Scudetto, la CVM ci crede Sabato sfida con l'A.P.E.R.

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

Un piccolo miracolo sportivo: nel riminese c’è una società, la CVM Utensiltecnica, che sta esaltando le bocce dell’Emilia Romagna. Montegridolfo, paesino di mille abitanti, sogna in grande. Dopo avere conquistato lo scudetto nel 2010, con una squadra di fenomeni, la società presieduta da Marco Gili ci riprova anche quest’anno. “Obiettivo: play-off”, dichiara il patròn, che tuttavia evita di sbilanciarsi. La scaramanzia, in questi casi, è d’obbligo. Nata nei primi anni 2000, la Montegridolfo lotta per il titolo più ambito. Prima in classifica (a pari punti con la Boville, nei confronti della quale è in vantaggio sugli scontri diretti), guida il girone 1 con 22 lunghezze. “Un passo alla volta”, prosegue il presidente, che di recente ha conseguito pure il patentino di allenatore: “In panchina mi alterno con Edo Valentini Mattioli”. quattro SQUADRE IN tre PUNTI
Gili è a capo della società dal 2012. Il primo raggruppamento della Serie A si è rivelato più equilibrato che mai. Le prime quattro squadre della graduatoria sono racchiuse nello spazio di tre punti. Tre, proprio come il numero di coloro che potranno accedere ai play-off. Le prime classificate di ciascun girone conquisteranno automaticamente un posto nella semifinale in qualità di teste di serie, mentre le terze e le quarte dovranno sfidarsi innanzitutto in incontri di andata e ritorno.
CHE SFIDA CON L'A.P.E.R.
Sabato si disputerà la dodicesima giornata di campionato, la terzultima. Secondo Gili, “Potrebbe essere quella della svolta, in quanto noi ospiteremo l’A.P.E.R. Capocavallo e Boville attenderà la Fashion Cattel”. All’andata, in terra perugina, finì 5-3 per gli umbri. “È la nostra bestia nera. Nutro grande stima nei confronti dei nostri avversari. Il mattatore della sfida di novembre fu Luca Santucci, il quale giocò a livelli incredibili, mostrando inoltre notevole personalità”. Gili non è sorpreso dell’andamento del campionato: “Nelle prime quattro posizioni troviamo quelle squadre che hanno dimostrato il loro reale valore. Tuttavia, forse era lecito attendersi qualcosa di più da Montegranaro, che invece lotta per non retrocedere”. I marchigiani saranno gli avversari della CVM Utensiltecnica il prossimo 13 aprile, nell’ambito del penultimo turno. “Mi auguro che, allora, Montegranaro sia già salva, così forse non ci affronterà con il coltello fra i denti”, dice ridendo Gili. Prima, però, i romagnoli se la vedranno con l’A.P.E.R. dei vari Santucci, D’Alessandro, Rosi, Brutti e Gori. Nella quattordicesima e ultima giornata, Montegridolfo giocherà in casa contro la piccola Martano, ormai retrocessa in A2.
squadra di fenomeni
L’incontro più impegnativo, finora? “Probabilmente quello contro Capitino, squadra che ha saputo esprimere un ottimo gioco. E poi, ovviamente, la sfida fra le mura domestiche contro Boville”. Con i romani il bilancio è di una vittoria e di una sconfitta, entrambe per 6-2. Gili ringrazia gli sponsor principali (CVM e Utensiltecnica) e, naturalmente, il suo gruppo: “Sono soddisfatto del rendimento dei miei ragazzi. Manuelli si è aggiudicato, inoltre, il “Pallino”. Monaldi e Paolucci hanno potenziale da vendere e anche Gaetano Miloro sta facendo il massimo. Purtroppo, quest’ultimo è condizionato da alcuni problemi alla schiena, che gli impediscono di mantenere una perfetta condizione di forma”. Ora siamo al momento fatidico e la CVM Utensiltecnica non si farà trovare impreparata: Montegridolfo vuole scrivere la storia.

