Attacco all'autobus, Capuozzo: "Ma davvero la cittadinanza basta per l'integrazione?"

Pubblicato giovedì, 21 marzo 2019 ‐ Il Giornale.it

Un autobus in fiamme e 51 bambini, di cui molti contusi, terrorizzati. È questo il bilancio della drammatica giornata di ieri. Una giornata che poteva trasformarsi in una vera e propria tragedia. Ma così non è stato, grazie al coraggio dei bambini e dei carabinieri che sono riusciti a fermare il piano di Ousseynou Sy.L'attacco di ieri è, a tutti gli effetti, un attentato. La matrice questa volta non è quella islamista. L'Isis e Al Qaeda non c'entrano nulla. C'entra il dolore di un padre che ha visto morire le sue tre figlie in mare e c'entra l'odio nei confronti dell'attuale governo accusato di provocare le morti in mare. Il senegalese aveva preparato tutto fin nei minimi dettagli, come raccontava ieri Tino, uno studente che era a bordo sull'autobus, a ilGiornale.it: "Anche le tendine erano cosparse d'olio in modo tale da prendere fuoco più facilmente".Nonostante la paura, bisogna ora porsi alcuni interrogativi, come ha fatto Toni Capuozzo sul suo profilo Facebook: "La vicenda del bus ('qui nessuno uscirà vivo') mette paura. Ed è inutile farsi scudo della follia dell''autista': aveva pianificato l'orrore, ed espresso idee pericolosamente lucide. Fa paura perché porta a chiedersi se davvero la cittadinanza voglia dire integrazione, se davvero qualcuno si senta autorizzato a pensare che le morti nel Mediterraneo siano colpa dell'Italia e non degli scafisti e di chi li incoraggia a partire, se cinquantuno ragazzini possano essere ritenuti responsabili di qualcosa".Ma dopo la paura c'è il coraggio: "I ragazzini del bus hanno i loro eroi: loro stessi, l'insegnante che li ha legati male, così che si liberassero, l'insegnante che è scesa per ultima dal bus, i carabinieri. Non cancella, ma aiuta. E gli altri, i ragazzini che ogni giorno prendono uno scuolabus, una corriera, vanno a elementari e medie, a gite o lezioni che dovrebbero essere spensierate?".Eppure la ferita della giornata di ieri resta: "Il senegalese ('qui nessuno uscirà vivo') non è riuscito a uccidere nessuno, ma ha ucciso molta innocenza, tra i nostri piccoli, sfiorati dalle notizie di un giorno qualunque".L'Italia è ripiombata in pochi minuti nel terrore. Quel terrore che, dopo i drammatici Anni di piombo, è tornato a bussare alla porta. Facendoci sprofondare in un incubo.

Altri articoli pubblicati da Il Giornale.it

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

La guerra delle cifre sui migranti va avanti. Il tema degli irregolari presenti sul nostro territorio accende la campagna elettorale. Il minsitro Di Maio oggi ha attaccato Salvini chiedendo tempi rapidi per i rimpatri. Salvini non ha risposto "alle...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

I calciatori, molto spesso, vengono presi di mira dai tifosi avversari ma anche della stessa squadra. Questa volta, però, anche i rider hanno messo nel mirino diversi giocatori e vip. Nella black list di coloro che non lasciano la mancia ai rider di...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

Oggi avremmo voluto sì festeggiare la liberazione, ma quella da un governo di dilettanti. Ci siamo andati vicino ma purtroppo sono ancora lì, sfidando la legge di gravità. Lo spettacolo da guerra civile dentro la maggioranza andato in scena l'altra...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

L'Atalanta di Gian Piero Gasperini non si ferma più e dopo aver vinto in rimonta contro il Napoli di Ancelotti solo tre giorni fa, replica il risultato di 2-1 contro la Fiorentina di Vincenzo Montella in Coppa Italia. La Dea va sotto in virtù del gol...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

La sfilata del 25 aprile a Milano ha avuto un obiettivo chiaro: mettere nel mirino il "nemico" Salvini. Insulti, offese e attacchi al ministro degli Interni hanno declinato questa giornata per la Festa della Liberazione. E a mettere nel mirino il...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

Il 25 aprile divide ancora. Come ogni anno le sfilate di piazza e i cortei sono accompagnati dall'odio politico. Non viene risparmiato nessuno, nemmeno le lapidi per le vittime delle foibe o quelle per i carabinieri partigiani. E così accade che a...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

Le indiscrezioni sulla coppia formata da Belen Rodriguez e Stefano De Martino continuano a tenere banco nel mondo del gossip made in Italy. I due ritrovati piccioncini si stanno rivelando dei veri e propri intrattenitori per i loro follower, tenendo...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

Emmanuel Macron è all'ultima spiaggia. Sempre più pressato dalle rivolte dei gilet gialli, il presidente francese prova a recuperare terreno annunciando roforme e tagli sulle tasse. "Voglio una riduzione delle imposte per chi lavora riducendo...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

Ancora scintille tra Movimento Cinque Stelle e Lega. In una giornata infuocata in cui si è consumata una frattura nella maggioranza sulle celebrazioni del 25 aprile, Di Maio affonda il colpo sul suo alleato di governo e lo fa da Perugia durante un...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

Laura Boldrini va all'attacco. Questa volta nel mirino dell'ex presidente della Camera è finita la copertina de l'Espresso con una foto della Raggi. Al centro dell'inchiesta del settimanle c'è l'audio del sindaco di Roma sul bilancio Ama che tante...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

Si vantava di essere stato scarcerato nonostante su di lui pendesse un'accusa di violenza sessuale, rapina e lesioni ai danni di una sua connazionale; un 25enne nigeriano, grazie alle indagini degli inquirenti è, ora, in stato di arresto con misura...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

C'è indignazione, rabbia, "senso di impotenza" tra le forze di polizia. Ormai nelle chat interne e tra colleghi non si fa che parlare di quanto successo a Torino. In Questura a marzo un senegalese ha sbeffeggiato, pestato e insultato i poliziotti, lo...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

La sfilata del 25 aprile dei Cinque Stelle insieme alla sinistra e al Pd per le strade di Milano è finita in rissa. Una rappresentaza del Movimento Cinque Stelle è infatti finita nel mirino dei centro sociali. Durante ilo corteo si sono registrati...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

Il sussidio previsto dal reddito di cittadinanza "è elevato rispetto ai redditi mediani" e, pertanto, occorre monitorare "per assicurare che i beneficiari siano accompagnati verso il lavoro".Oggi è stato pubblicato l"Employment Outlook, che si è...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Il Giornale.it

Mentre in Libia si combatte continua ad incombere sull'Italia la minaccia di un'ondata di sbarchi sulle nostre coste. Il ministro Salvini nei giorni scorsi è stato molto chiaro e di fatto ha respinto ogni ipotesi di riapertura dei porti: "Restano...