C'è un Pd che vuole Minniti segretario. E il congresso (forse) diventa un cosa seria

Pubblicato giovedì, 11 ottobre 2018 ‐ Il Foglio

Roma. “Un Pd forte e unito, per l'alternativa che parte dalle città. Appello dei Sindaci per congresso unitario con Marco Minniti”. E’ questo il titolo del manifesto lanciato da alcuni sindaci del Pd a sostegno della candidatura di Minniti al congresso. Una candidatura unitaria, peraltro.
 

 
In sostanza chiedono a Nicola Zingaretti di ritirarsi. “Siamo in un periodo storico estremamente complesso e abbiamo bisogno di affrontare i sovranisti e la destra italiana ed europea con grande forza ed unità. Di fronte a noi c’è un governo pericoloso, fatto di propaganda e zero fatti, che sta mettendo realmente a rischio il futuro degli italiani”, scrivono, fra gli altri, Dario Nardella (Firenze), Giorgio Gori (Bergamo), Antonio De Caro (Bari), Matteo Ricci (Pesaro). “Contestualmente, a livello europeo, la prossima sfida sarà tra chi vorrà distruggere l’Europa e chi, invece, vorrà essere protagonista nella globalizzazione con un’Europa unita e più forte. Ci attendono grandi battaglie. Per questo il congresso del Partito democratico non può parlare esclusivamente al suo interno, risolvendosi in una diatriba tra parti contrapposte. E’ necessario mettere in campo un’opposizione fortissima e un progetto di alternativa culturale, riformista e di popolo alla destra populista”.
 


 
Dopo la manifestazione di Roma, scrivono i sindaci, “è ancora più chiaro che il nostro popolo ci chiede unità. Dobbiamo quindi essere uniti e responsabili, per sostenere con lealtà, in questa fase, il lavoro portato avanti da Maurizio Martina, in vista del Forum che si terrà a Milano nei prossimi giorni. Appuntamento che servirà a definire la piattaforma culturale e programmatica dell’alternativa. Al tempo stesso, crediamo che occorra ragionare in termini unitari anche sul prossimo congresso e sul futuro candidato. Non possiamo fare un congresso in un clima conflittuale, abbiamo bisogno di figure autorevoli per combattere la destra, in grado di fare un’opposizione forte e capaci di uscire dalle logiche dello scontro interno. Solo così potremo mettere insieme le energie migliori del centrosinistra e ripartire. A maggior ragione con un congresso che si svolgerà, presumibilmente, nel mezzo delle elezioni regionali in Abruzzo, Basilicata e Sardegna e alla vigilia di elezioni europee ed amministrative che riguarderanno 4mila comuni su 8mila, più la regione Piemonte. Riteniamo pertanto che non possiamo affrontare questa fase con una contrapposizione personalistica, ne con una miriade di candidati e auto candidature che ci farebbero frantumare. Abbiamo bisogno di individuare un profilo forte e autorevole contro l’incompetenza e l’estremismo giallo verde. Crediamo pertanto che Marco Minniti, figura dal netto profilo democratico e unitario, potrebbe essere la figura giusta per guidare il nostro partito. Nel suo percorso Marco ha sempre dimostrato forza, autorevolezza e grande capacità unitaria all’interno della sinistra e del campo democratico, fuori da schemi precostituiti”.

Tag: #MarcoMinniti #Pd #SegreteriaPd #Sindaci

Altri articoli pubblicati da Il Foglio

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

[Pubblichiamo l'intervento di Mario Draghi, presidente della Bce, in occasione del conferimento della Laurea honoris causa in Economia della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa il 15 dicembre 2018]     Fra un...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

Il Natale è alle porte ma io non sono qui per dirvi che dovete essere più buoni – dopotutto, nessuno è mai pronto alla bontà, che è anche decisamente passata di moda. L’epoca della piccola fiammiferaia è finita da un pezzo, la...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

Verrebbe da chiedergli di fermarsi, di invitarlo a prendere una birra, o meglio un sorso di vodka, proprio in quel bar dell’attesa che apre il film di Andrej Tarkovskij “Stalker” (e nessuno lo pronunci stolker). Il libro di Geoff Dyer è una...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

L’articolo 57 del Ddl Bilancio presentato al Parlamento stabilisce che la razionalizzazione della spesa per i centri per l’immigrazione dovrà generare risparmi pari almeno a 400 milioni nel 2019, 550 milioni nel 2020 e 650 milioni nel...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

Umilmente confessiamo che finora la nostra conoscenza in materia di tennis ammontava alla scena di “Delitto per delitto” dove Hitchcock inquadra il pubblico che segue la pallina, sguardo a destra sguardo a sinistra. Un sol uomo resta immobile, gli...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

Roma. “E’ un disastro”, dice d’istinto, quasi senza pensarci. Poi si ferma, ci ripensa. “Anzi no, due disastri. Complementari tra loro”. E insomma Maurizio Politi non se la prende solo con Virginia Raggi, se gli si...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

L’Italia non ha un futuro se non resterà saldamente in Europa e se non saprà affrontare finalmente con senso di responsabilità cinque fondamentali operazioni verità su debito, povertà, banche, riforme, crescita. Sono, questi, cinque punti cruciali ...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

Roma. In centro la ricerca di un mastello “gettapile” può trasformarsi rapidamente in un viaggio surreale. All’inizio però l’operazione non pare poi così difficile. Basta andare sul sito dell’Ama e, appena trovata...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

Ci siamo sentiti tutti molto vecchi almeno una volta. È successo quando abbiamo visto ragazzini tatuati in faccia, ascoltato per la prima volta la trap, scoperto che c’è chi guadagna giocando a videogiochi (i video più visti su YouTube sono di...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

Milano. Eravamo se non nel migliore, in uno dei migliori dei mondi possibili. E siamo precipitati nel peggiore. Il tutto nel giro di pochi mesi. E’ esterrefatto Stefano Colli-Lanzi, fondatore e amministratore delegato di Gi...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

Non basta fare prodotti eccellenti e comunicazioni d’impatto per essere il brand più rilevante dell’anno. Nell’epoca del societing – crasi introdotta dal sociologo Bernard Cova nel 2000 per identificare un marketing sempre più consapevole che...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

Dicono che dalle parti della Cei siano non proprio entusiasti dalla fuga di notizie (voluta?) in merito all’idea di fare il partito dei cattolici. Chiedo al monsignore amico se le cose stiano davvero così. “Sì”, risponde...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

Roma. Dopo Confindustria Firenze, anche la Cisl Toscana raccoglie l’appello, lanciato sul Foglio dal sindaco di Firenze Dario Nardella, per organizzare insieme una manifestazione a favore dello sviluppo e delle infrastrutture. A partire...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

Roma. Uno dei vantaggi di scrivere fiction ambientate nel vasto contenitore della politica estera è quello di trattare temi che, altrimenti, sarebbero confinati alle discussioni degli addetti ai lavori. Ma la fiction, in realtà, permette anche ...

Pubblicato domenica, 16 dicembre 2018 ‐ Il Foglio

Nel 1993, mentre all’hotel Raphaël Bettino Craxi riceveva le monetine, Carlo Azeglio Ciampi giurava da presidente del Consiglio al Quirinale, e al palazzo dei Congressi dell’Eur si scioglieva la Democrazia Cristiana, qualcuno da altre parti si...