Champions League, i sorteggi non dicono che i «veri» vincitori sono le 4 squadre inglesi

Pubblicato venerdì, 15 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Se da un lato prettamente calcistico la corsa alla Champions League si riduce alle ultime 8 contendenti (il sorteggio nella cittadina svizzera di Nyon di venerdì 15 marzo ha disposto che nei quarti di finale la Juventus incontrerà l’Ajax),
dall’altro prettamente “economico” è da registrare il dominio della Premier League (4 le squadre qualificate in questa fase), visti i premi e i ricavi derivanti dal ranking Uefa per i singoli club inglesi.
Ma procediamo con ordine.
Il sorteggio di Nyon
L’andata dei quarti di finale dell’unica squadra italiana si svolgerà in Olanda (9 o 10 aprile), mentre il ritorno sarà disputato
a Torino una settimana più tardi (16 o 17). In caso di qualificazione alla semifinale, la Juventus incrocerà la vincente del
derby inglese tra Tottenham e Manchester City giocando la gara di andata in Inghilterra (30 aprile o 1° maggio) e il ritorno (7/8 maggio) all’Allianz Stadium. Gli altri due quarti vedranno affrontarsi Liverpool-Porto e Barcellona-Manchester United e le vincenti di queste sfide si affronteranno nell'altra semifinale dove si spera ci
sia la squadra italiana.
Il primato della Premier League
A parte i risultati sul “campo”, come anticipato, è da registrare subito che il
dominio della Premier League (4 le squadre inglesi) è anche un dominio economico: i club inglesi partecipanti alla competizione
hanno raccolto poco meno di 183 milioni soltanto per quanto riguarda i premi sportivi, a cui aggiungere altri 94 milioni previsti
dalla nuova ripartizione dei ricavi, derivanti dal ranking Uefa dei singoli club. Il Manchester City guarda tutti dall'alto in basso per quanto fatto sul campo: 50,55 milioni di premi sportivi, primo a pari merito col sorprendente
Porto che ha chiuso il girone con 5 successi (più di chiunque in tutta la Champions) e il suo nome sarà oggi nell'urna del sorteggio
per i quarti di finale.

Sorprendenti fino a un certo punto, i portoghesi, perché pure il ranking Uefa è dalla loro parte. Nella classifica generale
sono ottavi e tra le squadre giunte a questa fase del torneo hanno davanti soltanto Juventus, Manchester United e Barcellona. I catalani sono gli unici, al momento, a essersi assicurati una base di ricavi superiore a quella del Porto:
i lusitani attualmente otterrebbero 50,55 milioni di premi sportivi (15,25 per l'accesso ai gironi, 15,3 per i risultati della
prima fase, 20 per l'accesso ai quarti) a cui aggiungere 28,8 milioni per il
piazzamento nel ranking, per un totale di poco superiore ai 79 milioni di euro.
Il Barcellona, invece, tocca quota 84 milioni con la “spinta” dei 34,4 milioni ottenuti grazie al ranking (nel quale è secondo alle spalle
del Real Madrid).
Il ranking per coefficienti è la novità di questa edizione della Champions League per ciò che riguarda i ricavi e, di fatto,
ha limitato il “potere” del market pool, che nelle scorse stagioni ha influenzato pesantemente la ripartizione tra i club
partecipanti. Adesso la quota di mercato vale in percentuale soltanto il 15% dell'intero montepremi (292 milioni in totale
da suddividere in base alle nazioni), mentre il ranking deecnnale rappresenta la fetta più ampia della torta. In totale la
somma da distribuire è di 585 milioni, in quote da 1,108 milioni ciascuna: la squadra con il coefficiente più basso prende
questa cifra, la prima nel ranking invece prende 32 quote (pari dunque a 35,46 milioni).
Pur con un market pool depotenziato, la Juventus è sulla scia delle principali concorrenti per la ripartizione dei ricavi
della Champions League. Per i risultati sul campo sarebbe fuori dal podio (46,77 milioni di euro), ma il ranking per coefficienti
la farebbe balzare al terzo posto dietro a Barcellona e Porto con una previsione di 76,7 milioni. Il Manchester United, con
un ranking migliore, paga un girone non esaltante e infatti sarebbe subito alle spalle dei bianconeri, con 75,8 milioni di
ricavi. Prime tra le escluse dagli ottavi Bayern Monaco (71,8 milioni) e Real Madrid (71,3 milioni). I loro nomi non sono stati estratti dall'urna di Nyon, però allo stato attuale delle cose avrebbero proventi
superiori ad almeno tre dei club qualificati al turno successivo.