Tag: #Bocce

Altri articoli pubblicati da Gazzetta.it

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Tre lampadine accese nel buio. Le prestazioni di Pepe Reina, Mattia Caldara e Patrick Cutrone sono le uniche note liete della semifinale di ritorno di Coppa Italia persa dal Milan contro la Lazio. Un buon segnale da chi ha passato quasi una stagione...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Pareggio scialbo per il Real Madrid, che al Coliseum Alfonso Perez compromette ulteriormente le già poche chance di soffiare il secondo posto in classifica ai cugini dell'Atletico. Il derby contro il Getafe termina infatti a reti inviolate, rafforzando...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

La favola Atalanta continua. La squadra nerazzurra strappa il pass per la finale della Coppa Italia contro la Lazio del prossimo 15 maggio. La missione sarà riportare il trofeo a Bergamo dopo 56 anni. Per Gasperini si tratta della prima finale della...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Lazio-Atalanta è la finale della Coppa Italia 2018-19. Chi vince, si qualificherà direttamente alla fase a gruppi di Europa League, a meno che... champions? — A meno che la squadra che alzerà il trofeo il 15 maggio all'Olimpico...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Guadagnano milioni di stipendio ma non lasciano la mancia ai fattorini. Neanche in giornate di pioggia battente. La singolare denuncia arriva dai lavoratori delle app di delivery food, abituati a consegnare cibo a domicilio anche alle celebrità. In...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Rigoldi resta re. L’unico italiano campione europeo. In una categoria, i supergallo, che proprio lui aveva riportato in casa, 25 anni dopo Vincenzo Belcastro. A Brescia, il campione respinge ai punti 12 e con verdetto unanime (120-108, 120-108,...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Sarà l'Atalanta a contendere alla Lazio la Coppa Italia nella finale dell'Olimpico del 15 maggio, dopo la vittoria per 2-1 nel ritorno della semifinale con la Fiorentina. Ecco i migliori e i peggiori visti in campo nella serata di Bergamo. TOP...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Un’altra accusa. Poi un attacco diretto a Haile Gebresellasie, mito del mezzo fondo. Mo Farah è nell’occhio del ciclone mentre prepara la Maratona di Londra. E ha aperto una clamorosa battaglia con Gebresellasie. accuse — Farah...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

E l'Atalanta, al quarto tentativo, ritrova la finale di Coppa Italia dopo averla vinta nel 1963 col Torino e persa nel 1987 col Napoli e nel 1996 con la Fiorentina. Lo fa superando proprio i viola in una partita complicata, cominciata male e finita in...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Avrebbe potuto partecipare alla prima storica Coppa d'Africa del Burundi, la sua nazione. E invece, a 28 anni e a circa due mesi dall'inizio del torneo, il centrocampista Papy Faty è morto, proprio su un campo di calcio. A porre fine alla sua esistenza...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Buon sangue non mente. E in quello di Larissa Iapichino, la figlia di Fiona May e Gianni Iapichino, nel sangue c’è l’atletica. L’ultima impresa della figlia d’arte è arrivata a La Spezia, dove a portato a 41”96 il primato italiano Under 18...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Walter Sabatini se ne era innamorato cinque anni fa, vedendolo giocare a La Spezia insieme ad un altro ragazzo, Sadiq. Dei due, Abdullahi Nura, era quello che più lo aveva colpito, perché vedere un terzino destro di 17 anni con quei mezzi fisici non...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Missione compiuta. A Kaunas, vincendo 99-82 gara-4, il Fenerbahce si guadagna la quinta apparizione consecutiva alle Final Four, raggiungendo il Real Madrid nel weekend che a Vitoria, dal 17 al 19 maggio, assegnerà l’Eurolega 2019 (Cska e Efes domani...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

SCANDICCI - NOVARA 2-3 (16-25, 25-21, 25-13, 21-25, 19-21) Il terzo tiebreak in quattro gare premia Novara che raggiunge Conegliano in finale dopo una battaglia di oltre due ore. Serve una super Egonu (39 punti) per venire a capo della matassa Scandicci, ...

Pubblicato giovedì, 25 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

SERIE A LE PROBABILI FORMAZIONI  Ultime 5 giornate di campionato. Si fa sul serio in Serie A e anche nei tornei di fantacalcio. Lo Scudetto lo ha già vinto la Juve, ma sono ancora in ballo i posti per Champions ed Europa League, così come resta...