Genova e manovra, il precario equilibrio del governo tra Lega e M5s

Pubblicato venerdì, 14 settembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Che il primo vero ostacolo arrivasse in autunno era scontato fin dall’inizio dell’avventura gialloverde. La sessione di bilancio è sempre stata la cartina di tornasole per testare la solidità delle maggioranza e i rapporti di
forza interni
. Stavolta ancora di più perché interviene in un momento in cui tutti i sondaggi certificano il sorpasso della Lega sul M5s, dopo neppure 4 mesi di governo, con Matteo Salvini protagonista assoluto come sancisce la copertina conquistata su Time.
Il suo omologo pentastellato è cosi obbligato a correre ai ripari. Anche perché nel frattempo Luigi Di Maio ha dovuto fare
i conti con l’onere del governare, come dimostra il caso Ilva che gli ha creato non pochi problemi con il suo elettorato.
Il leader del M5s è così passato al contrattacco, chiedendo anzitutto garanzie per il reddito di cittadinanza nella manovra, ma anche mettendosi di traverso sulla possibilità che il ruolo di primo piano sulla ricostruzione del ponte di Genova sia affidato
a un esponente politico riconducibile alla Lega
, quale sarebbe il governatore della Liguria Giovanni Toti. Non solo perché espressione della maggioranza di centrodestra
che guida regione e città, ma soprattutto perché pur essendo di Fi è da sempre vicino a Salvini e sostenitore del partito
unico del centrodestra.
Lo stesso vale per il sottosegretario leghista Rixi e per qualunque altro esponente politico. Salvini lo sa bene e mostra
anche comprensione verso le difficoltà del suo alleato di governo tant'è che su Genova sta evitando di manifestare apertamente
il proprio pensiero. Ma forse non si tratta solo di magnanima comprensione. Salvini potrebbe aver deciso di replicare lo schema già utilizzato in occasione della formazione del governo quando inaspettatamente
lasciò a Di Maio il ministero dello Sviluppo e quello del Lavoro
. Due dicasteri prestigiosi ma che espongono chi li guida anche al rischio di ritrovarsi ogni giorno a fare i conti con lavoratori
arrabbiati e imprese in crisi mentre dal Viminale Salvini miete consensi lanciandosi quotidianamente nella campagna antisbarchi.

Vale anche per Genova. Di Maio si sta assumendo un grande rischio. La ricostruzione non si fa a parole e tra qualche mese,
magari proprio durante la campagna per le europee che si terranno a maggio, a pagare il prezzo per le inevitabili difficoltà
sulla realizzazione del nuovo ponte potrebbe essere proprio il M5s e i quindi il suo leader. Difficoltà che si sommeranno
a quelle incontrate sulla manovra. Di Maio è convinto che alla fine le risorse per il reddito di cittadinanza si troveranno. «Anche Padoan si opponeva agli 80euro ma alla fine ha dovuto piegare la testa con Renzi», è il ragionamento che filtra dai
5 stelle.
Ma difficilmente potranno arrivare quei 10 miliardi necessari per far arrivare l’aiuto a una vasta platea. A differenza del suo predecessore, l’attuale ministro dell’Economia Giovanni Tria deve accontentare non uno ma due fronti.
E se dà 10 miliardi a Di Maio, altrettanti deve garantirne alla Lega. Salvini ha già detto che non intende rinunciare a quota
100 sulle pensioni e all’avvio della riduzione delle tasse. Per ora i la tensione si sta scaricando su via XX Settembre. Ma
nelle prossime ore i due vicepremier saranno costretti a trattare e a scegliere sulla manovra come su Genova, dove il presidente
del consiglio Giuseppe Conte arriva con un decreto che, alla fine, il consiglio dei ministri è stato costretto ad approvare
con la formula “salvo intese” , certificando che, anche sulla ricostruzione del ponte a un mese dal crollo, l'accordo ancora
non c'è.

