Berlusconi striglia Salvini: "Ha ceduto troppo al M5s"

Pubblicato domenica, 19 maggio 2019 ‐ Il Giornale.it

"È gravissimo aver consentito di varare una misura come il reddito di cittadinanza che è una costosa presa in giro per chi è già in difficoltà: i Cinque Stelle avevano promesso 780 euro e invece molti riceveranno meno di 100 euro o addirittura 40 euro al mese. Numerose persone sono già pronte a ritirare la domanda perché hanno capito che il reddito di cittadinanza non risolverà la loro povertà, come millantato da Luigi Di Maio, né li aiuterà a trovare lavoro. È stato davvero grave, aver foraggiato quel mostro che è il debito pubblico per una misura tesa soltanto a comprarsi del consenso elettorale". Così Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, in una intervista a Qn, tuona contro la misura voluta dai pentastellati.Il leader di Forza Italia poi aggiunge: "Anche il decreto Dignità non è servito a nulla. Dopo quasi 9 mesi dalla sua entrata in vigore la disoccupazione è rimasta oltre il 10 per cento e siamo tre punti oltre la media europea. Potrei continuare a lungo: un vero e proprio attentato ai diritti costituzionali aver consentito il varo di leggi come quella che introduce il processo a vita, è incostituzionale aver trasformato la presunzione di innocenza in presunzione di colpevolezza, è gravissimo voler annientare il Parlamento con la trasformazione della democrazia rappresentativa in democrazia diretta. Un sistema che consentirebbe a una minoranza organizzata di assumere il potere".E ancora: "Sono sicuro che gli italiani col loro voto daranno il cartellino rosso a questo governo che fa male al Paese. Poi, se non ci fossero i numeri sufficienti in Parlamento per una maggioranza a sostegno del Centrodestra interverranno nuove elezioni che siamo sicuri di vincere con il centrodestra unito. Al nostro Paese sono state imposte politiche di austerità che ci hanno fatto male, che hanno penalizzato imprese e famiglie. Il nostro primo impegno europeo è proprio quello di invertire questa tendenza. Il tetto del 3% (del rapporto tra deficit e Pil) può essere superato a seguito di un accordo con la commissione europea, ma solo per realizzare un grande piano di infrastrutture, per aprire i cantieri e rimettere in moto il Paese. Oppure per pagare finalmente i debiti della pubblica amministrazione nei confronti delle aziende e dei professionisti che hanno lavorato per lo Stato".

Altri articoli pubblicati da Il Giornale.it

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

La citazione più azzeccata la trova Carlo Calenda: il Pd? È come "Il giorno della marmotta", il celeberrimo film in cui la giornata di Bill Murray ricominciava ogni mattina da capo e sempre uguale.Proprio come accade in casa dem, dove la guerriglia...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

Donald Tusk, presidente polacco del Consiglio europeo, è stato in questi giorni indagato da una commissione parlamentare d"inchiesta del suo Paese.Il vertice dell"istituzione Ue incaricata di definire le priorità e gli indirizzi politici comunitari è...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

"Grave vulnus" (Giuseppe Conte). "Gigantesca questione morale" (Luca Poniz). "Fatti gravissimi, mercimonio di incarichi" (Antonio Roberti). E via di questo passo.Qualunque altra istituzione sommersa dai giudizi che le sono piombati addosso in questi...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

Un automobilista di 46 anni ha guidato in autostrada contromano per circa sei chilometri per fare ritorno in Autogrill, convinto di aver dimenticato il portafogli. Fortunatamente è stato poi fermato dalla Polizia stradale di Alessandria Ovest. Gli...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

Una giustizia meno trafficona. E meno asservita alla logica delle correnti. Per questo anche un insospettabile come Giovanni Falcone predicava, nel deserto della sinistra, la separazione delle carriere. I pubblici ministeri da una parte, i giudici...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

Negli ultimi giorni si parla moltissimo delle vicende amorose di Giulia De Lellis. La bellissima influencer pare abbia cominciato una frequentazione con il pilota di MotoGp Andrea Iannone. Nonostante nella sua vita forse sia presente un altro uomo,...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

Gli Stati Uniti annunciano l'invio di mille soldati in Medio Oriente come risposta alle tensioni nel Golfo Persico e l'attacco alle petroliere nel Golfo dell'Oman. A darne notizia, il segretario alla Difesa Patrick Shanahan. Secondo il capo della Difesa...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

Sarri, quand'era presidente, non era possibile ingaggiarlo: "Aveva già fatto le sue scelte, non si poteva fare". Arrivò invece Montella. E dal Milan, per rispetto ed educazione "da quando siamo usciti preferiamo non interferire con le nostre opinioni". ...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

I protagonisti di una domenica di metà giugno sono stati due: Maurizio Sarri e Federico Chiesa. Il primo ha firmato un triennale con la Juventus, il secondo ha firmato una doppietta nell'esordio dell'Under 21 all'Europeo di categoria. Entrambe le storie ...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

Nuovo soggetto politico o patto di non belligeranza con la Lega, magari federazione o partito unico? Il dilemma che agita Forza Italia nasce da segnali contrastanti che prima hanno prefigurato una svolta con coordinatori nazionali eletti come quelli...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

N emmeno una lacrimuccia ma una voglia matta di spiegare, rispondere per un tempo infinito alle domande e poi quella chiosa ("andrò a vedere qualche partita in curva sud") che negli Usa deve aver avuto il sapore di una minaccia. Questo è stato l'ultimo ...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

Ottanta minuti, quasi il tempo di una partita, nei quali Francesco Totti non ha lesinato parole e veleni. Svelando il piano di "detottizzazione" e "deromanizzazione" del club ("un pensiero fisso di molti") in atto da 8 anni e mettendo in piazza tutti i...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

Sarà difficile per il governo ignorare il pressing sul salario minimo che sta arrivando dal mondo della produzione al gran completo. La proposta del Movimento 5 Stelle di portare per legge la retribuzione lorda minima a 9 euro all'ora ha incassato dei...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

Vabbé, più che la televisione dei sovranisti pare la tv dello Zecchino d'oro. Ieri è cominciata la stagione estiva della Rai versione giallo-verde, più verde che gialla. È anche il primo palinsesto con programmi e conduttori completamente scelti...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Il Giornale.it

Coincidenza poco fortunata. Proprio mentre il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, sta mettendo a punto le tabelle per convincere Bruxelles a rinunciare alla procedura d'infrazione e nelle stesse ore in cui il premier Giuseppe Conte prepara la lettera...