In Germania è "fuga dal cristianesimo": 400mila fedeli in meno nel 2018

Pubblicato martedì, 23 luglio 2019 ‐ Il Giornale.it

In Germania sono stati di recente pubblicati dei dati che certificano una vera e propria "fuga dal cristianesimo" da parte della popolazione.La Conferenza episcopale tedesca, insieme con la Chiesa evangelica nazionale (Ekd), ha realizzato ultimamente una ricerca sul numero di cittadini che, nell"ultimo anno, hanno notificato alle autorità civili la loro rinuncia all'appartenenza alla millenaria comunità religiosa. Nel Paese teutonico, è infatti necessario manifestare davanti a un funzionario pubblico, generalmente un cancelliere di una Corte distrettuale, la propria volontà di abbandonare un credo. Una volta sottoscritta una dichiarazione di "dissociazione", senza specificare i motivi alla base della scelta, il singolo viene finalmente riconosciuto dallo Stato come "privo di legami con qualsiasi culto".I vertici ecclesiastici tedeschi, dopo avere contato le dichiarazioni in questione firmate in tutto il 2018, hanno quindi annunciato che "oltre 430mila fedeli" avrebbero rigettato il cristianesimo e tale numero sarebbe "uno dei più alti mai riscontrati nell"ultimo decennio". La Chiesa cattolica e l"Ekd avrebbero appunto perso circa "200mila seguaci a testa": 216,078 membri la prima e 220mila la seconda. Malgrado l"elevata percentuale di abbandono, la storica confessione sarebbe ancora professata dalla maggioranza (53,2%) dei connazionali della Merkel.La "fuga dal cristianesimo" verificatasi nell"ultimo anno ha di conseguenza coinciso con una progressiva contrazione del flusso di offerte a beneficio dei due enti ecclesiastici. In Germania, infatti, professare una determinata fede comporta, a carico del credente, il pagamento di un"imposta aggiuntiva, intesa a finanziare le attività istituzionali intraprese dai vertici dell"organizzazione religiosa di appartenenza e pari a un"aliquota che può arrivare fino al 9% della base imponibile.Il rapporto curato dalla Conferenza episcopale e dai rappresentanti evangelici delinea quindi il futuro della comunità cristiana stanziata in Germania, segnalando che la storica confessione, se persisterà l"alto tasso di abbandono, rischia di divenire "minoritaria". Nel caso in cui nei prossimi anni dovesse registrarsi un livello di defezioni pari o superiore a quello accertato nel 2018, i cristiani presenti in Germania scenderebbero appunto a poco più del "30%" della popolazione già nel 2035, per poi crollare al "12%" nel 2060.Hans Langendörfer, segretario generale della Conferenza episcopale teutonica, ha commentato i dati concernenti la "fuga" verificatasi nell"ultimo anno etichettandoli come "spaventosi". Heinrich Bedford-Strohm, a capo dell"Ekd, ha poi affermato: "Ogni abbandono è una pugnalata al cuore. Oggi, l"adesione individuale a un determinato culto è molto labile, insidiata da centri di attrazione che si moltiplicano senza sosta. Noi chierici dobbiamo quindi dimostrare la massima coerenza e spiegare con sempre maggiore chiarezza perché il messaggio racchiuso nel Vangelo è l"unico vero fondamento della vita dell"uomo".I media locali hanno subito cercato di profilare le cause della galoppante contrazione in Germania del credo in questione. Secondo gli esperti interpellati dall"emittente pubblica Deutsche Welle, alla base del crescente rigetto della dottrina cristiana vi sarebbe, in primo luogo, il fatto che le giovani coppie, inclini a seguire "orientamenti libertari", non trasmetterebbero più i valori tradizionali alla rispettiva prole. A indurre i cittadini a lasciare la comunità cristiana avrebbero contribuito in maniera decisiva anche i numerosi "scandali sessuali" abbattutisi sulle gerarchie cattoliche e protestanti teutoniche negli ultimi anni, in quanto avrebbero "fortemente compromesso" il prestigio delle istituzioni ecclesiastiche nazionali.