Tag: #Notizie #Politica

Altri articoli pubblicati da Il Sole 24 ORE

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno lasciato la Cina, mille persone sono al lavoro per smantellare la location dove avrebbe dovuto tenersi la sfilata-kolossal, cancellata dopo le accuse di razzismo e sessismo montate sui social network contro gli...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Black Friday e Cyber Monday: nati come due giornate di sconti a fine novembre, adesso sono due marchi che promettono prezzi stracciati per intere settimane. Purtroppo, dove c'è movimento di denaro, i criminali informatici sono pronti a tendere...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il fondo sovrano di Abu Dhabi ha citato in giudizio Goldman Sachs per lo scandalo 1Malaysia Development Bhd (1Mdb): l’accusa rivolta al gruppo bancario statunitense è aver corrotto funzionari nel corso di quella che sarebbe stata una vera e...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Borse europee deboli, dopo la buona performance della vigilia incoraggiata anche dal recupero di Wall Street che poi però ha chiuso contrastata. Del resto Gran Bretagna e Italia rimangono sotto la lente: la prima, nell’attesa della firma...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

In un anno e mezzo quasi il 6% dei commercialisti è finito sotto esame dagli organismi di disciplina di categoria, e un commercialista ogni dieci giorni è stato radiato dall’Albo. Due le principali cause: il mancato rispetto degli obblighi di...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

INNSBRUCK - Nasce dalla vituperata alternanza scuola-lavoro la storia di Samuele Dassatti e Andrea Zanin, due studenti al primo anno di università, rispettivamente in informatica e matematica, a Trento. Hanno ricevuto il secondo premio al...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Il futuro di quella che è stata finora l’unica grande alleanza di successo nell’industria globale dell’auto è una questione politica oltre che – e più che - che finanziaria. Non a caso il ministro giapponese dell’Economia Hiroshige...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Igor Korobov, il capo del Gru, l'intelligence militare russa, è morto a 62 anni «a causa di una lunga e grave malattia». Lo ha fatto sapere un portavoce del ministero della Difesa a Ria Novosti. Korobov avrebbe iniziato a stare male in seguito a ...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Aumentano i buyback azionari anche in Cina: un trend che sembra destinato a continuare dopo che agli inizi di questo mese le autorità di Pechino hanno allentato le limitazioni ai riacquisti di azioni proprie da parte di società quotate e hanno...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

NEW YORK - Lo sforzo è quello di aumentare la trasparenza, e di recuperare la credibilità. Google è pronta a lanciare nuove regole interne per accettare pubblicità sulla sua piattaforma in vista delle elezioni europee nella primavera del 2019 per ...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Le famiglie italiane voltano le spalle al BTp Italia. Con appena 863 milioni di euro, la fase di collocamento del titolo indicizzato all’inflazione italiana destinata al pubblico retail si chiude con il risultato più «magro » di sempre. Un dato...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

La Commissione Ue tende una mano al “populista pentito” Alexis Tsipras, diventato nel frattempo un allievo modello di Bruxelles, ma che deve affrontare un malessere crescente da parte della popolazione e dei sindacati dopo otto anni di cura di...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Rifiuti: avete presente il decantato “modello Treviso” che non ha l’inceneritore e raggiunge l’82% di raccolta differenziata? È facile essere ecologisti con l’inceneritore degli altri: Treviso manda a bruciare nel termovalorizzatore dei...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Potrebbe valere fino a 3 miliardi di euro l’evasione da recuperare sui tributi locali e in particolare su Imu e Tasi. Sulla base di questo presupposto e sollecitata dalle istanze dell’Anci, Governo e maggioranza hanno deciso martedì in...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

F.P. è il classico piccolo risparmiatore: tiene il suo denaro sul conto corrente ma in passato aveva sottoscritto un paio di volte il BTp Italia, titolo di stato quadriennale indicizzato all’inflazione italiana Foi. E quando ha scoperto che il ...