"Quello è rock nazista". Il concerto per Jan Palach nel mirino della sinistra

Pubblicato sabato, 12 gennaio 2019 ‐ Il Giornale.it

Ci mancava Repubblica che titolasse: "un concerto nazi rock per Jan Palach" e anche il commento sul Corriere di Gian Antonio Stella con "Giù le mani da Jan Palach".Insomma siamo a Verona, e il 19 gennaio prossimo è stato organizzato un concerto dedicato a Jan Palach, l"eroe cecoslovacco della resistenza antisovietica, che 50 anni fa si diede fuoco in piazza Venceslao a Praga per protesta. Morì dopo tre giorni di agonia. Al suo funerale parteciparono oltre 600 mila persone.L"evento, chiamato "Terra e Libertà. A cinquant'anni dal suo sacrificio. Concerto per Jan Palach", è organizzato dall'associazione "Nomos-Terra e Identità" ed è patrocinato dalla provincia veronese. Sulla locandina dell"evento, che per motivi di sicurezza non riporta ancora il luogo della manifestazione, si legge la scalatetta dei gruppi musicali che dovranno suonare e cantare: Gabriele Marconi, Topi Neri, Hobbit, e la Compagnia dell"Anello.Ma a qualcuno, evidentemente colpito da queste strumentalizzazioni di sinistra che per accaparrarsi consensi usano l'"antifascismo", e a questi ragazzotti di sinistra che forse la storia non la sanno e nemmeno sanno chi fosse Jan Palach, la serata non è andata giù. Hanno preso la locandina dell"evento e ci hanno appiccicato sopra una bella striscia gialla con scritto "Concerto nazi - rock". Da qui sono partite le polemiche. Apriti cielo. Antifascisti da tutte le parti.L'Assemblea 17 Dicembre evidenzia come le band che terranno il concerto siano dichiaratamente e smaccatamente di estrema destra. "Gruppi dichiaratamente nazi - rock", scrivono alcuni giornali. E a essere attaccata è soprattutto la Compagnia dell"Anello, la cui musica però è stata recentemente usata anche dalla Rai per un servizio andato in onda sulle foibe. "La Compagnia dell'Anello - scrivono quelli dell"Assemblea 17 dicembre - è infatti tra le prime band nazi-rock italiane, nata al primo Campo Hobbit del 1977, evento storico della giovanile del Movimento Sociale Italiano, perché, come ammettono gli stessi componenti, "per i fascisti" non cantava nessuno (...) Venendo meno, ripetutamente, ai valori anti-fascisti della nostra costituzione la Provincia, e indirettamente l'amministrazione comunale, stanno patrocinando il concerto di tre band che inneggiano al potere bianco, alle bandiere nere, che rimpiangono il regime mussoliniano e criminalizzano la Resistenza"."Da tempo - tra lo stupore e le proteste che arrivano da sinistra - è in atto da parte delle formazioni neofasciste un tentativo di appropriarsi "culturalmente" e "politicamente" della figura di Palach", scrive Repubblica. "Ma che c"entrano questi spiriti muscolari che rivendicano d"essere neri e nostalgici del Duce con un martire della libertà come Jan Palach, al quale Francesco Guccini dedicò una delle sue canzoni più belle?", scrive Gian Antonio Stella."Ma di cosa stiamo parlando - replica Mario Bortoluzzi uno dei fondatori, nonché cantante della Compagnia dell"Anello - sono letteralmente basito dagli attacchi e da quello che sta succedendo in questi giorni. Questi non sanno nemmeno di cosa parlano. Non conoscono la storia. Siamo stati noi de La Giovine Italia i primi a scendere in piazza quando Jan Palach si bruciò. Tutti gli altri partiti sono stati zitti. A ogni modo non molliamo, sono 41 anni che suoniamo, ed è dal 2006 che siamo diventati un gruppo nazi - rock. È un incubo a ogni concerto. Anzi, non conoscono nemmeno le nostre canzoni, prendendone solo alcune frasi".E infatti, ne "La Ballata del Nero", "Democrazia, democrazia / è cosa vostra, non è mia!", in realtà è un verso di una canzone molto più lunga: "Ti fanno tradire, ti fanno tradire gli ideali che hai giurato di servire - E tu ti ammanti di democrazia e vai cianciando di libertà - E tu ti ammanti di democrazia e vai cianciando di libertà - Libertà, libertà in quanto che comandate voi - Democrazia, democrazia è cosa vostra, non è mia!".Già. E allora. Ma di cosa stiamo parlando?