Altri articoli pubblicati da Il Giornale.it

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

Si scava sempre più a fondo per trovare la verità sull'omicidio di Luca Sacchi. Molti aspetti che hanno portato alla morte del 24enne romano sono ancora avvolti nel mistero. Gli investigatori sono sempre più convinti che la tragedia consumata davanti...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

Continuano gli scambi non proprio amichevoli tra il leader della Lega Matteo Salvini, Fedez e Fabio Volo. Ricostruiamo insieme la vicenda. Il rapper milanese si era accodato alla polemica scatenata da Fabio Volo in merito alla vicenda che ha visto il...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

Arrivano importanti novità in merito al taglio del cuneo fiscale, il cui decreto, partito dal Tesoro, è stato approvato dal consiglio dei ministri al termine di una complicata mediazione tra i partiti, soprattutto tra Partito Democratico e Movimento 5...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

La vicenda accaduta poche ore fa a Giarre, comune in provincia di Catania, ha l'alone di un caso di malasanità. E', infatti, alquanto sospetta la morte di Luigi Magaraci, un 44enne di Macchia, piccola frazione del comune catanese, che dopo essersi...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

Forse da Mantova arriva una storia di abusi sessuali nei confronti di una bimba di soli cinque anni. Come riporatato da Il Corriere, la piccola, arrivata al pronto soccorso per essere visitata in seguito a forti dolori al basso ventre, è stata...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

"In Emilia Romagna vincerà una coalizione della quale noi siamo parte determinante". Ne è convinto Silvio Berlusconi, che non sembra avere dubbi sulle prossime elezioni Regionali, che si svolgeranno in Emilia e in Calabria il prossimo 26 gennaio.Il...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

Elisa Isoardi l'ha fatto di nuovo. Utilizzando una colorita espressione nel commentare un abbraccio tra due chef in gara, ha creato non poco imbarazzo tra il pubblico e i giurati presenti in studio. Non è la prima volta che la conduttrice de "La Prova...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

In questi giorni a Gerusalemme è in corso il Forum mondiale sulla Shoah, al quale prendono parte circa 40 capi di Stato. Tra loro, come rappresentante del Regno Unito, c'è il principe Carlo. Il figlio di Elisabetta II ha però rischiato un incidente...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

Schiaffi, urla e umiliazioni. Erano questi i metodi violenti con cui due maestre dell'asilo di Formello avrebbero tenuto a bada i piccoli alunni della classe. Per questo motivo, nella giornata di giovedì 23 gennaio, le due educatrici sono state poste in ...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

Sono 92 i migranti recuperati nelle scorse ore dalla nave Ocean Viking, dell'ong francese Sos Mediterranée, la stessa che opera a bordo con Medici Senza Frontiere.A darne notizia sono gli stessi membri dell'organizzazione, i quali presso il proprio...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

Si aggiunge un nuovo tassello nel caso riguardante la "scomparsa" di Luigi Mario Favoloso: la ex fidanzata Nina Moric ha depositato una denuncia per "percosse e maltrattamenti" presso la Procura di Milano.Come fatto sapere dall'avvocato della modella,...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

Manca poco, ormai, all'inizio della settantesima edizione del Festival di Sanremo. E, intanto, si sono già sollevate delle prime polemiche. Alcuni esclusi hanno rotto il silenzio, sulla loro mancata conferma all'ambita gara della kermesse in arrivo. Tra ...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

Una serata di burlesque organizzata nella casa del Grande Fratello Vip accende gli animi e il commento di Antonio Zequila su Paola Di Benedetto scatena la reazione social del fidanzato di quest'ultima, Federico Rossi.Come da richiesta del Gf, le donne...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

"Lecchina, senza dignità, poveraccia, ridicola". Sono alcuni degli insulti rivolti al sottosegretario Pd al Mise, Alessia Morani che, dopo le dimissioni di Luigi Di Maio, aveva augurato buona fortuna a Vito Crimi, colui che guiderà il Movimento 5...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Il Giornale.it

Si chiude con tre condanne e otto assoluzioni il processo per il caso di Provvy Grassi, la giovane di 27 anni trovata morta sotto un viadotto della tangenziale dell'autostrada a Messina. Era scomparsa a luglio 2013 mentre tornava a casa a bordo della sua ...