Bbva, Unicredit e Bnp in netto calo su timori esposizione in Turchia

Pubblicato venerdì, 10 agosto 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Bbva, Bnp Paribase Unicredit in netto ribasso sui mercati, risentendo del timore che i tre istituti abbiano contraccolpi per la propria esposizione in
Turchia, dopo l’allarme lanciato dalla Banca centrale europea, secondo quanto riportato dal quotidiano britannico Financial
Times. Va male, comunque, tutto il settore bancario europeo, con il sottoindice che arretra di oltre l'1%, segnando una delle
performance peggiori. Del resto gli investitori scontano già un possibile effetto contagio.
Questa mattina il Financial Times ha riferito che la Banca centrale europea sarebbe preoccupata per l'esposizione di alcuni
istituti bancari europei in Turchia, dopo la pesante svalutazione della lira turca registrata negli ultimi mesi. In effetti,
sempre secondo indiscrezioni di FT, il Single Supervisory Mechanism nelle scorse settimane ha messo sotto la lente le attività
dei principali istituti europei verso la Turchia. Dall’indagine risulta che i gruppi bancari più esposti sono Bbva, Bnp Paribas
e Unicredit. Ad ogni modo per adesso la situazione non è considerata «critica» dalla stessa Bce, anche se, ha sottolineato
il giornale, le svalutazioni dei crediti turchi denominati in lira turca potrebbero erodere parte del capitale degli istituti
europei. Ft riporta anche che gli istituti spagnoli complessivamente sono esposti verso la Turchia per 83,3 miliardi di dollari,
quelli francesi per 38,4 miliardi di dollari e quelli italiani di 17 miliardi di dollari. Unicredit non ha commentato le
indiscrezioni del quotidiano britannico.
Quest'anno la moneta turca ha perso un terzo del suo valore, risentendo delle politiche economiche del presidente Recep Tayyip
Erdogan, in contrasto con i paesi occidentali. In più oggi la valuta è a picco, in calo di oltre il 13% nei confronti del
dollaro. Lo stesso Erdogan ha comunque invitato alla calma i suoi cittadini, denunciando «campagne» contro il suo Paese. «Ci
sono diverse campagne in corso, non prestate loro alcuna attenzione - ha dichiarato - Non dimenticate questo: se loro hanno
i dollari, noi abbiamo la nostra gente, il nostro diritto, il nostro Allah».
Nelle ultime settimane i rapporti tra Turchia e mondo occidentale si sono fatti sempre più tesi, soprattutto dopo che la Turchia
ha deciso di acquistare sistemi di difesa missilistica dalla Russia, facendo scattare sanzioni americane, con gli Stati Uniti
che hanno imposto misure senza precedenti al proprio alleato Nato. Erdogan ha annunciato ritorsioni analoghe e sabato scorso,
in un discorso tenuto ad Ankara, ha detto di aver dato istruzioni per congelare tutti i beni dei ministri degli Interni e
della Giustizia degli Stati Uniti in Turchia, «Se ne hanno», ha precisato. Nello stesso discorso, ha esortato gli Stati Uniti
a non lasciare che le sue questioni politiche colpiscano l'economia. «Non vogliamo estendere le questioni politiche e giudiziarie
alla dimensione economica che danneggia entrambe le parti», ha detto Erdogan dopo aver definito le sanzioni statunitensi «assurde».
In più pende ancora la questione sul pastore americano imprigionato in Turchia.
(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Tag: #FinanzaEMercati #InPrimoPiano

Altri articoli pubblicati da Il Sole 24 ORE

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Si aggrava il bilancio dell'attentato di martedì scorso 11 dicembre a Strasburgo: è morto oggi pomeriggio, secondo quanto appreso da Le Monde, Barto Pedro Orent-Niedzielski, 35 anni, detto Bartek, rimasto fino ad oggi in coma profondo. Il terrorista ...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

La polizia federale brasiliana ha diffuso oggi almeno 20 fotomontaggi di Cesare Battisti, con tutti i tipi possibili di travestimenti che l'italiano potrebbe utilizzare per sfuggire al mandato d'arresto del Supremo tribunale federale di...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

È stato identificato ma non ancora denunciato (cosa che dovrebbe avvenire nelle prossime ore) l'uomo che ieri sera - ma la notizia si è appresa solo oggi - ha aggredito e brutalmente picchiato la parlamentare del M5S Mara Lapia, nel parcheggio di ...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Chi sbaglia paga, anche se l’errore è involontario. Nella Babele regionale dei ticket sanitari - per ricetta, per prestazione e pronto soccorso - il pianeta esenzioni non fa eccezione. Nemmeno, ovviamente, sulle modalità di recupero delle somme...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

NEW YORK - Fuga da Silicon Valley. La patria dell’hi-tech americano si sta rivelando sempre più stretta ai suoi protagonisti: nella sfida per tenere testa alla concorrenza globale per l'innovazione e il talento, i colossi nati o che hanno messo...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

I numeri della manovra cambiano. Sarà l’effetto della trattativa con Bruxelles o le nuove stime dei tecnici, fatto sta che dopo «quota 100» che ha perso per strada 2 miliardi rispetto alle previsioni iniziali anche il reddito di cittadinanza...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

«È un insulto al ruolo che hai ricoperto, ed è profondamente anti-democratico». Sembra che ci sia solo un laburista che faccia infuriare la premier Theresa May, e non sta neanche in Parlamento quindi non voterà il suo accordo sull’uscita del ...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Da quando è salito al potere, nel 2010, il primo ministro ungherese Viktor Orbán ha spinto Budapest su una china che combacia poco con le ambizioni dell’integrazione europea (e lo stato di diritto). Il governo trainato dal...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Le tensioni sullo spread e il rischio politico hanno pesato sulla performance di Piazza Affari senza tuttavia compromettere la capacità delle maggiori società quotate italiane di fare profitti. Anche quest’anno, come già accaduto nel 2017, le...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Mentre l'Aula del Senato era impegnata nel concerto di Natale, in commissione Bilancio si contano le prime vittime eccellenti dell’atteso restyling della manovra: dall'ulteriore aumento al 50% dell'Imu sui capannoni alle graduatorie dei concorsi...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

NEW YORK - Ogni secondo che passa Amazon spedisce 400 pacchi nel periodo di picco degli acquisti natalizi o dei saldi. Nei cinque secondi che avete impiegato per leggere questa frase ha già inviato 2mila articoli in tutto il mondo. Jeff Bezos nel 1995...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Dalla calibratura del taglio sulle pensioni elevate, cosiddette d'oro, al destino dell'ecotassa sulle auto inquinanti e degli incentivi per gli autoveicoli “green” passando per il bonus-Sud per i pensionati stranieri, spiagge, risparmiatori...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Appuntamento alla cassa entro lunedì 17 dicembre (il termine sarebbe scaduto oggi ma slitta avanti di un giorno in quanto è domenica) con il saldo di Imu e Tasi per circa 18 milioni di proprietari di immobili. Il gettito atteso da Erario e Comuni ...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

È allerta gelo in tutta Italia, dove già oggi si fanno i conti con crollo delle temperature al Centro-Sud mentre al Nord è attesa neve a partire da domani, dal Piemonte fino alle aree di pianura di Veneto e Emilia Romagna. Sono gli effetti...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Sole 24 ORE

Oggi più che mai i consumi sono identitari: raccontano chi siamo e quali sono le nostre priorità, tanto più quelli natalizi. Numeri, curiosità e tendenze ci aiutano a capire che tipo di consumatori - e di cittadini - siamo diventati in questi...