La violenza minore

Pubblicato domenica, 16 febbraio 2020 ‐ Il Foglio

Nel nostro immaginario collettivo di tifosi e appassionati, il calcio minore, quello delle serie dilettantistiche, ha sempre avuto un sapore buono, casereccio e genuino. Senza tornare all’immaginifico Borgorosso football club, basta pensare a squadre con nomi come Caravaggio, Ladispoli, Campodarsego, Biancavilla, Ghivizzano Borgo, Albalonga, per lasciarsi andare al vagheggiamento di un’Italia periferica ma risolta, provinciale con orgoglio, che dal profondo sud all’estremo nord la domenica si trasferisce direttamente dalla tavola del pranzo patriarcale alle recinzioni di campi terrosi e sghembi, per godersi la partita della squadra del paese, o del quartiere, tra nonni, figli e nipoti.
  
Ma il mondo tende sempre più a essere come vuole lui, e non come lo vorremmo, o come lo immaginiamo noi.
   
Nelle ultime settimane abbiamo avuto notizia di una serie di diffide pesanti inflitte ai tifosi dell’Ostia Mare (serie D, girone G) per violenze e intimidazioni ai danni dei giocatori ospiti; c’è poi il Real San Basilio, prima categoria laziale, che smentisce il luogo comune secondo il quale l’intreccio tra criminalità organizzata e calcio avviene soprattutto nelle grandi città, perché quelle sono le curve dove girano i soldi. Del clima che si respira a San Basilio – limitandosi al calcio – si è già parlato a fine 2018, quando un arbitro è stato aggredito dai tifosi ed è finito all’ospedale. Ma le intimidazioni, i soprusi e le violenze del nutrito gruppo di tifosi al seguito della squadra sono continuate, al punto da spingere il questore, più o meno negli stessi giorni in cui veniva arrestato il presidente della squadra, a chiedere che si giochi in strutture dove sia possibile evitare il contatto tra i giocatori avversari e i tifosi del San Basilio (cosa, in Prima categoria, non semplicissima).
 
Ed è poi stato con grande prestezza rimosso dal dibattito pubblico quanto avvenuto il 19 gennaio nel girone di Eccellenza lucana, quando a margine del derby tra Vultur Rionero e Melfi, con una dinamica identica a quella che è costata la vita a Daniele Belardinelli prima di Inter-Napoli del 26 dicembre 2018 (scontri, macchine, investimento), è morto un uomo di 33 anni.
 
È meglio farsene una ragione, la ferocia campanilistica non ragiona per dimensioni, è la stessa a Roma e a Milano come a Rionero e Melfi, e in tutti i piccoli paesi italiani che odiano da mille anni il paese più vicino. E i temutissimi ultras non sono, come a volte si cerca di far passare, la causa, ma l’effetto, di questo irredimibile rancore popolare. In più, nelle categorie minori, chi cerca lo scontro può anche contare su un servizio d’ordine necessariamente più blando rispetto alle serie professioniste.
 
E non è che ci sia molto da fare, non ci sono morali, né formule. Siamo pur sempre “il più cinico di tutti i popolacci” (Leopardi). Forse, però, allentare un po’ lo sforzo di controllo e di repressione che si esercita sulle grandi piazze (grandi anche mediaticamente), e distribuirlo meglio sul territorio, potrebbe evitare qualche tensione inutile, e diffondere un po’ di sicurezza, o di senso di sicurezza, che è quasi la stessa cosa.

Tag: #Tifosi #Ultras

Altri articoli pubblicati da Il Foglio

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Il 28 e il 29 marzo, dalle 10.30 sul nostro sito, c'è il Festival del Realismo in streaming, un nuovo evento con dibattiti e video-interviste su temi di attualità economica e politica con tanti ospiti e giornalisti del ...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Sul coronavirus si giocano diverse partite politiche. C’è quella, ormai venuta allo scoperto, della coppia Giuseppe Conte-Rocco Casalino che tenta di lanciare definitivamente il premier accrescendone la popolarità a suon di like su Facebook e di...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Abbiamo chiesto al biologo Enrico Bucci di aiutarci a trovare ogni giorno un tema utile da offrire ai lettori per avere uno spunto di riflessione in più sul tema del contenimento del coronavirus. Questa è la prima puntata della sua rubrica, il...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Chissà che cosa penserà di questa sentenza il ministro di Giustizia, Alfonso Bonafede, quello che ha abolito la prescrizione e ha dato la possibilità ai giudici di trasformare i processi in una persecuzione senza limiti di tempo. Chissà che cosa...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Dante è sempre stato letto in pubblico. Come dice Andrea Battistini, imponente accademico allievo di Ezio Raimondi, è dal Trecento che il suo racconto si comunica oltre il limite del pensiero poetico e concettuale fissato...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Adoriamo Guido Vitiello, la sua simpatia, la sua bella cultura e la sua rubrica sul Foglio, che aveva anche ieri ragioni da vendere nonché, come al solito, deliziosamente formulate: “Un proclama recente del nostro comandante Analfa, Luigi Di Maio,...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Molti anni fa, ai tempi eroici di Mani pulite, un tizio che conoscevo, un magnifico mitomane della politica lo si potrebbe definire, si lamentava sempre di non essere preso in considerazione dai pm della banda Di Pietro: “Ormai, se non hai un avvisetto ...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Roma. Il numero di contagi, ricoveri e morti per coronavirus continua purtroppo a crescere. Forse con meno intensità. Alcuni azzardano a dire che si incomincia a intravvedere una fioca “luce in fondo al tunnel”. E’ fondamentale però,...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

I grandi rivolgimenti nella vita di una società – guerre, tsunami, terremoti, uragani, invasioni di rane e di locuste, stragi dei primogeniti, carestie e ovviamente epidemie – ingenerano negli spiriti sensibili allucinazioni di vario tipo. A volte...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Milano. Borse europee in forte recupero dopo giorni, settimane, di crolli e volatilità estrema. Piazza Affari ha guadagnato quasi il 9 per cento, in linea con gli altri listini che da Francoforte (+11 per cento), Parigi (+8,3 per cento), Madrid ...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Il Foglio

È comprensibile che in questo momento di grande diffusione dell’epidemia da coronavirus caratterizzato da altissimi numeri di pazienti ricoverati, intasamento delle terapie intensive e purtroppo ingente perdita di vite umane si desiderino fortemente...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Non ce lo ricordiamo mai, ma forse in questo strano tempo dilatato dell’emergenza sanitaria, alcune cose si ricordano: i bambini incolpevoli reclusi nelle patrie galere insieme alle madri. In Italia sono 59, secondo...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Calogero Venezia, Lillo, è morto a Catania, dopo un breve ricovero per  una polmonite che ha infierito su malanni precedenti. Ha scritto sua sorella, Enza Venezia Signorello: “Con enorme dolore devo comunicarvi che...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Il Consiglio dei ministri ha approvato un nuovo decreto legge che introduce sanzioni più dure per chi viola le norme anti contagio da Coronavirus e che uniforma il quadro normativo su tutto il territorio nazionale. Il premier Giuseppe Conte in...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Gli Stati Uniti cominciano a muoversi nel complicato scacchiere internazionale legato alla guerra dei prezzi del greggio che ha portato il barile a scendere sotto la soglia psicologica dei 30 dollari. La priorità per la Casa Bianca è ora quella ...