Le tecnologie 4.0 per l’agrifood

Pubblicato venerdì, 14 settembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Altro che smartwatch: i wearable più venduti in Italia si trovano negli allevamenti e sono i sensori che monitorano gli animali.
«La diffusione di tecnologie 4.0 in Italia è a macchia di leopardo, con punte di innovazione notevoli - spiega Filippo Renga,
direttore dell’Osservatorio Smart Agrifood del Politecnico di Milano - Dobbiamo però considerare che siamo in una fase iniziale
di adozione. È necessario lavorare molto per divulgare i benefici di queste tecnologie da un lato, e per far sì che vengano
superate ritrosie e si riescano a mettere assieme, anche con l’aiuto di istituzioni pubbliche e associazioni di categoria,
le diverse componenti della filiera, cosicché si riesca ad avere un impatto importante, liberando risorse». Ovvero pensare
a progetti integrati che, utilizzando le tecnologie, rendano tracciabile tutto il percorso nelle sue tappe: coltivazione,
trasformazione, distribuzione, consumo. Perché la tracciabilità risponde - oltre che a requisiti di legge sempre più stringenti
- a una domanda crescente di informazione e di fiducia da parte del consumatore finale. E perché la tracciabilità ha ormai
un valore imprescindibile per produttori e aziende. Non solo dal punto di vista economico (nel solo settore lattiero-caseario
il Politecnico di Milano stima 100 milioni di euro all’anno i risparmi dovuti all’introduzione di tecnologie 4.0) ma di un
prodotto made in Italy che si afferma con sempre maggiore determinazione sui mercati, a fronte di una concorrenza implacabile.

«Per noi significa riuscire a lavorare sullo sviluppo del Grana Padano costruendo una strategia di prodotto che è fondamentale
sia per stare su mercati sia per tutelare i produttori che riescono ad avere marginalità maggiori per un prodotto di alta
qualità» spiega Enrico De Corso, direttore Confcooperative Lombardia, che con il supporto di Promocoop Lombardia e Node sta
implementando un progetto di tracciabilità 4.0, in collaborazione con il Consorzio del Grana Padano. In Lombardia ci sono
oltre 80 cooperative lattiero-casearie che associano circa 4mila aziende agricole e hanno oltre 2mila occupati. La cooperazione
contribuisce per circa il 65% del Grana Padano prodotto in Lombardia e il 47% di quello totale.
Il progetto ha vinto l’anno scorso un bando del Ministero per lo sviluppo economico. Gestito da Invitalia, il bando andava
a riconoscere i migliori progetti di adozione delle tecnologie 4.0 nei diversi settori. «La caratteristica distintiva è mettere
insieme su una stessa piattaforma tecnologica tutti i soggetti: i produttori agricoli della materia prima, chi fa lo stoccaggio
del mangime, gli allevatori, le cooperative di trasformazione, la distribuzione, fino al consumatore finale» spiega Danilo
d’Elia, amministratore delegato di Node, che ha ideato la piattaforma e la svilupperà.
L’architettura di base si regge su sistemi di sensoristica di Internet of Things che inviano alla piattaforma tecnologica
tutte le informazioni. Questo consentirà il monitoraggio attivo delle colture e dello stato di salute degli animali, il monitoraggio
degli impianti e tutto il tracciamento e la refrigerazione. La piattaforma produrrà reportistica e - tramite l’intelligenza
artificiale e big data - una serie di analisi predittive sulla produzione. Di fatto la piattaforma da un lato consentirà di
gestire la mole di dati prodotta dai sistemi ma dall’altro permetterà di implementare algoritmi in grado di effettuare analisi
puntuali e previsionali sull’intera filiera utili al miglioramento della qualità del prodotto, all’aumento dei margini e alla
riduzione dei rischi. L’Nfc consentirà la tracciabilità dei singoli lotti. «Chiaramente si è posto il problema della proprietà
dei dati - aggiunge d’Elia - Essendo il progetto nato in ambito cooperativo è stato più facile trovare una soluzione, tramite
un contratto di rete».
L’ambizione è riuscire a creare un prototipo che possa poi essere replicato ad altri formaggi Dop o di altre produzioni casearie
dove il valore intrinseco del prodotto è superiore a quello di un prodotto analogo ma più commerciale. Inoltre potrebbe, in
un secondo tempo, essere adattato a filiere diverse come quella della carne e dei cereali. Complessivamente il valore del
progetto è di 2,5 milioni di euro che potrebbero essere recuperati in tre anni grazie all’efficientamento su tutta la catena.

