Oggi è San Lorenzo, ma non il giorno migliore per le stelle cadenti

Pubblicato venerdì, 10 agosto 2018 ‐ Il Post

Il 10 agosto – secondo il calendario dei santi – è il giorno di San Lorenzo e questa notte è quella in cui tradizionalmente si guardano le stelle cadenti, chiamate anche “lacrime di San Lorenzo”. In passato, infatti, la notte del 10 agosto era quella in cui si vedeva meglio lo sciame meteorico delle Perseidi. In questo secolo, tuttavia, il momento migliore per guardare le stelle cadenti si è spostato in avanti di qualche giorno: quest’anno sarà la notte tra il 12 e il 13 agosto. Quest’anno, inoltre, le condizioni astronomiche saranno particolarmente favorevoli per vedere le stelle cadenti perché l’11 agosto ci sarà il novilunio: la luna sarà completamente in ombra e quindi anche nella notte tra il 12 e il 13 arriverà pochissima luce a interferire con quella delle stelle.
Cosa sono le stelle cadenti e da dove arrivano

Non sono stelle: sono frammenti meteorici di roccia e metallo che si sono generati dalla disintegrazione di una cometa, e per la maggior parte sono grandi come granelli di sabbia. Quelli che si possono vedere da metà luglio alla fine di agosto appartengono al gruppo di detriti chiamato Perseidi, dal nome della costellazione di Perseo, e sono stati generati dalla cometa Swift-Tuttle. La cometa fu osservata per la prima volta nel 1862, dagli astronomi statunitensi Lewis Swift e Horace Parnell Tuttle distintamente, e il suo legame con le Perseidi fu scoperto nel 1866 dall’astronomo italiano Giovanni Schiaparelli.

Le scie luminose che chiamiamo “stelle cadenti” sono create dai detriti rilasciati dalla cometa nel corso delle sue orbite precedenti: sbattendo contro l’atmosfera terrestre a una velocità di più di 214 chilometri orari, questi detriti si incendiano creando delle “palle di fuoco”. Il fenomeno è stato osservato per millenni e tra le prime notazioni su quanto accadeva nel cielo in questo periodo dell’anno ci sono quelle di astronomi cinesi, risalenti al 36 dopo Cristo.
Nelle ore di maggiore attività è possibile rilevare circa cento scie luminose osservabili ogni ora a occhio nudo dalla Terra. Nonostante quest’anno il calendario lunare sia favorevole all’osservazione delle stelle cadenti, il fenomeno sarà meno intenso rispetto ad altri anni (come il 2004 e il 2016) in cui il pianeta Giove, passando relativamente vicino alle Perseidi (si parla di 257 milioni di chilometri), ne ha influenzato il moto grazie alla sua enorme massa. La cometa Swift-Tuttle è passata vicino alla Terra per l’ultima volta nel 1992 e si è calcolato che ci tornerà nel 2126.
Tradizionalmente, oltre a essere chiamate “lacrime di San Lorenzo”, le stelle cadenti vengono anche associate ai tizzoni ardenti su cui fu martirizzato San Lorenzo, che era un arcidiacono di origine spagnola probabilmente esistito a differenza di altri santi leggendari del terzo secolo.
Come osservare le stelle cadenti

Per osservare al meglio le Perseidi è sufficiente guardare il cielo di notte (meglio se nell’emisfero boreale), possibilmente lontano dai grandi centri urbani dove l’inquinamento luminoso tende a renderle meno visibili. Il posto migliore per osservarle è solitamente in montagna, dove l’aria è meno inquinata ed è più probabile vedere il cielo limpido. Come detto, il momento migliore per guardare le stelle cadenti sarà nella notte tra il 12 e il 13 agosto. Poi ovviamente anche le condizioni meteorologiche della zona in cui vi trovate influiranno sull’osservazione: stanotte ad esempio il cielo sarà parzialmente nuvoloso su gran parte del nord Italia, dove sarà ancora più coperto la notte dell’11 agosto e nelle notti successive, stando alle previsioni. Al centro e soprattutto al sud invece dovrebbe essere più facile vedere le stelle cadenti.

