Glifosato, giudice Usa vuol ridurre multa a Monsanto. Bayer vola in Borsa

Pubblicato giovedì, 11 ottobre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Un giudice statale di San Francisco ha dichiarato pubblicamente che sta considerando l’ipotesi di ridurre fortemente la multa di 289 milioni comminata a Monsanto lo scorso agosto, con l’accusa di aver provocato il cancro a un giardiniere, che aveva utilizzato il diserbante Roundup, a base di glifosato.
GUARDA IL VIDEO / Di Martino: l'ok Ue all'erbicida glifosate non fa felice l'Italia
In via pregiudiziale il giudice Suzanne Bolanos Ramos è stata d’accordo con la rivendicazione della Monsanto, secondo cui
non vi erano prove sufficienti che la società avesse agito deliberatamente. Ma la sentenza non è definitiva. Il giudice ha chiesto alle parti di presentare argomenti scritti al tribunale di San Francisco
entro venerdì e ha annunciato che emetterà una sentenza finale.
In agosto il giudice di San Francisco aveva dichiarato che la Monsanto avrebbe dovuto sapere che il suo prodotto di punta,
il Roundup, causa il cancro e per questo aveva comminato al colosso una multa da 250 milioni di dollari di danni punitivi,
che normalmente sono comminati alle imprese che «agiscono incautamente». In più la Corte di San Francisco ha comminato alla
multinazionale altri 33 milioni per aver causato dolore e sofferenza al giardinieri e altri 6 milioni per danni. Ma il giudice
Bolanos ha affermato che intende ridurre la prima multa e indire un nuovo processo.
GUARDA IL VIDEO / Monsanto condannata a pagare 290 mln a uomo malato di cancro
La Bolanos si è detta perplessa anche per i 33 milioni che l’avvocato del giardiniere ha richiesto, motivandoli in questi
termini: «Un milione all’anno per 33 anni». Ma l’avvocato di Monsanto ha replicato che le aspettative di vita dell’uomo non
eccedono i due anni. Bolanos ha concluso dicendo che il giardiniere ha prodotto prove poco chiare o convincenti.

Le azioni della Bayer (che ha appena chiuso l’acquisizione di Monsanto) sul listini di Francoforte sono aumentate fino al
6% in una giornata generalmente negativa per i mercati
. Il nuovo orientamento della giustizia Usa potrebbe spostare l’ago della bilancia a favore del gruppo tedesco in migliaia
di cause intraprese e potenziali. La querelle sul glifosato negli Stati Uniti era al centro delle preoccupazioni sul futuro
dei conti del colosso agrochimico tedesco.
Sul glifosato, che resta di gran lunga l’erbicida più utilizzato al mondo (e senza alternative concrete secondo molti operatori)
anche i pareri scientifici sono discordanti.
Accusato di potenziale cancerogenicità dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), è stato invece più volte considerato sicuro dalle Agenzie Ue per la sicurezza alimentare (Efsa) e la chimica (Echa). A consentire lo sblocco dell’impasse per il rinnovo dell’autorizzazione Ue lo scorso anno (limitata a cinque anni invece
di dieci) era stato alla fine dello scorso anno il voto favorevole della Germania. Molti paesi europei, a partire della Francia,
si stanno però attrezzando per ridurre gradualmente l’impIego dei fitofarmaci in agricoltura nel medio termine. La stessa
Germania sta pensando di mettere al bando il glifosato e una recente interrogazione parlamentare ha certificato un crollo
dei consumi, ai minimi da 13 anni. L’Europarlamento, infine, ha chiesto una nuova valutazione dei rischi con l’obiettivo di
mettere al bando il suo utilizzo prima della scadenza dell’attuale autorizzazione, nel 2022.

Tag: #ImpresaETerritori #Agricoltura

Altri articoli pubblicati da Il Sole 24 ORE

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il ceo di Google, Sundar Pichai, farà il suo debutto martedì al Congresso Usa. E lo farà in ritardo visto che a settembre aveva sollevato le ire dei legislatori americani per non essersi presentato a testimoniare insieme alla direttrice...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Quando lo scorso settembre, giusto tre messi fa, all’indomani della presentazione dei nuovi iPhone, i principali quotidiani internazionali scrivevano dell'inizio di una guerra fra Apple e Huawei sui processori con tecnologia di processo a 7...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Una condanna forte delle violenze. Poi l’apertura di uno «stato di emergenza economico e sociale», che si concretizza con una serie di misure a favore dei più deboli - i pensionati, i lavoratori con salario minimo - e l’apertura di un grande...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il cloud computing manderà in cantina Xbox e Playstation? Se lo chiede il Financial Times citando Candice Mudrick analista dell'istituto di ricerca NewZoo: «L'industria del videogioco sta per subire una trasformazione che non si vedeva dall'avvento...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

La cordata composta da Credito Fondiario (Fonspa) ed Elliott si aggiudica la gara, lanciata dal Banco Bpm, per il portafoglio di non performig loan (o crediti deteriorati) da quasi 8 miliardi di euro e la maggioranza della piattaforma di gestione dello...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

«Candìdati al congresso, mi hanno scritto in tanti. Grazie del pensiero, ma non lo farò. Ho vinto due volte le primarie con il 70% e dal giorno dopo mi hanno fatto la guerra dall'interno. Mi sentirei come Charlie Brown con Lucy che gli rimette il ...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

«Bisogna lavorare per trovare il modo di consentire al governo italiano di perseguire le sue priorità politiche ma nel quadro della zona euro, tenendo conto dei margini di manovra che esistono e delle deviazioni che possono essere autorizzate, ma...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il nuovo sistema delle giornate gratuite nei musei disegnato dal ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, ottiene il lasciapassare del Consiglio di Stato. Si tratta, tuttavia, di un “via libera” non privi di rilievi critici, dopo che i...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il lunedì in cui a Londra la premier Theresa May è costretta ad ammettere che dopo mesi di negoziati Brexit non è ancora una soluzione ma il dirupo verso una crisi di governo (il suo), e a Parigi il presidente Emmanuel Macron decide di parlare ai ...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Un'indagine interna durata quasi quattro mesi. Adesso la decisione di allontanare alcuni dipendenti. È quanto successo in Amazon, alle prese con un problema che dal finire della scorsa estate ha tenuto banco: la fuga di dati sensibili e il lavoro ...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

«Vorrei sensibilizzare il corpo docente e le scuole a un momento di riposo degli studenti e delle famiglie affinché vengano diminuiti i compiti durante le vacanze natalizie». Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti in un incontro...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il governatore della Banca centrale indiana ha annunciato le proprie dimissioni. Il banchiere, Urjit Patel, ha motivato la mossa con «ragioni personali», ma in base alla stampa indiana la decisione è stata presa a seguito delle tensioni con il...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Adominare la classifica, come a Monza, è ancora una volta l’industria. Anche l’analisi delle maggiori aziende di Lodi, realizzata da Assolombarda in collaborazione con PwC e Banco BPM, evidenzia il ruolo preminente della manifattura locale:...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

All’Erbolario garantiscono di usare i gestionali Zucchetti, e il fondatore di Zucchetti giura che da anni regala prodotti L’Erbolario. Ma al di là di queste cortesie tra galantuomini, le due famiglie di imprenditori di Lodi hanno apparentemente ...

Pubblicato lunedì, 10 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Brusca frenata per l’economia turca nel terzo trimestre. La crescita del Pil di Ankara tra luglio e settembre si è fermata all’1,6% rispetto allo stesso periodo del 2017 (ben al di sotto delle aspettative dei mercati che avevano stimato il 2%) a ...