La paura, la minimizzazione, la folla e il “contagio sociale”

Pubblicato mercoledì, 26 febbraio 2020 ‐ Il Foglio

Roma. La paura di un nemico invisibile, ma forse nascosto dietro il volto delle persone. La vita che cambia e la reazione: allarmarsi o minimizzare? E la somma di queste reazioni restituisce l’immagine di una folla spaventata, ma anche pronta a trovare la spinta positiva. Solo che la paura è in agguato, e rischia di vanificare gli sforzi. “La paura fa parte del nostro bagaglio dalla notte dei tempi”, dice Giuseppe Pantaleo, ordinario di Psicologia sociale e direttore di UniSR-Social.Lab, il laboratorio di psicologia sociale della Facoltà di Psicologia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano: “Può avere valenza positiva quando si manifesta entro certi limiti: è un’emozione che segnala un pericolo e, attraverso il nostro sistema cognitivo, guida generalmente il comportamento nella direzione giusta. Questo, però, solo se il segnale di allarme si genera in un contesto di routine. Quando la paura supera invece un certo limite si arriva a una reazione di chiusura cognitiva, con rigidità comportamentale e diminuzione della capacità di giudizio”.

 
La grande paura, dice lo psicologo sociale, “ha bisogno di giustificazione. La persona spinta da un’emozione così forte deve giustificare a se stessa il comportamento irrazionale, ed ecco per esempio la ricerca del nemico o dell’untore, come se il trovare il paziente zero, cosa peraltro molto importante dal punto di vista epidemiologico, potesse placare davvero tutte le ansie”. Legato alla paura c’è anche un altro tipo di contagio, che potremmo definire “sociale”, dice Pantaleo: “Sul web girano immagini e registrazioni con notizie anche false (come quella della chiusura delle scuole di ogni ordine e grado ieri, ndr) o non verificate che diventano però certezze per passaparola e alimentano l’agire d’impulso, anche su imitazione di comportamenti altrui, come quando si corre al supermercato a fare incetta di beni, innescando così una spirale di comportamenti socialmente dannosi. Ed ecco che la capacità di agire razionalmente si affievolisce, e la paura da fatto privato diventa collettivo”.

 
Esiste un antidoto? “Intanto bisognerebbe sforzarsi di usare le informazioni ufficiali mantenendo un minimo di distacco, ma è molto difficile in un momento in cui cambiano anche le abitudini di vita: si sta più in casa, si teme l’altro, e il mondo digitale diventa l’unico mondo in cui tutto è amplificato, come ai tempi della Seconda Guerra Mondiale, quando gli scienziati sociali studiavano, cercando di limitarlo, il fenomeno del ‘telefono senza fili’ nel veicolare false notizie amplificate per passaparola. Ecco, lo scaffale vuoto per noi diventa come il telefono senza fili. Oltre alla mascherina sul volto, servirebbe una ‘mascherina social’ per difendersi dalle fake news”. Il comportamento imitativo dettato da un impulso legato alla paura, dice Pantaleo, “era stato studiato in maniera sistematica già da Gustave Le Bon nell’Ottocento, a proposito di psicologia della folla: l’uniformarsi, l’agire in modo gregario, nell’emergenza viene vissuto come salvezza, e spesso questo comportamento si associa alla ricerca di un leader carismatico”. Si assiste poi, come in questi giorni, quando la paura dilaga, a una “polarizzazione dei giudizi, come se si volesse ridurre l’incertezza dividendo il mondo in categorie. Ai due estremi c’è chi dice: sono tutte stupidaggini, siete esagerati. E chi pensa di trovarsi alla soglie dell’Apocalisse. Non esistono vie di mezzo, Il rischio polarizza: o lo si sovrastima o lo si sottostima”. Che cosa si può fare? “Avere intanto fiducia in chi ne sa più di noi. E infatti, per fortuna, si assiste a un ritrovato ruolo per l’esperto. Fino a quando durerà, in un Paese che spesso dimentica facilmente, è un altro paio di maniche”.