Tag: #Tecnologie #EconomiaDigitale

Altri articoli pubblicati da Il Sole 24 ORE

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Possagno e New York. C’è un legame tra il piccolo paese in provincia di Treviso, luogo natale dello scultore Antonio Canova, e la grande metropoli americana. Si tratta della statua di George Washington, primo presidente degli Stati Uniti...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Quattordici persone sono state arrestate in Kenya in una maxioperazione nell'ambito del rapimento della cooperante italiana Silvia Romano. Lo riferisce il media kenyano Daily Nation. Fonti di polizia di Malindi hanno detto che 14 persone sono...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

L’attenzione si concentra sulle nubi nere e gonfie che si addensano, minacciose e incombenti, sulla politica e sull’economia. Quindi, sulla vita, quotidiana e non solo, dei cittadini. È inevitabile, ma anche pericoloso: perché sul nostro...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno lasciato la Cina, mille persone sono al lavoro per smantellare la location dove avrebbe dovuto tenersi la sfilata-kolossal, cancellata dopo le accuse di razzismo e sessismo montate sui social network contro gli...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Black Friday e Cyber Monday: nati come due giornate di sconti a fine novembre, adesso sono due marchi che promettono prezzi stracciati per intere settimane. Purtroppo, dove c'è movimento di denaro, i criminali informatici sono pronti a tendere...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il fondo sovrano di Abu Dhabi ha citato in giudizio Goldman Sachs per lo scandalo 1Malaysia Development Bhd (1Mdb): l’accusa rivolta al gruppo bancario statunitense è aver corrotto funzionari nel corso di quella che sarebbe stata una vera e...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Borse europee deboli, dopo la buona performance della vigilia incoraggiata anche dal recupero di Wall Street che poi però ha chiuso contrastata. Del resto Gran Bretagna e Italia rimangono sotto la lente: la prima, nell’attesa della firma...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

In un anno e mezzo quasi il 6% dei commercialisti è finito sotto esame dagli organismi di disciplina di categoria, e un commercialista ogni dieci giorni è stato radiato dall’Albo. Due le principali cause: il mancato rispetto degli obblighi di...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

INNSBRUCK - Nasce dalla vituperata alternanza scuola-lavoro la storia di Samuele Dassatti e Andrea Zanin, due studenti al primo anno di università, rispettivamente in informatica e matematica, a Trento. Hanno ricevuto il secondo premio al...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il futuro di quella che è stata finora l’unica grande alleanza di successo nell’industria globale dell’auto è una questione politica oltre che – e più che - che finanziaria. Non a caso il ministro giapponese dell’Economia Hiroshige...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Igor Korobov, il capo del Gru, l'intelligence militare russa, è morto a 62 anni «a causa di una lunga e grave malattia». Lo ha fatto sapere un portavoce del ministero della Difesa a Ria Novosti. Korobov avrebbe iniziato a stare male in seguito a ...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Aumentano i buyback azionari anche in Cina: un trend che sembra destinato a continuare dopo che agli inizi di questo mese le autorità di Pechino hanno allentato le limitazioni ai riacquisti di azioni proprie da parte di società quotate e hanno...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

NEW YORK - Lo sforzo è quello di aumentare la trasparenza, e di recuperare la credibilità. Google è pronta a lanciare nuove regole interne per accettare pubblicità sulla sua piattaforma in vista delle elezioni europee nella primavera del 2019 per ...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Le famiglie italiane voltano le spalle al BTp Italia. Con appena 863 milioni di euro, la fase di collocamento del titolo indicizzato all’inflazione italiana destinata al pubblico retail si chiude con il risultato più «magro » di sempre. Un dato...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

La Commissione Ue tende una mano al “populista pentito” Alexis Tsipras, diventato nel frattempo un allievo modello di Bruxelles, ma che deve affrontare un malessere crescente da parte della popolazione e dei sindacati dopo otto anni di cura di...