Altri articoli pubblicati da Il Giornale.it

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Chiara Ferragni, in questi giorni, sta seguendo il suo amato maritino in giro per l'Italia. Fedez, infatti, sta portando nei palazzetti della Penisola il suo Paranoia Airlines. Tutto bello, tutto divertente, ma anche tutto romantico se non fosse per i...

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Sui fronti delle pensioni d'oro e delle rivalutazioni delle pensioni, la Lega è riuscita a contenere i danni, ma si registra una vittoria dei grillini. Questo è quello che emerge da una ricerca di Itinerari previdenziali, il centro studi di Alberto...

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Ci siamo. Come previsto dal cronoprogramma annunciato l'11 marzo da Matteo Salvini, è il grande giorno dell'inizio dei lavori per l'abbattimento delle famigerate torri di Zingonia, località della provincia di Bergamo nota per essere una sorta di...

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Dal 21 al 24 marzo il presidente cinese Xi Jinping ha effettuato una visita di Stato in Italia. Appena giunto sul suolo italiano, il capo di Stato cinese ha voluto ricordare la storia dei rapporti tra Cina e Italia, il loro sviluppo e risultati pratici...

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

"Io dico che arrivano terzi anche in Basilicata". Per una volta, la profezia di Matteo Renzi, rilasciata ai cronisti in Senato neanche un mese, fa si è rivelata esatta. Il M5s di Di Maio ha collezionato un altro flop. Dopo il Molise, l'Abruzzo e la...

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser sono sempre più innamorati e felici. La coppia sta trascorrendo un periodo di vacanza nell'incanto delle Maldive, un regalo che l'argentina si è concessa assieme al suo compagno per festeggiare il recente compleanno....

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Terminata la sua esperienza all"Isola dei Famosi e dopo una breve vacanza tra le spiagge di Sharm el-Sheikh, Taylor Mega è tornata sui social network con le sue foto altamente provocanti, particolarità che le ha regalato il successo. Intervistata...

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

L'intesa tra il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli (nel tondo), la Regione Emilia Romagna e il comune di Bologna per dare il via libera ai cantieri del Passante di mezzo, apre uno strappo storico tra il M5s e la sua base bolognese. Gli eletti ...

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Cambia marcia Luigi Di Maio. Stufo di abbozzare e di assistere sempre nelle retrovie ai balzi in avanti dell'alleato leghista, il vicepremier M5s ingrana la quinta e si riprende la scena, rischiando pericolose invasioni di campo come quelle che finora si ...

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Roma Risvegliare il senso di appartenenza alla Repubblica, vivere un'esperienza che avvicini i giovani al mondo della Difesa e gli consenta di responsabilizzarsi, sperimentando la vita militare e acquisendo al contempo conoscenze specifiche nel campo...

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Torino Il mondo va proprio alla rovescia, signora mia. Se pure una partita di calcio femminile riempie gli stadi, dove andremo a finire? Ma non è certo questo il pensiero dei 39mila (e ventisette) spettatori che si sono presentati, alla spicciolata ma...

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Lo scontro tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini si fa sempre più forte. I due vicepremier ormai sono divisi su tutto: dalla Tav agli accordi con la Cina, dalla sicurezza fino all'autonomia. E ora a marcare la distanza tra i due arrivano anche i risultati...

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Chiamatelo Rosario l'Africano. Dall'impegno per "una rivoluzione che realizzi il Rinascimento della Sicilia" all'autoesilio in Tunisia, inseguito dalla magistratura italiana. La parabola di Crocetta è la più riuscita sintesi del disastro siciliano....

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Firenze È l'Italia di Mancio e Di Biagio. Perché mai come stavolta i ct delle due squadre azzurre più importanti avevano avuto un rapporto così sinergico. I grandi hanno passato il primo ostacolo, la Finlandia, verso la qualificazione Euro 2020, e lo ...

Pubblicato lunedì, 25 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Ennesima scelta suicida del Pd. Incapace di far approvare la legge sullo Ius soli (il diritto alla cittadinanza per chi nasce in Italia) quando a Palazzo Chigi c'era Paolo Gentiloni, ora il Pd rilancia in modo del tutto pretestuoso la proposta con un...