In Austria si vota di nuovo

Pubblicato domenica, 19 maggio 2019 ‐ Il Post

Il cancelliere austriaco, Sebastian Kurz, ha deciso di indire elezioni anticipate dopo lo scandalo che ha coinvolto il suo alleato e vicecancelliere Heinz-Christian Strache, leader del partito di estrema destra che forma la coalizione di governo. Il presidente austriaco Alexander Van der Bellen ha accolto la proposta. Lo scandalo è nato dalla pubblicazione di un video girato di nascosto nel 2017 in cui si vede Strache promettere favori a una presunta ereditiera russa vicina al presidente Vladimir Putin, in cambio di finanziamenti illeciti. Nel video compare anche Johannes Gudenus, capogruppo parlamentare del Partito della Libertà. Sia Strache che Gudenus hanno annunciato le loro dimissioni dal governo e dalla dirigenza del partito.
Il video che ha portato al voto anticipato è stato ottenuto dai giornali tedeschi Der Spiegel e Süddeutsche Zeitung e pubblicato nella giornata di venerdì. È stato girato durante le vacanze natalizie di due anni fa in un appartamento di Ibiza, in Spagna. Mostra Strache e Gudenus che si intrattengono in una stanza con alcuni ospiti, tra i quali la presunta ereditiera russa, che parla di finanziamenti milionari al Partito della Libertà per la campagna elettorale allora in corso – quella che poi ha visto proprio la vittoria della destra e la nomina di Strache a vicecancelliere – in cambio di favori nell’assegnazione di appalti ad aziende russe. Parlano anche di come danneggiare l’imprenditore edile austriaco Hans Peter Haselsteiner, in forte contrasto con Strache, di come aggirare la legge sul finanziamento ai partiti e di come arrivare all’acquisto delle quote del principale tabloid austriaco, la Kronenzeitung, per favorire la propaganda del partito.

Alcuni manifestanti all’esterno della sede del governo a Vienna (Getty Images)
Il video aveva generato immediatamente molta indignazione nell’opposizione, che aveva chiesto le dimissioni di Strache, da tempo considerato molto vicino alla Russia, ma anche malumori tra la coalizione di governo. Al termine di un incontro tenuto sabato mattina con il cancelliere Kurz, infatti, Strache si è dimesso, come previsto nelle ore precedenti dai giornali austriaci. Commentando la decisione di anticipare il voto – probabilmente al prossimo autunno – Kurz ha detto: «Voglio lavorare per l’Austria senza scandali. In questi due anni ho dovuto mandare giù molto, anche se non ho sempre preso pubblicamente parola, per portare avanti le riforme».
Fino a pochi giorni fa, dopo circa un anno e mezzo di governo, la relazione tra i due partiti sembrava funzionare bene. Negli ultimi mesi Kurz aveva spostato a destra la linea del suo partito, dicendo e facendo molte cose simili a quelle di Strache, ma in un modo considerato socialmente più accettabile, riuscendo fra l’altro a normalizzare l’estrema destra. La sinergia della coalizione sembrava di gradimento agli elettori, che stando agli ultimi sondaggi continuavano ad avere una buona opinione del governo in carica.

Tag: #Mondo #Austria #Heinz-christianStrache #SebastianKurz

Altri articoli pubblicati da Il Post

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

Oggi, venerdì 20 settembre, partirà da Tromsø, in Norvegia, la più grande missione di esplorazione scientifica artica della storia, con un obiettivo molto particolare. A bordo del rompighiaccio tedesco Polarstern, un sacco di scienziati di 19 paesi...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

Per avere un nuovo smartphone c’è chi aspetta l’ultimo modello di iPhone, chi di aver messo da parte un po’ di soldi e chi di farselo regalare per un’occasione importante. Ma non sempre l’acquisto di uno smartphone può essere programmato: a...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

Indietro Avanti 1 di Indietro Avanti Stasera in tv ci sono: il programma di Carlo Conti in cui...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

Nelle ultime tre settimane gli arrivi via mare di migranti in Italia sono decisamente aumentati: sia rispetto al mese di agosto, quando sono sbarcate circa 1.200 persone, sia rispetto a settembre del 2018, quando ne arrivarono poco più di mille. Secondo ...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

A cosa assomiglia la fine del mondo? Per secoli la risposta a questa domanda è stata competenza esclusiva di profeti, visionari e pittori, ma da quando la tecnologia ha dato agli esseri umani il potere necessario a distruggere il pianeta per come lo...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

C’è parecchia “gente della moda”, tra le persone che valeva la pena fotografare questa settimana, come d’altronde accade ogni settembre, quando una dopo l’altra New York, Londra, Milano e Parigi si riempiono di modelle e ospiti famosi per le...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

Gli iPhone 11 e iPhone 11 Pro di Apple possono essere acquistati a partire da oggi, a una decina di giorni di distanza dalla loro presentazione. Come praticamente ogni anno, la maggior parte delle recensioni pubblicate dai principali siti di tecnologia e ...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

Una foto aerea che mostra la distanza ravvicinata tra le case e la costa a Kivalina, Alaska. (Joe Raedle/Getty Images) Kivalina è una città dell’Alaska, 120 chilometri sopra al Circolo Polare Artico e abitata da meno di 400 persone: si sviluppa in...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

Nelle ultime settimane il dibattito politico francese si è concentrato sulla prossima riforma promessa dal presidente Emmanuel Macron, quella del sistema pensionistico. La nuova legge è stata anticipata a luglio ma sarà presentata soltanto in...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

La Coppa del Mondo di rugby 2019 inizia oggi a Tokyo, quando in Italia saranno le 12.45, con la partita tra Giappone e Russia, preceduta dalla cerimonia inaugurale. Il torneo si disputerà nell’arco di un mese e verrà ospitato da dodici stadi in...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

Oggi in tutto il mondo sono in corso manifestazioni di protesta e scioperi degli studenti per chiedere ai governi di intervenire per contrastare il cambiamento climatico e il riscaldamento globale, in vista del summit delle Nazioni Unite sul clima...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

Il giornalista Giampaolo Visetti ha raccontato oggi su Repubblica la storia di Greta, la bambina che ha accompagnato il leader della Lega Matteo Salvini in due comizi e che è stata presentata – dai media e dalla Lega – come una delle...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

Giovedì è stato trovato un accordo all’interno della proprietà del quotidiano francese Le Monde su una questione di cui si discuteva da circa un anno e che aveva provocato parecchie preoccupazioni tra giornalisti e azionisti. Mathieu...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

Secondo quanto scrivono il New York Times e il Washington Post, la denuncia presentata da un dipendente dell’intelligence degli Stati Uniti nei confronti di Donald Trump, accusato di aver fatto una promessa pericolosa e...

Pubblicato venerdì, 20 settembre 2019 ‐ Il Post

Le previsioni meteo per sabato dicono che sarà una giornata prevalentemente serena nella prima metà e prevalentemente nuvolosa nella seconda metà. Di mattina sarà nuvoloso solo sulle isole maggiori e nel Nord-Ovest, poi di pomeriggio anche nel Centro ...