Illy acquisisce Prestat, la cioccolata dei reali britannici

Pubblicato venerdì, 15 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Il gruppo Illy prosegue nella sua strategia di diversificazione del portafoglio e di specializzazione sull’altissimo di gamma
con l’acquisizione di Prestat, una delle più antiche aziende britanniche del cioccolato, nonché tra i fornitori ufficiali della
casa reale
. Lo rivela il Financial Times, precisando che non è noto il valore economico dell’operazione, di cui è ben chiaro viceversa
il valore strategico, ovvero la volontà del gruppo Illy di posizionarsi con decisione crescente sul segmento di lusso del
food e del vino.
Tra i brand del gruppo, oltre all’ammiraglia Illycaffè, il gruppo conta infatti la torinese Domori, piccola azienda anch’essa
del cioccolato, la toscana Mastrojanni (vini), la francese Dammann Frères (the) e Agrimontana (confetture e pasticceria).
Tutte aziende di dimensioni medio-piccole che entreranno nel Polo del gusto guidato da Riccardo Illy, sub-holding del gruppo di famiglia in via di costituzione, che ha per obiettivo principale lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle “consorelle minori”.
La scelta di Prestat (corteggiata a lungo dal gruppo di Trieste) va nel il senso di una «perfetta integrazione con Domori»,
spiega il presidente Riccardo Illy: «Domori si occupa della produzione del cioccolato a partire dalle fave, Prestat della trasformazione del cioccolato in praline
e tartufi
, specialità in cui invece Domori non intende lavorare, per mantenere un’immagine legata al cioccolato puro». Proprio i tartufi
sono infatti la specialità per la quale lo storico marchio britannico, che negli ultimi anni non navigava in acque troppo
buone, a causa di un tentativo fallito di entrare nel business del caffè.
Prestat (il cui fatturato si aggira attorno ai 7 milioni di sterline) gioverà infatti della fornitura a miglior prezzo di
cacao «Criollo» – una delle più pregiate e rare varietà di cacao al mondo - prodotto da Domori (18, 3 milioni di euro di ricavi,
già in precedenza tra i fornitori di Prestat), con un ulteriore miglioramento della qualità dei prodotti dell’azienda britannica.
Sinergie industriali, sottolinea Illy, a cui si aggiungono sinergie commerciali: l’accordo prevede anche di migliorare la distribuzione dei prodotti Domori attraverso il network di Prestat nel Regno Unito,
negli Usa e in Australia e viceversa di vendere i prodotti della società inglese nei Paesi dove Domori è più presente. Da
subito: a Pasqua arriveranno le uova firmate Prestat sugli scaffali di Domori.
Prosegue così il progetto di creazione di una holding che, sul lungo termine, possa raggiungere i 200 milioni di ricavi, attraverso sia la crescita dei marchi già in pancia, sia nuove acquisizioni, con un occhio di riguardo per il business dei
dolci e dei biscotti.

Tag: #ImpresaETerritori #Industria

Altri articoli pubblicati da Il Sole 24 ORE

Pubblicato domenica, 19 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Il nostro governo sembra guardare al Giappone come modello ideale di finanza pubblica: un debito e un deficit pubblici più elevati dei nostri, ma senza inflazione e preoccupazioni per lo spread. Quindi, la colpa dei nostri problemi sarebbe da...

Pubblicato domenica, 19 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Cinquecento giovani da tutto il mondo, metà imprenditori, l’altra metà economisti, tutti rigorosamente under trentacinque, si ritroveranno ad Assisi dal 26 al 28 marzo del prossimo anno per partecipare a “The Economy of Francesco”. A...

Pubblicato domenica, 19 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Entrare nella testa dei gladiatori, nei loro pensieri, visitare i loro sogni la notte prima di entrare nell’arena del Colosseo, dove si giocavano la vita. La tecnologia viene in soccorso della storia, come sempre più spesso accade nel raccontare ...

Pubblicato domenica, 19 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Partiamo dalle notizie, anzi dalle denunce. Amazon è stata accusata di registrare dati dei bambini senza il consenso dei genitori con il dispositivo Echo Dot Kids Edition, la versione per ragazzi del suo speaker. Siamo negli Stati Uniti, il...

Pubblicato domenica, 19 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Giovane, perché l’esigenza è di ringiovanire un elettorato troppo âgé. Figlio di immigrati (europei, e integrati) per dar l’idea di sostenere un nazionalismo “aperto”. Cittadino delle banlieues, che in passato erano una roccaforte del ...

Pubblicato domenica, 19 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

È passato a miglior vita, si dice spesso quando muore qualcuno. Ma alla 72esima edizione del Festival di Cannes il trapasso si è trasformato in una condizione transitoria. Così almeno sembrano raccontare i film in gara alla kermesse più sfarzosa ...

Pubblicato domenica, 19 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Lo hanno chiamato «salva motociclisti» ed era atteso da almeno dieci anni, quando il ministero delle Infrastrutture costituì il primo gruppo di lavoro sul tema delle protezioni da mettere vicino all’asfalto per evitare che la testa di chi cade...

Pubblicato domenica, 19 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

NEW YORK - La Casa Bianca prepara una marcia indietro parziale e temporanea nella sua crociata contro Huawei per impedire lo stop delle reti di tlc nelle aree rurali degli Stati Uniti. Ma è pronta a vietare tutti i nuovi acquisti di chip e...

Pubblicato domenica, 19 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

La buona notizia è che dopo aver toccato i 292 punti base mercoledì, lo spread tra BTp e Bund si è un po’ calmato. Ieri ha chiuso a 278. La cattiva notizia è che nelle prossime settimane e mesi almeno tre forze convergenti rischiano di...

Pubblicato sabato, 18 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Della manifestazione sovranista di Piazza Duomo a Milano si continuerà a discutere nei prossimi giorni: dei numeri, come sempre controversi, delle contestazioni dell’«altra» Milano, tra striscioni ai balconi e contro-cortei, del bilancio...

Pubblicato sabato, 18 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

È Rafa Nadal il primo finalista degli Internazionali d’Italia di Roma, quinto Masters 1000 della stagione. Lo spagnolo numero 2 del mondo ha battuto il greco Stefanos Tsitsipas, ottava testa di serie del torneo, con i parziali di 6-3, 6-4 in...

Pubblicato sabato, 18 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Passa dalle Terme di Castrocaro l’ultima scommessa del re della sanità privata, il self-made-man romagnolo Ettore Sansavini, partito da Lugo una cinquantina d’anni fa con in tasca solo un sogno (creare cliniche private di alta complessità in...

Pubblicato sabato, 18 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Hanno fatto come gli hedge funds. Quattro ricercatori universitari americani hanno provato a usare “fonti alternative di dati” per investire in Borsa: le foto scattate dai satelliti spaziali ai parcheggi dei centri commerciali. Sì...

Pubblicato sabato, 18 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

È in corso e durerà fino a domenica 19 maggio a Urbino il festival Urbino e le Città del Libro. Il tema del il festival letterario nato nel 2014 è “Pianeti irritabili”: un tributo a Paolo Volponi, «alle sue opere, al suo sguardo sulla...

Pubblicato sabato, 18 maggio 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

L’aveva chiamata Sacro Graal Srls, Gioacchino Caianiello, detto il mullah, considerato il Burattinaio della nuova Tangentopoli sull’asse Milano Varese. A prendere il nome del perduto Santo Calice, non è altro che è una società di Gallarate,...