmato, sarà un accordo a tempo, fino a novembre, a saldo zero, non riguarderà
il pregresso e sarà sottoscritto se la Germania ci darà una mano a sostenere il cambio delle regole della missione Sophia,
che per colpa del Governo Renzi ha sbarcato in Italia 45mila persone». Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini
in conferenza stampa a Vienna insieme al collega austriaco Herbert Kickl. «Pronto a firmare - ha aggiunto - ma deve essere
favorevole a noi».
Decreto immigrazione la prossima settimana in Cdm
Il responsabile del Viminale ha poi spiegato che il decreto immigrazione «va di pari passo con il Dl sicurezza, e che «arriverà
la settimana prossima» in Consiglio dei ministri.
Missioni in Africa con Avramopoulos
Salvini ha incontrato il commissario Ue alla migrazione Avramopoulos. «Abbiamo concordato col commissario europeo Dimitris
Avramopoulos missioni congiunte nei Paesi africani di partenza dei migranti per fare capire che l’Italia e l’Ue non hanno
intenzione di permettere altri arrivi, come ad esempio i 57mila nigeriani dell’ultimo anno e mezzo».
Il ministro del Lussemburgo? Volgare
Il leader della Lega ha parlato anche del diverbio con il collega del Lussemburgo Jean Asselborn. «Stiamo aspettando a minuti
il ministro del Lussemburgo per continuare il dibattito con toni pacati, lui prima è stato volgare», ha affermato.
Malta se ne frega dei suoi doveri europei
Infine, ancora un attacco a Malta. «Ancora in questi minuti - ha ricordato Salvini - il Governo di un Paese dell’Unione si
sta ampiamente fregando dei suoi doveri: ogni riferimento a Malta è puramente voluto. Ormai sono ripetuti e molteplici – ha
lamentato il vicepresidente del Consiglio - gli episodi di navi, anche in difficoltà, nelle acque maltesi che vengono ignorate
dalle autorità maltesi o peggio accompagnate in acque italiane. Alla faccia della solidarietà e dei trattati internazionali».

Tag: #Notizie #Attualita

Altri articoli pubblicati da Il Sole 24 ORE

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Leggera correzione per le Borse europee: il lieve rallentamento della crescita economica cinese nel IV trimestre 2018 (da +6,5% a +6,4%, che rappresenta il tasso più basso degli ultimi 28 anni) e l'assenza degli investitori Usa nel pomeriggio per ...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

«La consulenza strategica diventa sempre più parte integrante del business, perché la trasformazione digitale impone una rivisitazione di tutte le componenti operative e organizzative dell’azienda. Parliamo concretamente di un customer journey in ...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

La Cina rallenta e il mondo si preoccupa. L’Ufficio nazionale di statistica lo ha confermato stamane: la crescita economica nell’intero 2018 è scesa al tasso annuo più lento dal 1990 - ai tempi delle sanzioni economiche dopo la repressione di...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Lo chiamavano Drella, una crasi tra Dracula e Cinderella, per la diabolica capacità di comandare con uno sguardo e la sua voce dimessa. Gli piaceva far credere di non sentire pulsioni tranne l’invidia per chi otteneva il successo e di non avere ...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Nella «Biblioteca filosofica» di Adelphi escono gli scritti teoretici di Emanuele Severino. Fu lui a inaugurarla nel maggio 1980 con Destino della necessità. Ecco ora l’ultima sua opera dal titolo Testimoniando il destino. Severino è considerato ...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

La discesa in campo in Sardegna dei big nazionali come il vicepremier Luigi Di Maio e il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli non è servita al Movimento 5 Stelle a riconquistare il seggio di Cagliari alla Camera. Che passa dalla maggioranza del...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Il quesito. Un medico è assunto con contratto di lavoro a tempo indeterminato presso un’azienda ospedaliera. Per questa attività percepisce un reddito superiore a 65mila euro. Allo stesso tempo, però, svolge anche attività privata,...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Come sarà il mondo nel 2030? O nel 2050? Si chiede nel suo ultimo scritto Carmine Di Sibio, global managing partner di Ernts & Young, appena designato presidente e ceo, dal prossimo primo luglio per quattro anni, di una delle «big four», le...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

A Londra è in atto un dramma di proporzioni storiche. La decisione di uscire dall’Unione europea (Ue), presa con il referendum del 23 giugno 2016, ha attivato una catena di eventi che nessuno è in grado di governare. Certamente, in quella...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Anche se non è ancora rosso, l'allarme-recessione è stato appena rilanciato dalla Banca d'Italia che ha considerato negativo anche l'ultimo scorcio del 2018 dopo avere già registrato un -0,1% nel terzo trimestre. Con questi chiari di luna, le...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

L'uso del Dollaro come valuta di riserva privilegiata negli scambi internazionali è una caratteristica dell'economia globale dal secondo dopoguerra. Meno noto è il ruolo svolto da altre valute-chiave quale lo Yen, la Sterlina, Il Marco tedesco e, ...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Si allarga l’inchiesta della procura di Milano sulla Danske Bank e sul misterioso giro dei tre miliardi di euro provenienti dall'Azerbaijan e transitati dall’istituto danese tra il 2007 e il 2015. Dopo la richiesta di assistenza giudiziaria...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Una soluzione a Brexit sembra ancora lontana. Il «piano B» che Theresa May presenterà oggi in Parlamento è già stato respinto prima ancora di essere annunciato. Dopo che l'accordo su Brexit da lei negoziato con l'Unione Europea era stato...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Popolo delle pensioni, attenzione alle «finestre». Lavoratori privati, dipendenti pubblici, insegnanti. Donne, precoci, lavoratori che anticipano con la legge Fornero. E la lista potrebbe continuare. Perché per ogni categoria ha la propria...

Pubblicato domenica, 20 gennaio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Dopo il via libera da parte del governo, per il decreto su reddito e pensione di cittadinanza si attende a breve la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale per far scattare il conto alla rovescia: il vicepremier Luigi DiMaio ha annunciato che a...