Sarà l’anno del Liverpool?

Pubblicato venerdì, 10 agosto 2018 ‐ Il Post

La stagione 2018/19 della Premier League, la massima divisione del campionato di calcio inglese, inizierà venerdì sera con la prima partita della stagione, Manchester United-Leicester City (Sky, ore 21.00). Da anni la Premier League è per distacco il campionato più seguito e famoso e per questi motivi è anche il più ricco al mondo. Il campionato inglese, tuttavia, da sette anni non riesce a proporre squadre vincenti anche in Champions League ma l’attesa potrebbe finire presto, visti i miglioramenti dei suoi grandi club avvenuti di recente. C’è il Manchester City di Pep Guardiola, che ha dominato l’ultimo campionato, ma c’è anche il Liverpool allenato dal tedesco Jürgen Klopp, che dopo aver raggiunto la finale di Champions League poche settimane fa ha investito tanto per provare a fare meglio.
Per arrivare in finale il Liverpool era riuscito a eliminare ai quarti di finale proprio il Manchester City, che aveva letteralmente dominato la Premier League, vinta in anticipo senza problemi, confermandosi come una delle squadre più belle e complete del continente. In Champions League, il City ha però subito una netta sconfitta complessiva per 5-1, con il Liverpool che ha dimostrato, pur non esprimendo un gioco articolato come quello dei rivali, di poter reggere il confronto giocando un calcio basato su velocità, contropiede e e pressing. In questo è stato aiutato da un attacco che probabilmente va considerato il più in forma d’Europa in questo periodo e da un giocatore in stato di grazia, l’egiziano Mohamed Salah.

Nel mondo del calcio i successi si costruiscono con il tempo e con dei cicli. Con l’ingaggio di Klopp nel 2015 il Liverpool ne ha iniziato uno nuovo, dopo qualche complicata stagione di transizione al termine della gestione di successo dello spagnolo Rafa Benitez. Sotto Klopp la squadra è cambiata molto, ha investito più degli anni precedenti ed è riuscita a migliorare costantemente i suoi risultati. Grazie ai risultati ottenuti due stagioni fa, l’anno scorso il Liverpool è tornato in Champions League e si è subito presentato competitivo, come hanno poi dimostrato i risultati ottenuti.
Jurgen Klopp prima dell’amichevole estiva tra Liverpool e Tranmere Rovers a Prenton Park (Jan Kruger/Getty Images)
L’anno scorso il Liverpool ha giocato con il tedesco Loris Karius in porta e gli inglesi Trent Alexander-Arnold e Andrew Robertson come terzini. In centro alla difesa si posizionavano Dejan Lovren, poi finalista ai Mondiali con la Croazia, e l’olandese Virgil van Dijk, il difensore più pagato nella storia del calcio. Il centrocampo era a tre: con Jordan Henderson, il capitano, James Milner e Alex Oxlade-Chamberlain, sostituito dall’olandese Georginio Wijnaldum a stagione in corso dopo un brutto infortunio. Ma il Liverpool di Klopp è una squadra costruita in funzione del suo velocissimo tridente d’attacco, quello formato da Mohamed Salah, Roberto Firmino e Sadio Mané. Salah e Mané sono accomunati da una rapidità impressionante, che Klopp cerca sempre di sfruttare al massimo nelle ripartenze e con passaggi e lanci in profondità. Il centravanti è il brasiliano Firmino, il giocatore che di fatto gestisce le manovre pur essendo anche un attaccante sempre pericoloso sotto porta.
Roberto Firmino, Mohamed Salah e Sadio Mane (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)
In questi mesi estivi il club ha proseguito negli investimenti con acquisti mirati a rinforzare e ad allargare la rosa dove è stato ritenuto ce ne fosse bisogno. L’investimento più importante è stato fatto per il portiere: Alisson Becker, considerato uno dei migliori nel suo ruolo, in special modo per riflessi, abilità nel smistare la palla verso la squadra, è stato comprato per circa 60 milioni di euro dalla Roma. La difesa invece è rimasta tale e quale mentre il reparto che ha subito più cambiamenti è il centrocampo. Con l’infortunio di Chamberlain e il probabile declassamento a rincalzo di James Milner, la squadra ha comprato Fabinho dal Monaco e Naby Keita dal Lipsia, due possibili nuovi titolari. Il reparto offensivo è stato rinfoltito con l’arrivo dell’esterno svizzero Xherdan Shaqiri, preso dal retrocesso Stoke City, e con il ritorno dell’attaccante inglese Daniel Sturridge.
La preparazione estiva è andata bene. Non ci sono stati infortunati e i risultati, per quello che contano durante la preparazione, sono stati ampiamente positivi. Tre vittorie nelle quattro amichevoli disputate contro squadre minori inglesi a luglio e poi quattro vittorie su cinque partite ben più impegnative contro Manchester City, Manchester United, Napoli e Torino. L’unica sconfitta è arrivata contro il Borussia Dortmund.
Per quanto il Liverpool sia ora una squadra forte e completa, l’andamento della sua stagione dipenderà più di ogni altra cosa dal rendimento di Salah, che nel corso della passata stagione è stato il giocatore più in forma ed incisivo d’Europa, più di Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. La grande annata di Salah si era conclusa con 44 gol in 51 partite, a cui vanno aggiunti 16 assist decisivi.
Oltre al Liverpool, le altre squadre con qualche possibilità di vincere sono le solite: l’Arsenal di Unai Emery, da cui ci si aspettano risultati immediati, il Manchester United, nonostante una campagna acquisti di secondo piano che ha complicato i rapporti tra José Mourinho e la dirigenza, e infine il Tottenham di Mauricio Pochettino, unica squadra a non aver né comprato né ceduto nemmeno un giocatore. Il nuovo Chelsea di Maurizio Sarri parte invece da più lontano, per via dell’ultima annata complicata e perché Sarri – che fino a pochi mesi fa allenava il Napoli – avrà probabilmente bisogno di tempo per creare una squadra altamente competitiva.