Tag: #Sport24 #Calcio

Altri articoli pubblicati da Il Sole 24 ORE

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

«Toninelli lo facciamo per te». La frase si legge su un cartello che i senatori di Forza Italia tirano fuori in Aula al Senato subito dopo l'illustrazione delle due mozioni che chiedono le dimissioni immediate del ministro per le infrastrutture...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Il 2019 si apre con due campanelli d’allarme sul lavoro: a gennaio le domande di disoccupazione si impennano, e salgono a quota 201.267, in crescita del 13,4 per cento su gennaio 2018. Non solo. Nel cumulato gennaio-febbraio a salire è anche la ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

È raro che si celebri il centenario di una poesia. Lo si fa per i grandi libri, per la nascita o la morte di un autore. Ma L’infinito di Leopardi – di cui ricorrono i duecento anni dalla composizione – è forse la più celebre tra le poesie...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Le decisioni di politica monetaria comunicate ieri dalla Fed dopo il suo direttivo sono state più espansive del previsto e il mercato ha reagito comprando titoli di Stato americani innescando un netto calo dei rendimenti che, sulla scadenza a 10...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Istituita dalla XXX sessione della Conferenza Generale Unesco nel 1999 oggi è la Giornata Mondiale della Poesia. Nel mondo e in Italia la giornata è festeggiata da tantissime iniziative, a cominciare dal ricordo di Alda Merini, nata il 21 marzo ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

La Commissione ritiene che la proroga, stabilita nel 2009, dal 2028 al 2046 della concessione di lavori relativa all'autostrada A 12 Civitavecchia-Livorno costituisca la modifica di un termine essenziale di tale concessione. Tale proroga equivarrebbe ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

A gennaio sono arrivate all'Inps 201.267 richieste di sussidio disoccupazione (tra le quali 198.294 domande di Naspi) con una crescita del 13,4% su gennaio 2018. È il dato più alto a gennaio negli ultimi quattro anni. A dicembre le ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Nel 2015, un debitore della Tecnoservice ha ordinato alla propria banca di effettuare un pagamento, tramite bonifico bancario, in favore di tale società, mediante accredito su un conto corrente aperto presso Poste italiane, individuato, ai sensi...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Il conto alla rovescia per la missione Eunavfor Med Sophia avviata nel 2015 contro i trafficanti di migranti è iniziato e il governo giallo verde, attraverso due dei suoi principali dicasteri, è in campo per trovare “in zona Cesarini” un...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

«Sarò in Basilicata per le elezioni, ci saranno altri esponenti della Lega». Così il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini spiega in una intervista a Radio24 il perché non sarà al pranzo ufficiale con Xi Jinping. Il presidente...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Ci sono tanti eroi nascosti nella fantasia dei bambini e i Transformers sono tra questi. Il loro slogan è «More than meets the eye» insomma andare oltre al primo sguardo per cogliere l’essenza delle cose perché quello chevediamo, in...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Con il baricentro sempre ben piantato sulla rete elettrica nazionale che, non a caso, assorbirà quasi tutto lo sforzo previsto, Terna è pronta a puntare 6,2 miliardi di euro di investimenti da qui ai prossimi cinque anni per sostenere, in modo...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Indici europei in ordine sparso all'indomani dell'attesa riunione della Fed 'colomba': Milano sale dello 0,13% mentre Francoforte cede lo 0,4%, Londra lo 0,3% e Parigi lo 0,16%. I toni più accomodanti del previsto della Federal Reserve hanno portato...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Sorpresa: le targhe diventeranno personali. Cioè seguiranno l’intestatario e non più il veicolo. Lo sta per proporre il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, ormai deciso a riesumare una norma rimasta inattuata dal 2010. Così ha fatto ...

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Sole 24 ORE

Manette contro una loggia massonica segreta a Castelvetrano, il paese natale del boss latitante Matteo Messina Denaro. Coordinati dalla Procura, i carabinieri hanno eseguito 27 arresti per reati contro la Pa, l'amministrazione della giustizia ...