Come fotografare le stelle cadenti

Tag: #Scienza #NotteDiSanLorenzo #Perseidi #SanLorenzo #StelleCadenti

Altri articoli pubblicati da Il Post

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

Indietro Avanti 1 di Indietro Avanti Stasera su Rai 1 ci sono Piero Angela, Carlo Cottarelli, Laura Pausini e un po’ di attori ospiti a...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

«Se vi pare che questo mondo sia brutto, dovreste vederne qualche altro» Titolo di un saggio del 1977 dello scrittore di fantascienza Philip K. Dick – che oggi compirebbe 90 anni – sul suo lavoro di romanziere. In italiano...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

Il 25 settembre del 2000 ai Giochi olimpici di Sydney si giocò una partita della fase a gironi del torneo di basket tra Francia e Stati Uniti. La vinsero gli Stati Uniti, che poi avrebbero poi vinto anche l’oro, battendo di nuovo la Francia in finale. ...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

Il 2018 del tennis si è concluso lo scorso 25 novembre con la finale di Coppa Davis, vinta dalla Croazia contro la Francia, ma oltre al risultato sportivo a far discutere è stata la polemica tra i giocatori francesi e l’organizzatore dell’evento,...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

Il sito di news Daily Beast ha pubblicato un video del 2016 in cui Mick Mulvaney, il funzionario che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha scelto come capo dello staff provvisorio della Casa Bianca in sostituzione di John Kelly,...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

Pensate a un film recente con effetti speciali che vi abbiano particolarmente colpito. Proprio da dire wow. È difficile aver visto un intero film senza effetti speciali, perché sono vecchi tanto quanto il cinema e sono ovunque: ma è probabile che oggi ...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

L’America Latina è la regione più violenta al mondo, con i più alti indici di omicidi e impunità. Ogni giorno vengono uccise circa 400 persone – un terzo di tutte quelle uccise nel mondo – e in meno del 20 per cento dei casi viene trovato il...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

Ci sono quelli che ogni gennaio aprono un documento Excel, su cui annotano diligentemente quale regalo fare ad ogni amico e parente per il Natale successivo.A ottobre li comprano. E poi ci sono quelli che il pomeriggio del 24...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

Nella notte di domenica, alle 4.15, un pullman del gruppo Flixbus proveniente da Genova e diretto a Düsseldorf, in Germania, ha avuto un incidente vicino a Zurigo, in Svizzera: una donna è morta e 44 persone si sono ferite, tre in modo grave. Due...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

Lo scorso 7 dicembre una bambina guatemalteca di 7 anni, che meno di due giorni prima aveva attraversato il confine tra il Messico e gli Stati Uniti con suo padre e altri 161 richiedenti asilo, è morta, probabilmente per una sindrome da shock settico. ...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

Il Lussemburgo vuole rendere gratuiti i mezzi pubblici per tutti i suoi 600 mila cittadini entro il 2020: se ci riuscisse, sarebbe il primo paese al mondo a farlo. In diverse città si è parlato in passato di rendere gratuiti i mezzi pubblici per...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

Sabato sera la Juventus ha vinto il 147esimo “derby” torinese, battendo il Torino allo Stadio Olimpico grazie a un calcio di rigore realizzato da Cristiano Ronaldo nel secondo tempo. Non è stata una gran partita, ma la Juventus è comunque riuscita...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

Il fotografo brasiliano Felipe Dana ha scattato delle foto – per Associated Press – ad alcuni ragazzi e uomini palestinesi feriti alle gambe negli ultimi mesi mentre protestavano lungo il confine con Israele della Striscia di Gaza,...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

Roma-Genoa è il posticipo domenicale della sedicesima giornata del campionato di Serie A. Si gioca stasera alle ore 20.30 allo Stadio Olimpico di Roma. Roma e Genoa sono due squadre in grande difficoltà. Fra campionato e coppe non vincono...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Post

Un articolo pubblicato questa settimana sulla rivista scientifica Royal Society Open Science ipotizza che il pollo da allevamento possa essere considerato come uno dei principali tratti identificativi dell’attuale era geologica, quella...