Tag: #Sport #Alisson #Calcio #JurgenKlopp #Liverpool #MohamedSalah #PremierLeague

Altri articoli pubblicati da Il Post

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

Nella notte tra oggi e domani ci sarà una nuova “superluna” visibile in cielo, dopo quella di poche settimane fa. La Luna apparirà un poco più grande del solito perché il momento in cui si trova più vicina alla Terra nella sua orbita ellittica...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

Dal 4 al 6 aprile, al Circolo dei Lettori di Torino, il Post organizza una serie di incontri sull’Europa – un piccolo festival, diciamo – nell’ambito della sezione Konrad, inaugurata la scorsa estate e che da allora è diventata anche un podcast...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

Il 20 marzo 1994, 25 anni fa, la giornalista romana Ilaria Alpi e il cineoperatore triestino Miran Hrovatin furono uccisi con una raffica di kalashnikov a poca distanza dall’ambasciata italiana di Mogadiscio, in Somalia. Alpi e Hrovatin erano lì per...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

Il parlamento del Kazakistan ha approvato una proposta di legge per cambiare il nome della propria capitale da Astana a Nursultan in onore del suo ex presidente, Nursultan Nazarbayev, dimessosi martedì scorso dopo quasi trent’anni al...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

Il 21 luglio 2008 la polizia di Belgrado fermò l’autobus di linea numero 73 mentre percorreva il suo tragitto nella periferia occidentale della capitale serba. A bordo dell’autobus era salito poco prima un uomo anziano dall’aspetto trasandato, con ...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

A Milano un autista ha dirottato il suo autobus e, dopo un inseguimento da parte dei carabinieri, ha incendiato il mezzo su cui stava trasportando 51 ragazzini: secondo quanto riportano i giornali, avrebbe voluto appiccare il fuoco all’autobus dopo...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

Indietro Avanti 1 di Indietro Avanti Stasera tra i programmi notevoli ci sono la seconda parte del documentario sulle accuse di abusi sessuali a ...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

Come ampiamente atteso, il Senato ha respinto l’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno Matteo Salvini per il caso della nave Diciotti. Anche se le votazioni rimarranno aperte fino alle 19, al momento una maggioranza di 232 ...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

Hudson Yards è un nuovo complesso di edifici costruito a New York lungo il fiume Hudson, in prossimità di un deposito ferroviario sulla costa occidentale di Manhattan, a un chilometro dal Lincoln Tunnel che collega Manhattan al New Jersey. Si trova nel ...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

La Commissione europea ha multato Google per 1,49 miliardi di euro per avere violato le regole sulla concorrenza nell’Unione Europea. Secondo la Commissione, Google ha abusato della propria posizione dominante su mercato, imponendo diverse restrizioni...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

A quasi 85 milioni di chilometri da noi, l’asteroide Bennu emette nello spazio che ha intorno piccoli frammenti del materiale roccioso che lo costituisce: un comportamento inatteso per gli asteroidi e che ha sorpreso i ricercatori, ora alla ricerca di...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

Domani, 21 marzo, viene considerato convenzionalmente il giorno di inizio della primavera, anche se in realtà, dal punto di vista astronomico, l’equinozio di primavera sarà oggi alle 22.58. Detto questo, il tempo di domani sarà in linea con quello...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

Il ciclone tropicale Idai, che ha colpito la scorsa settimane le coste del Mozambico e che ha provocato morti e devastazioni anche in Zimbabwe e in Malawi, potrebbe essere «uno dei più gravi disastri ambientali ad aver colpito l’emisfero...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

Martedì 19 marzo Carlo Calenda, ex ministro dello Sviluppo economico e promotore di un manifesto europeista chiamato “Siamo Europei” che ha raccolto migliaia di adesioni, ha incontrato il nuovo segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti....

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Il Post

Oggi il Senato voterà sull’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno Matteo Salvini per il caso della nave Diciotti. Con ogni probabilità, una larga maggioranza di senatori voterà per negare la richiesta di processare il...