Tag: #Coronavirus #Sanità #Salute

Altri articoli pubblicati da Il Foglio

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Il 28 e il 29 marzo, dalle 10.30 sul nostro sito, c'è il Festival del Realismo in streaming, un nuovo evento con dibattiti e video-interviste su temi di attualità economica e politica con tanti ospiti e giornalisti del ...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Sul coronavirus si giocano diverse partite politiche. C’è quella, ormai venuta allo scoperto, della coppia Giuseppe Conte-Rocco Casalino che tenta di lanciare definitivamente il premier accrescendone la popolarità a suon di like su Facebook e di...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Abbiamo chiesto al biologo Enrico Bucci di aiutarci a trovare ogni giorno un tema utile da offrire ai lettori per avere uno spunto di riflessione in più sul tema del contenimento del coronavirus. Questa è la prima puntata della sua rubrica, il...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Chissà che cosa penserà di questa sentenza il ministro di Giustizia, Alfonso Bonafede, quello che ha abolito la prescrizione e ha dato la possibilità ai giudici di trasformare i processi in una persecuzione senza limiti di tempo. Chissà che cosa...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Dante è sempre stato letto in pubblico. Come dice Andrea Battistini, imponente accademico allievo di Ezio Raimondi, è dal Trecento che il suo racconto si comunica oltre il limite del pensiero poetico e concettuale fissato...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Adoriamo Guido Vitiello, la sua simpatia, la sua bella cultura e la sua rubrica sul Foglio, che aveva anche ieri ragioni da vendere nonché, come al solito, deliziosamente formulate: “Un proclama recente del nostro comandante Analfa, Luigi Di Maio,...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Molti anni fa, ai tempi eroici di Mani pulite, un tizio che conoscevo, un magnifico mitomane della politica lo si potrebbe definire, si lamentava sempre di non essere preso in considerazione dai pm della banda Di Pietro: “Ormai, se non hai un avvisetto ...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Roma. Il numero di contagi, ricoveri e morti per coronavirus continua purtroppo a crescere. Forse con meno intensità. Alcuni azzardano a dire che si incomincia a intravvedere una fioca “luce in fondo al tunnel”. E’ fondamentale però,...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Il Foglio

I grandi rivolgimenti nella vita di una società – guerre, tsunami, terremoti, uragani, invasioni di rane e di locuste, stragi dei primogeniti, carestie e ovviamente epidemie – ingenerano negli spiriti sensibili allucinazioni di vario tipo. A volte...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Milano. Borse europee in forte recupero dopo giorni, settimane, di crolli e volatilità estrema. Piazza Affari ha guadagnato quasi il 9 per cento, in linea con gli altri listini che da Francoforte (+11 per cento), Parigi (+8,3 per cento), Madrid ...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Il Foglio

È comprensibile che in questo momento di grande diffusione dell’epidemia da coronavirus caratterizzato da altissimi numeri di pazienti ricoverati, intasamento delle terapie intensive e purtroppo ingente perdita di vite umane si desiderino fortemente...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Non ce lo ricordiamo mai, ma forse in questo strano tempo dilatato dell’emergenza sanitaria, alcune cose si ricordano: i bambini incolpevoli reclusi nelle patrie galere insieme alle madri. In Italia sono 59, secondo...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Calogero Venezia, Lillo, è morto a Catania, dopo un breve ricovero per  una polmonite che ha infierito su malanni precedenti. Ha scritto sua sorella, Enza Venezia Signorello: “Con enorme dolore devo comunicarvi che...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Il Consiglio dei ministri ha approvato un nuovo decreto legge che introduce sanzioni più dure per chi viola le norme anti contagio da Coronavirus e che uniforma il quadro normativo su tutto il territorio nazionale. Il premier Giuseppe Conte in...

Pubblicato martedì, 24 marzo 2020 ‐ Il Foglio

Gli Stati Uniti cominciano a muoversi nel complicato scacchiere internazionale legato alla guerra dei prezzi del greggio che ha portato il barile a scendere sotto la soglia psicologica dei 30 dollari. La priorità per la Casa Bianca è ora quella ...